Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Disinformazione

A scuola, uno studente che pronunciasse una parola in lingua veneta si beccherebbe una nota sul registro.

Un professore che proferisse una parola in veneto sarebbe deferito al provveditorato agli studi.

La linga veneta è riconosciuta dall’ONU sotto il nome di talian, ma non può essere parlata nelle strutture burocratiche del Veneto, nè tantomeno scritta. In Brasile la lingua veneta è riconosciuta ufficialmente dal governo e viene insegnata nelle scuole delle regioni dove risiedono milioni di veneti emigrati.

In Veneto non si studia la geografia del Veneto, ne l’arte veneta.

In Veneto non si studia salvo rare eccezioni la letteratura veneta.

A Venezia- Mestre -Marghera negli anni ’70 la droga ha decimato intere generazioni. Il tutto avvenne nel silenzio criminale e con l’appoggio di uno Stato colluso che non fece nulla per arginare la proliferazione dell’eroina. La scuola era una centrale di distribuzione.

I ragazzi al liceo non  conoscono le provincie del Veneto, non ne conoscono le bellezze turistiche e architettoniche.

Le lezioni di storia non raccontano la storia della Serenissima repubblica con 1100 anni di storia, (Secondo le università americane il più alto livello di civiltà mai consciuto nello scorso millennio)  non parlano dei milioni di emigranti, delle morti per fame, dei campi di concentramento “italiani” in Veneto dove sono morte decine di migliaia, forse centinaia di migliaia di austriaci.

Immagine anteprima YouTube

Non si studia  delle migliaia di morti per comando del criminale Cadorna e per mani italiane al fronte a Caporetto.

Non si parla del referendum farsa con la brutale annessione dello Stato Veneto alla criminale Italia.

In Veneto la mafia è arrivata con i mafiosi, imposti al confino volutamente in Veneto per destabilizzarlo.

In Veneto ci sono questori, prefetti, carabinieri  rigorosamente non veneti con lo scopo di stroncare sul nascere ogni forma di rivendicazione di autonomia.

Il Veneto ha avuto il record europeo di suicidi di imprenditori, incapprettati dallo stato italiano, servo delle banche.

Immagine anteprima YouTube

In Veneto è ripresa la grande emigrazione, arrivano albanesi, cinesi,  nigeriani, marocchini e fuggono i veneti  a migliaia.

Sono già diverse migliaia le aziende venete che sono fuggite all’estero, principalmente in Austria e nei  paesi slavi, per non morire.

Un veneto spende pro capite quanto un lucano, sebbene i lucani abbiano un reddito medio che è un quinto di quello veneto. Perchè chi produce un quinto del Veneto  spende allo stesso modo pur avendo addirittura un costo della vita più basso?

Il Veneto è oggi devastato dal punto di vista architettonico ambientale. Accanto alla bellezza delle ville palladiane arruginiscono capannoni di fabbriche dismesse. il territorio è stato violentato irrimediabilmente.

In Veneto operano le peggiori industrie della morte. Si sperimenta in medicina sulla pelle di gente che troppo indaffarata dal lavoro. Qui si sperimenta ogni farmaco o vaccino venefico.

Il Veneto è la terra della chemio, dove  le università rinomate tirano la volata alla grande industria farmceutica internazionale. Il Veneto è americano, Venezia è americana quando non è italiana, ma non più veneta. La regione del Veneto spende più del 60% del suo budget in Sanità ovvero finanziando ogni criminale desiderio delle multinazionali della medicina e imbottendo i veneti di medicinali.

In Veneto la Liga Veneta fu infiltrata e diluita nella Lega Nord rendendola così inefficace politicamente. L’industriale Panto, il capo di una agguerrito partito per l’indipendenza del Veneto ha trovato una morte inspiegabile sul suo elicottero in un fatale incidente.  Anche Bisaglia potente  notabile DC veneto ha trovato una morte inspiegabile.

Il Veneto è la metafora di quello che è e sarà l’Italia intera.  Se l’Italia salverà il Veneto ci sarà possibilità di rivincita, in caso contrario l’Italia sarà solo un simulacro di quello che è stata.

Non ridete del Veneto, in altre regioni in un domani molto prossimo potrà succedere anche di peggio.

Immagine anteprima YouTube
 Le miserie che sotto evidenzio non meriterebbero tanta attenzione se non fosse per il fatto che qui è in gioco la vita di milioni di persone innocenti.
 
Stavo ascoltando oggi in auto il Giornale radio Rai delle 13, il cui titolo era: “Assad  spara sugli ospedali”.  Ho atteso con impazienza di sapere da dove provenivano queste fonti ma nulla. Ho aspettato di sapere qualcosa su questa ennesima frottola dei nostri criminali dell’informazione, secondo i quali Assad prima costruisce gli ospedali e poi li bombarda, ma nulla. Solo un titolo provabilmente falso sostenuto dal nulla.  Nulla come questo incredibile  Ban, segretario ONU  a cui fanno dire cose o che rivela anzitempo all’intero mondo sui presunti crimini del presidente Assad, (presidente amato dal suo popolo come nessun altro mai, ricordiamolo). Ban parla sostenendo cose di cui ammette poi di non sapere niente. Proprio comeBan, da Assad crimini contro umanita'fanno al Fatto Quotidiano, a la Repubblica, al Giornale , alla Stampa, al Corriere, l’Unità e schifezze giornalistiche varie che ovviamente prendono le notizie dall’Ansa di cui sono soci. Piccolissimo conflitto di interessi eh? (Serve per capire che è molto più dignitoso fare il netturbino che il giornalista di regime).
Ed ecco la sequela di informazioni allucinanti a partire dalla Rai di Garimberti (uomo di fiducia di De Benedetti) per finire alla solita spazzatura che come da copione si inventa un fantasioso fuori onda.
Una cosa è certa, solo dei cretini possono pensare che gli altri lo siano e si bevano le loro scemenze, la loro disinformazione.
 
 
Da leggere con attenzione!
http://www.grr.rai.it/dl/grr/notizie/ContentItem-f73cf314-69f3-48d1-b117-4f527c5a4e46.html

 da RAI:Il Consiglio diritti umani: Damasco ci consenta indagini sulle violazioni

L’ Onu: in Siria il regime spara sugli ospedali
Kerry e Lavrov verso una conferenza Ginevra 2

La commissione di inchiesta guidata da Paulo Sergio Pinheiro accusa i lealisti di usare le strutture sanitarie a fini militari. ‘Le forze governative negano le cure mediche a chi si trova nelle aree controllate dall’opposizione’, si legge nel Rapporto. ‘Ci sono anche prove che alcuni gruppi armati anti-governativi hanno attaccato gli ospedali’. Intanto, secondo gli oppositori, Damasco sta trasferendo armi chimiche in Iraq e Libano Leggi il resto di questo articolo »

checkin

Scena #1

La famiglia trafelata arriva al check-in: un incidente in tangenziale ha bloccato il traffico, e l’orario massimo è già stato superato. Però l’aereo è ancora lì: partirà fra 20 minuti. Disperati, implorano: vi pregiamo, fateci imbarcare, non sappiamo come fare altrimenti. Ma l’impiegata è irremovibile: non si può, non rischio il mio posto. Chiamano la caposala. La caposala viene chiamata; con calma, con una lentezza esasperante, si avvicina, ascolta brevemente, e poi chiude il discorso: “Niente da fare. Il check-in è chiuso. Siete arrivati oltre il tempo massimo“. Nonostante l’aereo sia ancora lì. Nonostante i posti siano liberi. La regola ha prevalso sul buon senso. Leggi il resto di questo articolo »

di Andrea Cavalleri

-

Con una svolta autoritaria che non ha precedenti dal dopoguerra ad oggi, i governi occidentali  stanno varando all’unisono i matrimoni omosessuali, contestualmente al reato di omofobia, che vieterà ogni discussione a riguardo. Dato che la democrazia si fonda sulla dialettica tra maggioranza e minoranza, i numeri contano, e parecchio, nell’inquadramento politico di un fenomeno.

Per prima cosa, dunque, esaminiamo qualche cifra, che illustri quante siano le persone coinvolte dai progetti di legge che stanno tenendo banco in parlamento, quasi riguardassero un’emergenza nazionale. Se cominciamo da casa nostra, scopriamo che in Italia parecchi fra comuni e regioni hanno istituito i registri delle unioni civili, a cui possono iscriversi anche le coppie omosessuali. Leggi il resto di questo articolo »

Snowden

E così, dopo aver fatto rivelazioni più o meno scontate, l’ex agente dell’NSA rifugiato in Russia, edward Snowden, pare abbia alzato il tiro e abbia denunciato il “complotto” delle scie chimiche. Bello. Interessante. Adesso anche persone che non ci credevano dovranno ricredersi, e darci ragione.

Ma è proprio così? Leggendo quanto riportato da vari siti internet, un paio di particolari fanno pensare ad una sottile azione di contro-spionaggio. In particolare una parola, un aggettivo che lui usa: “benefico ” (benevolent). Insomma, il programma sarebbe segreto, e sarebbe a beneficio solo del nordamerica, per impedire la desertificazione di quelle terre che, gli scienziati ne sono sicuri, subirebbero un rapido degrado in assenza di questo programma, ma, sotto sotto, sarebbe un programma buono, e benefico. Leggi il resto di questo articolo »

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

Altri Articoli consigliati: “L’Anticristo (come è stato rivelato a Maria Valtorta)“; “Il Terzo Segreto di Fatima, la impostora Suor Lucia, e la Fine del Mondo“; “L’Ordine che lavora per il Nuovo Mondo

Nel giorno di Lourdes “il papa degli Illuminati” annuncia le proprie dimissioni: missione compiuta! E parafrasando il Vangelo:

Colui che viene dopo di me
mi è passato avanti,
perché era prima di me

 

Ecco come il precursore dell’Anticristo darà il segnale dell’arrivo del suo vero signore. E si incendiò il Golgota e siamo nel pieno del “SEDEVACANTISMO APOCALITTICO”. Con le elezioni alle porte si chiude il ciclo dei precursori ecumeno-conciliaristi.
Sede vacante “ufficializzata” dalle 20 del 28 febbraio
Annuncio shock di Benedetto XVI: “Sento il peso dell’incarico di Pontefice, ho preso questa decisione per il bene della Chiesa”. Tra le motivazioni anche “l’età avanzata


La “sede vacante” dopo le dimissioni di Benedetto XVI scatta il 28 febbraio. Lo ha detto il Papa annunciando ai cardinali la decisione di dimettersi. Dovrà quindi essere convocato un conclave per l’elezione del nuovo Papa.

“Il Papa si dimetterà presto”. La notizia non è quella dell’ANSA delle 11:30 di oggi 11 febbraio 2013.

25/09/2011 – Su Libero scrive Socci: potrebbe andarsene ad aprile Per ora sono solo ‘voci’ e come tali ‘Libero’ le presenta: ma diventano un titolo di prima pagina: “Il Papa tentato dalle dimissioni”.

85 ANNI E SENTIRLI – “Per ora è una voce (un’ipotesi personale di Joseph Ratzinger) e spero che non diventi mai una notizia. Ma poiché circola nelle più importanti stanze vaticane merita molta attenzione”, ha scritto Antonio Socci sulla prima del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro. “In breve – prosegue l’articolo – il Papa non scarta la possibilità di dimettersi allo scoccare del suoi 85 anni, ovvero nell’aprile del prossimo anno. Che Ratzinger ritenga possibile questa scelta è noto almeno dal 2002, quando si dovette studiare l’eventualità con l’aggravarsi della malattia di Giovanni Paolo II”.

Leggi il resto di questo articolo »

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

Si aprono scenari inquietanti. Si apre l’epoca del trauma apocalittico e della SedeVacante. Benedetto XVI annuncia le sue dimissioni per il 28 febbraio 2013 (non accadeva dai tempi di Celestino V, 800 anni fa). Iniziano i tempi della Resilienza Cattolica

Si consiglia anche di leggere sempre su Stampa Libera e dello stesso autore: “Liberi, dalla “matrici” di Mammona, per liberare“; “L’Ordine che lavora per il Nuovo Mondo“; “Il giorno di Nostra Signora di Lourdes, 11 febbraio, Benedetto XVI annuncia le dimissioni

stbarack

Elezioni a Pasqua?
Apoteosi dell’Anticristo il giorno della Resurrezione di Gesù.
Ma più di tutte mi sovviene questa frase del Vangelo:

Colui che viene dopo di me
mi è passato avanti,
perché era prima di me

Non abbiamo mai sentito così tanto parlare di Sede Vacante in TV

E se fosse Barack Husein Dunham colui a cui viene dato il potere dalla Bestia della Terra? (Ap. 13) “15 Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. 16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei“.

“…Le guerre si sussegueranno fino all’ultima che sarà condotta dai 10 re dell’Anticristo, i quali avranno tutti un unico intento e saranno i soli a governare il mondo”.

Le 10 banche più potenti del mondo, che sono al servizio del Governo Stegocratico Mondiale, o Nuovo Ordine.

“La battaglia soprannaturale è già iniziata (…) Vi battete coi vostri corpi, ma in realtà sono le anime quelle che si battono. …Uno è l’esecutore di questa rovina. Uno che è sulla terra perché voi lo volete, ma non è di questa terra. Satana è che conduce i fili di questa carneficina…Questa è una delle battaglie iniziali. Il regno dell’Anticristo ha bisogno di un cemento fatto di sangue e di odio per consolidarsi.” Leggi il resto di questo articolo »

431188_10152007636623912_962521096_nQuale olezzo, quale fetore sale, dalle bocche degli attuali questuanti.
Falsi tutti, oltre che ipocriti, vigliacchi e omuncoli.
Vogliono, mendicano voti, obrobriosi sempiterni dei programmi serali e notturni di mamma-mainstream, grande meretrice di vecchie puttane note e meno note.
Hey! Guardate, ci sono novità rispetto all’ultima tornata: sono Rigor Montis e il Grillo parlante. Quindi inseriamoci pure la canna della pistola in gola e facciamo ‘click’.
Accidenti! Manco più proiettili in tempi di crisi…
La crisi, appunto. Ma quale crisi? La crisi economica? La crisi monetaria? La crisi delle valute, delle borse, degli spred e dei debiti pubblici? Palle!
La vera crisi è la crisi delle anime e dei “cervelli” buoi. E’ la crisi dell’imbambolimento generale di chi vive come un sogno l’attuale. La crisi dello shock dovuto all’incredibile farsa a cui stiamo assistendo, chiamata globalizzazione e internazionalizzazione, e FMI e WTO, ed €uropa madre antropofoga.
Belle parole vuote e false, che mascherano altro.
Stiamo assistendo ad un vero e radicale darvinismo sociale. E’ in atto una mattanza vera e propria.
Questa in atto è eugenetica, in più, nichilista.

Leggi il resto di questo articolo »

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

… e che “per sbaglio” nel 2012 ha votato per Obama

Prescott Bush incorona Richard Nixon

1833
A Yale viene fondata la Skull & Bones Society
1837
Bancarotta della Union Pacific Railroad (UPR)
1898
La UPR viene venduta a Edward Henry Harriman & partner, al giudice Robert Scott Lovett,. L’affare viene condotto da Kuhn Loeb, del quale è partner Felix Warburg
1902
Paul e Felix Warburg emigrano negli Usa
1904
Il tedesco Alfred Ploetz fonda l’Archivio per la Biologia Razziale e Sociale, che diventa la pubblicazione leader del movimento eugenetico, o dell’igiene della razza, reso popolare da Ernst Haeckel, in Germania.
John D. Rockefeller diffonde “Lettera Occasionale n°1”, piani dettagliati per inquadrare la popolazione, ridurre l’intelligenza nazionale al minimo comun denominatore, distruggere le influenze parentali, tradizioni e costumi, ed eliminare le scienze e l’apprendimento reale “al fine di perfezionare la natura umana”. Leggi il resto di questo articolo »

Germania: liberta’ di espressione, 5 mesi di prigione a Deckert per traduzione saggio storico

Fonte: http://andreacarancini.blogspot.com/2012/12/il-ricercatore-gunter-deckert.html

Nell’ambito del movimento, in Germania, del revisionismo storico sulla seconda guerra mondiale, Günter Deckert è uno dei martiri più laboriosi e umili.

 

Dico “martire”, perché qualunque cittadino tedesco che persista a dubitare, attivamente e pubblicamente, dell’esistenza delle camere a gas omicide di Auschwitz-Birkenau – la sacra reliquia della religione più sacra dell’Occidente (l’Olocaustianesimo) – verrà multato e probabilmente imprigionato.

Günter Deckert è stato già in prigione in Germania per questo motivo, e sta per essere imprigionato di nuovo.

Il suo “crimine”? Aver tradotto dall’italiano in tedesco lo studio dello storico Carlo Mattogno “Auschwitz: la prima gasazione”[2].

Abbiamo ricevuto da Deckert il seguente messaggio:
 Amici, Camerati e Combattenti per la Verità Storica sulla Seconda Guerra Mondiale,
Il momento è arrivato! Dovrò presto entrare in prigione per scontare la mia condanna a 5 mesi, anche se il mio appello costituzionale non è stato ancora giudicato. Dovrò presentarmi in prigione il 2 gennaio 2013. Il giorno previsto per l’uscita è il 2 giugno 2013 …
… “Quello che non mi uccide, mi rende più forte!”. Tenendo tutto ciò in mente, i miei migliori auguri camerateschi e fedeltà ai nostri parenti e al nostro popolo. Desidero che tutti abbiano un ottimo 2013, pieno di successi e con la migliore salute possibile.
Günter Deckert
Con queste parole Deckert si prepara a consegnare cinque mesi della sua vita allo stato tedesco, che è chiamato “democratico” dal governo americano, dalle Nazioni Unite, e
Roma – Gli affari della cricca hanno infiltrato l’economia e gli investimenti italiani all’estero nei Balcani, e quindi una ricandidatura di Berlusconi al Governo è fuori discussione. Questo il messaggio che traspare dal reportage sui progetti energetici italiani in Serbia e Montenegro, realizzato dalla trasmissione di Rai 3 “Report” (Corto Circuito 2- dicembre 2012). Nel mirino, la solita storia ormai ben nota di A2A-EPCG e delle connessioni tra Djukanovic e Prva Banka, ma anche il contratto ottenuto da Seci-Energia in Serbia. I contenuti trattati, a nostro parere, rappresentano una lettura di ‘non fatti’ di cui i media locali hanno fatto un’ampia cronaca senza mai fornire elementi concreti. La strumentalizzazione politica della questione balcanica da parte di Report è evidente, cadendo così nella disinformazione e nel più spicciolo complottismo, di cui i Balcani sono pieni. I rapporti economici tra Italia e Balcani sono sostanzialmente politici, essendo Stati confinanti e rivieraschi, per cui sono spesso dettati da esigenze di equilibrio “euro-atlantico” all’interno del Mediterraneo. Ciò premesso, il problema di fondo non è la classe politica di turno che siede al potere, bensì l’approccio del Sistema-Italia che è volutamente ambiguo e non trasparente, per nascondere le inefficienze della macchina diplomatica e gli sprechi dei finanziamenti pubblici devoluti ad una miriade di associazioni per non fare nulla. Se non esiste un piano industriale, energetico e commerciale è perché le istituzioni italiane sono patologicamente disinformate sulla realtà dei Balcani, affidano gli studi di fattibilità sempre agli stessi personaggi e non controllano l’operato delle ambasciate e delle Camere di Commercio.
 Il caso Montenegro-A2A
 Quello descritto da Report non è qualcosa che ha creato Berlusconi, A2A o Maccaferri, bensì è la realtà dell’inadeguatezza dei funzionari diplomatici, dell’ICE e del MAE, che dovrebbero lavorare instancabilmente per difendere gli interessi nazionali.

D’Ambrosio  contro la libertà di pensiero? Secondo tentativo del PD di criminalizzare la libertà di espressione.

La miseria umana non ha limiti. Ci chiediamo a questo punto: per chi lavorava l’uomo quando con   Mani Pulite fece pulizia di democristiani e socialisti? Chi dirige il PD?

Ddl “antinegazionista”: Gerardo D’Ambrosio e il pudore del silenzio http://andreacarancini.blogspot.it/
 Vogliono introdurre anche in Italia la famigerata legge Fabius-Gayssot[1]. Di più, vogliono addirittura, sulla scorta dell’aberrante “dottrina Valori”[2], equiparare i revisionisti – e, di conseguenza, tutti i cultori della ricerca storica senza prevenzioni e tabù – al terrorismo. Da questo punto di vista, la presa di posizione più emblematica  e aberrante, riscontrata nella Commissione Giustizia durante il dibattito volto a introdurre in Italia la legge bavaglio, è senza dubbio quella del senatore Gerardo D’Ambrosio[3]:
Il senatore D’AMBROSIO(PD), nell’esprimere vivo apprezzamento per le considerazioni tecniche dei colleghi che si sono espressi favorevolmente all’introduzione del reato di negazionismo, ma anche vivo interesse per le argomentazioni di coloro che, come il senatore Della Seta, hanno valutato tale novella legislativa come inopportuna e controproducente, fa presente come il dibattito sulla risposta, esclusivamente culturale e politica o anche penale, al negazionismo sia ormai una questione annosa; in proposito egli ricorda di essersi imbattuto professionalmente nel fenomeno del negazionismo quando, in occasione delle indagini sulle stragi di Piazza Fontana, la Procura della Repubblica di Milano incriminò Franco Freda e Giovanni Ventura che avevano costituito in Veneto un’organizzazione neonazista. Le indagini sulle attività, anche editoriali, di quel gruppo misero in luce una vasta produzione apologetica del nazionalsocialismo che aveva il suo fulcro proprio nella negazione della Shoah, descritta alla stregua di una invenzione dell’ebraismo internazionale.

Fonte: paolobarnard.info

Trascorsi professionali di Elsa Fornero ai fini della comprensione del suo conflitto d’interessi.

1999-2000 è nel CdA di INA Assicurazioni.

2001-2003 è nel CdA di Fideuram Vita.

2006-2007 è nel CDA di Eurizon Financial Group.

2008-2010 è vice-Presidente della Compagnia di San Paolo.

2010 nominata vice Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo.

2008-2011 è nel CdA di Buzzi Unicem SpA, con Gianfelice Rocca, ex direttore di Allianz S.p.A.

Dichiara un imponibile per il 2010, epoca della sua attività privata, di 402.138 euro.

Con un reddito di quella posta è chiamata a reggere il dicastero delle Pari Opportunità e a riformare le pensioni italiane, che al 50% non superano i 1.000 euro mensili e al 27% non superano i 500 euro mensili.

Leggi il resto di questo articolo »

               Fonte: nexusedizioni.it

Pubblichiamo questo articolo, tratto da Nexus New Times nr. 98, perché riteniamo necessario dare la massima diffusione possibile alle informazioni in esso contenute, consapevoli di quanto la comprensione del passato sia indispensabile per far luce sul presente e, quindi, riscrivere il futuro.

Di fronte allo stupore di molti davanti alla palese e gigantesca manipolazione mediatica, a cui assistiamo ormai da anni, ai danni della nazione ‘canaglia’ di turno (come di recente contro la Libia e ad oggi ancora contro la Siria, la Russia, il Venezuela, l’Iran), abbiamo pensato bene di rispolverare qualche evento passato, per sondarne la conoscenza da parte di chi legge. Come un vecchio disco che, recuperato alla polvere che lo avvolgeva dopo anni di inutilizzo, è in grado di far riaffiorare ricordi sopiti, ma anche di trasmetterci suggestioni che, in precedenza, non avevamo colto. Così è anche per la storia che, sottratta all’erudizione degli esperti e alla propaganda dei vincitori, può ancora oggi essere attuale. Il giornalismo raramente indaga il passato, ma come essere veramente attuali, cioè comprendere il proprio tempo ed agire su di esso, senza quello spirito critico che solo dalla memoria storica ci può giungere? Passati ormai i festeggiamenti per il centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia, è il caso di approfondire un periodo storico così cruciale e di indagarlo come si farebbe con l’attualità. Sediamoci comodi Leggi il resto di questo articolo »

Trovato su Tanker Enemy – Fonte: Freeskies

Oggigiorno la Geoingegneria clandestina ed illegale è incollata alle mistificazioni dei media: così la manipolazione climatica e meteorologica agisce in sinergia con la manipolazione dei modelli “previsionali”, definiti da una cricca di meteorologi militarizzati. Costoro non solo interpretano in modo surrettizio le condizioni atmosferiche, ma, con il loro sottocodice menzognero e la loro autorevolezza di “esperti”, plasmano la percezione, assuefacendo il pubblico a situazioni aberranti spacciate per normali. Il fondamentale articolo che proponiamo aggredisce il nesso scellerato tra chemtrails e contraffazione iconico-linguistica. Per amore di completezza, ricordiamo che un ramo dei Rothschild, citati nel testo, è amministratore dell’immenso patrimonio appartenente al Vaticano. Alcuni esponenti di questa famiglia sono Cavalieri di Malta.

Perché i Rothschild sono così interessati a possedere la più grande e più riconosciuta organizzazione di fornitura per la modellazione climatica? Perché E. L. Rothschild desidera acquisire il controllo come leader mondiale nella fornitura delle grafiche interattive usate nei media, nei servizi di diffusione di dati per la televisione, nella Rete e nei sistemi mobili? Perché, quando si è coinvolti in micidiali programmi di Geoingegneria e modifica dei fenomeni atmosferici, è necessario anche gestire le cosiddette ‘previsioni’ per coprire le tracce delle pesanti manipolazioni.
Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE