Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

A quanti pensano che i dominanti si siano ridotti a essere quello che sono solo adesso, con il moretto Obama, consiglio di leggersi questo articoletto rivelatore del piano diabolico mondiale portato avanti fino ad oggi. ndr

Pubblicato da

Gli esperimenti scientifici, che vennero condotti, su ignari soggetti umani sono una questione molto scottante. I particolari agghiaccianti a riguardo, come spesso accade, vengono rivelati più di 50 anni dopo – quando nessuno non se ne preoccupa più. E’ stato recentemente ammesso che, nel 1940, più di 1500 guatemaltechi sono stati infettati con malattie sessualmente trasmissibili come la sifilide, la gonorrea e l’Ulcera venerea. Conoscendo questo fatto, vi suggerisco di ricercare – la vera – origine dell’AIDS …

Ecco un articolo sugli esperimenti in Guatemala.

   Rivelati nuovi dettagli sugli esperimenti del 1940
Lunedì il governo ha rivelato nuovi dettagli scioccanti riguardo gli esperimenti medici americani avvenuti in Guatemala nel 1940, compresa la decisione di re-infettare una donna morente durante degli studi sulla sifilide.

Le sperimentazioni in Guatemala sono già considerate uno degli episodi più oscuri della ricerca medica nella storia degli Stati Uniti, ma i membri del gruppo governativo dicono che le nuove informazioni mettono in luce che i ricercatori furono particolarmente immorali, anche decontestualizzandoli dall’epoca/periodo storico.

Leggi il resto di questo articolo »

Modificare lo stato di cose attuale è innanzitutto un problema di consapevolezza, e di questo fatto era già profondamente persuaso Ake Mobrandt nei primi anni sessanta del secolo scorso. (…) Mobrandt, assieme ad una ventina di altri soci, diede vita nel 1965 ad una associazione per l’emancipazione economica, in seguito denominata Associazione Nazionale JAK. Scopo dell’associazione era quello di liberare il sistema economico-finanziario dall’interesse, per realizzare una economia “dal volto umano”, piú fraterna e non basata sul profitto (clicca qui).

Immagine anteprima YouTube

Leggi il resto di questo articolo »

Miserabili…. non combattete, non lottate, accettate!

Questo che segue è un commento al film che condivido ed al quale aggiungerei il termine di profetico. Altman faceva film che predicevano il futuro. Adesso, oggi, ora, possiamo capire le sue opere in tutta la loro tragica e devastante attualità. (Più avanti conto di esporre più dettagliatamente il concetto.)

.”..non credo sia un film catalogabile…in una qualsivoglia corrente di stile o maniera espressiva…E’ per me, un’opera d’arte assoluta…fuori dal tempo…in ogni tempo…in tutta la sua…indivisibilità.”

Trama del film

La terra si trova nel mezzo di una nuova glaciazione in seguito a guerre nucleari; l’umanità è allo stremo. Tra coloro che hanno ancora energie a disposizione va molto di moda un gioco chiamato Quintet, che ha come posta in palio la vita dei perdenti. Essex è un cacciatore che accetta di giocare per capire quale sia il senso di quest’esperienza.

Immagine anteprima YouTube

Video: Moussa Ibrahim sulla situazione in Libia ha rilasciato un’intervista alla televisione Arrai TV, il 15 settembre scorso:
I ribelli libici “fanno morire di fame” le popolazioni delle aree lealiste

I ‘ribelli’ libici “fanno morire di fame” le popolazioni delle regioni dei lealisti per controllarle, ha detto il portavoce di Gheddafi Mercoledì in una intervista con il canale televisivo siriano Arrai Oruba.

“La vita quotidiana a Sirte [roccaforte di Gheddafi] e Bani Walid è molto difficile”, ha detto Mussa Ibrahim.

“Stanno affamando regioni intere per forzare le persone ad arrendersi”, ha detto.

“Hanno tagliato l’elettricità e l’acqua e le vie di rifornimento e impediscono l’approvvigionamento di cibo e di medicinali, in violazione delle norme internazionali.”

Ha aggiunto che la visita in Libia di David Cameron e di Nicolas Sarkozy “ha segnato l’inizio della colonizzazione del paese ricco in petrolio”.

“La visita segna l’inizio di un progetto di colonizzazione della Libia”, ha detto.

“Hanno anticipato la raccolta dei frutti della resa di Tripli… perché temono ovviamente l’arrivo degli USA e di altri paesi che vorranno anche loro una fetta della torta “.

“Si sono precipitati a Tripoli per stipulare accordi segreti con collaborazionisti e traditori e per prendere il controllo del petrolio e degli investimenti con il pretesto della ricostruzione”, ha detto Ibrahim.

“Adesso stanno parlando della ricostruzione della Libia per un importo di centinaia di miliardi di dollari… la distruggono e la ricostruiscono con il denaro dei libici”.

Ha aggiunto che la Gran Bretagna stanzierà altri 12 miliardi di sterline degli asset congelati del regime di Gheddafi non appena il Consiglio di Sicurezza approverà un progetto di risoluzione che la Gran Bretagna e la Francia devono presentare venerdì [16 settembre].

Ibrahim ha accusato sia la Francia sia la Gran Bretagna di volere “trasformare la Libia in un feudo dell’Occidente”.

“Andremo avanti con la resistenza fino alla vittoria, il ricupero della Libia e la libereremo da questo progetto di colonizzazione. La battaglia è ben lungi dall’essere conclusa ma abbiamo la capacità di resistere e di vincere”, ha detto mentre esortava a “resistenza passiva e disobbedienza civile.”

“Abbiamo migliaia di combattenti, armi, munizioni, moneta e legittimità… e disponiamo di migliaia di preparatissimi volontari pronti su tutti i fronti e determinati. L’unica strada davanti a noi è quella della vittoria”.

(Trad. Ennedieffe)

 

Bandiera verde issata sopra Derna, i ribelli del CNT in ritirata disordinata

26 lunedì set 2011

 

  • Bandiera verde issata sopra Derna, i ribelli  del CNT in ritirata disordinata [26.09.2011] di  trad. di levred

Non molto tempo fa la bandiera verde è stata issata sopra la Bengasi e la Cirenaica. Ieri Nsnbc poteva riferire del sostegno militare internazionale. Oggi la bandiera verde è stata issata sopra la metropoli di Al Qaeda, Derna.
Quando giunge il momento che la NATO riconosca il suo “Vietnam” e permetta al popolo libico di trovare una soluzione politica per porre fine allo spargimento di sangue e al disastro umanitario. dal Dr. Christof Lehmann

22 Settembre, lo stesso giorno in cui il Segretario generale della NATO, Anders Fogh Rasmussen annunciava che la NATO avrebbe prolungato la sua campagna in Libia, la bandiera verde è stata issata sopra Bengasi, la Cirenaica e sopra altre città. Rasmussen ha parlato di vittorie e “rimanenti sacche di resistenza” mentre la NATO controlla non più del 15% del paese e meno del 5% della sua popolazione. Sullo sfondo delle riunioni delle Nazioni Unite sulla Palestina e delle strette di mano con il segretario dell’ONU Ban Ki Moon, le parole umanitarie avevano pressapoco tanta credibilità quanta l’ONU ha di se stessa. Ieri i ribelli del CNT/NATO sono stati costretti a ritirarsi di 30 chilometri dall’assediata Sirte, subendo pesanti perdite.

La risposta della NATO alla sua sconfitta sul terreno a Sirte è stata il bombardamento terrorizzante della popolazione civile, che ha causato centinaia di morti, e più di 1.800 feriti, la maggior parte dei quali sono donne e bambini, uomini anziani. Anche l’ospedale di Sirte è stato bombardato cosa che è un crimine soggetto ai principi di Norimberga.

Ieri l’attesissimo supporto dai Tuareg fieramente indipendenti e dalle tribù nomadi dalla Tunisia, Algeria, Egitto, Ciad e Niger, nonché il sostegno militare del partito Baath, arabo socialista sotto la guida del primo ministro dell’Iraq spodestato, Izzat Ibrahim al Douri è  manifestato sui campi di battaglia. Leggi il resto di questo articolo »

Non trovo nulla nemmeno sul sito delle guerre, Peacereporter, e me ne chiedo il perchè...

Forse l’Italia non deve sapere di quanto orrore stiamo o stiano perpetrando laggiù. La nostra stampa di regime è quiescente e collusa e perciò criminale. Nessuno deve sapere. In un processo contro i crimini di guerra dovrebbe essere messa alla sbarra per fiancheggiamento e concorso ideologico alla distruzione degli stati indipendenti e dei popoli. 

Dove sei  popolo sordo, non senti l’urlo terrifbile che dilaga dall’Africa e aleggia nell’aria?

Dov’è la sinistra che ha rubato e tradito tante coscenze ingenue ai tanti giovani traghettati nel mondo conflittuato – consumistico – demente, anglosassone?

Dove sono i centri sociali duri e puri, oltre che a impedire l’autodeterminazione dei popoli ed i loro tiepidi rappresentanti leghisti?

Dovè la destra dell’orgoglio, dell’identità e dell’indipendenza dei popoli?

Dov’è la chiesa protettrice dei deboli?

Dove sono i pacifisti e le bandiere?

Dove sono i Verdi e gli anticaccia per scelta ideologica contro il sopruso?

Dove siete tutti italiani tonti, dai cervelli svuotati?

Ci meritiamo tutto il disprezzo che i colonizzatori, i vincitori, continuano a dispensarci.

Dopo la Libia pensate che non “massacreranno” anche noi?

Siamo dei vuoti a perdere, ci hanno svuotati della nostra sovranità e potere politico- militare. Ci stanno distruggendo economicamente e comprando a saldo. Il nostro destino sarà di servi, servi senza dignità ne orgoglio! E ci troveremo i media a convincerci che saremo stati fortunati. Guardiamoci allo specchio e sputiamoci addosso, saremo sempre vigliacchi, ma saremo stati per un momento almeno, coscenti.

Lino Bottaro

 

(ASCA-AFP) – Sirte, 26 set – Le forze rivoluzionarie libiche (mercenari Nato ndr) hanno circondato Sirte, citta’ natale di Muammar Gheddafi, e gli aerei della Nato hanno bomdardato la citta’ per il terzo giorno di fila. La situazione a Sirte e’ critica. Migliaia sono i civili in fuga dalla citta’.

Leggi il resto di questo articolo »

di Andrea Fais    www.conflittiestrategie.it


La notizia irrompe sullo scenario internazionale. Vladimir Putin raggiunge l’accordo con Dimitrij Medvedev e si ricandida per le prossime elezioni presidenziali, mantenendo l’unità del partito Russia Unita ed avviando un progetto di lungo raggio fondato su un’alternanza al potere tra le due cariche più importanti della Federazione – Presidente e Primo Ministro – che, secondo l’analista Vyacheslav Nikonov, potrebbe addirittura garantire la stabilità dell’attuale leadership per i prossimi venticinque anni, cioè sino al 2036. Tutto questo è chiaramente azzardato, e la previsione che Putin possa ritrovarsi ancora presidente alla veneranda età di 72 anni è assolutamente remota. Resta la capitale priorità di questo patto che mette a tacere tutte le indiscrezioni degli ultimi mesi in merito alle frizioni interne al partito di governo, che pure, sotterraneamente, potrebbero rimanere e non soltanto tra Putin e Medvedev, ma anche tra diverse componenti militari e industriali dell’apparato di potere. Leggi il resto di questo articolo »

Con un intervento di Mussa Ibrahim, portavoce di Gheddafi

Di Fulvio Grimaldi

http://fulviogrimaldi.blogspot.com/

Basta scoprire fino a che punto la gente è disposta a sottomettersi e si è trovato la precisa misura di quanta ingiustizia e di quanti abusi gli si potrà imporre. E questi rimarranno fino a quando non vi si resista, o con parole, o con  colpi, o con entrambi. I limiti dei tiranni sono definiti dalla sopportazione degli oppressi. (Frederick Douglass, schiavo fuggito. scrittore, giornalista, 1818-1895)Dopo i recenti “ratti, bisce e aquile”, rondini. I volatili ci indicano la via.
I classici e romantici tedeschi, a cominciare da Goethe, facevano il Grand Tour in Italia. Viaggio di iniziazione alle origini della civiltà classica (alla larga dal Vaticano) che, da allora, improntò per due secoli lo Zeitgeist germanico e anche europeo. Riportarono indietro una visione del mondo e dell’uomo che avrebbe voluto contrastare, almeno riequilibrare, il furore produttivistico e mercificatore e l’ossessione tecnologica del nascente capitalismo, gli eccessi positivistici e deterministi che allora prendevano l’avvio devastando e costruendo. Con la sintesi di due concezioni diverse di civiltà e umanità e con il suo superamento, trattone il meglio, fa un enorme balzo in avanti Carl Marx, sulla scia dei Kant, Hegel, Feuerbach. Allora anche noi trovammo ispirazione in Socrate, nei tribuni della plebe, in Spartaco, Dante, Giordano Bruno. E furono Garibaldi, Mazzini e il Risorgimento. E poi Gramsci. Da lì siamo arrivati a Bersani e Vendola. Noi, quelli del nostro Grand Tour in Italia, quando si cercava l’abbrivio per cambiare il mondo. Leggi il resto di questo articolo »
Il governo americano sostiene militarmente Taiwan con miliardi di dollari e firma accordi con l’Australia per dislocare basi nella regione

di: Andrea Perrone  fonte: rinascita.eu
href=”mailto:a.perrone@rinascita.eu?subject=Osservazioni%20e%20commenti%20su:%20Gli%20

Usa%20accerchiano%20la%20Cina”>a.perrone@rinascita.eu

La crescita economica e militare della Repubblica Popolare cinese preoccupa Washington che sta accerchiando con basi e accordi militari il Celeste Impero. Nei giorni scorsi gli Stati Uniti hanno accordato un pacchetto di “aiuti” militari a Taiwan per 5,8 miliardi di dollari, utili ad ammodernare i caccia F-16 di Taipei. In realtà dietro la commessa vi sarebbe l’invio di bombe intelligenti, missili teleguidati e uno studio di fattibilità per potenziare gli F16, nonché radar tecnologicamente avanzati (AESA), strumenti per la guerra elettronica, missili aria-aria e il sistema JDAM che trasforma le bombe in ordigni teleguidati ad alta precisione. La notizia ha mandato su tutte le furie il governo cinese. Leggi il resto di questo articolo »

Dopo la scomparsa, come spesso succede quando Stampalibera pubblica dei video critici, del video originale, ci apprestiamo a inserire questo nuovo link del film israeliano, pubbilcato da Rai.

Purtroppo è stato alterato e inframezzato dalle scemenze di Minoli che butta li cifre e impressioni degne del miglior fiancheggiatore, impegnato nello sfruttamento dell’evento a fini di consenso per deviare l’attenzione e giustificare l’enormità della cosa.

Immagine anteprima YouTube

Fonte: http://www.buzzfeed.com/chrismenning/nypd-makes-arrests-at-occupy-wall-street-protest

La polizia di New York arresta più di 100 manifestanti alla protesta, che continuava da giorni, di “Occupa Wall Street”

Ieri centinaia di poliziotti di New York hanno invaso Union Square a New York per arrestare i manifestanti. Racconti di utilizzo da parte della polizia di gas lacrmogeni si sono diffusi su Twitter. Mentre la polizia di New York asserisce che non detengono né hanno utilizzato i gas lacrimogeni, alcuni si sono fatti afvanti per confermare di essere stati raggiunti dai gas lacrimogeni. In almeno un video, un uomo viene violentemente attaccato per avere semplicemente parlato con un poliziotto.

Immagine anteprima YouTube

 

“#OCCUPYWALLSTREET – 24/9/11 – University Place e 12° Strada. “Guardate l’uomo in rosso che viene scaraventato a terra da un poliziotto, che gli alza le mani e gliele mette dietro la schiena. Lui cerca di parlare pacificamente al poliziotto, ma viene spinto violentemente a terra e arrestato.” Leggi il resto di questo articolo »

In nome d’Iddio, il Compassionevole, il Misericordioso
Ogni lode ad Allah, signore dell’universo, e pace e benedizione sul nostro capo e profeta Muhammad, la sua pura casata, i suoi nobili compagni e tutti i messaggeri divini.
“Oh Dio, affretta la venuta dell’Imam Nascosto, garantiscigli salute e vittoria, fa’ di noi i suoi seguaci e ponici tra coloro che ne attestano il buon diritto.”

Signor Presidente,
Eccellenze,
Signore e Signori,
Sono grato ad Allah Onnipotente che mi ha permesso ancora una volta di intervenire in questa assise mondiale. Esprimo con piacere i miei sinceri ringraziamenti a Sua Eccellenza Joseph Deiss, presidente della sessantacinquesima sessione, per l’essersi prodigato nel corso di essa senza risparmio alcuno. Vorrei anche congratularmi con Sua Eccellenza Nassir Abdulaziz Al-Nasser, che è stato eletto presidente della sessantaseiesima sessione plenaria delle Nazioni Unite, ed augurargli ogni successo.
Lasciate che colga l’occasione per rendere omaggio a tutti coloro che hanno perduto la vita nel corso dell’ultimo anno, ed in particolare alle vittime della tragica carestia in Somalia e alla devastante inondazione in Pakistan. Raccomando a tutti di intensificare gli sforzi perché alle popolazioni sofferenti in questi paesi vengano portati più assistenza e più aiuti.
Gli scorsi anni ho parlato di differenti problemi mondiali, e del bisogno che esiste di introdurre dei mutamenti fondamentali nell’ordine internazionale vigente. Leggi il resto di questo articolo »

Un appello al Paese e al Parlamento in difesa della Costituzione:

Fermiamo la dittatura della BCE!

di Liliana Gorini, Presidente del Movimento Solidarietà

Liliana Gorini
Liliana Gorini

Mi rivolgo a voi, in questa giornata così carica di decisioni per il nostro Paese, con un appello accorato affinché non venga stracciata la nostra Costituzione, ed affinché l’Italia non ceda la propria sovranità nazionale alla Banca Centrale Europea, nella  speranza di scongiurare così un attacco speculativo ai nostri titoli di stato che potrà essere fermato soltanto con misure ben più forti del divieto delle vendite allo scoperto per 15 giorni!

L’articolo 1 della Costituzione italiana recita: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. Con la loro lettera al governo italiano, ed il ricatto esplicito a non sostenere i nostri titoli di Stato se non avessimo incluso il pareggio di bilancio nella Costituzione, Jean-Claude Trichet e Mario Draghi, attuale e futuro capo della BCE, hanno infranto i fondamenti stessi della sovranità sancita dalla nostra Costituzione. E forse era questo lo scopo dell’attacco mirato ai nostri titoli di stato, da parte degli stessi hedge fund speculativi che la Banca Centrale Europea sostiene a spada tratta, e che sono i primi beneficiari del Fondo Europeo di Stabilità Finanziaria. La speculazione sui titoli di stato mira a salvare una bolla speculativa ormai irrecuperabile e destinata ad esplodere. Forse l’obiettivo era anche ricattarci affinché accettassimo una dittatura della BCE in Europa. Leggi il resto di questo articolo »

Visto che qualcuno è riuscito a far sparire il sito di Paolo Barnard contenente tutta la sua opera, noi abbiamo deciso di pubblicare ancora le sue riflessioni-rivelazioni, più significative. Nei video troverete i concetti esposti anche in articoli già pubblicati, ma per il modo, l’ordine di discussione e facilità di esposizione il video aumenta la comprensione della drammaticità dei fatti. E’ la conferma, a più di due anni di distanza dalla data della registrazione, che il grande reporter aveva visto  giusto. Consiglio vivamente di trovare il tempo per guardarli.

Prego inoltre tutti di divulgare questi video. Quando saremo in tanti a conoscere la verità, allora i camerieri del potere, i politici, non potranno più ignorare o fingere di ignorare il grande inganno altrimenti saranno scavalcati da uomini nuovi.

LB

http://www.youtube.com/watch?v=hEdr_gZSNGQ&feature=player_embedded#![/youtube]

http://www.youtube.com/watch?v=bBQlHJ1s8Mg&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=gzPC1-r5o2g&NR=1[/youtube]Immagine anteprima YouTube

http://www.youtube.com/watch?NR=1&v=vCm3mGewzLU

http://www.youtube.com/watch?v=tvYXNUUMp60&NR=1

  http://cogitoergo.it/?p=6773

10 anni sono passati da quel pomeriggio di fine estate, in cui tutto cambiò. Per qualche ora siamo rimasti assorti davanti alla televisione, completamente concentrati sui fatti che stavano avvenendo negli Stati Uniti.

LA PERFEZIONE DEL PIANO

Se state pensando che questo sia l’ennesimo articolo sulle cospirazioni che girano attorno all’11 settembre vi sbagliate di grosso. A 10 anni di distanza finalmente, il quadro si fa completo. Vi siete mai chiesti, come mai la versione ufficiale crolli così facilmente di fronte alle teorie del complotto? Sembra che molti dettagli siano stati tralasciati, dando di conseguenza adito a speculazioni che molto spesso trovano certezza nelle analisi condotte da scienziati chimici e fisici.

A mio parere non esiste altra cospirazione così tanto condivisa dal pubblico, con una versione ufficiale tanto molle. Una fetta rilevante della popolazione sospetta o crede che il governo americano (o chi per esso) abbiano complottato in un auto attentato.

Ora i media ufficiali italiani e internazionali, stanno divulgando la “verità”, mettendo pesantemente in dubbio la versione ufficiale, cosa sta succedendo? Possibile che le elite mondiali così attente alla segretezza si siano fatte sfuggire decine e decine di dettagli, permettendo alle teorie del complotto di crescere fiorenti sino a schiacciare la versione ufficiale?

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia