Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

ECONOMIA E FINANZA

Fonte: Il CambiamentoArticolo di Andrea Degl’Innocenti – 2 Dicembre 2011

In Ecuador, come in Islanda, ci si è rifiutati di pagare un debito contratto in maniera ingiusta

Come accaduto in Islanda, anche in Ecuador il popolo, guidato dal presidente Rafael Correa, si è rifiutato di pagare il debito. Una commissione appositamente istituita l’ha dichiarato illegittimo in quanto si trattava di un prestito che faceva gli interessi esclusivi di banche e multinazionali e non del paese che avrebbe dovuto aiutare. Un’altra lezione di cui tenere conto.

Parliamo di vulcani. E di eruzioni. Tempo fa, in Islanda, l’impronunciabile vulcano Eyjafjallajökull sbuffava nubi di ceneri bianche mandando in tilt i collegamenti aerei di mezzo mondo; allo stesso tempo il popolo islandese decideva di sollevarsi contro i poteri forti della finanza globale. Nell’altro emisfero, in Ecuador, da qualche anno si è risvegliato il potente Tungurahua – appena più facile da pronunciare, ma neanche poi tanto – proprio nel periodo in cui il presidente Rafael Correa dichiarava il debito estero che gravava sulle spalle dei suoi cittadini “illegittimo ed illegale”.

In una sinergia quasi sovrannaturale, sembra che la natura e gli esseri umani si destino all’unisono, in varie parti del mondo, in un moto di ribellione verso i propri oppressori. Che a ben vedere, per l’una e per gli altri, sono i medesimi. Quell’elite finanziaria che controlla l’economia globale, possiede corporazioni e multinazionali, controlla le banche e gestisce i mercati, è responsabile da un lato dei maggiori crimini ambientali: emissioni nocive, fallimento dei vertici internazionali sul clima, deforestazione, disastri petrolieri; dall’altro della schiavitù dei popoli, oppressi da debiti immensi, privati dei propri diritti e della sovranità nazionale. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Marco Della Luna * Link

Indimenticabili, le lacrime di coccodrillo della ministra Fornero che annuncia l’infame blocco dell’adeguamento delle misere pensioni (adeguamento già più che dimezzato, rispetto alla reale dinamica del caro vita) mentre il governo non tocca la Casta, né i grandi sprechi e gli stipendi parassitari, né gli enti inutili, né le venticinquemila poltrone superflue in quelli partecipati, né i privilegi fiscali delle proprietà ed attività commerciali degli enti “religiosi”, che, oltre a permettere una forte concorrenza sleale soprattutto in campo alberghiero,ci costano 8 miliardi l’anno. Si sa, i voti della Chiesa costano… li paghino i poveri.

Ma abbiamo scoperto ben altro, sulla strategia distruttiva del governo dei banchieri: abbiamo la confessione di un intento, di un vero piano anti-sociale di coercizione oligarchica generale sulle nazioni, non solo sugli Italiani. E proprio per bocca del Monti. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Armando Siri * Link

Non sarà sfuggito neppure ai più distratti quanti negozi e negozietti di “compro-oro” stanno aprendo nelle città più grandi così come nei piccoli centri urbani in tutta Italia.Il fenomeno non è casuale, naturalmente, ed ha anticipato di un paio di anni l’azione “rastrellatrice” di risorse reali messa in atto da questo Governo con la complicità del Parlamento. Tragica condizione, che, come quei “negozietti” è sotto gli occhi di tutti.Ai complotti non ci crede nessuno. Già la parola stessa è ridicola se si pensa a quanti film ha sfornato il cinema su questo filone. Ma ahimé possibile che non abbiamo ancora imparato che la realtà supera la fantasia? Al momento sembra che di  tempo da sprecare per approfondire ne abbiano in  pochi. E poi la  paura di accorgersi che è tutto vero si taglia nell’aria. Meglio rimandare. Resiste (ancora per poco) il paradigma “meglio CREDERE che CONOSCERE.

Ma già che ci siamo, giusto per curiosità,  quei Compro-Oro, perché si sono diffusi così tanto? Leggi il resto di questo articolo »

Monti, atroce autopsia dell’Italia: ma il killer è l’euro     http://www.libreidee.org

Senza più moneta sovrana, l’Italia è condannata: non può più onorare qualsiasi deficit semplicemente «facendosi staccare un assegno dalla propria banca centrale», per usare un’espressione di Wynne Godley, che Paolo Barnard cita per chiarire la situazione. Siamo nel tunnel del suicidio economico a orologeria: Monti spreme gli italiani per avvicinarsi al pareggio di bilancio e vincerà il primo round. Ma poi perderà il match: una volta dissanguati, gli italiani si consegneranno al baratro della recessione. «E che farà a quel punto Mario? Ve lo metto per iscritto: farà quello che hanno sempre fatto tutti i robotizzati umanoidi della scuola economica Neoclassica e Neoliberista, cioè prescriverà ancor più dosi del veleno che ci starà ammazzando. Come fa Obama in Usa, come fa il Fmi in Estonia e in Irlanda, in Grecia, in Africa».

Leggi il resto di questo articolo »

Esposto contro Mario Monti

Esposto contro Mario Monti e invocazione di Marra a Berlusconi
dell’Avv. Alfonso Luigi Marra

Divulgato dal Comitato Promotore del referendum per l’abrogazione delle sei leggi regala-soldi alle banche e per la lotta contro il signoraggio.

Il Comitato promotore del Coordinamento per l’abrogazione delle sei leggi regala-soldi alle banche e per la lotta al signoraggio annunzia che Marra, Scilipoti, Tommasi e Di Luciano (Lo-Sai), terranno, martedì 13.12.11, ore 10, una conferenza stampa a Roma, Teatro Capranichetta (Montecitorio), piazza Capranica 101, per annunziare – nel chiedere ai parlamentari di ribellarsi agli ‘ordini di scuderia’ e inoltre di non privilegiare i loro interessi pensionistici e votare quindi contro la mostruosa manovra che il mandatario delle banche Monti ha preparato in danno della società – che nei prossimi giorni si recheranno alla Procura della Repubblica di Roma, per presentare un esposto (che sarà poi pubblicato su www.Marra.it) redatto dallo stesso avv. Marra con la consulenza tecnica del penalista Saverio Campana, in cui si chiede la verifica del se sussiste, da parte di Monti, stante la sua notoria appartenenza al circolo occulto Bilderberg, la violazione:
- dell’art. 1 della L. n. 17, del 25.2.82 (legge Anselmi), ove recita: «Si considerano associazioni segrete, come tali vietate dall’art. 18 della Costituzione, quelle che, anche all’interno di associazioni palesi, occultando la loro esistenza ovvero tenendo segrete congiuntamente finalità e attività sociali ovvero rendendo sconosciuti, in tutto od in parte ed anche reciprocamente, i soci, svolgono attività diretta ad interferire sull’esercizio delle funzioni di organi costituzionali, di amministrazioni pubbliche anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici anche economici, nonché di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale», Leggi il resto di questo articolo »

Forse non dovrei parlare della morte in un sito come questo, giacché a qualcuno potrebbe venire in mente che, parlandone, si formano delle eggregore negative che prima o poi, come profezie autoavverantesi, portano alla realizzazione di quanto pensato e detto, in questo caso la morte.

Poi, mettersi a parlare di morte in un periodo in cui sui blog di controinformazione non si fa altro che parlare di quanto stiamo diventando poveri e di quali lacrime e sangue ci aspettano [1], è un po’ da sadici. Ho notato inoltre, sempre in questo sito, che si sta verificando una specie di forbice, leggermente schizofrenica, tra gli autori che vorrebbero spingere verso un immaginario paradiso di cambiamenti spirituali e di consapevolezza morale e quanti si attengono alla realtà (o ciò che ci appare come tale), descrivendola a fosche tinte, esagerando o meno. La spaccatura è già in origine tra gli autori e, di conseguenza, anche tra i lettori.

Io non so dove mi posiziono, anche se forse altri colleghi autori non avrebbero dubbi su dove collocarmi (o mandarmi), ma quello che mi sento di scrivere, lo scrivo. Che altro posso fare?

Leggi il resto di questo articolo »

Clicca sull’immagine per ingrandire

Al minuto 5’30” l’onorevole del Parlamento europeo Mara Bizzotto, che ha rivolto un’interrogazione alla Commissione europea, il 4 dicembre scorso dichiara: “Il piano B, tutto è nato da indiscrezioni lette sulla stampa che non sono mai state smentite. Chiediamo alla Commissione europea se è al corrente che il governo tedesco sta cominciando a ristampare i marchi o un euro tedesco, chiediamo se la Germania ha comunicato qualcosa alla Commissione e come valuta l’eventuale uscita della Germania dall’euro e le manovre che la Germania sta facendo. Chiediamo una risposta anche dal Prof. Monti.”

Fonte: http://marabizzotto.it

30/11/2011
“IL FALLIMENTO DELL’EURO E’ ALLE PORTE: LA GERMANIA SCARICA L’UNIONE EUROPEA ED INIZIA A STAMPARE MARCHI IN SVIZZERA”

L’On. Bizzotto presenta un’interrogazione urgente alla Commissione Europea

“Il fallimento dell’euro è ormai sotto gli occhi di tutti, e la cosa che stupisce di più è che un Paese come la Germania, vero pilastro della moneta unica, stia già pensando di scaricare l’Unione Europea. Secondo economisti e addetti ai lavori, infatti, Berlino avrebbe già incaricato due aziende svizzere di stampare marchi in quantità consistenti”. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: www.signoraggio.it La truffa della Germania contro le banche italiane

DI: Vince Boccione
Cos’è il mark-to-market imposto alle banche italiane e perché farà crollare i mercati

Con questo articolo voglio cercare di spiegare a tutti in parole semplici e con esempi chiari come funziona il metodo contabile mark-to-market che farà affondare gran parte delle banche italiane.

La Merkel e Sarkozy complottano e progettano di conquistare l’Europa annientando stati come la Spagna e l’Italia. Sì, ma come fare in modo che il popolo di tutti gli stati europei non si accorga di nulla? Molto semplice. Utilizzando un’arma contabile tanto distruttiva quanto legale: il mark-to-market. Costringono l’EBA (European Banking Authority,  nata il 1 gennaio 2011, per cooptazione, NdNF) a obbligare tutte le banche europee a contabilizzare  debiti sovrani degli stati membri, come i buoni del Tesoro italiani o greci, al valore di mercato (o fair value) degli stessi titoli e non più secondo il costo a cui erano stati acquistati (hold to maturity). Questa tecnica contabile è assolutamente non verietiera e costringe le banche italiane a registrare perdite inesistenti e cercare nuovi fondi per ricapitalizzarsi.

Ma vediamo in pratica cosa vuol dire contabilizzare il debito sovrano al mark-to-market.
Supponiamo che la Banca X compra nel 2010 un titolo di stato italiano zero coupon (per semplificare I calcoli) ad un prezzo di 80€ con scadenza 5 anni. La peculiarità di uno zero coupon è quella che nel 2015 alla scadenza lo stato Italiano ripagherà alla Banca X €100. La banca otterrà quindi un rendimento del 25% (20/80) in 5 anni o del 5% annuo.
Quanto vale la banca X nel 2010 che detiene solo 1 titolo di Stato Italiano? Varrà 80€, il prezzo d’acquisto iniziale. Secondo il metodo tradizione del costo storico o hold to maturity, la banca fino al 2015 varrà sempre 80€.

Come è possibile che i rendimenti oscillano quotidianamente (ultimamente più salgono che scendono) se l’Italia ha scelto ex ante di dare alla Banca X 100€ nel 2015 in cambio di 80€ nel 2010? Molto semplice, tutti i titoli di stato vengono scambiati in un mercato secondario ad un prezzo che oscilla in base alla domanda e offerta. Questo fa’ si che gli investitori e il mercato stabiliscono quale sia il giusto rendimento di un titolo di Stato commisurato al rischio che attribuiscono a esso. Lo Stato dovrà tener conto del rendimento solo nelle future emissioni di titoli, in quanto se immette sul mercato titoli con un rendimento inferiore alla percezione di rischio degli investitori, questi rimarranno invenduti. Nulla cambia per i titoli finora emessi. Leggi il resto di questo articolo »

E’ deciso, l’Italia in crisi comprerà 131 caccia bombardieri nucleari F35 Lockheed. La produzione sarà avviata a fine 2012 nel cantiere di Cameri, in provincia di Novara. A metà 2013 le prime consegne. Non si sa come li useremo. Ci costeranno quasi quanto la finanziaria che in questi giorni ha varato il governo Monti, che ha sancito forti aumenti delle accise dei carburanti e la stangata sulle pensioni…

Link

Le Banche internazionali ci strangolano con il pretesto del debito.

Per questo è necessario formare un coordinamento Italiano ed europeo, con tutti quelli che vorranno partecipare a questo atto di riaffermazione della propria sovranità individuale e collettiva degli Stati sulle banche e la finanza internazione (sai bene i nomi) ….e atto di ribellione, rifiuto e contrasto al colpo di Stato strisciante che le banche internazionale hanno messo in atto diluendolo nel corso di almeno trent’anni. Motivo per cui il popolino non ha percepito il cambiamento e quindi non ha recepito lo stravolgimento del Diritto e l’usurpazione e violazione dei suoi diritti e delle sua sovranità….

Una prova su tutte la promulgazione del Testo Unico Bancario il D.Lgs. 385/93…. Leggi il resto di questo articolo »

 

Alla luce della situazione attuale occorre delucidare ed eventualmente denunciare in giustizia:

1. qualsiasi appartenenza a gruppi segreti, come il Bilderberg,  sanzionata  per effetto della Legge Anselmi, che recita che:

ART. 1.
  si considerano ‘associazioni segrete’, come tali vietate dall’art. 18 della Costituzione, quelle che, anche all’interno di associazioni palesi, occultando la loro esistenza ovvero tenendo segrete congiuntamente finalità e attività sociali ovvero rendendo sconosciuti, in tutto od in parte ed anche reciprecamente, i soci, svolgono attività diretta ad interferire sull’esercizio delle funzioni di organi di organi costituzionali, di enti pubblici anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici anche economici, nonché di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale.

Leggi il resto di questo articolo »

Vieni a Montecitorio, domani 6.12.11, alle ore 10.15, dinanzi al Parlamento, per rendere noto che:
MONTI CE L’HA FATTA: I PARLAMENTARI ITALIANI SONO FINALMENTE TUTTI BILDERBERG!

Cari italiani, Monti e i deputati e senatori tutti stanno usando i drammatici argomenti delle pensioni e delle tasse per creare un polverone che distolga dal vero motivo per il quale le banche hanno imposto Monti come Presidente del Consiglio: ovvero la legge che vieta l’uso del contante oltre i mille euro.
Questo perché i pagamenti mediante carta di credito o altri sistemi bancari equivalgono, per ogni pagamento che si fa, a una creazione di una pari somma in denaro virtuale a vantaggio della banca: un fenomeno gravissimo, che si chiama signoraggio terziario e può essere approfondito, in pochi minuti, da www.marra.it
Si tratta della creazione giornaliera a vantaggio delle banche di cifre enormemente maggiori dei 20 miliardi della manovra. Cifre enormi perché corrispondono all’ammontare di tutti i pagamenti tra 1.000 e 2.500 euro che ogni giorno vengono fatti in contanti.
Una creazione occulta di denaro virtuale a favore delle banche alla quale corrisponderà una pari svalutazione che completerà la nostra rovina.
Bisogna fermarli: ormai sono tutti a servizio del Bilderberg: il Club attraverso il quale le banche comandano gli uomini che comandano il mondo. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: www.tlaxcala-int.org * Link

Michael X.  – Tradotto da Anna Moffa – Editato da Curzio Bettio

Il 2012 sarà l’anno in cui assisteremo al collasso economico dell’Europa? Prima di licenziare il titolo di questo articolo come “allarmista”, leggete prima le informazioni elencate nel resto di questo articolo.

Nel corso degli ultimi mesi, vi è stata una sorprendente perdita di fiducia nel sistema finanziario europeo. In questo momento, effettivamente nessuno vuole prestare denaro alle nazioni europee in difficoltà finanziaria, e praticamente nessuno vuole prestare denaro alle grandi banche europee.

Ricordate, una delle ragioni principali della crisi finanziaria del 2008 è stata la pesante stretta creditizia che si è verificata qui, negli Stati Uniti. Questa strozzatura creditizia che sta fiorendo ora in Europa è solo un elemento della “tempesta perfetta” che si sta rapidamente avvicinando mentre ci apprestiamo ad entrare nel 2012. I segnali delle difficoltà sono ovunque. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia