Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

“Può accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro – In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare. Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti. In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri.
Se un individuo (poi) abile ed ambizioso, riesce ad impadronirsi del potere, in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ (o finga) di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto, che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine, è già schiava in fondo al cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla. Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei suoi affari privati, i più piccoli partiti possono impadronirsi dei loro diritti. Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo, delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio, di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo, e ogni riferimento è puramente casuale” – Alexis de Tocqueville, da ” La democrazia in America “, 1840 Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: raggioindaco.wordpress.com

Tratto da: 2012thebigpicture.wordpress.com

Tradotto da: lospecchiodelpensiero.wordpress.com

Leggi il resto di questo articolo »

Comunicato di Ouday H. Ramadan (Soso) del 13/9/2012,
sulla Manifestazione del 20 Settembre 2012 a Roma

Come al solito, anche questa manifestazione del 20 settembre prossimo davanti a Montecitorio, sta subendo i tentativi di boicottaggio costruiti da qualche personaggio che, da italiano, vorrebbe insegnare ai Siriani come difendere o promuovere la causa siriana. Da comunista e siriano, quale sono sempre stato, provo davvero pena nel dover fornire giustificazioni o spiegazioni a personaggi che, preferendo sbandierare bandiere arcobaleno o ritirarsi sui monti come eremiti, non hanno mai mosso un dito per la Siria fino a poco tempo fa. Il Comitato Italia-Siria ha organizzato questa manifestazione chiamando a raccolta tutti coloro che, da giornalisti, osservatori o semplici e normali cittadini, hanno seguito con preoccupazione e sentimento la tragedia che nell’ultimo anno e mezzo ha sconvolto il nostro Paese.

Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube
DOCUMENTO  (da Medicinenon e Arnold Ehret Italia)

COME NON FAR VACCINARE I PROPRI FIGLI SENZA MULTE E SENZA RITORSIONI

Articolo di Valdo Vaccaro * Link

Oggi è molto semplice evitare i soprusi delle case farmaceutiche che per profitto indiscriminato vorrebbero vaccinare il mondo intero. Basta inviare una raccomandata spiegando in poche righe e semplici parole perché non si vuole far vaccinare i propri figli e l’incubo è finito, senza possibilità ritorsioni da parte delle “autorità”. Basterà scrivere “Ho seri motivi per non credere alle vaccinazioni come efficacia e per temere effetti collaterali sul mio bambino”. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Luciano Saporito * nexusedizioni.it

Andrea_Rossi

 

A sinistra: Il dott. Andrea Rossi durante uno dei suoi interventi al congresso di Zurigo

Conferme ufficiali vengono dal recente congresso internazionale sulla “E-Cat Technology” da parte dello stesso Dott. Andrea Rossi, inventore di questa nuova e stupefacente tecnologia, basata sulle reazioni nucleari a bassa energia (LENR) Nichel/Idrogeno.

Il congresso “Energy Change, whith E-Cat Technology” è stato organizzato dai licenziatari E-Cat Germany e E-Cat Switzerland. Era presente anche Aldo Proia della Prometeon, società licenziataria dell’ E-Cat per l’ Italia.
Dopo il clamore provocato inizialmente, e già nel lontano1989, dagli esperimenti pionieristici sulla “Fusione Fredda”, resi pubblici da Martin Fleischmann e Stanley Pons (ricerche purtroppo tristemente insabbiate poi per oltre 20 anni!), negli ambienti scientifici aperti e innovativi Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Davide Ragozzini per altrogiornale.org

Questo tempo è il tempo che impone cambiamenti radicali del pensiero, del costume, delle abitudini. Impone lo sviluppo di capacità che ci consentano di avere una visione allargata, quanto meno in termini di possibilità, dell’universo e della sua multidimensionalità, delle nostre latenti capacità intellettive e spirituali. È il tempo che impone una rivisitazione degli schemi sociali, economici ma soprattutto è il tempo in cui urge la nascita di una potente pretesa della nostra libertà.

L’evoluzione, nella sua manifestazione, contraddistingue un individuo (o un piccolo numero) dalla moltitudine.

Non è mai il contrario. Tutte le volte che accade, questo individuo è costretto a lottare con le idee e il costume diffuso e la moltitudine pretende da lui che si conformi e che soprattutto non comprometta, con le sue azioni o propagande, le loro”verità “ sulle quali arroccano le loro false certezze e le loro “comodità”, fatte spesso di ingiustizie. Ma in lui fermenta e si agita una forza oscura che lo spinge inesorabilmente in avanti, talora procurandosi terribili sofferenze ma alla fine accade qualcosa che sembra sospinto da una forza soprannaturale: l’individuo riesce in qualche modo a stimolare l’attenzione della massa che lentamente passa da un torpore caratterizzato da scetticismo e incredulità, divenendo infine capace di innalzare la percezione necessaria a comprendere e ad accogliere la nuova visione. Leggi il resto di questo articolo »

Di Eric Toussaint fonte: Tlaxcala

È indispensabile passare attraverso la cortina di fumo della storia raccontata da parte dei creditori e ripristinare la verità storica. La cancellazione del debito generalizzata si è verificata più volte nella storia.

Hammurabi, re di Babilonia, e gli annullamenti del debito

Il Codice di Hammurabi si trova nel Museo del Louvre di Parigi. In realtà il termine “codice” è inappropriato, perché Hammurabi ci ha tramandato piuttosto un insieme di regole e di giudizi sulle relazioni tra i poteri pubblici e i cittadini. Il regno di Hammurabi, “re” di Babilonia (situata nell’attuale Iraq), iniziò nel 1792 avanti Cristo e durò 42 anni. Quello che la maggior parte dei manuali di storia non dice è che Hammurabi, come altri governanti delle città-Stato della Mesopotamia, proclamò in varie occasioni un annullamento generale dei debiti dei cittadini con i poteri pubblici, i loro alti funzionari e dignitari. Quello che  stato chiamato il Codice di Hammurabi fu scritto probabilmente nel 1762 avanti Cristo. Il suo epilogo proclamava che “il potente non può opprimere il debole, la giustizia deve proteggere la vedova e l’orfano (…) al fine di rendere giustizia agli oppressi”. Grazie alla decifrazione dei numerosi documenti scritti in caratteri cuneiformi, gli storici hanno trovato la traccia incontestabile di quattro annullamenti generali del debito durante il regno di Hammurabi (nel 1792, 1780, 1771 e 1762 A. C.).
All’epoca di Hammurabi, la vita economica, sociale e politica si organizzava intorno al tempio e al palazzo. Queste due istituzioni, molto legate, costituivano l’apparato dello Stato, l’equivalente dei nostri poteri pubblici di oggi, nei quali lavoravano numerosi artigiani e operai, senza dimenticare gli scriba. Tutti erano  alloggiati e nutriti dal tempio e dal palazzo. Ricevevano razioni di cibo che gli garantivano due pasti completi al giorno. I lavoratori e i dignitari del palazzo erano nutriti grazie all’attività di una classe contadina a cui i poteri pubblici fornivano (affittavano) le terre, gli strumenti di lavoro, gli animali da tiro, il bestiame, acqua per l’irrigazione. I contadini producevano in particolare orzo (il cereale di base), olio, frutta e legumi. Dopo il raccolto, i contadini dovevano consegnare una parte di questo allo Stato come quota per l’affitto. In caso di cattivi raccolti, accumulavano debiti. Oltre al lavoro nelle terre del tempio e del palazzo, i contadini  erano proprietari delle loro terre, della loro casa, delle loro greggi e degli strumenti da lavoro. Un’altra fonte di debiti dei contadini era costituita dai prestiti concessi a titolo privato da alti funzionari e dignitari al fine di arricchirsi e di appropriarsi dei beni dei contadini in caso di mancato pagamento di questi debiti. L’impossibilità nella quale si trovavano i contadini di pagare il debito poteva portare anche alla loro riduzione in schiavitù (anche membri della loro famiglia potevano essere ridotti in schiavitù per debiti). Al fine di garantire la pace sociale, in particolare evitando un peggioramento delle condizioni di vita dei contadini, il potere annullava periodicamente tutti i debiti [2] e ripristinava i diritti dei contadini. Leggi il resto di questo articolo »

La donna che sussurrava agli alieni non si è degnata di sussurrare le risposte alla mia intervista, con domande speditele via mail, perché avrebbe voluto che la facessimo tramite Skype, mentre io preferisco avere il testo scritto da elaborare, piuttosto che impappinarmi prendendo appunti davanti a una webcam.

Di lei non sapremo mai il vero nome, perché così ha deciso, ma la si può chiamare Sammy Volpe Bianca, oppure con il suo nick name The Wolvessyster Wolf.

Comunque, sappiamo che ha 44 anni e la si può incontrare sulla sua bacheca Facebook o meglio ancora  sul suo sito ufficiale.

Quando, dopo qualche giorno, le ho chiesto se non era più interessata all’intervista, così mi ha risposto:

“Non è che la cosa non mi interessi di per sé, è che ho capito che non hai un grande livello di autoconsapevolezza ed hai uno scarso livello di Conoscenza riguardo alla vera realtà delle cose e che perciò, tutto quello che posso scrivere viene valutato, visto ed analizzato da un qualcuno che non ha la base di partenza che serve…….ed a questo punto, mi trovo poco interessata.

(Chiumiento, invece ha la base che serve, ma non è interessato ad andare oltre il visibile ad occhio nudo).

Le domande che mi hai fatto, inoltre, richiedono talvolta risposte accurate e non si possono dare risposte veloci in qualche maniera, perciò……mi serve il tempo che non ho.

Perché la mia giornata è frazionata fra le mille cose che devo fare”.

 

Mi sono sentito un po’ snobbato e la risposta mi è sembrata un tantino altezzosa. Comunque, lascio giudicare a voi.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Stefano Davidson

Oggi Giovedì 13 Settembre 2012 il Signor Antonio Tieso (che mi autorizza a scrivere il suo nome e cognome) si è recato in tre stazioni dei Carabinieri nella Provincia di Varese (guarda caso da dove proviene Mario Monti) per presentare denuncia contro il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, e tutti i ministri in carica, nonché nei confronti dei membri del Parlamento che hanno votato le succitate misure di svuotamento democratico dello Stato italiano e della nostra Carta Costituzionale, ciascuno nelle persone attualmente e medio tempore in carica in relazione all’arco temporale interessato, nonché tutte le altre persone eventualmente coinvolte per tutti i reati ravvisabili e, comunque, per quelli previsti dagli articoli:
241 c.p. attentato contro l’integrità, l’indipendenza o l’unità dello Stato;
270 c.p. associazioni sovversive;
283 c.p. attentato contro la Costituzione dello Stato;
287 c.p. usurpazione di potere politico;
289 c.p. attentato contro gli organi costituzionali;
294 c.p. attentato contro i diritti politici del cittadino;

Leggi il resto di questo articolo »

http://www.jolefilm.it/

Di seguito un estratto del libro AUSMERZEN, pubblicato da Einaudi Stile libero e tratto dal racconto trasmesso in diretta su La7 il 26 gennaio 2011.

Alexander Graham Bell è uomo di chiara fama e molti meriti; viene considerato a lungo l’inventore del telefono, (anche se, giustamente, per noi italiani, e anche per il senato degli Stati Uniti dal 2002, quello è Meucci). Il suo lavoro nella scienza e le sue invenzioni lo fanno considerare un padre della nazione, uno dei cento più grandi britannici e americani di tutti i tempi. Anche le sue più stringate biografie su internet non possono occupare meno di quattro pagine per elencarne tutte le scoperte.
Bell, che era di origine scozzese, diventò cittadino americano. Diventò anche ricco e famoso con la sua compagnia telefonica e fu tra i principali sostenitori del movimento eugenetico in America.

Martha’s Vineyard è un’isoletta dell’Atlantico del Nord. È oggi abbastanza famosa per varie ragioni anche cinematografiche: l’attore John Belushi è sepolto sull’isola e Spielberg nel ’75 l’ha scelta come set del film Lo squalo. Poco tempo dopo che la compagnia telefonica Bell aveva iniziato a cablare l’America, lo scienziato si recò sull’isola per una ricerca sulla sordità. A quel tempo un quarto degli abitanti ne erano affetti, e per ragioni pratiche il linguaggio dei segni era usato da tutti e tutti lo capivano.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Antonella Randazzo * antonellarandazzo.blogspot.com

Questo articolo è tratto da una pubblicazione offerta previo abbonamento, è su “Stampa Libera” per gentile concessione da parte dell’editore e non può essere riprodotto senza autorizzazione dell’editore. Per informazioni leggi in fondo all’articolo.

Il grassetto é nostro. Ndr

Negli anni Cinquanta nascono i cosiddetti “Night”, locali che accolgono persone giovani e meno giovani, appartenenti ad una classe sociale che poteva spendere per il “divertimento”. Si trattava di luoghi di svago, per ascoltare musica, ballare e bere alcolici. Molti acquistavano abiti firmati per “farsi vedere”, in quanto il night era diventato una vetrina sociale, come oggi è la televisione. Dopo qualche anno, si distingueranno i night dalle discoteche. Queste ultime, accoglieranno persone di giovane età e di tutte le classi sociali. L’idea, da cui derivavano questi luoghi, era che la vita dovesse avere momenti di “svago” o di “divertimento”, considerando che la vita di tutti i giorni poteva essere ripetitiva o oppressiva anche per chi non apparteneva alle classi modeste. C’è come un vuoto da riempire, provocato da una vita quotidiana che difficilmente è come la si vorrebbe. Aumenta il desiderio di uscire dalla quotidianità. Ma c’è anche la povertà di rapporti sociali che nascono in modo imprevisto o spontaneo, e l’esigenza di avere ambienti appositi, in cui entrare in contatto con persone nuove. Leggi il resto di questo articolo »

di Fulvio Grimaldi

Anniversario di due capolavori dello Stato Canaglia numero 1
L’apprendista stregone
Vedo ora al tg che a Bengasi i salafiti , cioè Al Qaida, che ha il controllo militare sugli invasati tagliagole, hanno fatto fuori l’ambasciatore Usa, un funzionario, tre marines e bruciato il consolato. E che al Cairo turbe di salafiti stanno aggredendo l’ambasciata Usa. Sarebbe bello poter attribuire l’eliminazione del diplomatico Usa, consigliere dei ratti mercenari durante la guerra alla Libia, alla resistenza gheddafiana, del resto sempre più attiva in tutto il paese con  sabotaggi ed esecuzioni di assassini, torturatori, traditori e collaborazionisti. Non pare essere così. Un provocatore cinematografaro israeliano ha fatto circolare negli Usa un film in cui altro che le oscenità delle Pussy Riot contro Putin: si smerda l’intera religione islamica e si satanizza il suo profeta. L‘avesse fatto un musulmano con protagonisti il cristianesimo e Gesù, vedresti che extraordinary renditions verso Guantanamo e le altre carceri segrete della tortura e della sparizione di Obama.

Una notizia che dovrebbe far saltare sulla sedia, ma che non ha nemmeno trovato spazio su giornali e tv…

11 Settembre 2012 – 12:44

(ASCA) – Venezia, 11 set – ”Per noi il modello Friuli, con poco piu’ dei 6 decimi delle tasse trattenuti sul territorio, e’ poco. Il Veneto, per evitare il referendum sull’indipendenza, e’ disposto a contrattare gli 8 decimi”.

Lo afferma Luca Zaia, governatore del Veneto. ”Sarebbe un buon punto di partenza – afferma a margine della seduta della giunta regionale -. Chiediamo, inoltre, competenze non concorrenti, dalla sanita’ (come ce l’ha il Fvg) alla scuola, alla formazione”. E questo, secondo Zaia, si puo’ realizzare a Costituzione invariata, sulla base ance della proposta che presto fara’ la Commissione regionale presieduta da LucaAntonini, in base all’articolo 116 della carta Costituzionale. In ogni caso, secondo Zaia, ”dobbiamo farla finita con il totem della Costituzione”, perche’ ”la nostra gente non ne puo’ piu’ di Roma. Deve capirlo anche il presidente Napolitano”. Secondo Zaia, infatti, ”la verita’ e’ che noi in questo momento viviamo una costituzione assolutamente federalista e una gestione della Costituzione scandalosamente centralista. Quando ormai da destra e da sinistra tutti i nostri amministratori si lamentano, vuol dire che la misura e’ colma”. Leggi il resto di questo articolo »

Gentili LETTORI/LETTRICI di SL,

riprendo a postare la Collana del SORRISO con questo “originale & simpatico” POST; esso mi è stato inviato dalla mia AMICA/SORELLA la brava Autrice la Elisabetta GUELI che tanti di Voi conoscono già da tempo, leggendolo troverete scritto in maniera “simbolica” le caratteristiche della vera NATURA della RAZZA UMANA quelle che dobbiamo RI-SCOPRIRE & RI-VALUTARE per veramente VIVERE
con DIGNITA’ & GIOIA la nostra VITA terrena !!!

NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
SDEI

IL LINGUAGGIO DEI SEGNI

Era di mattina presto. Dio stava al cospetto dei suoi dodici figli e seminò in ognuno di loro un seme di vita umana.
Si avvicinarono a lui, a uno a uno, per ricevere i doni loro assegnati. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia