Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

La stampa collusa e criminale dei globalisti, riesuma le luridone  Pussy Riot termine anglofono che  tradotto significa “Bernarde” Rivoltose (ci scusino i lettori se non edulcoriamo ulteriormente e ipocritamente il vero nome, lo fa già con inganno la stampa di regime.)

Non mi sorprende leggere un elogio, un tentativo di beatificazione delle animalesche Bernarde Rivoltanti su il Fatto Quotidiano che considero, assieme credo a qualche decina o centinaio di migliaia di lettori di Stampalibera, come la punta di diamante della disinformazione di Regime italiana.

Solo un poco di più stupisce che a pubblicare questa intervista pubblicitaria sia l’organo fiancheggiatore in rete, il sito “alternativo”  ComeDonChisciotte, che oltre a pubblicare gli articoli dei sionsinistri del Fatto è dedito ad allarmare e impaurire oltre a depistare gli italici rassegnati rivoluzionari da tastiera. Insomma CDC è sempre pronto a pubblicare tutte le mer…. che il Fatto propina. ‘Sto giro è l’elogio della blasfemia e della sessualità necologico- animalesca espressa dalle Pussy a sollecitarli. Si sa, ‘sti tipi sono sempre attratti dalle “deviazioni” di Berlu, il nano che si permetteva di andare ancora con le femmine, cosa imperdonabile per i clan omo che imperversano oggi come ieri nella stampa debenedettiana di Regime.

Un particolare rivelatore , perchè hnno censurato oltre al nome anche le scene dell’orgia di gruppo al Museo o il video dell’infilamnento del pollo, visto che si piccano di essere dei siti di informazione? Censura ora e sempre eh?

Postiamo l’articolo in oggetto e ditemi voi se non è una leccata  vergognosa. Non bastano le agenzie, le televisioni e la carta stampata, mancavano solo i siti DDD, ovvero: depistanti, distraenti, deprimenti .

E’ un ‘articolo dei fiancheggiatori mediatici che si guardano bene dall’evidenziare che la deficente nella foto, quella che si infilava la testa di pollo  non dico dove, davanti ai bambini al supermercato, fa parte di OPTOR (vedi maglietta con pugno chiuso) l’organizzazione dedita ai Colpi di Stato chiamati eufemisticamente Rivoluzioni Colorate, creata e sostenuta dal finanziere sionista Soros e da una nota organizzazione americana dedita all’esportazione della “democrazia”. Non dicono nemmeno questi lecchini che le poverette, racchie e male in arnese, non sono cantanti, ne ballerine, ne sanno suonare la chitarra, ma hanno urlato bestemmie impronunciabili anche dai peggiori bestemmiatori nostrani, tanto erano dissacranti e gratuitamente offensive di quanti in quella cattedrale erano presenti per una messa.

Leggi il resto di questo articolo »

La Rivoluzione non sarà Tele trasmessa

(60 min. – Venezuela – Aprile 2002)

Un documento straordinario. Quando la reltà supera la finzione cinematografica.

Una troupe europea, impegnata a filmare il movimento bolivariano, si è trovata ad essere involontaria testimone e cronista del colpo di Stato con cui la cosiddetta opposizione “democratica” provò a rimuovere il governo venezuelano del presidente Hugo Chavez.

Il governo golpista di Pedro Carmona (presidente della Confindustria venezuelana) durò appena tre giorni, spazzato via dalla mobilitazione popolare che impose il ritorno di Chavez e dalla scelta del grosso dell’esercito di restare fedele alla Costituzione, ma fu inizialmente riconosciuto come legittimo dagli Usa, dal governo Aznar in Spagna e dai Ds (PD) in Italia.  ( Si capisce di chi è proprietà il DS -PD?) Nel filmato è apprezzabile anche il ruolo golpista giocato dai mass-media venezuelani. Nessuna delle televisioni golpiste però fu chiusa. Dopo anni non furono rinnovate le licenze per le frequenze nazionali in chiaro a Rctv, facendo gridare ai “democratici” di tutto il mondo (magari gli stessi che appoggiavano il golpe) allo scandalo e all’attentato al pluralismo dell’informazione…

Questo filmato commuovente è molto importante ed è da vedere assolutamente. Ci dice che i criminali servi delle banche possono essere cacciati, ci insegna che il popolo deve essere sovrano e vigilare.

Lo sventato colpo di stato in Venezuela ci apra gli occhi. In Italia, come fu tentato in Venezuela, una cricca di vecchi personaggi collusi con il mondo finanziario globalista, imposti dal presidente  Napolitano (uomo PCI- DS- PD, detto anche “l’americano”), ha  preso il potere e sta impoverendo, spogliando la nazione di ogni bene di valore. Leggi il resto di questo articolo »

ECCO CHI ATTENTA ALLO STATO ITALIANO!

Dopo i Serenissimi ecco un’altro pericolo Mortale per lo stato italiano evidentemente. Non le banche di rapina, non le multinazionali della chimica e della medicina, non i politici al servizio di altri Stati, non chi acquista armamenti per miliardi per prepararci alla guerra, non chi con fittizi e incomprensibili prodotti finanziari ha gabbato e defraudato mezza Italia, comuni e province in primis, non la mafia dei giochi d’azzardo, non la mafia dei porno locali gestiti dagli albanesi!
NO.  I NEMICI DELL’ITALIA SONO I VENETISTI! Il reato? Considerarsi una Comunità, un popolo con caratteristiche comuni.
Questo è troppo e la globalizzazione imperante non lo tollera. Questo atto, se ce n’era bisogno, evidenzia le fazioni in lotta al di la dei discorsi ebeti dei camerieri della politica  e sono:  Comunità locale contro i Mondialisti della  globalizzazione, che in Italia hanno sigle strane PR, PD, RC, PDL e tutti gli altri, con le loro armi finanziarie di distruzione di massa e quelle mediatiche di disintegrazione delle menti. Con buona pace dei leghisti salottieri. A quando un’Italia dei forconi riuniti?
NdR
Diciotto avvisi di garanzia per gli aderenti al “Movimento di liberazione del popolo veneto”
l’ipotesi di reato è di associazione paramilitare

TREVISO, 7 SETTEMBRE 2012 – Diciotto avvisi di garanzia con l’ipotesi di reato di associazione paramilitare per gli aderenti al “Movimento di liberazione del popolo veneto”. Ieri mattina la Digos, al termine di un’indagine avviata nel marzo scorso, ha perquisito le abitazioni dei coinvolti dove sono state rinvenute e sequestrate varie uniformi, armi, tesserini e componenti per preparare munizioni. Tra questi ci sono due dei promotori della “polisia veneta” che già nel 2009 finirono nel mirino degli investigatori per lo stesso reato. Si tratta di S.B., presidente del movimento e addetto alla sicurezza di un supermercato della provincia di Treviso e P. G., comandante della polizia locale di Cornuda. Il punto di ritrovo del gruppo era un pub di Maserada, il cui proprietario risulta essere uno degli indagati. L’indagine ha coinvolto anche le province di Vicenza, Padova, Venezia e Verona.

“L’amore riesce a districare quel groviglio di pulsioni, emozioni e passioni, che confondono i bisogni e le ragioni, affinché scorrano fluide ed indipendenti, dentro gli infiniti rivoli del nostro cuore. Solo così, potrai conoscere la tua anima, e solo così, potrai donarti, per essere una degna vittima dell’onnipotente mistero. Tutto questo, accadeva molto tempo fa, quando la terra era piatta”

Oggi, le famiglie si sfasciano, le coppie scoppiano, e tutti soffrono. La società va in frantumi. Il costo della vita infierisce ulteriormente sullo stato d’animo degli individui che, frustrati e depressi, dentro il caos quotidiano di una vita frenetica, e senza scopo, esplodono sull’onda di una collera incontrollata – fino ad uccidere. “Sembrava una famiglia così normale – brava gente davvero – incredibile – non li ho mai sentiti litigare – non davano fastidio a nessuno – i figli, anche loro, due bravi ragazzi!“ tipico ritornello dei soliti morti viventi, gli assenti, chiusi e stretti dentro il loro guscio vuoto, fatto di miseria morale, approssimazione, e vera solitudine. Il divorzio, nelle “evolute” democrazie occidentali, non è altro che un’escamotage, ma non di certo una conquista.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: Usa, Human Rights: “Cia utilizza ancora tortura waterboarding”

La controversia sull’ampio utilizzo della tecnica del waterboarding nelle prigioni della CIA in questi giorni è viva più che mai. Washington ha sempre affermato che solo tre prigionieri, membri di Al-Qaeda, erano stati sottoposti a waterboarding, mentre erano prigionieri degli statunitensi, Human Rights Watch (HRW) ha rivelato di avere nuove prove del fatto che Washington ha utilizzato questa tecnica di tortura in modo più sistematico, anche contro i detenuti in Libia.

In un nuovo rapporto pubblicato giovedi 6 settembre “Consegnato al nemico: abusi e trasferimenti extragiudiziali di oppositori di Gheddafi in Libia sotto l’egida degli Stati Uniti” (relazione in inglese), Human Rights Watch (HRW) ha accusato l’amministrazione Bush di aver nascosto il fatto che i dissidenti libici residenti all’estero sono stati arrestati edetenuti senza accusa da parte degli Stati Uniti, con l’aiuto del Regno Unito e di paesi del Medio Oriente, Africa e Asia, prima di essere consegnati alla polizia dell’ex dittatore Muammar Gheddafi. “Non solo gli Stati Uniti hanno consegnato i nemici di Gheddafi su un piatto d’argento, ma sembra che la CIA ha prima torturato molti di loro“, ha detto Laura Pitter consigliere per l’antiterrorismo di Human Rights Watch e autrice del rapporto.

Molti di loro ora detengono posizioni chiave in Libia  Leggi il resto di questo articolo »

Moody’s ha dichiarato che è contenta del risultato ottenuto dal nuovo Governo italiano; vuol dire che la fine è vicina, che lo sporco lavoro a vantaggio delle banche è stato fatto, che l’industria è a terra e quindi cedibile a pochi soldi, che l’Italia è decotta ed è pronta per essere “venduta”, servita su un piatto d’argento, alle banche che Moody’s, Standard & Poors e gli altri compagni di merende reppresentano.
Pardon: ad essere “privatizzata”, come ci si dice dando ad intendere che il Cittadino, il “privato”, avrà la possibilità di comprare un’azienda che lo Stato non ha ben gestito.
Scordatevelo: nessuno di noi mortali potrà mai comprare nulla: ci sono già le multinazionali e il cartello bancario pronto a mangiare: fà parte del piano di “salvataggio” Monti!
Ricordate le Autostrade che invece di diventare nostre come promessoci negli anni ’70 (in Germania, Austria, e Slovenia paghi un ticket annuo autostradale equivalente alla tratta Udine-Roma) furono “privatizzate” e la testa di legno fu Benetton, appoggiato dalle Banche che ora ne son diventate proprietarie?…. Benetton serviva solo da facciata, per farci credere che un cittadino laborioso poteva aiutare il bilancio statale acquisendo beni statali (un po’ come Garibaldi che fu mandato coi suoi 1.000 a unificare l’Italia dando all’operazione un taglio popolare, mentre al largo c’era la flotta inglese di appoggio con i cannoni puntati verso terra) . E così le autostrade venivano vendute a un cittadino, uno dei nostri, uno che dava lavoro agli italiani, un virtuoso. Peccato che adesso le Autostrade sono delle banche. Grazie, Benetton. E così, alla fine della “Crisi” tutto sarà passato alle banche, che da serve son diventate padrone mettendo ai vertici del Governo i loro dipendenti. Tutto sarà delle Banche, e noi verremo pagati se Lorsignori vorranno allo stipendio che ci sarà concesso. Grazie. Ecco realizzato il piano di salvataggio dell’Italia.

Leggi il resto di questo articolo »

Sotto  lista alternativa ai canali oscurati

OSCURATI DA NILESAT I CANALI TELEVISIVI SIRIANI

5 settembre 2012 – Damasco – Dopo il grande successo dei media siriani nell’affrontare il feroce attacco, armato e mediatico, contro la Siria, i ministri arabi hanno concordato con l’amministrazione del satellite NileSat di sospendere completamente la diffusione dei canali televisivi satellitari siriani dalla piattaforma di NileSat.

Il ministero dell’informazione ha condannato la sospensione da parte di Nilesat della diffusione dei canali televisivi satellitari siriani, considerando questo atteggiamento un “allineamento al progetto ostile alla Siria, alla nazione e al popolo”. Leggi il resto di questo articolo »

Una notizia ANSA di queste ore potrebbe dare apparente sollievo ai milioni di italiani che da un anno ad oggi sono convinti che l’andamento dello spread determini il futuro dell’Italia. Infatti, l’agenzia di stampa riporta che:

Mario Draghi ottiene dal consiglio della Bce il via libera quasi unanime allo scudo anti-spread: l’Eurotower comprerà, senza fissare un limite, i titoli di Stato dei Paesi che richiedono l’assistenza finanziaria dell’Europa, mettendo di fatto in gioco le sue imponenti risorse finanziarie.

Di quali imponenti risorse finanziarie parla l’ANSA? Lo zio Paperone Mario Draghi si sarebbe deciso a sganciare molto generosamente un po’ di dobloni d’oro? La riserva aurea non esiste più dal 1971 e la BCE (come tutte le banche centrali) crea il denaro dal nulla, indebitando gli stati (attraverso le banche) del valore monetario creato. Ma andiamo avanti Leggi il resto di questo articolo »

6 settembre 2012 – Nuove scosse di terremoto sono state registrate nel corso della notte in Calabria. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato due movimenti tellurici sul Pollino, uno sullo Jonio e uno sulla costa calabra occidentale. In quest’ultimo caso, la scossa e’ stata registrata in mare alle 23,02, di fronte al centro abitato di Ricadi, in provincia di Vibo Valentia, con una intensità 2.1 e una profondita’ di 51,7 chilometri. Per quanto riguarda lo sciame sismico del Pollino, in corso ormai da mesi, i sismografi continuano a registrare terremoti di intensita’ di poco superiore a 2 magnitudo, ma molto in superfice. Infatti, la prima scossa e’ stata segnalata alle 23,13 con magnitudo 2.4 e una profondita’ di 7,8 chilometri, mentre la seconda e’ avvenuta all’1,31 con magnitudo 2.3 e una profondita’ di 7,7 chilometri. I comuni piu’ vicini all’epicentro sono stati quelli di Mormanno, Laino Borgo, Laino Castello (in provincia di Cosenza), e Viggianello e Rotonda (provincia di Potenza). Infine alle 02:39 c’è stata una scossa di magnitudo 2.4 a 33.3km di profondità nel mar

Quando Stampalibera raggiunse i 5000 lettori, per una settimana circa, i motori di ricerca ci ponevano prima della Stampa di Torino. Digitando la parola Stampa appariva subito Stampa Libera.

La cosa non deve essere piaciuta e quindi arrivò puntuale la retrocessione di StampaLibera.com, che fu fatta scivolare in ottava pagina.

Poi pian piano aumentando continuamente i lettori giornalieri ci hanno assegnato il secondo posto.  Anche quando siamo arrivati a diciottomila lettori al giorno non ci hanno permesso di superare la Stampa.

Oggi invece a seguito di articoli che disvelano meccanismi diabolici di propaganda vedi Pussy Riot, pur con un numero di lettori giornalieri che oscilla dai dieci ai 15000, ci hanno scaraventato alla fine della terza pagina. Pazienza

Ricordo che anche Fastweb (con la quale è aperta una causa legale) ci censurava impedendo la spediziome di mail che portavano la parola ” stampalibera.com”  (Sarei anche curioso di sapere da qualche lettore  che usa Fastweb se il boicottaggio continua)

C’è anche un sito affine al nostro per certi aspetti, che dichiara nel contatore interno al sito  di avere 1000 e più lettori on line, mentre da contatori di siti internazionali risulta che ne ha meno di noi e stiamo parlando di circa 200-250 utenti on line. Per non parlare del Fatto quotidiano, i cui articoli sono postati regolarmente nel sito appena citato, che spara cifre di centinaia di migliaia di lettori al giorno. Mi sembra di ricordare che dalla bocca del travagliato Travaglio sia uscita la cifra di 400.000 lettori, che sempre secondo i contatori internazionali è una balla mastodontica. Sarebbe bello che mostrassero le prove di queste asserzioni questi atlantisti.

Questi sono i metodi infidi con i quali coloro che controllano il potere mediatico impediscono che la verità emerga. Apple non sfugge alla regola, Ci mancherebbe altro!

trovato su Dietro il Sipario  http://dadietroilsipario.blogspot.it/  di   Terra Real Time

Apple censura App che aggrega notizie degli attacchi droni Usa

 Sarà a causa di questo atto di censura che la Apple è stata “premiata” dal tribunale nella causa contro la Samsung? La “democrazia” Usa adora la segretezza e si manifesta umile, molto probabilmente non vuole sempre essere “ringraziata” per le sue magnanime operazioni umanitarie.
Barbara

Apple censura App che aggrega notizie degli attacchi droni Usa 

I contenuti dell’applicazione sviluppata dal giovane programmatore Josh Begley, che riporta gli attacchi dei droni americani, sono stati dichiarati dall’azienda di Cupertino “discutibili”, nonostante siano gli stessi reperibili nell’app del The Guardian.

SOCIAL:
Volete poter sapere quante persone stanno morendo negli attacchi, sempre più frequenti in Pakistan,Yemen e Somalia, dei droni statunitensi? Credete sia legittimo sensibilizzare l’opinione pubblica sulle attività offensive degli aerei militari spia americani all’estero nei molteplici scenari di guerra? L’app Drones+ fa al caso vostro. Questa applicazione, di fatto un aggregatore di notizie, che certamente non è destinata a sbancare il mercato e che

Arriva dai laboratori militari di Los Alamos?
Parte un’altra megatruffa mondiale su presunta pandemia con obbligo di vaccino e salasso per gli Stati filo atlantici?
I presupposti ci sono tutti, come conferma il tono del titolo dell’annuncio. ndr

http://www.avvenire.it

«L’influenza 2013 sarà più aggressiva»
Non è il caso di allarmarsi. Ma, a detta degli esperti, la prossima influenza andrà presa molto sul serio visto che i ceppi virali che circoleranno (e che ogni anno mettono a letto dal 10 al 20% della popolazione) caratterizzeranno «una stagione influenzale meno mite e più complessa» rispetto a quella dei due anni scorsi, tale da richiedere «un’attenzione maggiore alla vaccinazione da parte delle categorie più deboli». Parola dell’Associazione dei microbiologi clinici italiani (Amcli). Occorrerà più prudenza, dunque, a causa dell’ormai noto virus pandemico del 2009/2010 (A/H1N1, ricordate?) che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), non sarebbe il solo a circolare, visto che due ceppi potrebbero fargli compagnia: quello denominato “B” e l’”H3N2″.

Leggi il resto di questo articolo »

FRANCIA: ULTIMO INCIDENTE NUCLEARE di Gianni Lannes

Italia, centrale nucleare del Garigliano.
di Gianni Lannes
Allarme nella centrale nucleare di Fessenheim. Uno scoppio ha causato alcuni feriti. Secondo fonti istituzionali ci sarebbe stata un’involontaria reazione chimica. La situazione non è sotto controllo: si temono contaminazioni. L’impianto è ubicato in Alsazia, a un chilometro e mezzo dal confine con la Germania, ed è la struttura più obsoleta del Paese. Il presidente Hollande, durante la campagna elettorale, aveva promesso la sua chiusura entro il 2017. In Italia non va meglio: il nucleare civile non è ancora in sicurezza, mentre le scorie nucleari disseminate in mare e nel sottosuolo seguitano a contaminare l’ambiente e gli esseri viventi. Oltretutto, il nucleare bellico del padrone Usa, occupa lo Stivale da nord a sud, isole comprese. In attesa della catastrofe finale, lo sterile dibattito “politico” ed il teatrino televisivo distrae l’opinione pubblica.

Articolo di Gianni Lannes * Link 

 Non c’è soltanto il disastro causato dall’Italsider e poi dall’ Ilva, con cui fare i conti. La salute dei Paesi del tacco d’Italia è minacciata da torrenti sotterranei di veleni industriali. Scorie pericolose dal Nord al Sud in cambio di tangenti a partiti e associazioni. Denaro a palate per tenere buoni i politicanti pugliesi. Invece, intimidazioni e grane giudiziarie agli ecologisti che osano denunciare il disastro. Accade in Puglia: a Grottaglie in provincia di Taranto, feudo del centro sinistra da qualche decennio. Rifiuti interrati dalla società toscana Ecolevante che avvelenano il territorio e gli esseri viventi. Quattrini per tacitare chi conta qualcosa a livello locale. Ecco le prove: assegni, bonifici, ricevute, quietanze e richieste a profusione di denaro. In mezzo c’è anche il capo di gabinetto del Comune (da giugno 1999), tale Carmelo Fanigliulo - al contempo dipendente civile (gruista dal 1984) dell’arsenale della Marina di Taranto – che ha incassato per conto terzi prima milioni di lire, poi migliaia di euro. Nel Belpaese l’inquinamento ambientale è stato tradotto in devastazione morale, economica e politica. A Taranto e provincia, spesso e volentieri, carichi radioattivi sfuggono ai controlli. Leggi il resto di questo articolo »

THE HIDDEN MESSAGES IN WATER

Oggi assistiamo a numerosi cambiamenti che influenzano la vita umana sul nostro meraviglioso pianeta. Questi cambiamenti hanno portato all’aumento di temperatura della Terra e del Sole, allo scioglimento dei ghiacciai, alla riduzione del campo magnetico terrestre con uno spostamento dei poli magnetici. Madre Terra è un’unica entità vivente, dinamica, intelligente, una rete di connessioni e di relazioni. Tutto è interconnesso, ogni vibrazione è legata all’altra. Comprendere questo significa sentirsi parte del Tutto ed assumersi la responsabilità di ciò che accade ogni giorno, perché ogni pensiero, ogni emozione, ogni azione, ogni nostra scelta ha effetti che si propagano nel singolo e nel collettivo come umanità in cui ciascuno è intimamente legato all’altro.

Gli studi e gli esperimenti del Dott. Masaru Emoto, scienziato e ricercatore giapponese, ci mostrano come l’acqua sia viva e cosciente ed assuma la vibrazione energetica dell’ambiente in cui si trova rispondendo con bellissimi e armonici cristalli alle vibrazioni di amore e di gratitudine sotto forma di parole, suoni, emozioni e pensieri. Al contrario, quando si espone a vibrazioni negative, l’acqua non forma alcun cristallo. Questa evidenza scientifica, che è dimostrata al microscopio tramite le fotografie dei cristalli formati durante il congelamento dell’acqua, diventa consapevolezza profonda quando decidiamo di vivere con il nostro cuore ed iniziamo un percorso interiore in Verità e in Amore. Leggi il resto di questo articolo »

 

Fonte: www.wallstreetitalia.com

Germania: “ESM viola i trattati e le leggi Ue”
L’euro è sceso sotto $1,26 dopo la notizia pubblicata da Die Welt, che contraddice quanto affermato dal ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schauble. In attesa del verdetto della Corte Costituzionale, caos di dichiarazioni, confusione, rattoppi e paracadute all’ultimo momento. Compromessa l’immagine dell’Europa.

La Corte Costituzionale tedesca si riunirà il prossimo 12 settembre per decidere sulla costituzionalità del Fondo europeo ESM.
Roma – “L’ESM viola i trattati e le leggi Ue”. E’ quanto afferma il quotidiano tedesco Die Welt, alimentando il nervosismo sui mercati. La notizia dell’articolo è bastata infatti a scatenare il brusco dietront dell’euro, che è tornato sotto la soglia psicologica di $1,26.

Arriva la doccia fredda per i mercati, con gli investitori che iniziano a chiedersi se per caso non stiano dando troppo per scontata la ratifica dell’ESM da parte della Corte Costituzionale tedesca, che annuncerà il verdetto la prossima settimana, mercoledì 12 settembre. Proprio ieri, ulteriori rassicurazioni erano arrivate dal ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schauble, che si è detto certo che la Corte non bloccherà il trattato europeo che istituisce il fondo di salvataggio. Caos di dichiarazioni, confusione, rattoppi e paracadute all’ultimo momento. Pare proprio che mai sia stata tanto compromessa l’immagine dell’Europa. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia