Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
 18:57 12 SET 2011 (AGI) Mosca – La Russia resta il primo paladino della Siria. Il presidente Dmitry Medvedev, durante l’incontro con David Cameron a Mosca, ha ribadito il suo appoggio al regime di Bashar Assad e ha avvertito il premier britannico dei rischi legati all’approvazione di nuove sanzioni all’Onu contro Damasco .

SIRIA: ATTIVISTI, DOMANI ‘GIORNO DELLA RABBIA’ CONTRO RUSSIA

18:41 12 SET 2011  (AGI) Damasco – Gli attivisti siriani hanno indetto per domani una “giornata della rabbia” contro la Russia, giudicata troppo morbida con il regime di Bashar al-Assad. “Non sostenete gli assassini. Non uccidete i siriani con le vostre prese di posizione”, si legge sulla pagina Facebook dedicata alla ‘Rivoluzione siriana’. “Vogliamo esprimere la nostra rabbia verso la Russia e il suo governo”, hanno spiegato gli attivisti, annunciando 24 ore di manifestazioni in tutto il Paese.

Immagine anteprima YouTube

Fonte: http://libya360.wordpress.com/2011/09/10/nato-using-chemical-weapons-in-bani-walid/

10 settembre 2011
I residenti di Bani Walid hanno testimoniato che la NATO sta impiegando armi chimiche nella loro città, alcuni testimoni hanno dichiarato che sono stati utilizzati gas mostarda (da una stazione televisiva satellitare di Al Rai). La Nato è nota per l’impiego di armi chimiche, e relazioni precedenti hanno concluso che la NATO  aveva impiegato armi chimiche DU e NDU all’inizio delle operazioni terroristiche.

Queste relazioni non possono essere confermate perché i giornalisti non hanno l’autorizzazione di entrare nella città: vi è un completo black out delle informazioni. La NATO sta tentando di controllare il flusso di informazioni, per creare false percezioni e realtà basate solo su una propaganda parziale. Molti argomentano che sia tentato dalla NATO un genocidio lento in Libia, sia che l’intenzione della NATO sia il genocidio o semplicemente l’ottenimento di uno stato clientelare, solo il tempo dirà.

Immagine anteprima YouTube

Alberto B. MariantoniFonte : http://www.socialismonazionale.it/Il pesante e sproporzionato intervento armato della NATO contro la Libia (una delle tante guerre per la “pace”…) che, da più di 6 mesi, sta mettendo a ferro ed a fuoco quel Paese, distruggendo la quasi totalità delle sue infrastrutture e martirizzando gran parte della sua popolazione, non ha niente a che fare o a che vedere con i termini della “Risoluzione 1973” del Consiglio di Sicurezza dell’ONU (No Fly Zone, per la difesa dei civili disarmati) del 17 Marzo 2011.Questo, ormai, lo sanno anche i bambini delle scuole elementari. I quali, oltretutto, sono ugualmente a conoscenza dei reali motivi che sono all’origine di quel conflitto. Vale a dire, l’immenso e lucroso business mancato della Francia di Sarkozy con la Grande Giamahiriya Araba, Libica, Popolare e Socialista del Colonnello Muammar Gheddafi. Un “affaruccio” che – secondo la maggior parte degli esperti – prevedeva la vendita al “negro” di turno, da parte di Parigi, di diverse centrali atomiche civili (destinate a fornire energia elettrica, per alimentare impianti per la desalinizzazione dell’acqua), di 14 caccia Rafale della Dassault Aviation (che la Francia, oltre alle sue FF.AA. non è riuscita, fino ad ora, a vendere a nessun altro Paese!), di 35 elicotteri da combattimento (Eurocopter EC725 Caracal) e di ben 21 aerei di linea Airbus (quattro A-350, quattro A-330 e sette A-320, per la Lybian Airlines, e sei A-350 per l’Afriqiyah Airlines), per diverse decine di miliardi di euro.E siccome il Colonnello di Tripoli, dopo la firma degli accordi preliminari di Parigi (2007), non aveva voluto, per le ragioni che sono sue, ratificare quei contratti, ecco che il medesimo Colonnello – che all’inizio degli anni 2000 era addirittura ridiventato frequentabile (vedere per credere: http://multimedia.lastampa.it/multimedia/nel-mondo/lstp/74497/) – ha incominciato ad essere additato al mondo come il mostro sanguinario che bisognava abbattere ad ogni costo e con tutti i mezzi. Leggi il resto di questo articolo »

Dopo la sbornia dell’undici settembre, consolidato il pregiudizio che un miliardo di musulmani odia un miliardo di cristiani, con gli altri cinque che stanno a guardare, tifando per gli uni o per gli altri, tutto è rimasto come prima. I rapporti di forza dominano ancora, meglio che mai, le relazioni tra i singoli e gli Stati.

Homo sapienthomini lupus continua a ululare e sbranare, a destra e a manca, sopra e sotto, in alto e in basso, davanti e dietro.

Il gioco al massacro non ha mutato ritmo e a quello classico tra preda e predatore, fatto di sangue e ruoli precisi, se n’è aggiunto un altro d’ultima generazione: gettare fango e sospetti su tutti e tutto. Non ci si può fidare di nessuno, giacché dietro ogni Lino Bottaro, dietro ogni Massimo Mazzucco, si potrebbe nascondere un debunker pagato sottobanco dal CICAP.

Se internet ha reso possibile la fruizione critica delle notizie, ha anche dato la stura alle maldicenze, ai veleni e alle malattie mentali. Cosicché, se prima c’erano i buoni e i cattivi, adesso sono tutti cattivi. Anche Gandhi, Emergency, Amnesty International e l’ecologismo sono finiti su libro paga dei massoni Illuminati: a chi toccherà la prossima volta? Quasi quasi era meglio se sceglievo la pillola blu [1]!

Leggi il resto di questo articolo »

pubblicata da Claudio Rossini il giorno lunedì 12 settembre 2011 alle ore 10.49

 Studio Legale Tributario Sances

www.studiolegalesances.it 

 CARTELLE ESATTORIALI INVIATE PER POSTA: SONO INESISTENTI

 Ennesima pronuncia dei giudici tributari di Lecce in merito alla “giuridica inesistenza” delle cartelle esattoriali spedite semplicemente per posta da Equitalia.

Infatti, una recentissima sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Lecce (Sent. CTP di Lecce n.197/05/11 liberamente visibile su www.studiolegalesances.it – Sez. Documenti), si allinea ad altre precedenti pronunce emesse sempre dalla stessa Commissione di Lecce (si veda sempre sul sito la sent. CTP di Lecce n.909/05/09 e la sent. CTP di Lecce n.436/02/10) o da altre Commissioni italiane (ad esempio la Sent. CTR di Milano n.61/22/10) secondo le quali risulta addirittura “inesistente” la notifica della cartella inviata a mezzo posta direttamente dai dipendenti di Equitalia e senza l’ausilio dei soggetti puntualmente individuati dalla legge (art.26, comma 1, DPR n.602/73), ossia:

1) gli Ufficiali della riscossione;

2) gli Agenti della Polizia Municipale;

3) i Messi Comunali, previa convenzione tra Comune e Concessionario;

4) altri soggetti abilitati dal Concessionario nelle forme previste dalla legge.

La Commissione Tributaria di Lecce, infatti, ha già chiarito in precedenti occasioni che la notifica degli atti ad opera del concessionario della riscossione non può essere simile a quella dell’Agenzia delle Entrate, dove invece è ammesso l’invio “diretto” (ossia senza intermediari) dei propri atti per posta. Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube

di Edoardo Capuano – fonte: http://www.ecplanet.com/node/2672

PsicofarmaciSempre più orientati verso l’individualismo e il narcisismo. Così appaiono gli italiani allo specchio dell’indagine del Censis dal titolo “La crescente sregolazione delle pulsioni”. In questo vuoto di fondo percepito, aumenta l’uso di psicofarmaci: dal 2001 al 2009 le dosi giornaliere sono raddoppiate, passando da 16,2 a 34,7 per 1000 abitanti. Un incremento pari al 114,2%. Leggi il resto di questo articolo »

 

fonte: www.peacereporter.net

Il primo ottobre prossimo, cortei sfileranno nelle capitali europee per dire basta alle discriminazioni razziali contro i Rom

Dopo quello gay, arriva il Rom Pride. Una mobilitazione a livello europeo lanciata dalla European Grassroots Antiracist Movement (Egam), gruppo nato nel 2010 da Sos Racisme Francia che raccoglie la società civile antirazzista di quaranta Paesi europei, per denunciare le discriminazioni razziali di cui sono vittime i Rom, gli zigani e i gitani di tutta Europa. Leggi il resto di questo articolo »

http://ilcorrosivo.blogspot.com/2011/05/cosa-serve-il-tav.html

Marco Cedolin

Fin dal momento della sua nascita il progetto TAV fu propagandato all’opinione pubblica attraverso l’uso sistematico della menzogna. Nei proclami di coloro che nel 1991 la presentarono alla stampa, l’infrastruttura avrebbe dovuto essere finanziata per il 60% da capitale privato, sarebbe statadestinata ad ospitare esclusivamente treni passeggeri e avrebbe comportato un costo di 26.180 miliardi di lire.
In realtà gli investitori privati non esistevano affatto, come emerse pubblicamente alcuni anni più tardi, i potenziali passeggeri sarebbero stati pochissimi, per cui nel corso del tempo la destinazione d’uso fu allargata al trasporto delle merci ed il costo dell’opera lievitò in maniera esponenziale fino a raggiungere nelle stime più attendibili la stratosferica cifra di 90 miliardi di euro.
Per giustificare l’utilità e la necessità dell’opera sono state accampate nel corso degli anni le ragioni più disparate, destinate a venire regolarmente smentite dalla realtà oggettiva dei fatti e dal giudizio degli esperti che si esprimevano riguardo al loro campo di competenza. Questo poiché in realtà il progetto TAV non interpreta nessuna delle esigenze connaturate alla movimentazione di merci e persone presenti nel nostro paese.
La prima motivazione a sostegno dell’alta velocità ferroviaria è stata quella di potere offrire ai viaggiatori italiani la possibilità di spostarsi in maniera più rapida…..

Leggi il resto di questo articolo »

http://www.ecplanet.com/node/2637

Dopo anni di boicottaggio è arrivato finalmente il via libera per questa pianta dal potere dolcificante straordinario e tutto naturale. Il Comitato permanente della Commissione Europea ha recentemente approvato il regolamento che consentirà di utilizzare gli estratti di Stevia Rebaudiana come dolcificante. E’ attesa per questo autunno l’autorizzazione definitiva.

BREVI CENNI SULLA STEVIA

Dalla pianta di Stevia Rebaudiana Bertoni è possibile estrarre un estratto che dolcifica fino a 400 volte più dello zucchero. Il grande valore di questo estratto è che la Stevia affianca l’elevato potere dolcificante all’assenza di calorie e glucosio, fattore questo di estremo interesse per la cura e la prevenzione del diabete mellito. La Stevia infatti, al contrario di qualsiasi altro dolcificante, promuove la secrezione di insulina portando a una riduzione di glucosio nel sangue. Leggi il resto di questo articolo »

fonte: peacereporter.net
A Francoforte si apre il conflitto interno sull’acquisto dei titoli di Stato dei Paesi in difficoltà

 “Falchi” contro “colombe”: nella Bce si apre una frattura sul tema caldo dell’acquisto di titoli di Stato. Secondo la prima scuola di pensiero, per ora in minoranza, comprare azioni di Paesi in difficoltà favorirebbe chi infrange gli standard economici proposti a livello comunitario. Le “colombe” rispondono che l’intransigenza rischia di portare al tracollo l’Unione.

Il primo a rimetterci in questo scontro, secondo indiscrezioni diffuse dai media tedeschi, è stato il leader dei “falchi”, Juergen Stark, membro tedesco del comitato esecutivo dell’istituto, nonché capoeconomista. Spark aveva votato contro l’acquisto dei decennali italiani e spagnoli da parte della Bce, insieme al presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, e altri due presidenti di banche centrali, presumibilmente del Nord Europa. La Banca centrale per placare le polemiche ha diffuso un comunicato in cui spiega che Spark lascia per “motivi personali”. Il canale tedesco N-Tv sostiene che a prendere il posto del consigliere dimissionario sarà Joerg Asmussen, vice ministro delle Finanze in Germania.
Leggi il resto di questo articolo »


Edoardo Capuano - http://www.ecplanet.com/  07 settembre 2011

MalatoAumenta il numero dei malati di cancro in tutto il mondo. Negli ultimi dieci anni, le vittime di questa patologia sono cresciute del 20 per cento e attualmente sono 12 milioni all’anno le persone che sviluppano il cancro.

A lanciare l’allarme è il World Cancer Research Fund (Wcrf), che precisa che circa un quarto di questi casi è “evitabile”. I dati sono stati rilasciati durante un meeting delle Nazioni Unite in cui si è discusso della situazione di diverse malattie non infettive fra cui il cancro. Secondo il Wcrf, almeno 2,8 milioni di nuovi casi di cancro ogni anno sono collegati a dieta, esercizio fisico e obesità.

Secondo gli scienziati, nonostante il quadro già fosco, le cifre sono destinate addirittura a salire drammaticamente nel corso del prossimo decennio. “Man mano che i paesi diventano più industrializzati, crescono come centri urbani, diventano più vulnerabili alle malattie ‘occidentali’.

Non solo il cancro, ma anche malattie coronariche, polmonari, diabete, obesità, ha spiegato Martine Wiseman, del Wcrf. Inoltre, gli esperti sottolineano che questo incremento è dovuto anche all’aumento della lunghezza dell vita, oltre che agli stili di vita adottati.

Fonte: salute.agi.it ec-planet

Che dire di fronte a questi dati ed al codazzo di scemenze o credenze che si portano appresso. Leggi il resto di questo articolo »


 Edoardo Capuano ECplanet – Posted on 10 settembre 2011


QUESTO ARTICOLO FU PUBBLICANO L’11 SETTEMBRE 2009. OSSERVANDO L’ATTUALE SITUAZIONE MONDIALE PENSIAMO CHE SIA ANCORA MOLTO ATTUALE. CI SONO STATI DEI MUTAMENTI: GHEDDAFI LO HANNO ELIMINATO PER DEPREDARE LA LIBIA. NON POTEVANO FARE A MENO VISTA LA DEVASTANTE CRISI ECONOMICA.

Chi sono stati i veri terroristi? I terroristi o coloro che hanno accusato altre persone di essere dei terroristi?

Chi ha tratto dei vantaggi dall’11 settembre?. Solo poche persone! Le persone che hanno eroso sistematicamente, a piccoli passi, le libertà fondamentali dell’umanità. Le stesse persone che oggi hanno come obiettivo la riduzione della popolazione mondiale, la centralizzazione della finanza, quattro superstati guidati da un governo mondiale (l’Unione europea è stato il primo, poi è nata l’Unione Americana che entro il 2025 congloberà tutte le nazioni del continente americano, si sono messi recentemente d’accordo per l’Unione Africana il cui presidente è guarda caso Muammar Gheddafi, sta prendendo forma l’Unione Pacifica che comprenderà l’Asia e l’Oceania), i microchip impiantati nel corpo delle persone, ecc. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE