Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Giancarlo Fornei – tratto da www.cucinanaturale.blogspot.com -

Il limone fa parte della famiglia delle Rutacee, cui appartengono anche arance, mandarini, bergamotti, cedri, pompelmi.
Le varietà principali di limoni sono:

· Il Femminello, tipico della Sicilia, dal frutto di forma oblunga, la polpa succosa e molti semi. Esiste però anche il Femminello apireno, molto pregiato, poiché è quasi privo di semi; dai Femminelli Santa Teresa provengono i migliori verdelli;

· Il Monachello, resiste poco alla conservazione ed è utilizzato, principalmente, per la produzione di verdelli;

· L’Interdonato, dal frutto grosso, ma poco succoso, utilizzato per la produzione del primofiore.

Leggi il resto di questo articolo »

21 gennaio 2012

Fonte: Peacereporter.net/ ASCA

Una nuova manifestazione antigovernativa ha avuto luogo nella notte nella città saudita di Awamiyah, nella provincia orientale di Qatif, a maggioranza sciita. Lo ha riferito l’emittente iraniana Press Tv.

I manifestanti hanno chiesto il rilascio di alcuni prigionieri politici e la fine del regime degli al-Saud nella monarchia del Golfo, che impedisce le riforme politiche e la libertà di espressione. Negli ultimi mesi le proteste nella provincia sciita si sono intensificate.

Leggi il resto di questo articolo »

Esiste qualcosa di più grande e più puro rispetto a ciò che la bocca pronuncia.
Il silenzio illumina l’anima, sussurra ai cuori e li unisce.
Il silenzio ci porta lontano da noi stessi, ci fa veleggiare nel firmamento dello spirito, ci avvicina la cielo;
ci fa sentire che il corpo è nulla più che una prigione, e questo mondo è un luogo d’esilio. Leggi il resto di questo articolo »

E’ importante notare che quando va bene le multinazionali di rapina concedono l’elemosina del 7% di royalties allo Stato italiano  il quale ne concede una frazione alla regione che viene devastata. La Libia di Gheddafi prevedeva il pagamento dell80% delle royalties allo stato libico. Questa è una ulteriore conferma del livello di sovranità e progresso umano raggiunto  in Libia. Una indipendenza, sovranità e  progresso umano che mai la dominata Italia ha avuto modo nemmeno di considerare. E allora che la devastazione continui! ndr

Italia ‘Far West’ delle trivellazioni. Un dossier dal Wwf

Al fine di non fare milioni di regali ai petrolieri, il WWF sostiene la necessità di adeguare la normativa sull'estrazione di idrocarburi. Alla vigilia della manifestazione in Puglia per dire no alle trivellazioni in Adriatico, l'associazione presenta il dossier 'Milioni di regali - Italia: Far West delle trivelle'.

di WWF – 20 Gennaio 2012

trivellazioni
La nostra Penisola e le sue acque sono oggetto di una ricerca sovradimensionata di oro nero o di gas

Milioni di regali – Italia: Far West delle trivelle: è questa la denuncia e il titolo del dossier del WWF Italia che viene reso noto alla vigilia della manifestazione Più verde, meno nero che si svolge sabato 21 gennaio a Monopoli, che oltre a coinvolgere la Puglia, interessa i cittadini e le istituzioni di molte regioni del Meridione, ma non solo.

Il WWF saluta l’importante convergenza di intenti tra le amministrazioni e le comunità locali in difesa oggi del bene comune, costituito dal nostro patrimonio naturale che contribuisce alla ricchezza del Paese, per un futuro sostenibile, che abbia al centro le energie pulite e lo sviluppo eco-compatibile del turismo e della filiera agroalimentare.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: vocidallastrada.com * Link

Cresce l’interesse delle multinazionali finanziarie per i business “poveri”, dalle pensioni agli ammortizzatori sociali. Tutto diventa occasione per privatizzazioni, imposizione di conti correnti e carte di credito (vedi la “flexsecurity”). Bisogna “liberalizzare”, ma le assicurazioni diventano obbligatorie su tutto: oltre alle casalinghe, ora anche i professionisti devono essere assicurati e gli automobilisti, invece che un tagliando, dovranno avere un microchip.
Comidad
L’assalto del lobbying bancario ai business poveri ha determinato che ora si trovi nel mirino anche la categoria dei tassisti. La “liberalizzazione” dei taxi è già avvenuta da anni negli Stati Uniti, dove i tassisti sono ormai quasi tutti degli immigrati. Lavoratori indiani, pakistani o slavi sono stati costretti nel proprio Paese ad indebitarsi con qualche agenzia finanziaria, per essere poi indotti ad emigrare in modo da riuscire a pagare almeno gli interessi sul proprio debito. L’emigrazione non è una scelta, ma una conseguenza dell’indebitamento personale; e se la “corporazione” dei tassisti non si toglie di mezzo, le agenzie finanziarie non avranno modo di farsi ripagare i debiti. Va da sé che le agenzie finanziarie fanno quasi tutte parte di sottogruppi di grandi banche internazionali.[1] Leggi il resto di questo articolo »

“Il mio gatto se lo domanda almeno una volta il giorno, e così la rondine che ha fatto il suo nido sotto la grondaia della mia casa – la vite canadese, avvinghiata al muro del mio splendido terrazzo, se lo domanda spesso; il gelsomino calabrese, una volta, ho sentito che lo chiedeva ad una ape. L’ape gli rispose che era troppo occupata, per perdersi in congetture di questo tipo. Quella notte sul mare, il vento lo domandò alla luna e la luna sorrise. La trota lo chiese al fiume, e il fiume borbottò. Il filo d’erba pose la stessa domanda a Dio, e Dio cadde dalle nuvole.
A volte, quando tutto tace, e quiete e oscurità avvolgono tutte le cose, e nessun pensiero contamina il silenzio della tua anima, a volte, se tendi l’orecchio al cielo, puoi ascoltare l’universo e il suo interrogativo:” Chi siamo, dove andiamo?” Noi, siamo la domanda che ci poniamo e la risposta che non abbiamo: per questo siamo” J.T.

Leggi il resto di questo articolo »

Clicca sull'immagine per vedere il video

Cari LETTORI di SL,
questa è la IIa COLLANA della CONOSCENZA che faccio postare, a differenza della prima che è un video “animato” essa è una serie di splendide immagini che ci fanno riflettere su alcuni importanti aspetti del nostro vivere; ad esempio la grande bellezza e l’ alto numero di INQUILINI che “popolano” assieme a NOI lo splendido pianeta “azzurro” la TERRA, pensate che ciò che vediamo in questa serie di meravigliose foto è SOLO una piccolissima parte dell’ incredibile numero di milioni e milioni di SPECIE del MONDO “vegetale” e “animale” e PERCHE’ no anche di quello “minerale” !!!

Buona visione quindi, a TUTTI un profondo e sentito NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

SDEI

E’ in corso una raccolta fondi per realizzare un summit di economia (MMT) Il promotore è Paolo Barnard.

In questo sito abbiamo dibattuto selle scelte di Paolo Barnard e la MMT. Credo tuttavia che la sua iniziativa meriti di essere sostenuta. La sua teoria sarà valutata e giudicata proprio  in seguito al summit stesso.  L’incontro può essere un contributo importante all’eterno dilemma sulla proprietà della moneta e sul signoraggio. Il summit si farà il 24 25 26 febbraio in sede da decidere. Chi può donare vada nel sito di Paolo Barnard o si metta in contatto con lui http://paolobarnard.info/                        Segue articolo e sotto, avviso tratto dal sito di PB.

COSTRUIRE UN’ECONOMIA SALVA VITE, SALVA NAZIONE, SALVA DEMOCRAZIA.

Gli economisti della Modern Money Theory in Italia per formare il primo gruppo di attivisti della MMT contro lo scempio del Colpo di Stato Finanziario.

Sono Paolo Barnard. Ho deciso che è assolutamente vitale chiamare in Italia il gruppo fondatore della Modern Money Theory (MMT) per un summit di due giorni dedicato a chiunque sia intenzionato a divulgare la MMT come politica economica nazionale salva vite, salva nazione e salva democrazia. Leggi il resto di questo articolo »

Seguono articoli di Dario Lo Scalzo de IlCambiamento e di Debora Billi.

Strade bloccate, supermercati vuoti, scorte di benzina terminate. La protesta portata avanti in Sicilia dal Movimento dei Forconi comincia a delinearsi come previsto. Dopo la terza giornata di mobilitazione aumenta il coinvolgimento dei siciliani e parte l’effetto-domino in Calabria.

I Forconi siciliani – l’emblema di un mondo che cambia

Articolo di Marco Cedolin

Non so quanta “fortuna” avrà la protesta dei Forconi che sta paralizzando la Sicilia, così come non conosco le prospettive di una movimentazione che sembra manifestarsi (per la prima volta in Italia) realmente trasversale, abiurando i partiti e tentando di mettere nel cassetto le divisioni settarie fra “rossi e neri” che da sempre minano alla radice qualsiasi battaglia in questo disgraziato paese, conducendola ogni volta sul binario morto della diffidenza e dei distinguo.

Ma la protesta dei Forconi mi piace, non solamente perché da l’impressione di un movimento di popolo che si ritrova nella difesa del proprio futuro e sputa in faccia alle differenze, ma anche perché rompe profondamente con un passato fatto di manifestazioni in piazza con le varie bandierine di partito… Leggi il resto di questo articolo »

La più bella e armoniosa fra le canzoni di Francesco De Gregori?

Immagine anteprima YouTube,

Confesso che sono un po’ prevenuto nei confronti dei falconieri, perché non credo che qualcosa di buono possa uscire da chi si diverte a vedere le vittime fatte a pezzi dai carnefici, anche se si tratta di una legge di natura.

Il falconiere Onofrio Carruba Toscano, chiamato ad interpretare il ruolo di portavoce del Movimento dei Forconi, può ben insistere a ripetere che la protesta non ha matrice né di Sinistra, né tanto meno di Destra, perché non è questo il punto fondamentale. Abbiamo già capito da un pezzo che la falsa contrapposizione tra comunisti e capitalisti è stata inventata per dividere la popolazione, affinché ci si scannasse a vicenda e si lasciasse lavorare in pace chi mira a fregarci tutti quanti. Quindi che Forza d’Urto sia un’emanazione di Forza Nuova o sia un movimento indipendente non è significativo. Bisogna andare oltre e ragionare secondo altri schemi.

Leggi il resto di questo articolo »

Segue articolo sulle  proteste di ieri.

Romania: colpo di Stato “tecnico” in vista?

Romania :::: Luca Bistolfi :::: 16 gennaio, 2012 * Link

È il quarto giorno di proteste in Romania. Senza pressoché soluzione di continuità, duemila romeni stanno protestando maniera forte e veemente contro il presidente della Repubblica Traian Basescu e contro il capo del governo Emil Boc. Uomini, donne, vecchi, giovani e studenti sono in piazza esasperati dalla gravissima situazione economica in cui versa, ormai da diversi mesi, il Paese carpatico-danubiano. Nella sera di domenica 15 gennaio, sino ad ora il giorno più incandescente, vi sono stati scontri tra polizia e manifestanti, che hanno lasciato sul terreno decine feriti, taluni anche gravi. Molti anche gli arresti. Ferito anche un giornalista di Antena 3, televisione non certo vicina all’attuale presidenza. Le violenze da parte di alcuni manifestanti (lancio di pietre e bombe incendiarie sulle forze dell’ordine) sono minoritarie, diremmo numericamente risibili rispetto a una massa per la più parte pacifica. Intanto il ministro dell’Interno Traian Igas nella serata del 15 gennaio ha convocato la cellula di emergenza. Leggi il resto di questo articolo »

Dalla Francia ( http://www.audit-citoyen.org/ ) proviene un appello per creare una commissione di audit del debito pubblico in grado di visionare come è fatto quel debito, come è stato contratto a favore di chi e di quali interessi. Noi vogliamo fare nostra questa proposta per rivedere in profondità l’entità del debito pubblico italiano accumulato nel tempo per favorire rendite, profitti, interessi di casta e di una ristretta elite e non certo per favorire le spese sociali, l’istruzione, la cultura, il lavoro. Una proposta che serve per impostare un’altra politica economica, del tutto alternativa a quella avanzata in questi anni dai vari governi che si sono succeduti e improntata alla redistribuzione della ricchezza, alla valorizzazione dei beni comuni, del lavoro, del welfare, dell’ambiente contro gli interessi del profitto e della speculazione finanziaria. Una politica economica per il 99% contro l’1% del pianeta.

APPELLO PER UN AUDIT DEI CITTADINI SUL DEBITO PUBBLICO
Scuole, ospedali, alloggi d’urgenza…Pensioni, disoccupazione, cultura, ambiente…viviamo quotidianamente l’austerità finanziaria e il peggio deve venire. “Noi viviamo al di sopra dei nostri mezzi”, questo è il ritornello che ci viene ripetuto dai grandi media. Ora “occorre rimborsare il debito” ci si ripete mattina e sera. “Non abbiamo scelte, occorre rassicurare i mercati finanziari, salvare la buona reputazione, la tripla A”.

Leggi il resto di questo articolo »

http://www.youtube.com/watch?v=epcfafpSxZo&feature=player_embedded#!

(Lucis trust è l’ex Lucifer trust, associazione, massonico  satanista. ndr)

 The Intel Hub – 15 Gennaio 2012
Il giorno in cui si celebra in tutte le diocesi e parrocchie italiane la 98ma Giornata Mondiale delle Migrazioni sul tema Migrazioni e nuova evangelizzazione, voluta da Pio X nel 1914, pubblichiamo questa traduzione, anche in vista della prossima Giornata per lapprofondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei (17 gennaio) sul tema “Dio allora pronunciò tutte queste parole: Non uccidere” (Esodo 20,1.12). Il rabbino Di Segni ha appena dichiarato che alcuni ostacoli potrebbero frapporsi nel dialogo costruttivo tra Chiesa e giudaismo (il riferimento era esplicito e rivolto a temi quali Fraternità Sacerdotale San Pio X e betificazioni “non accettabili”) e che un cambiamento sarebbe significativo in merito. Bene: inizino loro.

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE