Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archivio Autore

www.disinformazione.it
Il Dottor Hamer e la caccia alle streghe!
Marcello Pamio
Introduzione allla comprensione delle principali “malattie” utilizzando la conoscenza
della Nuova Medicina Germanica, codificata dal suo inventore il Med, Teol,
Dott. Ryke Geerd Hamer.
Ovvero quando la conoscenza ci salva la vita. Da leggere assolutamente!

http://www.disinformazione.it/hamer3.htmRyke-Geerd-Hamer3-300x200

Auguro a tutte le persone di buona volontà, dal cuore aperto e dalle mani calde, specialmente a quelli che non sanno odiare ma sanno perdonare, tanti  giorni sereni a partire da queste giornate natalizie.

Un pensiero particolare va a Domenico Proietti caro amico e ex moderatore di Stampalibera. Con lui abbiamo avuto un numero di lettori record, (appena sotto ai 19.000 al giorno). Ora è in un letto di ospedale ed anche se non ci vede e sente, sappia che ha tanta gente che lo pensa con affetto, lo sostiene  e gli augura una pronta guarigione.

Forza Domenico ti aspettiamo!

Lino Bottaro

 

http://guardforangels.altervista.org/blog/perche-gli-agricoltori-africani-non-vogliono-gli-ogm/

PERCHE’ GLI AGRICOLTORI AFRICANI NON VOGLIONO GLI OGM

 

Le voci delle multinazionali e dei loro alleati chiedono la promozione di sementi geneticamente modificate (e le necessarie modifiche alle leggi africane per permettere la loro diffusione) come una soluzione alla bassa produzione di cibo e alla fame in Africa. Nel mese di ottobre il World Food Prize è stato assegnato a tre scienziati, due dei quali appartenenti ai giganti dell’agroalimentare Monsanto e Syngenta, per il loro progresso nello sviluppo di organismi geneticamente modificati. Recentemente, i redattori del Washington Post hanno fatto appello a “dare una possibilità alle colture geneticamente modificate” in Africa e hanno chiesto un dibattito aperto. L’Alleanza per la Sovranità Alimentare in Africa, una rete di piccoli agricoltori, pastori, cacciatori-raccoglitori, popolazioni indigene, cittadini e ambientalisti africani, è lieta di includere le voci dei contadini africani nella discussione.

 

Promuovere gli OGM come soluzione è una mancanza di rispetto per la cultura africana e offende la nostra intelligenza, e questo presume una conoscenza superficiale dell’agricoltura nel nostro continente. Esso si basa sull’immagine, comune a molti occidentali, che vedono un’Africa povera, indigente, affamata, afflitta da malattie, senza speranza e impotente, bisognosa di essere salvata da un angelo bianco occidentale. E’ la stessa immagine brandita dai colonialisti per razionalizzare i loro misfatti nell’appropriarsi dell’Africa, la stessa immagine esibita oggi dai neo-colonialisti per razionalizzare la loro corsa all’appropriazione delle terre e delle risorse naturali del continente. Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Eric Abidal fra i compagni festanti nel Barcellona

Eric Abidal festeggiato dai compagni  nel Barcellona dopo il suo ritorno in campo

Volontà, pensiero positivo e l’affetto di chi ti sta intorno, ecco come uscire da una malattia dura. Dallo sport due conferme eccellenti: Abidal e Vlaovic

Volontà, atteggiamento positivo, ma anche amici veri e famiglia: ecco cosa serve per guarire. L’ha detto Giovanni Angilè, il medico di Padova da noi intervistato nell’ultimo numero di Effervescienza, sul come difendersi dagli effetti collaterali della chemioterapia e, più in generale, sul come affrontare (e possibilmente uscire) da malattie “pesanti”.

Ne riportiamo tre frasi. La prima: «Quando al tumore ci si arriva, hai bisogno delle persone e del loro aiuto, mentre prima magari eri tu a darlo». La seconda: «So che è difficile ammetterlo, ma una parte di voi in qualche modo aveva bisogno della malattia estrema per verificare fino a che punto era amato dai familiari o dagli amici, voleva essere coccolato quando fino al giorno precedente era stato lui a coccolare gli altri. O voleva risolvere delle controversie in ambito lavorativo, familiare o di amicizia». La terza: «Il pensiero positivo è importante, nel momento in cui stai male con la psiche ti vengono tutte le malattie più strane del mondo».

Parole in libertà? Mica tanto. Ci sono fior di studi scientifici che lo confermano. E’ curioso semmai che a dire le stesse cose siano addirittura dei calciatori famosi che per di lì, per la malattia pesante, ci sono passati personalmente. Uno, tanto per fare pendànt con Padova, è l’ex attaccante croato Goran Vlaovic, che oggi ha 41 anni, esploso in serie A proprio nella squadra padovana nel biennio 1994-96 (poi Valencia e Panthinaikos: uno dei principali uomini-gol nella storia della sua Nazionale). Proprio mentre giocava nel Padova, nell’estate del 1995, Vlaovic fu costretto ad andarsi a operare alla testa, in Belgio, per una ipertensione endocranica benigna, che aveva fatto tenere il fiato sospeso a tutta la città e non solo ai tifosi di calcio. Operato e guarito, tornò in campo prima di Natale e segnò due gol all’Inter. Ecco due-tre frasi sue riportate in un’intervista (nostra) di allora. Sulla volontà: «La volontà è sempre una cosa importante. Se non ce l’hai, puoi cadere giù in ogni momento. Io sapevo che avevo famiglia, che avevo

leggi il resto qui  http://www.effervescienza.com/salute/vuoi-guarire-credici/

Giornata di tensioni, scontri a Venezia e Torino. Cariche della polizia e feriti

 

 

ultimo aggiornamento: 14 dicembre, ore 18:13
Venezia – (Adnkronos) – Nel capoluogo veneto si è scatenata una vera e propria guerriglia urbana, con fumogeni e petardi lanciati dagli antagonisti e cariche delle forze dell’ordine. Nel capoluogo piemontese gli studenti hanno lanciato palloncini con vernice colorata contro il palazzo della Regione: denunciati quattro ragazzi. Si registrano feriti lievi e contusi /FOTO. Bloccati attivisti Casapound a Roma

Venezia, 14 dic. (Adnkronos) – Scontri sabato mattina a Venezia tra alcuni giovani dei centri sociali e le forze dell’ordine con lancio di bombe carta e fumogeni. La polizia ha reagito con alcune cariche di alleggerimento. Il ponte di Calatrava è stato chiuso.

 

Due antagonisti sarebbero stati portati in questura per accertamenti.

Il parapiglia è scoppiato proprio quando è stato chiuso il ponte di Calatrava per evitare il contatto tra i centri sociali che volevano andare in corteo in direzione Stazione e Forza nuova che arrivava in direzione opposta.

Autobus deviati e caos tra turisti e persone di passaggio. In piazzale Roma si è scatenata una vera e propria guerriglia urbana, con fumogeni e petardi lanciati dagli antagonisti e cariche delle forze dell’ordine, presenti in massa tra polizia, carabinieri e guardia di finanza, che hanno accusato anche qualche ferito lieve.

Tensione anche a Torino dove gli studenti sono scesi in piazza. Quattro ragazzi sono stati portati in Questura e denunciati. Si registrano anche dei contusi.

Leggi il resto di questo articolo »

 

 

Comunicato ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA
Un terremoto di magnitudo(Ml) 2.2 è avvenuto alle ore 05:35:28 italiane del giorno 30/Nov/2013 (04:35:28 30/Nov/2013 – UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Monti_Martani.
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.

Dati evento

Event-ID 7230964350
Magnitudo(Ml) 2.2
Data-Ora 30/11/2013 alle 05:35:28 (italiane)
30/11/2013 alle 04:35:28 (UTC)
Coordinate 42.869°N, 12.608°E
Profondità 9 km
Distretto sismico Monti_Martani
Comuni entro i 10Km

BEVAGNA (PG)
CASTEL RITALDI (PG)
GIANO DELL’UMBRIA (PG)
GUALDO CATTANEO (PG)
MONTEFALCO (PG)

Comuni tra 10 e 20km

BETTONA (PG)
CAMPELLO SUL CLITUNNO (PG)
CANNARA (PG)
COLLAZZONE (PG)
FOLIGNO (PG)
MASSA MARTANA (PG)
SPELLO (PG)
SPOLETO (PG)
TREVI (PG)
ACQUASPARTA (TR)

http://www.associazionelatorre.com/

Paolo_Serafini_Kyenge_offese_licenziamentoTorniamo a parlare di Paolo Serafini, licenziato da un’azienda di trasporto pubblico per avere espresso critiche verso Kyenge e Napolitano. Sostanzialmente come accade in Cina.

Nei giorni scorsi ha ricevuto il licenziamento da parte dell’azienda, ovviamente nessun aiuto da parte dei sindacati che dovrebbero difendere i lavoratori. Questo provvedimento segna un pericoloso precedente: chi critica il potere è da oggi ricattabile.

Una delle basi della democrazia è l’inviolabilità del diritto di espressione, e l’essere libero di farlo al riparo dalla vendetta dello Stato. In Italia non è così, in Italia quindi non siamo in democrazia.

Le colpe più grandi del Serafini sarebbero due frasi tratte dal contesto, nelle quale richiedeva quello che la maggioranza degli italiani auspica, ovvero che la “Kyenge torni nella giungla dalla quale è uscita”, quindi una semplice richiesta al ritorno a casa, visto che il Congo è pieno di bellissime foreste vergini, e l’avere definito Napolitano “Salma”. Descrizione che scaturisce dall’evidenza dei sensi.

Ma al di là delle parole in sé, che semmai i diretti interessati potrebbero ritenere offensive e agire di conseguenza, un’azienda non può licenziare qualcuno per le sue idee politiche. Questo ci riporta indietro di un paio di secoli. Viviamo in un paese dove l’opinione politica e la legittima critica al potere può portare al licenziamento? Pare di si.

La possibilità di esercitare i propri diritti politici, tra i quali quelli di critica del sistema politico e dei suoi rappresentanti, non dovrebbe dipendere dalla propria autonomia economica.

Leggi il resto di questo articolo »

di Edoardo Capuano – Posted on 18 settembre 2913

 

Consiglio FederalePEDOFILIA – Incredibile: l’area sinistroide del Parlamento è riuscita a far respingere l’iniziativa che voleva impedire ai pedofili di lavorare con i bambini. Roberta Pantani: “È una vergogna”.

Susciterà molte polemiche la decisione del Consiglio Nazionale di rifiutare l’iniziativa UDC che impediva alle persone condannate per pedofilia di lavorare a stretto contatto con i bambini.

Una proposta che è stata OVVIAMENTE approvata dai due Consiglieri Nazionali leghisti Roberta Pantani e Lorenzo Quadri, ma che ha clamorosamente incontrato l’opposizione dell’area sinistrorsa del parlamento.

Dopo la votazione, terminata 88 a 88 con 14 astenuti, la palla è passata in mano alla presidente del Consiglio Nazionale Maya Graf, dei Verdi. In molti, dato che la Graf è anche assistente sociale, erano convinti che avrebbe approvato l’iniziativa, ma sono stati delusi, dato che la presidente verde ha deciso di respingere l’iniziativa.

Che quindi tornerà al Consiglio degli Stati, che probabilmente riproporrà al parlamento il controprogetto che era già stato respinto dai parlamentari “moralizzatori”. Roberta Pantani: “L’esito di questa votazione è davvero una vergogna. Quanto successo nei giorni scorsi dovrebbe far riflettere certe persone, facendo capire che gli autori di certi reati devono stare lontani da bambini e donne.

Eppure, nel nome di chissà bene quale moralità, (andidiscriminatoria ndr) c’è chi ancora si rifiuta di utilizzare una linea dura che per alcuni criminali sarebbe più che sacrosanta. Ma mi chiedo, chi ha votato contro questa iniziativa lascerebbe che dei pedofili accompagnassero a scuola o insegnassero nuoto ai loro figli?”.

Autore: MS / Fonte: mattinonline.ch

di Marcello Pamio

http://www.oltreildiabete.it/

La medicina ortodossa definisce il diabete una malattia cronico-degenerativa incurabile.

Tutti i mezzi di comunicazione di massa mainstream, portano avanti il rigoroso e intoccabile verbo ufficiale: in tivù e nelle radio infatti si vedono e sentono solamente i prezzolati esperti nella busta paga delle lobbies del farmaco, che all’unisono dichiarano che il diabete NON si può guarire, ma si può “curare” a vita con un ormone transgenico di sintesi chiamato insulina!

Le multinazionali ovviamente ringraziano.

Ringraziano eccome, visto che i malati attuali di diabete sono 366 milioni e le previsioni, come sempre infauste, avvertono che entro il 2030 saranno ben 552 milioni.

Oltre mezzo miliardo di persone useranno droghe e farmaci ogni giorno per gestire lo zucchero nel sangue.

Un business da 422 miliardi di dollari all’anno!

Con cifre da nove zeri, chi ha il serio interesse a risolvere il problema? Ovviamente nessuno.

La situazione è innegabilmente allarmante: ogni 10 secondi nel mondo una persona muore per cause legate al diabete e 2 si ammalano.

Ma nonostante tutto questo, è possibile guarire dal diabete attraverso un serio cambiamento dello stile di vita. E’ quello che da circa un anno l’associazione “Oltre il diabete” (www.oltreildiabete.it) cerca di comunicare attraverso conferenze e congressi.

Sempre più persone infatti testimoniano di aver smesso di usare farmaci, insulina anche dopo decenni di utilizzo.

Come la mettiamo? Chi ha ragione? L’oscurantismo delle case farmaceutiche e dei loro emissari in camice bianco che vogliono mantenere lo status quo per guadagnare miliardi, oppure un gruppo di persone guarite dal diabete che a titolo gratuito si sono riunite in associazione per testimoniare al mondo la loro storia?

Domenica 29 settembre all’hotel Alexander Palace di Abano Terme (PD) l’associazione organizza il terzo Congresso nazionale dal titolo: “Come siamo guariti dal diabete”.

Una carrellata di medici dalla d.ssa Chiara Vassalli, Gennaro T. Muscari, Roberto Gava, Francesco Oliviero e Kiry Tyson direttamente dall’America medico guarito dal diabete di Tipo-1, per giungere alle numerose testimonianze di persone guarite.

L’inizio è alle ore 9:30, l’ingresso è a offerta libera, con pausa pranzo a buffet vegano prenotabile scrivendo a info@oltreildiabete.it o chiamando Angelo al numero 338 4373094

Vi aspettiamo numerosi

Grazie

Marcello Pamio

Immagine anteprima YouTube

1975 Volume 8 – Testi e musiche di Fabrizio De Andrè e Francesco de Gregori
Canzone per l’estate è il quadretto di una famiglia di estrazione proletaria, che è riuscita faticosamente a guadagnarsi un posto in una classe sociale più alta, rinunciando però ad ogni sogno, ad ogni aspettativa, in nome delle abitudini borghesi. L’interlocutore è il marito, al quale sono rivolti gli interrogativi “com’è che non riesci più a volare?”, che si ripetono ad ogni ritornello. Le strofe non sono altro che un elenco di personaggi o situazioni tipici della famiglia borghese, a cominciare dalla moglie che lava i piatti in cucina e non capisce (immagine molto stridente con quella della donna proletaria, ormai libera dai ruoli di classe), passando poi al cane, alla figlia già vanitosa e frivola che si prova il vestito nuovo davanti allo specchio. Non manca neanche l’insoddisfazione sessuale del marito, che comunque risolve il problema grazie ad una amante che si sveglia a tutto quel che le regali.
Quando questa canzone venne scritta poteva essere riferita a poche persone, ma di lì a poco sarebbero stati in molti ad abbandonare le vecchie lotte e i vecchi ideali per abbracciare una vita più tranquilla e borghese; anche in questo i due cantautori (De André e De Gregori) sono stati profeti.
Lo stesso titolo, Canzone per l’estate, può essere interpretato come un accenno a quello scadimento evasivo e commerciale nei vari festivalbar e dischi per l’estate, quando la canzone perde la funzione di momento educativo e di riflessione.
[Matteo Borsani - Luca Maciacchini, Anima salva, pp. 108-109]

CANZONE PER L’ESTATE

Con tua moglie che lavava i piatti in cucina e non capiva
con tua figlia che provava il suo vestito nuovo e sorrideva
con la radio che ronzava
per il mondo cose strane
e il respiro del tuo cane che dormiva.

Coi tuoi santi sempre pronti a benedire i tuoi sforzi per il pane
con il tuo bambino biondo a cui hai dato una pistola per Natale
che sembra vera,
con il letto in cui tua moglie
non ti ha mai saputo dare
e gli occhiali che tra un po’ dovrai cambiare.

Com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare

Con le tue finestre aperte sulla strada e gli occhi chiusi sulla gente
con la tua tranquillità, lucidità, soddisfazione permanente
la tua coda di ricambio
le tue nuvole in affitto
le tue rondini di guardia sopra il tetto.

Con il tuo francescanesimo a puntate e la tua dolce consistenza
col tuo ossigeno purgato e le tue onde regolate in una stanza
col permesso di trasmettere
e il divieto di parlare
e ogni giorno un altro giorno da contare.

Com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare

Con i tuoi entusiasmi lenti precisati da ricordi stagionali
e una bella addormentata che si sveglia a tutto quel che le regali
con il tuo collezionismo
di parole complicate
la tua ultima canzone per l’estate.

Con le tue mani di carta per avvolgere altre mani normali
Con l’idiota in giardino ad isolare le tue rose migliori
col tuo freddo di montagna
e il divieto di sudare
e più niente per poterti vergognare.

Com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare
com’è che non riesci più a volare

Qualè la felicità del tapis roulant?

http://lapalestradellafelicita.com/

di Daniele

Quando corri sul tapis roulant, corri, corri, corri e non arrivi mai da nessuna parte.

La felicità del tapis roulant, così l’ha chiamata il padre della psicologia positiva, Martin Seligman, è proprio quella felicità che non riesci mai a raggiungere, o nella migliore delle ipotesi, quella felicità che dura un attimo.

La felicità del tapis roulant è proprio quella che, in un modo o nell’altro, ci viene continuamente proposta dal sistema economico nel quale viviamo e che trova la sua massima espressione nella pubblicità di carta stampata e televisione.

A conferma di quanto detto puoi leggere l’articolo che trovi a questo link, nel quale si spiega per filo e per segno che proprio questa è la felicità, con tanto di studiosi che lo “dimostrano scientificamente”

In pratica, come si legge nell’articolo,  potrai essere felice solo quando avrai questo o quello, quando sarai più magra o più muscoloso, quando sarai più adulto o quando eri più giovane: insomma ovunque tu sia, chiunque tu sia e qualsiasi cosa tu faccia, qui e ora non puoi essere felice ma il bello è che raggiunto il tuo agognato traguardo, non sarai per niente felice.

Leggi il resto di questo articolo »

Tony Blair chiede una Guerra permanente che duri una generazione

criminaleblair8 febbraio 2013 (MoviSol) – In un’intervista alla BBC il 3 febbraio, l’ex Primo ministro britannico Tony Blair ha chiesto una “generazione di guerra” contro Al Qaeda e altri gruppi jihadisti in tutto il mondo. Egli ha paragonato la guerra globale contro il terrorismo attualmente in corso ai 45 anni di guerra fredda con l’Unione Sovietica e ha tessuto lodi sperticate a favore del Presidente francese Francois Hollande per aver mandato le truppe in Mali. Blair però si è guardato bene dal ricordare che sia la Gran Bretagna che gli Stati Uniti sono stati alleati di Al Qaeda e di altri gruppi radicali appoggiati dai sauditi in Libia e sono tuttora alleati con gli stessi gruppi nel tentativo di rovesciare il governo di Assad in Siria.

I nostri lettori ricorderanno che Blair è l’autore dell’infame dottrina di guerra permanente in un mondo “post-westfalico”, e cioè un mondo in cui le sovranità nazionali siano state abolite, e ha una forte influenza sul Presidente Obama per conto della Corona britannica.

Le deliranti affermazioni di Blair sono rimbalzate alla riunione sulla sicurezza di Monaco, dove il segretario generale della NATO Rasmussen lo ha scimmiottato dichiarando che l’alleanza atlantica deve intervenire in tutto il mondo laddove i suoi interessi siano minacciati. Rasmussen ha tracciato un “arco di crisi che si estende dal Sahel all’Asia Centrale”, aggiungendo che la missione futura della NATO, a seguito del ritiro dall’Afghanistan, dovrà avere un ambito globale e dispiegare forze speciali, forze di reazione rapida e sistemi di difesa antimissile per assicurare la propria dominanza.

Ciò detto, alla conferenza di Monaco c’è stato un vero e proprio assalto contro Russia e Cina, accusati di voler sostenere il governo di Assad. Nella sessione serale del 1 febbraio, Kenneth Roth dell’Human Rights Watch (una pedina di George Soros), ha accusato il governo russo di essere responsabile della morte di 60 mila civili in Siria a causa dell’appoggio ad Assad. Il giorno successivo, in un dibattito sulla sicurezza in Europa, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha attaccato la banda della guerra permanente asserendo che le uniche azioni militari legittime sono quelle approvate dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU, e ha correttamente indicato che l’occidente sta sostenendo le reti terroristiche in Libia e Siria.

Fonte: Rete Voltaire

JPEG - 45.5 Kb

Una breve descrizione dei file. La scoperta chiave è una mail datata 24 dicembre 2012, inviata dal Business Development Director della Britam Defense, David Goulding, al Direttore operativo dell’azienda Doughty Phillip, un ex ufficiale delle SAS:

Phil Abbiamo una nuova offerta.

Si tratta di nuovo della Siria. Il Qatar propone un affare interessante e giuro che l’idea è stata approvata da Washington. Dovremo consegnare delle CW a Homs, proiettili (g-shell) di origine sovietica dalla Libia, simili a quelli che dovrebbe avere Assad. Vogliono che prendiamo il nostro personale ucraino, che dovrebbe parlare russo, per girare un video. Francamente, non credo che sia una buona idea, ma gli importi proposti sono enormi. La tua opinione?

Cordiali saluti David

Per chiarire le cose, CW è un’abbreviazione standard per armi chimiche, ‘g-shell’ è una bomba composta da un proiettile esplosivo riempito di gas tossici. Tenendo conto del memorabile avvertimento di Barack Obama che l”uso o anche il trasporto di armi chimiche da parte del regime di Assad sarebbe una “linea rossa” che precipiterebbe l’intervento militare’, un messaggio che ha ribadito il mese scorso dopo l’elezione al secondo termine. L’operazione tracciata, se attuata, fornirebbe un pretesto ideale per l’intervento straniero in Siria. Israele ha espresso gli stessi avvertimenti la scorsa settimana.

Leggi il resto di questo articolo »

Mentre i media di regime internazionali continuano a negare le esplosioni anche dopo la scoperta di tonnellate di thermite  ancora inesplosa negli scantinati degli edifici collassati, altre conferme emergono. Come i resti dei corpi dei pompieri scaraventati sopra il tetto del gratacielo della Deutsche Bank.
Ricordiamo che queste esplosioni furono prese a motivo per l’aggressione di Afghanistan, Iraq ed in definitiva dell’intero mondo arabo. La creazione del nemico Al Qaeda favorì poi la guerra di occupazione della Libia e le false rivoluzioni arabe del nord Africa. Anche la Siria segue il programma di accerchiamento dell’Iran visto da Israele come unico impedimento all’espansione atlantico-israeliana.
Ad oggi i giornali non schierati in rete portando prove e quesiti senza risposta, attribuiscono implicitamente od esplicitamente le responsabilità di attentati dinamitardi alle due  torri, ai corpi di polizia e servizi deviati americani con la complicità del vertice degli stessi governanti e sarebbero stati realizzati materiamente dai servizi segreti israeliani. NDR

http://www.luogocomune.net

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE