Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Articolo di Antonella Randazzo * http://antonellarandazzo.blogspot.com

Per indicare l’attuale sistema di potere molti studiosi utilizzano la parola “oligarchia” o la definizione “élite egemone”. In realtà la parola esatta sarebbe il neologismo “stegocrazia”, parola che deriva dal greco stégos, che significa “tetto, coperchio” (che nasconde) o stèganos (nascosto), e kratos (da kratéo, comandare, governare). Ossia “mi nascondo ma esercito il potere”.

Stegocrazia significa dunque “Potere esercitato da chi si nasconde, da chi non appare”.

Le persone che attualmente dominano su tutti i settori importanti dell’esistenza umana, basano il loro potere sul nascondersi, e non risultano nemmeno nella lista dei più ricchi, pubblicata da riviste come “Forbes”. La segretezza risulta essere dunque una delle caratteristiche essenziali dell’attuale gruppo al potere, insieme all’uso dell’inganno e del crimine. Leggi il resto di questo articolo »

Gentili LETTORI/LETTRICI di SL,

in un momento così drammatico dove tornano nuovamente a soffiare molto forti i VENTI di “guerra”; ritengo importante & sopratutto UTILE riuscire a ritagliarsi degli spazi da dedicare alla BELLEZZA & alla GIOIA di VIVERE, questo vuol ESSERE lo scopo primario di questa “Collana del SORRISOdedicata allo straordinario & variopinto AUTUNNO la mia stagione preferita assieme anche alla profumata & coloratissima PRIMAVERA !!!

NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
SDEI/Sergio

SCARICA QUI IL FILE

di C. Wolff   http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=2387:c-wolff-come-ti-smonto-il-neoliberismo-in-23-mosse&catid=57:neoliberismo-e-globalizzazione&Itemid=60

Ha-Joon Chang è un economista coreano trapiantato in Gran Bretagna dove insegna a Cambridge. Mr Chang non è un anticapitalista ovviamente, è solo un economista eterodosso che si rifà alla tradizione istituzionale di scuola americana, quella per intenderci dei Veblen, Commons e Galbraith. La teoria economica sta attraversando un tale periodo di monismo ideologico che gli economisti si dividono in ortodossi (il mainstream più o meno neo-lib) ed eterodossi dove sono ammucchiati tutti gli altri, gli “eretici”. Questi eretici sono poi una categoria assai diversificata, includente tanto quelli della complessità-bioeconomisti-evoluzionisti-ecologisti, che i marxisti, i neo-keynesiani, le femministe, gli sraffiani, gli istituzionalisti ed a tratti, financo gli austriaci che porre fuori dalla tradizione liberale è assai arduo. Ma tant’è.

Chang scrive un libricino di facile lettura (ormai i libri non sono più scritti dagli autori ma dagli editor): 23 cose che non ti hanno mai detto sul capitalismo, (Il Saggiatore, Milano, 2012)in cui introducendo per ognuno dei 23 capitoli tipiche tesi mainstream, le smonta una ad una.

1) Si comincia col libero mercato, il cui perimetro di libertà è sempre presente, non è mai libertà assoluta e che viene definito dal politico e non certo dall’economico. Sono stati governi a decretare prima libero e poi non più libero lo schiavismo, il commercio dell’oppio, il lavoro minorile. Poiché il concetto di libertà è quindi dato dal politico, i liberisti sono ideologi di un certo tipo di libertà relativa, quella che fa quadrare i conti degli interessi che sostengono.

Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube

Articolo di Sergio Rame * Link

Ultima tappa del tour elettorale del segretario del Pd. A Cagliari contestato dagli operai dell’Alcoa: “Sei un traditore”

È stato accolto tra le contestazioni l’arrivo del segretario del Pd Pier Luigi Bersani a Cagliari, ultima tappa del viaggio in Sardegna in vista delle primarie del centrosinistra.

L’attesa tra le contestazioni dell’arrivo del segretario del Pd Pier Luigi Bersani a Cagliari

Un gruppo di operai dell’Alcoa di Portovesme ha raggiunto il Teatro Massimo, presidiato dalle forze dell’ordine, e ha esposto uno striscione con la scritta “Alcoa chiude, Bersani traditore”. I contestatori hammo, quindi, urlato slogan al megafono contro il leader piddì accusandolo di aver abbandonato il territorio. “Io parlo con tutti i lavoratori sempre – ha replicato Bersani – tranne che quando mi si dà del traditore, perché non mi sento traditore per niente”. Leggi il resto di questo articolo »

che, come in trance ipnotico, manipolato, indemoniato, si può dire che è caduto sotto il giogo di una mente/forza estranea, posseduta da Satana, e che come in trance anestetico ripete il mantra: “Israele ha diritto a difendersi”.

Quello che li muove è la paura paranoica di subire la fine che stanno infliggendo essi stessi  ’fuori’ da sé. Tale paura paranoide è stata scrupolosamente e scientificamente alimentata dai primi miti fondanti del popolo israeliano che continuano, contro ogni logica e oggigiorno in contraddizione plateale con la realtà oggettiva.

Ogni Stato nazione infatti per esistere e accettare il potere dell’autorità centrale, che è sempre per definizione un po’ abusivo, inventa e veicola una mitologia fondante a giustificazione degli scempi che in suo nome verranno commessi e della sovranità personale e locale che verrà estorta, volenti o nolenti. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Enrico Giardino – Fonte: Pickline.it

Per la ventunesima volta consecutiva, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha condannato l’ embargo che da più di mezzo secolo colpisce la Rivoluzione cubana da parte degli Stati Uniti. Hanno votato contro gli Stati Uniti stessi, Israele e… Palau. Si sono astenute…  le isole Marshall e la Micronesia. Hanno votato a favore della mozione cubana, affermando così che Cuba ha ragione e gli Stati Uniti torto, tutti gli altri, ovvero 188 paesi che rappresentano il 96% della popolazione mondiale. Tra questi, tutti i 27 della UE (compresa la dittatura comunista britannica), tutti gli stati del Continente americano, tutti i paesi dell’OCSE (salvo gli USA), tutti i paesi della NATO (salvo il paese di Obama).

Una prova evidente di quali siano i Paesi isolati e nemici dell’umanità: quelli che reclamizziamo come modelli assoluti di “democrazia”.

Scrive Gennaro Carotenuto sul suo sito Leggi il resto di questo articolo »

di  - fonte: http://crisis.blogosfere.it/2012/11/europa-si-e-questo-il-nome-del-nostro-nemico.html

  • L’Europa mette lo stop al governo spagnolo, che vuole salvare i suoi cittadini da un destino da homeless voluto da banche ed EU. Ora sappiamo chi è il nemico.

ilfatto11.jpgLeggo con piacere il titolone sul Fatto Quotidiano:

Spagna, Rajoy interviene sui senzatetto. A loro le case delle banche nazionalizzate.

 Il colpo di coda di uno dei governi succubi e sottomessi. 400 mila sono finora le famiglie spagnole sbattute in mezzo alla strada dalle banche perché non riescono più a pagare il mutuo, storie che avevamo già visto accadere in Argentina e negli Stati Uniti nel 2008-2010. Ma il governo spagnolo ha intenzione di non lasciar cadere i propri cittadini nel buco nero dell’indigenza e del dormire in macchina, e così ecco il felice provvedimento.

Letto l’articolo, clicco poi sul racconto di una giornalista spagnola che descrive ai lettori la sua odissea di sfrattata. Un pezzo “di colore”, da cui mi aspetto uno sguardo sulla società spagnola, insomma non certo la brutale notizia che arriva nell’ultimo paragrafo:

Il governo ha annunciato inoltre la creazione di un fondo sociale di abitazioni – immobili pignorati dalle banche per insolvenza – da affittare a prezzi bassi per cittadini senza fissa dimora. Ma subito dopo l’annuncio è arrivato l’altolà da Bruxelles: per qualsiasi nuova regolamentazione nel settore finanziario bisogna consultare i tecnici della Commissione e la Banca centrale europea(Conferma su ElMundo qui)
Leggi il resto di questo articolo »

Ancora una volta Israele ha attaccato Gaza e i media internazionali trasmettono immagini di distruzione. Tuttavia la desolazione che ci provoca l’orrore quotidiano di questa nuova guerra, non deve impedirci di analizzarne e comprenderne gli obiettivi. Thierry Meyssan risponde a questa domanda.

Rete Voltaire | Damasco (Siria)

JPEG - 16.6 Kb

Il 14 novembre 2012, le forze israeliane hanno lanciato l’operazione “Colonna di nubi” contro le strutture militari e amministrative di Hamas nella Striscia di Gaza. Il primo giorno hanno ucciso Ahmed Jaabari, numero due del ramo armato dell’organizzazione palestinese. Ed hanno anche distrutto i lanciarazzi sotterranei per i missili superficie-superficie Fajr-5.

Colonna di Nubi” si è rapidamente ingrandita, con l’aviazione israeliana che moltiplica i bombardamenti. Lo Stato maggiore generale israeliano ha richiamato 30.000 riservisti, arrivando rapidamente a 75.000 uomini, col rischio di distruggere l’economia. In questo modo, Israele ha la capacità di invadere Gaza con truppe terrestri.

Questa situazione richiede ulteriori spiegazioni.

Perché proprio adesso?

Tel Aviv prende il comando, mentre il potere a Washington è parzialmente vacante. Si attendono la nomina dei nuovi segretari di Stato e della Difesa. Forse, saranno l’ambasciatrice Susan Rice e il senatore John Kerry. Tuttavia, un’aspra lotta, attraverso i media, cerca di screditare la signora Rice. In ogni caso, i segretari di Stato e della Difesa uscenti sono indeboliti ed i loro successori non sono stati ancora nominati.

Nello stesso identico modo, Tel Aviv aveva preso una simile iniziativa, l’”Operazione Piombo Fuso“, durante il periodo di transizione tra i presidenti Bush jr e Obama.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://versounmondonuovo.wordpress.com/2012/11/17/il-signore-marciava-alla-loro-testa-di-giorno-con-una-colonna-di-nube-e-di-notte-con-una-colonna-di-fuoco/

“Il Signore marciava alla loro testa di giorno con una colonna di nube e di notte con una colonna di fuoco”

“Colonna di nube” è il nome dell’operazione militare israeliana contro Gaza. Un nome tratto dalla Bibbia, da un passo dell’Esodo: “Il Signore marciava alla loro testa di giorno con una colonna di nube, per guidarli sulla via da percorrere, e di notte con una colonna di fuoco per far loro luce, così che potessero viaggiare giorno e notte. Di giorno la colonna di nube non si ritirava mai dalla vista del popolo, né la colonna di fuoco durante la notte” (Esodo 13: 21-22).

Gott mit uns.

Netanyahu, un megalomane disperato e messianico, si è reso conto che:

* la società israeliana sta protestando in maniera sempre più veemente;

* alle prossime elezioni rischia seriamente di perdere;

* la sua ultima speranza (Romney) si è volatilizzata;

* gli alti ufficiali americani che avrebbero potuto assisterlo sono stati rimossi o sono sotto inchiesta (Petraeus, Allen, Gaouette e Sinclair);

* Obama ha dichiarato in una recente conferenza stampa che vuole cercare una soluzione diplomatica con l’Iran (linea Brzezinski).

Questi leader disperati, di regola, causano la  rovina dei propri paesi. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Paolo Franceschetti – Fonte http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/11/la-magia-cose-perche-funziona-e-per.html

1. Premessa. 2. La magia come scienza del modificare la realtà. 3. La magia come scienza del cambiamento di noi stessi. 4. la magia come scienza della natura e dell’unione col divino. 5. La magia come scienza della volontà. 6. Rapporto tra magia e moderne discipline scientifiche. 7. In particolare: rapporto tra magia e psicologia. 8. Riassunto: la definizione di magia e alcuni esempi di riti magici. 9. Religione e scienza. Strumenti diversi ma fine unico. 10. L’uso della magia da parte di politici e capi di stato. 11. I libri segreti delle società segrete. 12. Il grande segreto della magia. 13. Come vengono utilizzati i riti. 14. Alcuni consigli per il miglioramento personale. I libri di Brizzi. 15. Bibliografia generale e consigli per approfondire.

1. Premessa.

Prima di iniziare questo articolo è bene fare una premessa. Ciò che scrivo è diretto a chi non sa nulla di magia e di esoterismo, quindi alla gente comune. In sostanza, è come se mi rivolgessi a un ipotetico me stesso 5-6 anni fa, quando questi argomenti erano per me sconosciuti, e utilizzerò termini e argomenti comprensibili, a scapito della precisione tecnica, al solo fine di far capire alcuni concetti; concetti in realtà banali, ma che per l’astrusità con cui sono in genere presentati, per il tecnicismo utilizzato dagli addetti ai lavori, unitamente alla disinformazione imperante in materia, sono assolutamente sconosciuti alle masse.
I tecnici e gli esperti storceranno il naso per alcune cose che dirò; in particolare partiremo dalla premessa che esoterismo e magia sono due termini da usare come sinonimi. In linea teorica questo non è corretto, essendo la magia una branca dell’esoterismo, ma per semplificare le cose possiamo utilizzare i due termini come sinonimi; in fondo tutti i ricercatori di esoterismo si interessano anche necessariamente di magia, e tutti i maghi sono anche esoteristi, anche se non è vero il contrario. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Paolo Barnard * Link

 fornero-lingVoi milioni di italiani pestati a mazzate dalla riforma delle pensioni di Elsa Fornero, voi esodati, voi che avete subito, che sempre subite, voi senza voce, e voi giovani che non avete lavoro perché gli anziani sono oggi incatenati a lavorare dalle decisioni di questa lugubre sicaria dell’Economicidio italiano, voi..
Perché vi hanno fatto tutto questo? Cosa vi hanno detto? Vi hanno detto che era nell’interesse del Paese, che risparmiare attraverso i vostri sacrifici era la via dura, ma virtuosa, per ridare speranza all’Italia, che per voi ultra sessantenni significa i vostri figli, vero? Vi hanno detto questo, e voi, che a 17 anni vi riboccaste le maniche per tirarla su quest’Italia che viaggiava in 600 e aveva una sola tv in bianco e nero per condomino, anche questa volta lo farete, stringerete i denti, perché “è per i nostri figli”. Anziani, vi dicono che meno pensione è necessario per lo Stato, per tutti i cittadini, che è necessario Leggi il resto di questo articolo »

Leggo, dissento e pubblico. 

La favola del poliziotto che si unisce ai manifestanti

Di Marco Cedolin * marcocedolin.blogspot.com

Le parole pronunciate ieri da Beppe Grillo, che richiamandosi ai nobili sentimenti esortava i poliziotti a svestire i caschi, abbracciando una protesta che avrebbe dovuto essere anche la loro, hanno fatto prepotentemente breccia nell’immaginario collettivo, portando su questa posizione non solo i cittadini abituati a rimanere a casa, ma anche una cospicua parte di coloro che abitualmente lottano e dalle forze dell’ordine sono abituati a ricevere un po’ di tutto, senza avere mai sperimentato un abbraccio di sorta.
Se da un lato la logica di Grillo e di coloro che sperano accada quanto da lui auspicato non fa una piega, dall’altro non si può evitare di prendere atto del fatto che la stessa finirebbe per andare in cortocircuito non appena venuta a contatto con la realtà.
Le forze dell’ordine non sono certo composte da una marea di mostri abbrutiti e sadici che vivono nell’attesa di poter bastonare cittadini inermi….

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

Suggerisco: Il “Falso Agnello” della dinastia dei BER: il mandatario GREGORIANUS dell’Ordine che lavora per la New Age; Vaticano, urgente governance finanziaria. Ecco l’invito a Ban Ki Moon di elevare il ruolo dell’ONU; Chi è il gran nemico del Papato Cattolico?; UBI MAJOR MINOR CESSAT: il perché della Resilienza Cattolica e dei Borghi di Xenobia; Goldman Sachs – la MAFIA vincente; Terzo Segreto di Fatima, la impostora suor Lucia, la Fine del Mondo; Parusìa sulla (momentanea) chiusura di Pontifex; Anno per anno la Dinastia che comanda il mondo; Un tornado alle soglie dell’alba; L’Anticristo (come rivelato a Maria Valtorta); Nel giorno di Lourdes “il papa degli Illuminati” annuncia proprie dimissioni: missione compiuta
Goldman Sachs - Gesuiti
Voglio lanciare da qui una serie di provocazioni, nel tentativo di smascherare i veri intenti dei gesuiti e comprendere quanto ci possa essere realmente di vero che essi controllino gli eventi mondiali e la scelta dei candidati a comandare sul Mondo. Quale è per esempio la loro complicità con i Governanti, i Papi ed i Servizi Segreti, visto che sin dalla fondazione non ne hanno mai fatto mistero.
Dunque partirei da una considerazione a latere per prendere un pò tutti contropiede: può la Goldman Sachs essere una struttura operativa, di controllo, gestione e partecipazioni dei Gesuiti? Bella domanda vero?
Innanzitutto i nomi: IHS (Iesus Hominem Salva=Gesù Salvatore degli Uomini -emblema “preso a prestito” da San Bernardino da Siena-) e GoldMan SacHS. (Gold Man Sac)= I+HS = l’Uomo d’Oro (Gesù) nel Sacco dei (nuovi) Salvatori degli Uomini. Potrebbe essere possibile? Mi auguro di prendere un abbaglio, perchè questo in sintesi si chiamerebbe in un altro modo: ANTICRISTO.
Se fosse questa la sintesi di Goldman Sachs e dietro ci fossero davvero i Gesuiti, allora si creerebbero scenari assai inquietanti. Perchè?
Proviamo ad immaginare questa situazione. Il Supremo Comandante dei Gesuiti (Preposito Generale) è anche comunemente chiamato Papa Nero. In molta letteratura soprattutto anticlericale, il Papa Nero è considerato per gli enormi poteri di influenza il controllore del Papa o Capo spirituale della Chiesa Cattolica ma anche del Capo degli Eserciti che è il Presidente Americano. Questo perchè controlla a sua volta, con le partecipazioni societarie, finanziarie, bancarie e persino governative (Monti, Draghi, Papademus, ecc.) anche altre strutture organizzative e operative strategiche mondiali.
Di recente l’Ordine dei Gesuiti che possiede tra le più grandi stazioni di osservazione dell’universo ha chiamato il suo telescopio spaziale LUCIFERO.
Chi conosce la storia ufficiale degli Illuminati si ricorderà certamente che il luciferiano Adam Weishaupt (vedi “prima di Rockefeller c’era Rothshild) anche se giudeo di nascita, proveniva proprio dall’ordine gesuita, dalla Compagnia di Gesù. Certo, metti insieme un ebreo cabalista con un gesuita hai fatto un bel cocktail esplosivo.

Leggi il resto di questo articolo »

 Claudio Messora L'Ultima Parola Monia Benini

Uno studio di tre scienziati a Zurigo, pubblicato sul New Scientist, dimostra che il famoso liberismo (neo o post che dir si voglia) non esiste: 147 superbanche controllano ogni cosa, qualsiasi comparto produttivo. Il 60% del reddito mondiale è così generato da 43mila multinazionali in competizione tra di loro solo virtualmente. E dove non c’è competizione, cade anche il principio del libero mercato.

Forse ora si capisce perché continuiamo a dare soldi alle banche di tasca nostra. I mille miliardi delle operazioni LTRO della BCE, pagati con il differenziale tra lo spread elevato (che salderemo noi) e l’1% al cui tasso le banche si sono rifornite di liquidità; il fondo salva-stati (MES) che si è trasformato in un fondo salva-banche; ma anche gli aiuti concessi dalla Troika alla Grecia, che sono finiti nelle tasche del Governo di Atene solo nella misura del 5%, mentre il resto è tornato alle banche. E tutto sulla base di previsioni ripetutamente inconsistenti della Troika sul Pil greco. Per rendervene conto guardate il grafico qui sotto, pubblicato da ZeroHedge, che non è certo un covo di pericolosi Keynesiani.

Troika Previsioni Pil Greco

Di questo ho cercato di parlare, nel poco tempo che restava e un po’ di fretta, ieri sera a L’Ultima Parola.

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE