Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

PENSARE CHE IL SISTEMA SIA COSI’ SPROVVEDUTO E MIOPE, D’AVERCI MESSO NELLE MANI L’ARMA CON CUI SCONFIGGERLO, E’ UNA CONCLUSIONE DA DEFICIENTI!

Mother Earth energy risingCiò che mi procura una tristezza profonda fino a deprimermi, è relativo al fatto che tutto ciò che ho scritto in tutti questi anni, sullo stato del pianeta, sull’ambiente, sull’umanità e le conseguenze apocalittiche innescate dai comportamenti umani, è maledettamente reale. In cuor mio speravo di sbagliarmi, auto/accusandomi di un pessimismo esasperato, e di fidarmi oltre il dovuto delle mie intuizioni e conclusioni. Mi aspettavo un’inversione di marcia, una presa di coscienza generale, logica, dovuta e responsabile – un repentino cambiamento di rotta che sconfessasse la mie tesi catastrofiste. Ma così non è stato! Il pianeta Terra oggi è un grande malato in fase terminale in attesa che gli si stacchi la spina, per poter spirare in pace fra le braccia misericordiose del suo creatore! In realtà, spero che lo disintegri!!!

Così dovremmo ricordare (morbo permettendo!) che tutti questi infernali mezzi di comunicazione e di interazione mediatica in tempo reale di cui disponiamo, e attraverso i quali intendiamo combattere e sconfiggere la Bestia Liberista, non sono il risultato di una nostra personale conquista, fatta di lotta e di sacrificio di vite umane, ma ci sono stati elargiti dalla grande magnanimità del Sistema Bestia che, diversamente dall’immaginario collettivo, sta in questo modo attuando il suo piano di schiavitù globale, disattivandoci definitivamente da ogni capacità di ribellione. Leggi il resto di questo articolo »

Guest Post da Il Grande Bluff di Stefano Bassi

the-big-bang-experimentIl Big Bang sarà il 3 Gennaio 2013 ed avremo bisogno di Voi.
Potrete essere parte del più grande e corale evento web che si sia mai visto sulla rete italiana…..

Si videro i primi allarmanti segnali sui RAI 3, in una puntata di Report in cui la Galbanelli sponsorizzò la tassazione del contante (!) (al 33%!)
per indirizzare sempre più “il topo nel labirinto” verso forme di pagamento elettronico…
Reagì inorridito UsemLab nel post: Inorriditi, scioccati, sdegnati e basiti, mettendo in luce il Grande Bluff della Lotta al Contante…che tante persone sta ingannando…

La campagna contro il Contante continuò, sponsorizzata NON A CASO proprio dall’ABI e dalle Banche….;-)
Questa volta toccò al Prof. Beppe Scienza (sulle pagine del Blog di Beppe Grillo),
SMONTARE le falsità che vengono propinate in questa STRUMENTALE e fuorviante lotta al contante e mettere in luce i VERI OBIETTIVI perseguiti sotto traccia dalle solite lobbiesLeggi il resto di questo articolo »

Fonte: tribunodelpopolo.com * Link
207807_10151148230027382_628302682_n

27 dic 2012 – Miseria, incertezze, paure. L’ Europa del futuro potrebbe essere questo e molto altro secondo le autorità tedesche che hanno varato la costruzione di un Centro “Crowd Riot Control”, che si occuperà di mantenere ordine e pace civile in un contesto ipotetico di guerriglia urbana.

Povertà, guerre civili, disoccupazione e miseria. Potrebbe essere questo un futuro nemmeno troppo remoto per l’Europa, o almeno potrebbe essere questo uno degli scenari possibili se le cose non cambieranno. Di questo non sono certi solamente isolati individui che pensano da tempo al peggio, ma anche gli analisti delle forze di sicurezza dei vari Stati, che avrebbero già preso in considerazione per il futuro scenari di guerriglia urbana. A questa eventualità si sta preparando la Germania, che in gran segreto ha deciso secondo diversi siti di informazione di avviare la costruzione di un Centro denominato ”Crowd Riot Control”, ovvero l’insieme di operazioni volte a mantenere l’ordine e la pace civile. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Maurizio Blondet tratto da EFFEDIEFFE.COM cui consiglio caldamente l’abbonamento (50€ per un intero anno di informazione fuori dai media mainstream.)

ScreenHunter_01-Dec.-22-15.06-454x300

Lo scorso 14 dicembre il nostro ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, è volato a Washington ad incontrare il suo pari grado, Tim Geithner, e «investitori» finanziari non meglio identificati. Ad essi, secondo Il Corriere, Grilli ha spiegato il piano del governo Monti per ridurre un poco il debito pubblico, che Monti ha continuato a far salire rispetto al PIL, inarrestabile. Il calo del PIL (e non le tasse, secondo Grilli) ha fatto sì che esso si divaricasse dal debito: quello scende e, per forza, questo sale. La soluzione è aumentare il PIL «nominale», cioè quello reale più l’inflazione (che è al 2%, secondo loro), per far convergere le due entità. Come fare? Tranquilli, ha detto Grilli ai finanzieri esteri: «Il continuo aumento della disoccupazione spinge chi cerca un posto ad accettare compensi sempre minori pur di lavorare, ridando così un po di competitività di prezzo alle imprese»Le imprese italiane potranno dunque «ridurre i costi del lavoro» (Il Tesoro e la via anti-debito).

Ecco dunque il progetto di «rilancio» e «crescita» di Monti (e di Bersani poi, per cui Monti è «un punto di non ritorno»): nessuna liberazione delle imprese dallo strangolamento della burocrazia pletorica inadempiente, nessun taglio ai «costi della politica»; niente blocco degli statali e dei loro stipendi, già il 15% superiori a quelli privati; niente fiscalità che non sia persecutrice di chi produce, nessun taglio agli statali di lusso con stipendi miliardari. Quello che vuol ridurre, il governo, sono i salari privati, ossia di quelli che producono, non dei parassiti. Mettendo in competizione gli occupati con i disoccupati, costretti ad «accettare compensi sempre minori». Leggi il resto di questo articolo »

mario-monti1-20-12-20121.jpg1_1

La minaccia, esatto! Questo è quello che Mario Monti ha mandato in direzione di noi tutti Italiani, se non ci sottomettiamo alle perverse voglie di Masochisti e Psicopatici dei suoi padroni, minaccia di far scivolare l’Italia in una situazione Apocalittica costituita da fame, miseria, schiavitù, malattie e guerre con altri stati confinanti e non.

Chi ha permesso a questo criminale di prendere posto come Presidente del Consiglio è più criminale di lui. Spero di gran cuore che qualcuno lo sbatti in galera ancora prima che possa essere “eletto” a gestire l’Italia per poi farla sprofondare nell’abisso che lui ha minacciato durante il suo discorso a Palazzo Chigi e in altri congressi a porte chiuse, nei quali il Pseudo Professore ha detto chiaro che NOI ITALIANI dobbiamo per forze rinunciare alla nostra Sovranità Nazionale e consegnarla nelle mani di un pugno di malati mentali (Psicopatici) che da alcuni anni siedono nelle poltrone più alte al Parlamento UE sito a Brussel, anche qui c’è da speculare su chi manovra le redini a Brussel. Leggi il resto di questo articolo »

star-wars-star-wars-755219_1024_768Un esempio di ipnosi manipolatoria collettiva: il tono suadente, la mimica studiata da ingenuo in buona fede di MONTI, che ha l’arte di manipolare e ipnotizzare la massa nel farle credere che tutto quello che fa ha fatto e farà è per il bene dell’Italia e degli italiani. E lo fa con quel tono da pnl studiato nei massimi istituti previsto per indurti ad abbassare le difese mentre parla. Funziona sulla maggioranza. Ma poi i fatti arrivano a galla. Ma sarete stupiti di vedere ancora quante persone voterebbero per Monti. Persone anziane, e siamo un paese di anziani, quelle stesse che si affidano all’intossicazione farmaceutica perché lo ha prescritto il medico e che si mettono nelle mani di camice bianco e prete e/o maestro…

L’esoterismo sta alla massoneria come la conoscenza sta all’istruzione mainstream.
Se la prima porta alla vera conoscenza o tutt’al più a un bagaglio di conoscenze STORICHE tramandate nei secoli cui tutti dovrebbero avere accesso, la seconda è il solito fenomeno che ingessa e manipola la massa in una pirlamide perché tali conoscenze siano deviate e utilizzate solo dalla cupola occulta.

La massoneria crea un branco di pecore accondiscendenti e con i paraocchi ed è esattamente il suo scopo così come quello della chiesa è di rendere una massa docile e accondiscendente. Laddove ha fallito la chiesa, ci è riuscita ultimamente la massoneria: vasto e ampio programma di lavaggio del cervello per produrre mostri alla Monti, o uomini e donne del tutto inconsapevoli di quello che sono e delle loro manipolazioni e plagi e che non vivono in libertà o in verità né per la libertà o la verità, ma nella falsità strumentale e nell’assoggettamento totale che chiamano libertà, così come il popolo vive in un regime dittatoriale occulto chiamato “democrazia”. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Marco PetrelliLink

(ASI) Da qualche anno i cittadini italiani hanno cominciato a sentir parlare di signoraggio bancario, fenomeno secondo alcuni studiosi reale e assolutamente nocivo, secondo altri invece una semplice teoria del complotto.Tuttavia quando si affrontano argomenti di carattere economico/finanziario è sempre  lecito rivolgersi ad esperti del settore, affinché la spiegazione non sia superficiale, bensì quanto più possibile approfondita e dettagliata. In merito al signoraggio bancario abbiamo pensato di porre alcune domande a  Salvatore Tamburro, economista da tempo impegnato in un’opera di divulgazione ed informazione su questo fenomeno.

salvatore-tamburo

Dott. Tamburro cosa si intende per signoraggio?

Il signoraggio è il reddito che ricava l’istituzione preposta all’emissione monetaria. Esiste un reddito da signoraggio incassato dallo Stato, ad esempio per quanto concerne la stampa delle monete metalliche, ed esiste un reddito da signoraggio bancario per quanto riguarda la moneta cartacea e quella scritturale emessa dal sistema bancario. La truffa risiede nel fatto che nel signoraggio bancariole banche, che sono da considerare istituzioni private in quanto società per azioni, esercitano un dominio sulla politica monetaria nazionale che vincola lo Stato e quindi noi cittadini, a versare 100 miliardi l’anno nelle casse degli istituti di credito, oltre a subire il diktat dei mercati finanziari e di istituzioni private quali il Fondo Monetario Internazionale, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, la Banca Centrale Europea, la Commissione europea. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: www.movisol.org

goldman-sachs-1355255 dicembre 2012 (MoviSol) – La mafia vincente del racket chiamato sistema finanziario internazionale è da decenni Goldman Sachs. Due recenti e sensazionali sviluppi lo confermano: la nomina di Mark Carney a capo della Bank of England e la sentenza della Corte di Giustizia Europea sul caso degli “swaps greci”. Entrambi vedono lo stesso vincitore: Goldman Sachs.

È la prima volta nei 318 anni di storia della Bank of England che un non-soggetto britannico si siede sulla poltrona di Threadneedlestreet. Carney è governatore della banca centrale canadese e capo dell’International Financial Stability Board, quello che Giulio Tremonti ha chiamato “il cavallo di Troia della speculazione finanziaria”.

Ma soprattutto Carney ha lavorato per tredici anni, dal 1990 al 2003, a Goldman Sachs dove, tra l’altro, ha rivestito l’incarico di capo della divisione “rischio paese”. Egli fu coinvolto nella crisi finanziaria russa del 1998, che fu esacerbata proprio perché Goldman Sachs consigliava la Russia mentre allo stesso tempo scommetteva contro la capacità del paese di pagare i debiti.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Neovitruvian * Link

Se Jimmy Savile fosse vissuto qualche anno in più, probabilmente avrebbe visto un mondo dove la pedofilia è legale. Invece di venir diffamato per le sue raccapriccianti attività sessuali, Jimmy sarebbe stato considerato un eroe nazionale.

Facendo ricorso alle stesse tattiche utilizzate dagli attivisti per i diritti gay, i pedofili stanno cercando di ottenere uno status giuridico simile, sostenendo che il loro desiderio sessuale per i bambini è solo un naturale “orientamento sessuale”. Se agli omosessuali piace andare a letto con un patner dello stesso sesso (come è giusto che sia), perché dovrebbe essere così sbagliato che un settantenne vada a letto con una bambina di sette anni?
Gli interrogativi sono questi: “Se un tipo offrisse una caramella ad una bambina e questa acconsentisse a fare sesso, dove sarebbe il problema?” Non la sta forzando, o sbaglio? La bambina non dovrebbe avere il diritto di scegliere?
I critici dell’omosessualità hanno a lungo sostenuto la tesi che, una volta normalizzata l’omosessualità come semplice “stile di vita o orientamento sessuale alternativo”, nulla sarebbe più stato off limits. Gli attivisti gay si sono battuti in questo frangente, insistendo che questo non sarebbe mai accaduto.

Beh, è successo. Leggi il resto di questo articolo »

Creato il 31 luglio 2012 da Tipitosti

Vivere con poco: intervista a Stefania RossiniUna vita controcorrente, una vita con poche risorse. Ma guai a parlare di sacrifici.
No, Stefania Rossini, blogger di Natural-mente, 37 anni, bresciana,  tre figli, casalinga tuttofare, un marito operaio metalmeccanico. non ci sta. E sbotta: “Io sacrifici? Ma scherza? Dalla vita ho avuto tanto. Direi che sono alla continua ricerca di soluzioni per continuare a vivere con 5 euro ogni giorno. Vi assicuro, le idee sono tante e le ho raccolte nel mio libro: “Vivere in 5 con 5 euro al giorno” , edizioni L’età dell’Acquario.
Per lei, studiare come risparmiare, è un divertimento.
In questa intervista ci spiega come si fa a vivere con poco ed essere felici.

Com’è la sua giornata standard?
Non ho una giornata standard, la mia giornata inizia alle 6,30, a volte anche prima. Le cose da fare sono sempre tantissime. Le valuto in base alle esigenze dei miei figli, alla temperatura, ai capricci delle mie figlie – che “portano via un sacco di tempo” – alle esigenze quotidiane di tutti componenti della famiglia.

Programmi dettati dal tempo: cosa significa? Se piove, non posso andare nell’orto a seminare e piantare. Ci vado solo per raccogliere qualcosa per i pasti. Quindi ho più tempo per altre cose. Se i bimbi vanno a scuola, ho quasi tutta la mattina libera, quindi posso organizzarmi per moltissime attività. Se sono in vacanza, invece, riesco a fare molto meno. Se è finito il pane, subito mi metto ad impastare. Inoltre, se i bimbi si alzano con richieste culinarie particolari cerco di accontentarli quasi sempre. Insomma, non ho programmi. Mi godo la bellezza della decisione istantanea. Adoro improvvisare.

Leggi il resto di questo articolo »

Come Israele sterilizza la donne etiopiche, così anche la Slovacchia propone di sterilizzare i Rom. ndr

Le associazioni per i diritti umani denunciano un progetto di legge per il sostegno alle fasce più povere, dietro il quale ci sarebbe un tentativo di frenare la crescita di questa minoranza

Il ministero del Lavoro slovacco sta elaborando una nuova legge che mira a sostenere le comunità socialmente isolate del Paese, ducentomila persone. I media locali però sostengono che, dietro il paravento di assistenza ai più poveri, l’obiettivo sembrerebbe la comunità rom locale: il governo offrirebbe alle donne anticoncezionali o addirittura la sterilizzazione gratuita.

“Ufficialmente, la proposta è focalizzata sulle persone svantaggiate…Ma se si guarda ai criteri del programma, possiamo concludere che queste misure sono indirizzate specie verso i rom”, commenta la sociologa Elena Kriglerova Gallova, intervistata da Il Piccolo. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Francesca Dessì
f.dessi@rinascita.euIsraele, “la più grande democrazia del Vicino Oriente”, come viene definita dai Paesi occidentali e dai media embedded, “sterilizza” le donne etiopi. È quanto affermato dal quotidiano israeliano Haaretz, nella sua edizione del 12 dicembre 2012 (http://www.haaretz.com/opinion/israel-s-ethiopians-suffer-different-planned-parenthood.premium-1.484110#) riferendosi alla situazione degli immigrati etiopi riconosciuti come ebrei da Tel Aviv, i cosiddetti “falascia”.
“È difficile da credere ma in Israele nel 2012 le donne etiopi sono sottoposte con la forza al Depo-Provera, un’iniezione contraccettiva” si legge nell’articolo, che prosegue: “Questa iniezione non è un contraccettivo comunemente prescritto. (…) Di solito è riservato alle donne che soffrono di disabilità o che sono malate”.
Il giornale israeliano si rifà all’inchiesta pubblicata di recente dal programma “Vacuum documentary ” condotto da Gal Gabay, e trasmesso sulla Televisione Educativa israeliana, in cui si afferma che “il trattamento è imposto su un gran numero di immigrati etiopi”. Secondo il ricercatore Reuven Sava, che ha condotto l’indagine, più di quaranta donne sono state sottoposte, contro la loro volontà, all’iniezione di Depo-Provera, un medicinale molto forte che, come si può leggere tranquillamente su internet, viene usato per curare tumori, per la castrazione chimica e nelle terapie iniziali per cambiare sesso. Leggi il resto di questo articolo »
Perché la Svezia può e noi no? E poi non è un paese periferico? Perché i giornalisti non lo dicono chiaramente che non sono i paesi periferici ad essere stati designati al sacrificio ma i PIIGS sui quali le agenzie di rating fanno alzare le scommesse sul loro fallimento e così facendo portano al fallimento? Perché Gran Bretagna e Danimarca possono godere di un’esenzione dall’euro perpetua pur partecipando alle decisioni della BCE?
N. Forcheri
Traduzione italiana a cura di Erika Di Dio. Fonte: Naked Capitalismcrisi-euro-zona-638x425Mentre l’eurozona fa di tutto per riuscire a sconfiggere la crisi del debito che sta affogando i paesi periferici, e mentre l’Unione Europea si sforza per raggiungere una maggiore “integrazione”, la Svezia inizia ad avere dei ripensamenti: mai prima d’ora c’era stata tanta ostilità nei confronti dell’euro.

La Svezia è un caso speciale. È entrata a far parte dell’UE nel 1995, dopo che ai suoi cittadini fu gentilmente permesso di esprimere la propria volontà in un referendum nel 1994, con 52,3% dei voti a favore. Come ogni paese che entra a far parte dell’UE, la Svezia ha firmato un trattato di adesione che la obbliga ad adottare l’euro, ma senza una data di scadenza. Quindi nel 2003, il governo pensò che fosse arrivato il momento di darsi una mossa; e così ha chiesto ai cittadini, in un referendum non vincolante, se volevano aderire all’eurozona. Era il 14 Settembre.

No all’euro

I cittadini si ribellaronoDemolirono l’euro, con il 55,9% dei voti contrari e il 42% favorevoli. Non volevano scambiare la loro adorata krona con il nuovo “moderno” euro. Non volevano rinunciare alla sovranità sulla loro politica monetaria. Questo al tempo scosse eurocrati, membri dei governi, membri delle finanze, e capi di stato di tutto il continente. E la struttura di potere europeo imparò una lezione: non lasciare la decisione alla “gentaglia”; questa è stata l’ultima volta in cui è stato permesso ai cittadini dell’UE di votare sull’euro. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE