Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
Ripubblichiamo su richiesta
Ultimo avvertimento prima dello shock dell’Autunno del 2011, quando 15.000 miliardi di Dollari di attività finanziarie andranno in fumo
Il 15 Dicembre del 2010, nel GEAB N.50, LEAP/E2020 ha anticipato l’esplosione del debito pubblico Occidentale (1) per la seconda metà del 2011. Abbiamo poi descritto un processo che avrebbe avuto inizio con la crisi europea del debito pubblico, e che avrebbe poi appiccato il fuoco al cuore del sistema finanziario globale, ovvero al debito federale degli Stati Uniti (2). Ed è proprio a questo punto che noi ci troviamo, all’inizio della seconda metà del 2011, con un’economia globale allo sbando più completo (3), un sistema monetario globale sempre più instabile (4) ed i centri finanziari in una situazione disperata (5), e tutto questo nonostante le migliaia di miliardi di denaro pubblico che sono state investite per evitare proprio questo tipo di situazione. L’insolvenza del sistema finanziario globale, ed innanzitutto del sistema finanziario occidentale, torna di nuovo in primo piano, dopo poco più di un anno di cosmesi politica, volta a seppellire questo fondamentale problema sotto montagne di denaro.

La Forza della Comunità. Come Cuba è sopravvissuta alla crisi energetica.

“La soluzione non è la tecnologia, sono i rapporti umani”. Bruno Enriquez ha detto: “Il mondo non ha bisogno di più energia, ma di più amore, più solidarietà, più amicizia”…

di Andrea Bizzochi   http://www.ilconsapevole.it/articolo.php?id=9101&pag2=1

Nel 1991, in seguito al crollo dell’ex Unione Sovietica, Cuba si ritrovò dall’oggi al domani con forniture di petrolio ridotte al minimo. Questo fatto comportò un tracollo devastante per l’economia cubana. La paralisi colpì il settore agroindustriale, l’industria ed i trasporti. Il Pil scese del 34%. L’apporto calorico nella dieta passò da 2908 a 1863, quello proteico diminuì nella misura del 40%. I cubani persero mediamente dieci chilogrammi a testa.
Cuba è stato il primo paese al mondo a vivere la sfida che ogni paese dovrà affrontare: la crisi del picco petrolifero.

Leggi il resto di questo articolo »

Che sfiga essere occupati da una nazione intellettualmente contenuta, in miseria e che non usa il bidet  (ndr).

settembre  2011 di byebyeunclesam

Con milioni di americani costretti a fare i conti con una crisi economica tutt’altro che superata e una disoccupazione dilagante, i livelli di povertà negli Stati Uniti continuano a far segnare numeri da primato. A confermarlo è stata martedì la pubblicazione di un agghiacciante rapporto dell’Ufficio del Censo USA che ha fissato alla cifra record di 46,2 milioni il numero di persone al di sotto della soglia povertà nella prima potenza economica del pianeta.
I dati resi noti dall’Ufficio delle Statistiche d’oltreoceano si riferiscono al 2010 e fotografano un quadro allarmante, con povertà in aumento, redditi in discesa e un’impennata nel numero di cittadini sprovvisti di copertura sanitaria. Nel complesso, le condizioni di vita degli americani sono peggiorate nel recente passato, nonostante la ricerca faccia riferimento ad un periodo abbondantemente successivo alla fine ufficiale della recessione negli Stati Uniti (giugno 2009). Leggi il resto di questo articolo »

Bombe in Irak, Norvegia, Russia, Pakistan, India, Sri Lanca, Iran, Afghanistan, Somalia, ed ora in Turchia e altre nazioni. Tutti questi attentati mirano ad incrinare e sovvertire il legittimo potere costituito. Perchè?  In Italia la strategia della tensione è stata opera dei servizi segreti italiani deviati; i terroristi di destra andavano ad allenarsi a Tel Haviv ed erano coadiuvati dalla Cia. Insieme hanno alimentato gli opposti estremismi degli utili idioti. Ancora oggi gli italiani non sanno nulla o non vogliono sapere.

E nel resto del mondo chi ha interesse a destabilizzare i martoriati paesi sopra elencati?
Ai lettori le considerazioni finali.

LB

TURCHIA: ATTENTATO TERRORISTA AD ANKARA, 3 MORTI E 15 FERITI
(ASCA-AFP) – Ankara, 20 set – La violentissima esplosione che ha scosso Ankara ha provocato tre vittime. Lo ha dichiarato alla stampa il ministro dell’interno turco Idris Naim Sahin parlando anche di ”quindici feriti, di cui cinque gravi”.
La deflagrazione, inoltre, e’ stata causata da una bomba, come hanno confermato fonti governative. ”Una vettura ha preso fuoco, secondo informazioni c’era una bomba all’interno”, ha dichiarato il vicepremier turco Bulent Arinc. Leggi il resto di questo articolo »

S&P sfiducia l’Italia, Berlusconi: valutazioni politiche

Aumenta la pressione sull'euroL’Agenzia Usa Standard & Poor’s ha declassato a sorpresa il rating sul debito italiano portandolo ad “A” dal precedente “A+” e confermando un “Outlook negativo”. Borse europee negative in avvio…

Seguo da tempo l’evolversi dei segnali di attacco alla sovranità della nostra nazione. Oggi credo che stiano convergendo a tenaglia una serie di eventi tali da farmi pensare che l’assedio si stia stringendo ulteriormente. Stanno insaponando il cappio che ci daranno da infilarci a mò di cravatta…
Quello che segue, credo sia quello che ci stanno preparando, starà adesso a noi svegliarci prima che sia troppo tardi.
Preparazione del cappio: delegittimazione e disinformazione.
Ha iniziato La Repubblica, il giornale di De Benedetti, vicino ai poteri forti inglesi, a parlare di una uscita dell’Italia dall’Euro e la concreta possibiltà di default,  argomentandone pedissequamente l’iter. (Più che articoli mi sembravano istruzioni per l’uso, quasi un autocompiacimento). Leggi il resto di questo articolo »

Corea del sud batte Stati Uniti uno a zero! Ovvero, come essere più realisti del re. La colonia anticipa la madrepatria, ma siccome non si può far fare brutta figura alla madre patria, ecco che interviene la stampa a rimettere le cose a posto, anche se di mezzo ci sono quattro anni. O forse proprio per quello. Il giornalista Mario Pappagallo (mai nome fu più appropriato) ha fatto affidamento sul fatto che in quattro anni la gente ha bell’e dimenticato (o anch’egli ha bell’e dimenticato) che la Corea del sud già nel 2007 aveva creato i gatti fluorescenti [1]. Ma Pappagallo ci prova lo stesso:

 

http://www.corriere.it/salute/11_settembre_11/gattini-fluo-anti-Aids-pappagallo_639054dc-dca8-11e0-a4d3-b67952ef5c68.shtml

 

Così, anche se l’università di Gyeongsang ha battuto sul tempo quella di Rochester e il professor Kong Il-Keun è stato più veloce di Eric Poeschla, noi occidentali veniamo a sapere che il primato degli Stati Uniti, su tutti i fronti e in tutte le umane attività, resta inalterato.

Leggi il resto di questo articolo »

Questa è la politica europea di esportazione della democrazia e dei diritti umani- ndr

LIBIA: AMNESTY, DA PAESI UE NESSUN AIUTO A RIFUGIATI. E’ UNA VERGOGNA

(ASCA) – Roma, 20 set – ”I paesi europei sono vergognosamente venuti meno al dovere di aiutare migliaia di rifugiati, per lo piu’ africani, abbandonati nei pressi dei confini libici”. E’ quanto ha denunciato Amnesty International in un documento in cui critica duramente i governi dell’Unione europea per ”non aver offerto il reinsediamento a circa 5000 rifugiati che versano in condizioni drammatiche lungo il confine libico-egiziano e libico-tunisino e che andrebbero incontro alla persecuzione o alla guerra se rinviati nei paesi di origine”. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: LuogoComune.net

Questo video di James Corbett, autore del “Corbett Report”, ha totalizzato più di mezzo milione di visioni su Youtube negli ultimi 5 giorni.

Intitolato “11 settembre: una teoria del complotto” porta come sottotitolo “Tutto quello che dovete sapere sulla teoria del complotto dell’11 settembre in meno di 5 minuti”.

Ho provato a doppiarlo per chi non sa l’inglese (sottotitolarlo era impossibile), ma consiglio di vedere anche la versione originale qui. Il suo umorismo è difficile da duplicare.

Immagine anteprima YouTube

Il fronte pedofilo non si nasconde più, non è un bel segno… ndr

Fonte:

A sinistra una delle foto della rivista Vogue di agosto. Il giornale è stato criticato per le forti allusioni sessuali ritratte negli scatti di questa giovane modella di 10 anni.

“Da qui non si scappa: verrà il giorno in cui i vostri bambini saranno ‘liberi’ sessualmente. Se proverete ad obiettare, vi verranno portati via, ci vorrà del tempo, ma sarà così…”

La battaglia per i ‘diritti sessuali’ dei minorenni ha avuto inizio. Dal punto di vista degli Illuminati, i giovani stanno per essere ‘liberati’.

Alcuni lettori hanno espresso incredulità sul fatto che la ‘sessualizzazione infantile’ avrebbe mai avuto luogo. Questi lettori non riescono ancora a percepire come si muovono gli Illuminati: 1)iniziare con poco mantenendo e incrementando, con pazienza, la crescita; 2)formare legami profondi tra diversi centri nevralgici (ad esempio, i cambiamenti nel mondo delle arti e della musica devono rispecchiare le sottili pressioni esercitate a livello di scuola elementare, di televisione, di cinema, di radio e di riviste); aiutando così a costruire progressivamente crisi ben calcolate. Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube

“L’occidente è il grande cancro e, le sue metastasi, hanno avvolto tutto il pianeta, come una carta luccicante ingloba dentro di se, un uovo pasquale.
Questo processo lo hanno chiamato globalizzazione, e la chemio/tecnologia ci sotterrerà”.

Il concetto di “globalizzazione” è il pensiero perverso di una mente malata.
Il termine globale, che sembra alludere ad una circostanza sinistra, e ricorda molto le cause relative alla scomparsa dei dinosauri sulla terra, mi procura un senso di orrore e di impotenza. È quanto meno utopico, ma direi del tutto infantile se non demenziale, immaginare una pace globale, un benessere globale, un destino globale. È come il giorno senza la notte, il pieno senza il vuoto, l’essere senza la morte.
È più verosimile interpretare il termine, globale, con riferimento ad una guerra (prima e seconda guerra mondiale), a una pandemia, al diluvio biblico, all’estinzione di una specie animale o vegetale, alla fame, ad un evento naturale. Questo, è così vero, e tutti ne sono testimoni oculari, che la globalizzazione (o omologazione), ci sta portando verso l’estrema unzione morale, spirituale e materiale.


Globali, diversamente, sono gli interessi di pochi, a scapito di tutti gli altri e, i pochi, sono sempre meno (ma più potenti e ben armati), e gli altri, la quasi totalità, più poveri e senza futuro. Sono questi signori che, sulla pelle dell’umanità, hanno costruito il loro potere sanguinario! Come non rendersene conto? Ecco, il vero significato etimologico che, oggi, possiamo addurre all’aggettivo, globale. Leggi il resto di questo articolo »

http://sitoaurora.splinder.com/

I Ricuccinazzi, ovvero, gli inviati italiani in Libia, che rivestiti di una patita di pseudo-critica ai bombardamenti NATO, in realtà esaltano la ‘geometrica potenza delle bombe NATO’.
L’atteggiamento è dettato forse da acredine verso le autorità della Jamahiriya libica, di cui si sentivano ‘Segregati nell’hotel Rixos, non protetti, minacciati più volte, arrestati, picchiati e, perfino, ‘torturati psicologicamente’; ma soprattutto ‘trattati come spie’… e qui viene spontaneo pronunciarsi: Bingo!
I Ricuccinazzi premettono sempre, prima di scaricare il loro liquame disinformativo, che: “Diciamo sempre la verità…, anche quando è scomoda, cerchiamo di non fare propaganda per combattere propaganda”. E qui viene da pensare, excusatio petita, accusatio manifesta...  Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube
Riceviamo  e pubblichiamo
Immagine anteprima YouTube
Update. -Sabato 17 Settembre 2011 ore 19,00
Traduzione dal filmato
.. e la NATO appoggia la battaglia via terra che i ribelli avevano iniziato, gli stessi canali informativi della NATO ammettono che i Ratti hanno subito gravi perdite durante l’assalto a Sirte e Bani Walid, adesso viene fuori che non solo a Sirte e Bani Walid  ci sono stati combattimenti,il portavoce del governo Gheddafi  Ibrahim che anche a Hirawa ci sono stati combattimenti (60 Km da Sirte) ma qui la NATO non rilascia alcuna notizia nonostante la stessa Reuter ammette che i ribelli sono stati soggetti a un attacco con missili e che si sono ritirati con enormi perdite di uomini e materiale,le truppe di Gheddafi hanno lanciato un attacco da Bani Walid con un lancio di missili colpendo in pieno le colonne dei Pick-up stracolme di Ratti ,questo a molti Km dal centro di Bani Walid , le notizie che Bani Walid sia stata conquistata sono false’la contro 0ffensiva delle truppe di Gheddafi  è ancora in corso-
Sirte.
I ribelli di Misurata ,un esercito di 6000 Ratti ha attaccato la città di Sirte con più di 100 Carri armati e quasi 900 altri mezzi,

Vita e morte del crociato che combattè l’usura del greenback

Articolo scritto da Maurizio Blondet, tratto dalla sezione gratuita del giornale online Effedieffe.com

Ezra Pound è forse l’artista più imbarazzante, più rimosso e meno seriamente giudicato della letteratura occidentale contemporanea: e ciò perché nel suo caso riesce impossibile l’operazione, vagamente filistea, che si è fatta con tutti gli autori sedotti dalla tentazione fascista, Celine in testa: quella di separare la loro arte dalla loro ideologia sconfitta e maledetta.

Le idee economiche di Pound, allo stesso titolo del suo fascismo fanno corpo unico con la sua poesia.

Ma potrebbe essere il momento di guardare dentro quelle idee. Non stupirà sapere che queste idee non erano delle più balzane; oltre tutto egli non volle o non riusci mai ad organizzarle in uno scritto pienamente comprensibile: le sue opere ne sono piene, ma a sprazzi, a lampi.

Sappiamo che Pound fu sedotto dal concetto di «moneta prescrittibile», lanciato negli anni Dieci da Silvius Gesell, un economista eretico tedesco, che fu ministro delle Finanze dell’effimero governo socialrivoluzionario che s’instauro in Baviera nel 1919; Gesell pensò a banconote che per mantenere il loro valore liberatorio, dovessero essere «rivalutate» ogni mese con l’apposizione di un bollo pari a un centesimo del valore facciale della banconota: sicché in cento mesi la tassa avrebbe uguagliato il valore della moneta, e la moneta stessa sarebbe stata annullata.

Tra il 1 agosto 1932 e il 10 settembre 1933 una moneta del genere circolò effettivamente nella zona di Woergl, in Austria, e fu soppressa per intervento statale. Per Gesell, la moneta prescrittibile aveva il vantaggio di non poter essere tesaurizzata e quello aggiuntivo di battere l’inflazione, perché ogni giorno una certa quantità di banconote usciva automaticamente dalla circolazione. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia