Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte: meteoweb.eu

Un’onda d’urto interplanetaria, eventualmente associata ad un brillamento solare di classe M5, ha colpito il nostro campo magnetico la notte del 20 Maggio, alle 4:00 ora italiana. L’arrivo dell’onda ha causato un’intensa attività geomagnetica attorno ai poli del pianeta, e varie aurore boreali alle alte latitudini. L’impatto ha prodotto un fronte d’onda di propagazione all’interno della magnetosfera di parecchie migliaia di chilometri in orbita geostazionaria intorno alla Terra. Naturalmente, nonostante la rara coincidenza, il fenomeno non è da associare al terremoto che nello stesso istante ha colpito l’Emilia Romagna con una scossa pari alla magnitudo 5.9 sulla scala Richter. Leggi il resto di questo articolo »

Ringraziamo la lettrice Sandra per la segnalazione.

 di Gianni Lannes  http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/05/italia-terremoti-artificiali.html#more
Il Belpaese trema. Ma cosa sta accadendo allo Stivale tricolore?  Cosa stanno sperimentando sulla nostra pelle i militari Usa col beneplacito delle autorità tricolori? Vogliono farci dimenticare in tutta fretta la strage di Brindisi? C’è un nesso con le sperimentazioni della Nato in questa nazione?  Rivela lo stimato generale Fabio Mini: «Non ho prove che ci sia stato un esperimento nucleare o convenzionale capace di provocare un determinato terremoto, ma sono abbastanza pessimista per non pensarlo. In 45 anni di carriera militare in giro per il mondo, ne ho viste di tutti i colori».
Cronache nere – Alle 4.04 una fortissima scossa di terremoto ha sconvolto l’Emilia Romagna: il bilancio provvisorio è di cinque morti e almeno 50 feriti.  Tre sussulti, il più forte di magnitudo 5.9. Tra le vittime operai schiacciati dal crollo di un tetto e due donne decedute per lo spavento.  La scossa avvertita anche in Lombardia, Toscana, Veneto, Lombardia, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Un dettaglio significativo: la profondità registrata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è di dieci chilometri. Singolare coincidenza: dagli Stati Uniti d’America viene corretto il grado del sisma che ha colpito questa notte l’Italia del Nord. Per gli esperti del servizio geologico degli americano, l’Usgs, si parla di magnitudo 6, e non 5.9. Per i rilevatori americani la scossa ha avuto ipocentro 5,1 km di profondità, e non ai 10,1, comunicati in Italia.

Alcuni astronauti contestano la NASA per “sfrenata promozione” della teoria del cosiddetto “cambiamento climatico”

Fonte: movisol.org

pubblicità terroristica

11 maggio 2012 (MoviSol) – Con una lettera indirizzata al direttore della NASA Charles Bolden, firmata da quarantanove astronauti in pensione e scienziati della NASA, il 28 marzo scorso è stato chiesto che l’agenzia spaziale americana cessi il suo sostegno alla frode anti-scientifica del “riscaldamento globale per cause umane”. Otto sono gli ex astronauti; gli altri sono ricercatori, dirigenti e ingegneri, ventuno dei quali hanno lavorato per oltre trent’anni alle dipendenze dell’agenzia; alcuni per oltre quarant’anni.

Leggi il resto di questo articolo »

Anche se molti non se ne sono accorti, la società civile è attaccata su più fronti. Ad attaccarci sono gli stessi che convocano i giornalisti sparsi nel teatro delle operazioni belliche per comunicare loro le veline che dovranno riportare in patria, a beneficio degli utenti. Come disse quel generale, la prima vittima di una guerra è la verità e le menzogne propinateci giornalmente dai mass-media si moltiplicano a dismisura. Una via l’altra. La popolazione è vittima, carnefice, obiettivo militare, classe di schiavi ottusi e strumento di reciproca, indifferenziata e diffusa oppressione, nello stesso tempo.

Sta capitando come a Genova sul lungomare, nel luglio 2001, con i lacrimogeni che ci arrivavano da terra, dall’aria e dal mare, rispettivamente dagli sbirri appiedati, dagli elicotteri militari e dai motoscafi della polizia. Solo che al momento attuale ancora non tutti se ne sono accorti. E’ per questo che anche in Friuli, per la prima volta, sabato 26 maggio si terrà una conferenza pubblica sulle scie chimiche, ed è questo un modo per far aprire gli occhi alla gente, in modo che i “lacrimogeni” che giungono dal cielo facciamo migliore effetto.

Ne ho parlato con il presidente del gruppo politico che ha organizzato l’incontro ed è stata una sorpresa per me scoprire che nella mia regione ci sono ancora fermenti di speranza, accompagnati dalla volontà di reagire a questo attuale stato di inerme sudditanza.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Marco Fincati, ideatore del Metodo R.Q.I. 

LA VITA

Il corpo umano cerca di vivere sempre in costante condizione di equilibrio, mantenuto soprattutto dall’energia elettromagnetica, prodotta dalle cellule del nostro organismo. Essa è necessaria per far funzionare bene le varie parti della cellula, le cellule di uno stesso organo e quindi i vari organi di uno stesso sistema vivente. Le cellule di uno stesso organo, avendo identica composizione molecolare, comunicano ed interagiscono, utilizzando tutte uno stesso segnale elettromagnetico, che si propaga facendole “vibrare” con lo stesso tipo di frequenza che le fa entrare in risonanza tra loro. Le conoscenze del codice genetico e della scienza chimica classica non sono sufficienti per rendere chiara la complessità dei processi metabolici. Leggi il resto di questo articolo »

…con fuoriuscita di acqua e sabbia?

Un gentile lettore ci scrive e invia foto. Per chi voleva la pistola fumante,  eccola!

A proposito di fracking e terremoti, vorrei inviarvi una foto scattata nelle campagne di Mirandola (MO), che mostra una frattura del terreno con fuoriuscita di sabbie.
Ritengo sia una cosa anomala, come anomalo sia avere oltre 200 scosse di assestamento in nemmeno 3 giorni.
Non sono certo un geologo ma mi sono insospettito da subito per la natura strana del verificarsi delle scosse.
Nell’epicentro ha fatto danni davvero consistenti,come se il terreno fosse sprofondato.
nelle immediate vicinanze non ha fatto nessun danno, e a 25 km

dall’epicentro la scossa principale si e’ appena percepita.
cordiali saluti.
Alessandro

Caro Alessandro il motivo sta nel fatto che togliendo materia, petrolio o gas dal sottosuolo, il terreno inevitabilmente collassa per assestarsi in una forma a catino. Il terremoto può essere di natura subsidente per collassamento del terreno o può avvenire in seguito a scoppio di ordigno per frantumare la faglia. Qui potrebbero essere intervenuti entrambi i fattori e cioè può essere stato fatto del fracking nelle vicinanze di giacimenti svuotati. di idrocarburi o gas. Sarebbe interessante fare un rilievo altimetrico di precisione per inchiodare i trivellatori! Basta un navigatore satellitare buonino. Attendiamo sue nuove nel caso riuscisse a fare il rilievo.

Devastazione Italia continua!

LB

Mentre in Italia si svende il territorio nazionale alle multinazionali delle trivelle, probabilmente responsabili degli ultimi terremoti, e non si dedica la minima attenzione a ricercatori come Andrea Rossi, che sta lavorando alla produzione su larga scala di energia ottenuta dalla fusione fredda, altrove ci si sta preparando per l’avvio di un sistema economico fondato sull’abbondanza, anziché sulla scarsità artificiosa e sul debito. Quando ci saremo liberati dell’attuale classe dirigente (e i risultati elettorali indicano che l’ora è vicina), potremo inaugurare  una nuova era di trasparenza: valorizzare il territorio, le persone, le idee, liberare le tecnologie soppresse…

Fonte: iconicon.it

Come ricordava Salvatore Brizzi in una delle sue più interessanti conferenze, già negli anni 70, quando nell’immaginario collettivo il traguardo temporale futuro era quello del 2001, prefigurato dall’Odissea nello Spazio di Kubrik, ancora nessuno parlava di 2012 e non c’era alcuna letteratura accessibile in merito a tale data, Terence McKenna, filosofo e psiconauta americano, compiendo particolari calcoli relativi all’argomento delle scoperte tecnologiche, si rese conto che esse aumentavano nel tempo con una progressione matematica costante ad andamento esponenziale, tale che vi fosse una data nella quale le innovazioni comparse a mutare la nostra vita dovessero essere infinite.

Una singolarità, quindi, un momento a sé, fuori dal tempo, in cui non valgano le regole del resto del tempo.

La data che egli calcolò è quella del 22 Dicembre 2012 Leggi il resto di questo articolo »

Oggi, ogni singolo soggetto che ricopre una qualsiasi carica, che occupa un posto di responsabilità e di prestigio, o più semplicemente gode di un privilegio rispetto a tutti gli altri, deve essere prima di tutto corruttibile e parallelamente ricattabile.
Questi sono i fondamentali del Sistema – un dogma – una pre/condizione venendo a mancare la quale, ogni possibilità di migliorare il nostro status ci è preclusa per sempre. Il concetto di “merito” che oggi si vuole sdoganare come parametro atto a selezionare la competenza, è l’ennesima impostura del Sistema che opportunamente facilita la raccomandazione, il nepotismo e il servilismo.

Una persona di buon senso, colta e intelligente, ancorata a solidi principi e valori, è vista dal Sistema Potere come elemento di sovversione, capace di destabilizzare le logiche perverse che regolamentano le società liberiste, consumiste.

Leggi il resto di questo articolo »

Nulla avviene per caso, cari amici. Il tragico fatto di Brindisi col tempo si chiarira’.  Nel frattempo tutte le grancasse di regime  stanno battendo tutto e il contrario di tutto. Ma il dubbio comincia a serpeggiare nelle menti velenose dei  complottisti. Allora guardiamoci questo breve video. L’intento è di raccogliere idee e soprattutto le informazioni che qualcuno, lavorando nell’ambiente gas-bombole-timer-telecomandi, potrebbe dare a tutti i lettori.

Dal blog di Giovanni Lollo * Link

tifo_da_stadio_G8I potenti dell’Occidente si sono riuniti d’urgenza a Camp David, ospiti di Obama, per il G-8, per sbrogliare l’inestricabile matassa della crisi economico-finanziaria che sta devastando l’occidente intero.

Evidentemente, però, l’agenda non doveva essere fittissima, perchè, anche se i problemi erano davvero tanti, hanno avuto il tempo di guardare una partita di calcio in TV. Pare che sia stata Angela Merkel a chiedere che si accendesse il televisore, e Cameron è stato subito d’accordo: Leggi il resto di questo articolo »

I TENTACOLI DELLA FINANZA INTERNAZIONALE SULLE IMPRESE STRATEGICHE ITALIANE

21 maggio 2012

di

Le smancerie di Obama al nostro Presidente del Consiglio sono la mancia in spiccioli che gli Usa elargiscono all’Italia per aver eseguito gli ordini coloniali alla perfezione. Gli osservatori internazionali chiamano questa affettazione con nomi altisonanti ma l’immagine che essa rimanda alla mente è quella del biscotto tirato al cane da compagnia scodinzolante. Se a Monti è stato riconosciuto un ruolo di primo piano al G8 è soltanto perché questo evento è ormai inutile e squalificato, un summit delle chiacchiere (come lo ha definito il Generale Carlo Jean),  e di una stanca ritualità ineffettuale, fuori dalle geometrie geopolitiche dell’attuale fase storica di un mondo non più unipolare e timidamente multicentrico. A Monti viene anche affidato il compito del mediatore tra la rigida Berlino e quel che resta della flaccida Europa, con quest’ultima davvero persuasa che i malanni comunitari

Leggi il resto di questo articolo »

Seguono gli articoli: I terremoti sono in aumento e Perforazione Campi Flegrei: oggi assemblea pubblica

Terremoto Emilia Romagna: “Fracking” e “Shale gas”, il web cerca le cause

REGGIO EMILIA – “Fracking” e “Shale gas” sono due delle parole che stanno spopolando su Internet dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna.

Una delle ipotesi che circola di più sul web è che il sisma potrebbe essere in qualche modo collegato alle estrazioni di petrolio e gas naturale dai pozzi della zona.

Dunque, secondo queste ipotesi le numerose trivellazioni avvenute negli anni avrebbero modificato l’equilibrio geologico dell’area compresa tra le province di Modena e Ferrara.

Leggi il resto di questo articolo »

In questi giorni, noi popolazione belante, e in alcuni casi recalcitrante, siamo preoccupati per ciò che sta accadendo. Ma mentre le pecore belanti sono preoccupate per quello per cui viene detto loro di preoccuparsi, le pecore recalcitranti, conosciute con il nome di complottologi, sono preoccupate per tutt’altri motivi.

E questo perché i complottologi hanno la pretesa di conoscere i meccanismi reconditi della Storia e di saper interpretare con maggiore chiarezza la realtà. C’è un po’ di snobismo, in questo, ma temo che, nei fatti, non si vada molto lontano dalla verità.

Se le masse si bevono la storiella del lupo cattivo, con solo qualche accenno alla strategia della tensione messa in opera dagli apparati statali, senza che ciò susciti un adeguato sdegno, la minoranza dei complottologi teme l’avvento del NWO, implementato da precisi passaggi successivi.

Le tecniche sono conosciute, ma solo da pochi intenditori, avendo tali metodologie, come una specie d’incantesimo, l’antivirus per non appalesarsi alla gran massa dei cittadini, che suddivideranno gli eventi sulla base di rigidi schemi manicheistici.

Ecco, senza ulteriori indugi, l’articolo di TNEPD. Un articolo che, in base alle ferree leggi del contrappasso, tocca a me, che li scrivo lunghi, introdurre. Un articolo, dal mio punto di vista, vertiginosamente corto. Ma denso.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Claudio Messora * Link

L’attentato di Brindisi non rientra in nessuna delle categorie a cui siamo abituati e, per questo, getta il Paese nell’incertezza più totale. La Sacra Corona Unita sembra essere più uno spettro che una realtà in grado di incidere con questa ferocia e, valutando le cose con un po’ di cinismo, un gesto di questa inaudita crudeltà appare contrario ai suoi stessi interessi. La mafia utilizza altri simboli e ha, per così dire, standard qualitativi tecnicamente superiori. Per il genere di attentati in cui si vuole infilare quello di Brindisi la rivendicazione è tutto, specialmente quando le finalità sono politiche. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://www.ilsole24ore.com

Ormai è una vera e propria caccia all’uomo. Gli inquirenti pugliesi sono convinti che chi ha premuto il detonatore che ha seminato la morte davanti l’ingresso dell’istituto Morvillo-Falcone sia da ricercare tra ex ufficiali ed ex sottufficiali dell’Aeronautica.

Il pm Milto De Nozza, cui fanno capo le indagini, ha ripetuto più volte nel corso della mattinata che non ci sono indagati, tantomeno il sottoufficiale dell’Aeronautica Raffaele Niccoli, che fino alle prime ore di questa mattina sembrava l’indiziato numero uno. Quasi una formula di rito dietro la quale si nasconde un’attività frenetica degli uomini della Digos e della squadra mobile di Brindisi che hanno ricevuto rinforzi massicci da Roma.

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE