Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archivio Autore

Articolo di: Avv. Floriana Baldino – 03.03.2013
Fonte: hearthaware.wordpress.com

Se la giustizia ordinaria è ancora ben lontana dal sanzionare l’illegittimità degli interessi bancari, non lo è più nel sanzionare la pratica ancora più scoretta dell’anatocismo, cioè degli interessi calcolati sugli interessi. Questo articolo, firmato dall’Avv. Floriana Baldino, citando la recente storica giurisprudenza, spiega perchè da oggi è possibile chiedere il rimborso delle somme ingiustamente trattenute per anatocismo e per l’applicazione della commissione di massimo scoperto.

Importante vittoria della Codacons sulle banche. Da oggi si potrà chiedere il rimborso di quanto pagato per anatocismo e commissione di massimo scoperto.

Un’importante sentenza destinata a fare storia nel mondo giuridico e ad avere un grandissimo eco, che riguarda le banche e le loro pratiche ormai consolidate di anatocismo, è finalmente arrivata[1]. Essa in realtà non è stata la prima ma la seconda.

Entrambe le sentenze arrivano da Bologna ed entrambe condannano la Carisbo a rimborsare i soldi pagati a due loro correntisti a titolo di massimo scoperto e per l’anatocismo. I clienti delle banche che hanno avuto in passato il proprio conto in rosso, o che abbiano chiesto crediti alle banche, da oggi potranno chiedere il rimborso delle somme in più versate alle banche.
Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: lospecchiodelpensiero.wordpress.com
 
Germania

Guidato dall’economista di Amburgo Bernd Lucke, il partito «Alternativa per la Germania», che ha tra i suoi membri fondatori anche l’ex presidente della Confindustria tedesca Hans Olof Henkel, correrà alle prossime elezioni di settembre con un programma contrario ai salvataggi europei e con un piano B che, in caso di peggioramento della crisi, non esclude la separazione dell’Eurozona in un euro del Nord e un euro del Sud.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/04/forno-microonde-la-ricetta-per.html - tratto da http://www.sos2012.it/informazione/57-4salute-biologia-medicina-alternative/1085-forno-a-microonde–la-ricetta-per-ammalarsi-di-cancro

Forno a microondeEsiste da dieci anni una prova, che il tribunale svizzero ha soppresso, che dimostra come il cibo trattato con le microonde possa danneggiare il sangue in modo rilevante. Studi più recenti hanno aggiunto prove evidenti che il forno a microonde è un rischio per la salute. Nel 1989, un nutrizionista svizzero, il Dottor Hans-Urich Hertel fece delle scoperte allarmanti sull’uso del forno a microonde. Ma nonostante ciò per più di dieci anni ha dovuto lottare per avere il diritto di far sapere al mondo che cosa aveva scoperto.

Il punto che ha cercato in tutti i modi di rendere noto al pubblico è di interesse vitale per i consumatori : tutti i cibi che vengono cucinati o scongelati nel microonde possono causare dei cambiamenti del sangue che indicano lo sviluppo di un processo patologico presente anche nel cancro. Nonostante ciò, Hertel per tutto questo tempo, è stato preso in giro dai fabbricanti di forni a microonde che hanno usato le leggi svizzere sul commercio per tappargli la bocca al punto di minacciare di rovinarlo.

Nel Marzo 1993, il Tribunale per il Commercio di Berna, a segui-to di una denunzia della Associazione Svizzera dei Produttori di Apparecchi Elettrici Domestici ed Industriali, ha fatto divieto al Dottor Hertel di dichiarare pubblicamente o per scritto, che i forni a micro-onde sono dannosi alla salute. Non ubbidire a questo ordine avrebbe potuto significare una multa di 5000 Franchi Svizzeri o addirittura un anno di prigione.

Leggi il resto di questo articolo »

LE FOTO CON LE SUE AMICHE MARMOTTE

Fonte: tempi-finali.blogspot.it

Matteo Walch, 8 anni, incontra le marmotte nelle Alpi austriache; con questi animali Matteo ha instaurato un rapporto speciale dal suo primo incontro con loro durante una gita alpina 4 anni prima.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: iconicon.it/blog

Riportiamo l’odierno comunicato dal sito ITCCS, che mostra come la delicata questione degli annunciati possibili arresti del papa cominci a farsi articolata. Molti rimarranno increduli per l’inverosimiglianza apparente di tali notizie, ma a questo punto non c’è che stare a vedere nel modo più neutro possibile quale piega prenderanno gli eventi.

Ripetiamo, per la delicatezza assoluta della questione e per l’estrema gravità degli addebiti, che il nostro atteggiamento è unicamente quello di desiderare che la piena verità emerga sui fatti cui la vicenda si riferisce.

Jervé

Inviato il 14 febbraio 2013 da itccs

http://itccs.org/2013/02/14/pope-benedict-to-seek-immunity-and-protection-from-italian-president-giorgio-napolitano-on-february-23/
Il Tribunale Internazionale invita Napolitano alla “non collusione con la criminalità”, e annuncia una campagna globale per occupare l’immobile Vaticano e avviare un’inchiesta sui diritti umani in Italia

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: nocensura.com

eurotrollChe da anni alcune agenzie offrano il “servizio influencer” – per scopi commerciali ma anche politici – è cosa nota. Per capire chi sono vi consigliamo la visione di questo video di Casaleggio associati.

Ma ora, stando a quanto meglio descritto nell’articolo che vi proponiamo di seguito, arriveranno gli influencer pro-euro, pagati dall’UE con i nostri soldi; è stato stanziato un milione di euro per addestrare queste persone, che presto invaderanno il web per denigrare e contrastare coloro che “osano” criticare l’euro, tramite commenti sui social network e sui blog, cercando di intorbidire le acque e creare confusione nei lettori. Probabilmente sarà “rinforzata” anche la flotta di siti web di pura disinformazione che negano o denigrano temi importanti come la sovranità monetaria ed il signoraggio.

Al sistema non basta più gestire i mass media di massa e numerosi siti web; arrivano anche i commentatori-disinformatori, in vista delle prossime elezioni europee in cui gli eurocrati temono di imbarcare troppi deputati anti-europeisti…

Ovviamente, ci sentiamo nel mirino anche noi… e vi chiediamo di INFORMARE TUTTI; PASSATE PAROLA AFFINCHE’ LA GENTE SAPPIA E SI REGOLI DI CONSEGUENZA: questi sono ‘professionisti della manipolazione’, la gente deve sapere che anche il web è influenzato, e deve sapere che i mandanti sono (anche) gli eurocrati, oltre alle varie lobby e magari partiti…

Staff nocensura.com

PS: l’Europa per i nostri terremotati non aveva soldi… per manipolare le loro opinioni però si!
- – - – -

Di Debora Billi – crisis

La UE ha deciso di addestrare eurotroll per impedire la diffusione di “sentimenti anti euro”. Così l’anno prossimo voteremo secondo prescrizione.
Beh che dire, preparatevi: tra qualche mese, ogni volta che qualcuno su Internet, Facebook o Twitter si azzarderà a menzionare certe parole chiave, vedrà l’assalto dei troll pronti ad azzannarlo.

Scrivere “uscire dall’euro”, “MES”, “fiscal compact”, “ritorno alla lira” o altre parole ad alto rischio di

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: iconicon.it/blog

Il premier del dimissionario governo tecnico Mario Monti, ora in campagna elettorale a cercare voti da una nazione che ha messo in ginocchio, ha dichiarato recentemente in questa intervista fattagli da Lilli Gruber, sua collega di Bilderberg, di non essere massone.

Ecco il video che riporta la sua espressione trasecolata di chi non sa neppure cosa sia la massoneria.


Ora, alla trasmissione radiofonica “la Zanzara” Gioele Magaldi, Venerabile Maestro della principale loggia massonica italiana, il Grande Oriente Democrarico (G.O.I.) ammette che “il fratello Mario Monti” è massone, “iniziato da molti anni” con tanto di duplice affiliazione.

Magaldi ammette inoltre che diversi Ministri sono massoni…

Ecco di seguito la registrazione del suo intervento.


Beh, che dire di meglio della frase di una eminenza grigia della politica italiana, Giulio Andreotti, il quale diceva: “A pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca”?

Ma anche: “Se ci ha mentito su questo, perché non potrebbe averci mentito anche su tutto il resto?

Jervé

Elezioni: astensione attiva, ecco cosa succede col “non voto

Fonte: http://www.laleggepertutti.it/23217_elezioni-astensione-attiva-ecco-cosa-succede-col-non-voto

 

Con una nota di ieri, il Viminale è intervenuto sulla questione delle “astensioni attive” propagandate sul web come alternativa al non-voto per coloro che non si sentono rappresentati dai partiti in campagna elettorale per le elezioni del 24 e 25 febbraio.

È forte il malcontento degli italiani nei confronti della politica. Così, grazie al tam tam di internet, si sta diffondendo una campagna nazionale volta a promuovere una decisa e forte contestazione al voto per le prossime elezioni.

I “dissidenti” intendo non votare, ma non nella consueta forma dell’astensionismo. Essi infatti, invitano gli elettori a presentarsi al seggio, farsi registrare, rifiutare poi di ritirare la scheda e, infine, chiedere di verbalizzare le ragioni della loro protesta.

Sulla questione è intervenuto ieri il Ministero degli Interni, chiarendo [1] che tale pratica non è certamente vietata. I Presidenti di seggio vengono invitati, dal Viminale, a verbalizzare in modo sintetico e veloce (per non rallentare le operazioni di voto) i motivi della protesta dell’elettore, con le sue generalità, allegandoli al verbale. Tuttavia – questione più importante – ai fini dellerilevazioni statistiche sulla affluenza alle urne, i cittadini che vorranno aderire alla singolare protesta non saranno conteggiati tra i votanti della sezione elettorale, bensì saranno considerati come “non votanti”.

Ciò significa, in altre parole, che l’intera protesta potrebbe essere completamente inutile, atteso che non sarà dato sapere quante astensioni attive ci sono state e, pertanto, nessuno avrà mai una percezione reale di quello che è il malcontento degli italiani.

 

Fonte: lospecchiodelpensiero.wordpress.com

Il 12 ottobre 2012, il NATIONAL il quotidiano rumeno, ha pubblicato un articolo a pagina intera relativo al libro “The Nazi Roots of the ‘Brussels EU’”.(Le Radici naziste della Europa di Bruxelles), descrivendolo come “il libro che fa impazzire i parlamentari EU”. L’articolo fa un sommario dei contenuti del libro ed afferma che ha fatto esplodere la costruzione della EU

Per vedere la versione online dell’articolo sul NATIONAL clickare qui. Per scaricare la copia della versione originale, stampata, qui.
 

“The Nazi Roots of the Brussels EU”

Quattro autori riunitisi per lo stesso scopo, ovvero mostrare “cio’ che avreste sempre voluto sapere sulla EU di Bruxelles, ma che nessuno ha mai osato dirvi” , hanno fatto esplodere, in alcune centinaia di pagine, la costruzione e il consolidamento di cio’ che viene chiamata “Unione Europea”

Gli autori sono: Paul Anthony Taylor – un combattente per il cibo naturale; Aleksandra Niedzwiecki , una biochimica; Dr. Matthias Rath, fondatore dell’Istituto di Ricerca Dr. Rath Research Institute, un centro per la medicina naturale e August Kowalczyk, un ex prigioniero nel campo di concentramento e sterminio di Auschwitz, con il numero 6804.
Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: luogocomune.net


 
TESTO DELL’INTERVENTO COMPLETO DI RONNY EDRY

Il 14 marzo di quest’anno ho pubblicato questo poster su Facebook. È un’immagine di me e mia figlia, con in mano una bandiera di Israele. Ora cercherò di spiegarvi il contesto, sul perché e quando ho pubblicato questo. Qualche giorno fa ero in coda dal droghiere, e il padrone del negozio stava parlando con uno dei clienti. Il padrone stava spiegando al cliente che stiamo per ricevere 10.000 missili su Israele, e il cliente diceva “No, 10.000 al giorno”. Questo è il contesto, questa è la situazione in cui ci troviamo oggi in Israele. E’ da 10 anni che stiamo aspettando questa guerra.

E la gente ha paura. Sembra quasi che ogni anno sia arrivato l’ultimo momento utile per fare qualcosa per la guerra con l’Iran, …

… sembra quasi che se non facciamo qualcosa subito diventa troppo tardi per tutti. E’ da 10 anni che va avanti così.

Io faccio il disegnatore grafico, è così ho fatto un poster e l’ho pubblicato, è quello che vi ho mostrato prima. Di solito li pubblico su Facebook, a qualche mio amico piacciono, a qualcuno non piacciono, la maggior parte delle volte non piacciono, non li condividono e non succede niente. Poi sono andato a dormire, e per me la cosa era finita lì. Più tardi di notte mi sono svegliato e sono tornato al computer, e vedo tutti questi puntini rossi su Facebook, che non avevo mai visto prima, e mi sono chiesto “ma cosa sta succedendo?”

Leggi il resto di questo articolo »

 

Articolo segnalato dall’utente SamBellamy

Sei malato. Il tuo naso è chiuso. Hai dolori muscolari, sei sudato, tossisci, starnutisci e non hai abbastanza energia per alzarti dal letto. Non è l’influenza. E’ una cospirazione secondo il dottor Leonard Horowitz. La sua opinione non si basa sulla teoria della cospirazione, ma sul fatto della cospirazione.
Nel corso degli ultimi 10 anni, Horowitz è diventato un’autorità controversa nel sistema medico statunitense. Con una formazione universitaria di ricercatore medico, Horowitz di 48 anni, accusa che alcuni elementi del governo degli Stati Uniti stanno cospirano assieme alle principali aziende farmaceutiche per ridurre ampi segmenti della popolazione all’infermità.

I media riportano che i pronto soccorso degli ospedali sono oberati da pazienti che soffrono di una strana infezione delle vie respiratorie superiori che non sembra essere provocata da un virus. Stanno inoltre segnalando che si tratta di una influenza “misteriosa” e che i consueti vaccini contro l’influenza sono inefficaci.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: tempi-finali.blogspot.it


 

I prezzi in Germania sono molto più alti che in Italia.

Questo è quello che i mass media vogliono farti credere.

Ma guardate un pò qual’è la realtà.

 
Spengni le tv bugiarde. Accendi il web.

 
Pubblicato in data 16/gen/2013

Tratto da: www.youtube.com

Fonte: laleggepertutti.it
14 gennaio 2013 | DI ANGELO GRECO

A Lugano esiste una società che controlla e scheda ogni italiano il cui nome sia stato pubblicato in un giornale o in un atto pubblico; i loro database contengono la storia di oltre mezzo milione di persone. L’unico modo per sfuggire al “grande occhio” è di condurre una vita in totale anonimato. Per poche centinaia di euro è possibile accedere agli archivi e consultarli. Ma tutto ciò è davvero legale?

Le migliori storie nascono con un postino che bussa alla porta. La lettera che mi consegna è anonima. A prima vista la scambio per una richiesta di sostegno da parte di qualche Onlus. Si salva miracolosamente dalla spazzatura. Poi la apro. Comincia così:

“Gentile avvocato Angelo Greco, leggendo il suo articolo relativo alla banca dati World Check – il quale mi trova perfettamente d’accordo – mi sono tuttavia reso conto che lei non ha ancora avuto modo di vedere qualcosa di peggio. A me purtroppo è capitato”.

L’indagine nasce da qui.

Esiste una società che ha due porte, un po’ come le banche svizzere. La prima è quella ufficiale: come dominio internet ha scelto l’url “www.antiriciclaggio.ch”. A leggerlo così, su due piedi, lo si scambia per un sito specializzato in questioni commerciali e di sicurezza.

Invece, una volta dentro, il processo di scoperta (e “illuminazione”) è graduale. Si scoperchia innanzitutto il vero nome dell’azienda: SGR Consulting SA.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://www.ilgiornale.it/news/interni/imu-incostituzionale-ecco-riaverla-871641.html

 - Dom, 06/01/2013 – 08:05

Tremonti attacca il balzello dei tecnici: “Va contro la proprietà, si deve e si può fare ricorso alla Consulta”

Roma: L’Imu è incostituzionale. E i contribuenti potranno chiederne il rimborso al servizio tributi del proprio Comune.

L’idea shock è dell’ex ministro Giulio Tremonti, che nel corso della trasmissione In Onda, su La 7, condotta da Nicola Porro e Luca Telese, spiega: «L’Imu viola la Costituzione per la rivalutazione di colpo e di imperio delle rendite catastali a cui è incardinata, che peraltro non coincidono necessariamente con il valore degli immobili».

Questo fa dell’imposta una sorta di «patrimoniale permanente», peraltro inflitta in un periodo di gravissima crisi. «Il debito di imposta – spiega Tremonti – resta negli anni invariato mentre i valori immobiliari precipitano, creando uno scollamento dai principi costituzionali di capacità contributiva e di eguaglianza tra i cittadini.

Si crea di fatto una discriminazione tra chi, godendo di alti redditi, potrà conservare la proprietà dell’immobile e chi, non avendo redditi sufficienti per pagare l’Imu, sarà costretto a venderlo. In questo modo l’Imu va in direzione radicalmente opposta alla carta costituzionale: non favorisce l’accesso alla proprietà dell’abitazione e non tutela il risparmio», diventando addirittura un’«imposta contro il patrimonio. Disumana per le famiglie e suicida per l’economia, che resta bloccata». Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE