Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Nei 2 articoli che seguono eccovi dimostrato il grande interesse per i vaccini da parte dei pediatri ed una testimonianza del modo di operare dei medici in generale. Ricordiamo anche che nelle presunte e truffaldine pandamie di aviaria, suina e contro il papilloma, la gran parte dei medici non ha vaccinato i figli.

Meditate gente meditate.

LB

Tagli sui vaccini? I pediatri dicono no

42-33809178-“Sconcertante e pericolosa”, così viene definita la proposta del Codacons dalla Società Italiana di Pediatra (SIP). A far discutere è l’appello che il Codacons ha lanciato a tutti i parlamentari proponendo di “risparmiare sui vaccini inutili”, ovvero quelli non obbligatori che vengono somministrati ai bambini in occasione della vaccinazione esavalente. Ma i pediatri rifiutano quest’ipotesi e sottolineano l’importanza di vaccinare i bimbi anche contro la pertosse e l’Haemophilus influenzae di tipo b.

La proposta del Codacons

È di questi giorni la proposta del Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori) di restringere l’offerta vaccinale del Sistema Sanitario Nazionale ai soli vaccini obbligatori in età pediatrica. Il Codacons sottolinea, infatti, che in Italia i vaccini obbligatori sono solamente quattro (antidifterite, antitetanica, antipoliomielite, antiepatite virale B), ma nelle Asl viene somministrato ai piccoli un vaccino esavalente che contiene anche i due vaccini raccomandati contro la pertosse e le infezioni da Haemophilus influenzae di tipo b.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: Insurgente
Traduzione di Voci Dalla Strada

PD-100 Black Hornet

Il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, sviluppa un Microdrone in grado di orientarsi in modo indipendente identificare le persone e oggetti senza GPS, e di entrare negli edifici e individuare i nemici. Il microveicolo aereo ha una straordinaria capacità di navigazione e mappatura in tempo reale ed è in grado di compiere missioni di ricognizione in spazi aperti e all’interno di edifici, consentendo ai  soldati una visione più ampia degli obiettivi senza rischiare la vita.

In effetti, ogni soldato in futuro avrà il proprio robot ‘spia’. Né si esclude che i robot volanti possano essere dotati di armi per eliminare o neutralizzare il nemico.

L’operatore dovrà fare solo due cose: mettere nella memoria del dispositivo i dati di posizione e quelli dell’obiettivo.

Nel design di questo nuovo dispositivo gli ingegneri di Pasadena hanno utilizzato un quadricoptero (elicottero con quattro rotori) di mezzo metro di diametro e un sistema di navigazione autonomo. L’operatore contrassegna solo due punti: il luogo di partenza e di destinazione, il resto viene fatto dal software e dalla macchina fotografica in grado grado di ottenere un piano dimensionale del terreno. Come risultato, il drone evita gli ostacoli, entra da finestre e porte, è sospeso sopra il bersaglio e seleziona un luogo adatto all’atterraggio.
Leggi il resto di questo articolo »

Il killer di Aurora lavorò in un campo israeliano in California

YNet News 28 Luglio 2012 trovato su www.effedieffe.com

WASHINGTON - James Holmes, sospettato di aver ucciso 12 persone e di averne ferito alcune dozzine ad uno spettacolo di mezzanotte di The Dark Knight Rises, in un cinema di Aurora – Colorado – ha lavorato in un campo estivo israeliano per bambini bisognosi organizzato dai gruppi israeliani di Los Angeles dei Big Brothers e Big Sisters.

Randy Schwab, responsabile esecutivo del campo, ha dichiarato domenica che Holmes, 4 anni fa, passò l’estate lavorando come consulente per il Camp Max Straus a Glendale, California.

Commenta Schwab in una dichiarazione rilasciata al The Los Angeles Times: «Il suo compito era garantire che i bambini vivessero nel campo un’esperienza indimenticabile aiutandoli a sviluppare fiducia, autostima e capacità di lavorare in piccoli gruppi con risultati positivi. Ed il campo estivo ha dato loro un’esperienza splendida, senza incidenti».

Leggi il resto di questo articolo »

L’uomo che non possiede terra, che non dissoda, non semina e non raccoglie i suoi frutti benedetti, non può considerarsi tale, ma elemento improprio di un disegno imperturbabile e di un habitat in cui non si riconosce.
Questa inedita specie umana, è come un’ape senza fiori, un pesce senza mare, un albero senza radici, un uccello senza cielo, una religione senza Dio, un cuore senza passione, e una vela senza vento.
Non siamo che gli ingranaggi consunti e arrugginiti, di un meccanismo perverso e pervertito, i cui costi relativi alla sua manutenzione e alla bonifica di tutte le scorie tossiche prodotte e disperse sul territorio, superano di gran lunga i benefici apportati alla comunità (nel senso di qualità della vita e di felicità), e gli stessi guadagni.
La capacità di sognare, di amare, di credere e di sperare, sono tutte il prodotto di quel rapporto simbiotico (scambio mutualistico) che, da sempre, l’essere umano ha avuto e coltivato con la Terra, madre indiscussa del nostro destino. Una Terra oggi, straziata, vilipesa, violentata e stuprata da un orda di diavoli dai bianchi colletti e cravatte chiassose, che hanno mercificato con Satana, il sangue e il futuro dei nostri figli a fronte di vizio e di perversione.

Leggi il resto di questo articolo »

HOMO GREX – di Antonella Randazzo
Ediz. Espavo – Pagg. 446

HOMO GREX
Un viaggio dall’Humanitas al Grex e ritorno – di Antonella Randazzo

Pur essendo venuto allo scoperto che circa l’1% sottomette e opprime il restante 99% della popolazione, il sistema è rimasto invariato. È evidente che non basta capire la realtà per cambiarla, ed è risultato inutile protestare contro chi non ha alcun interesse a cambiarla.
Lo scrittore Lev Nikolaevič Tolstoj, in riferimento all’oppressione coloniale inglese in India, ebbe a dire: “Una compagnia commerciale assoggettò una nazione di duecento milioni di persone! Raccontatelo ad un uomo libero dalla superstizione, ed egli non riuscirà a capire che cosa significhino queste parole, che cosa significa che trentamila uomini… ne hanno sottomessi duecento milioni?”
Cosa ci guadagnano i popoli a credere che lo stesso sistema dittatoriale darà loro la possibilità di scegliere la libertà?
Come qualcuno ha detto: “Gli oppressori europei non hanno chiesto gentilmente di ricevere dai popoli il potere che hanno”.
Si chiede il giornalista e scrittore John Pilger: “Per quanto tempo ancora dobbiamo restare sottomessi ad un tale ‘governo invisibile’?… i sistemi politici che promettono sicurezza e giustizia sociale sono stati sostituiti da pirateria, ‘austerità’ e ‘guerra perpetua’: un estremismo dedito al rovesciamento della democrazia. Se applicato a un individuo, lo identificherebbe come psicopatico. Perché mai lo accettiamo?”. Leggi il resto di questo articolo »

Guardatelo tutti e approfondite. E’ importante per la nostra vita ed è facilmente utilizzabile!
Debella tutti i Papilloma virus non solo i 4 su 102 promessi dalle multinazionali della chimica che producono il presunto vaccino e non ha controindicazioni. Ha costi infimi.

Il problema e le soluzioni alla sua diffusione?  Aspettiamo una risposta dai lettori.

Di Fulvio Grimaldi

Segue: Assalto finale del golpista vandeano. Altri galantuomini fascio-sionisti.

 Cari amici e interlocutori, me ne vado for dai bal per qualche tempo. Vi risparmierò queste tiritere fino a metà agosto. Ma leggero i vostri commenti e messaggi. Buona estate di controffensiva.



Mi unisco al commento di Alex per esprimere anche la mia profonda preoccupazione, soprattutto per il modo in cui l’azione terroristica è stata salutata dai media internazionali. Le analisi ci trovano tutti d’accordo, Fulvio e commentatori attenti, come forse mai prima d’ora. Ma, adesso, che fare? Il senso di frustrazione che ho provato quando ho visto assassinare Saddam Hussein e Muammar al-Qaddhafi è stato violento e insopportabile. Non voglio rivivere, ora, la medesima e terrificante esperienza. Oggi ne faccio, mi si perdoni l’intimismo, una questione innanzitutto di morale personale, di psicologia individuale. I traumi iniziano a essere un po’ troppi, mi pare di essere in un romanzo magnifico di Saramago, Cecità, dove tutti diventano ciechi tranne una donna, che, allibita, assiste alla follia collettiva che la circonda. Io la Siria la conosco bene, ci ho studiato arabo alla fine degli anni ’90, quando Hafiz al-Asad era ancora vivo, gratuitamente e con maestri dedicati e bravissimi, che ricordo con grande affetto. Sapere di continui attentati e stragi – eterodiretti da Londra, da New York, da Doha, da Riyad – a Damasco e nelle altre dolcissime città di quel dolcissimo paese inizia a farmi molto male, nel profondo. E mi fa male soprattutto l’orrida ipocrisia dell’Europa e dell’Occidente, il ribaltamento spudorato e continuo della realtà, il sostegno ai peggiori gonzi islamisti, vera vergogna dell’Islam e puro prodotto del riflesso coloniale e orientalista. Confesso di essere scosso e di sentirmi impotente. Non per questo, comunque, ci si rassegna. Hasta la victoria, siempre! 
Stefano 

Sarò lungo, ma per alcune settimane avrete pace e quindi potreste leggere questo rotolone un po’ per volta. Aggiungo al commento qui sopra, giuntomi sul blog e che ritengo degno di diffusione (come tanti altri per i quali non c’è spazio), due parole su quanto successo in Siria e Bulgaria mercoledì 18, in perfetta e ovviamente voluta simmetria, dato che la paternità è degli stessi.
A Damasco sono stati uccisi, da una bomba introdotta nella Sede della Sicurezza Nazionale, il ministro della difesa, Daud Rajha; il suo vice Assef Shawkat e il capo della Direzione per la Crisi, Hassan Turkmani. Imprecisato il numero dei feriti. A Burgas, in Bulgaria, è stato fatto saltare un autobus con a bordo giovani israeliani in vacanza, 7 morti e oltre 30 feriti. E’ l’apice di una campagna di terrore genocida condotta da 17 mesi contro la Siria e, in prospettiva, contro Hezbollah e l’Iran. Leggi il resto di questo articolo »

Titolo originale: “Ford vede le potenzialità di Muscle Shoals”
 
Florence, Alabama, 5 dicembre 1921 – Henry Ford ha lasciato oggi Detroit, convinto che se il Congresso gli affiderà lo sviluppo della forza idroelettrica avviata durante la guerra dal governo a Muscle Shoals, sul fiume Tennessee, egli potrà rendere questa intera parte del sud più prospera, dal punto di vista industriale e agricolo, di quanto sia mai stata.
Dopo aver stretto la mano a decine di cittadini di Florence e Suffield subito prima che il suo treno speciale laciasse Detroit, disse così:
 
“Sono stato profondamente colpito dalle possibilità di questo posto.” Ha detto a C.W. Ashcraft presidente della Camera di Commercio di Florence, un gruppo di 140 uomini che lottano da anni per convincere il governo a sviluppare le potenzialità della zona. “L’energia idraulica che può essere ottenuta in questa zona sarà uguale o superiore, credo, a qualsiasi altro sviluppo in questo paese fino ad oggi. Ci sono carbone, ferro, utili tipi di rocce, minerali e metalli proprio a portata di mano su ogni lato. E’ incredibile per me pensare che queste potenzialità siano state ignorate per così tanto tempo.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: Linkiesta

Sergio Marchionne punta all’oro nella disciplina del “date la colpa ai tedeschi”. Per il manager italo americano i mali del mercato dell’auto europea sono esacerbati dagli sconti che applica Volkswagen e dal fatto che i marchi tedeschi, che a parte Opel stanno reggendo molto meglio alla crisi, non vogliono partecipare ad una riduzione collettiva della capacità produttiva. Niente male per un presunto uomo di mercato. Peccato che i dati non siano esattamente dalla sua parte.

Ormai dare le colpe ai tedeschi per i mali di casa propria è diventato uno sport nazionale. Ora però, forse complice il clima da olimpiadi, Sergio Marchionne ha deciso di puntare all’oro in questa disciplina. Per il manager italo americano i mali del mercato dell’auto europea sono esacerbati dagli sconti che applica Volkswagen e dal fatto che i marchi tedeschi, che a parte Opel stanno reggendo molto meglio di Fiat alla crisi, non vogliono partecipare ad una riduzione collettiva della capacità produttiva. Niente male per un uno che dovrebbe essere un uomo di mercato.

Le dichiarazioni di Marchionne sono in un articolo di oggi del New York Times che analizza il mercato dell’auto europea e la sua conclamata sovracapacità produttiva. Basta pensare che i dati dell’Associazione europea dei produttori d’auto prevedono quest’anno 12,4 milioni di auto vendute, tre milioni in meno che nel 2007. E il numero uno di Fiat rilancia le critiche ai produttori tedeschi, soprattutto verso la virtuosa Volkswagen, colpevole per via della sua politica di sconti aggressivi: «è un bagno di sangue sui prezzi e sui margini».

Leggi il resto di questo articolo »

Non posso usare altre parole, mi si perdoni: ora siamo nella merda davvero

Articolo di Paolo Barnard * Link
Ieri sera prima di una conferenza in Sardegna un blogger m’intervista e mi chiede: “Facciamo default?”. Io: “Non credo, perché temo che Draghi aprirà all’ultimo i rubinetti della BCE, o daranno al MES una licenza bancaria”. (poi vi spiego)

Stamattina l’amico Mauro Valentini di Misano mi manda un sms: “Si fa default?”, gli rispondo la stessa cosa (e tenete a mente il verbo “temo” che ho usato con entrambi).

Ok, sono le prime ore del pomeriggio di oggi giovedì 26 luglio, e le agenzie battono la notizia: Mario Draghi a Londra ha detto che la BCE aprirà i rubinetti. In Austria, il governatore della Banca Centrale Ewald Nowotny già da giorni aveva dichiarato che si sta discutendo se dare al MES una licenza bancaria.

E siamo veramente, ma veramente fottuti adesso. Leggi il resto di questo articolo »

MISURE EMERGENZIALI PER NON SOCCOMBERE ALL’INCAPACITA’ E AL TRADIMENTO, allo spread, alla recessione, alla disoccupazione, al golpe bancario, all’imperialismo intracomunitario di Berlino.

 Articolo di Marco Della Luna * Link

Si va a grandi passi verso rotture e cambiamenti nell’Eurosistema. Salva una resipiscenza dell’ultimo momento, qualcuno, in estrema ipotesi i militari, per forza di cose, prenderà misure radicali non previste dalla costituzione e dalle leggi. La situazione italiana sta precipitando e il paese è in avvitamento fiscale – recessivo; tutti i rimedi esperiti sono falliti; non vi è solidarietà europea, ma al contrario approfittamento ed imperialismo. Ormai è palese che Monti è impotente o ha fatto altri interessi, e che la Merkel e i suoi giudici costituzionali stanno prendendo tutti per i fondelli. L’Eurosistema non funziona, è strutturalmente sbagliato, accresce le divergenze, non si può fare affidamento su di esso.

Queste sono le misure urgentissime per evitare il disastro, mantenendo un apparato produttivo vitale e un livello di civiltà anche giuridica accettabile. :

1) Mettere Monti col suo governo in villeggiatura coatta a Campo Imperatore, disponendo intorno al Gran Sasso batterie antiaeree per impedire ai paracadutisti della Luftwaffe di interrompere la villeggiatura e riportarlo al suo sobrio lavoro. Leggi il resto di questo articolo »

«La Matrice è ovunque. È tutt’intorno a noi. Anche ora, in questa stanza.
Potete vederla quando guardate fuori dalla finestra o quando accendete il televisore. Potete sentirla quando andate al lavoro, quando andate in chiesa, quando pagate le tasse. È il mondo che vi è stato gettato sugli occhi per impedirvi di vedere la verità».
Morpheus nel film Matrix

Pensiamo di vivere in un “mondo”. In realtà viviamo in una gamma di frequenze. È tutto qui. Siamo intrappolati in una gamma di frequenza e quindi intrappolati in un’illusione. Si tratta di ciò che il famoso film chiama “Matrice”. Il “mondo” che vediamo intorno a noi è solamente una minuscola frazione di un’infinità multidimensionale cui abbiamo accesso attraverso i nostri sensi fisici come la vista, l’udito, il tatto, l’odorato e il gusto. Il mondo materiale che percepiamo è come una stazione radiofonica e i nostri sensi fisici sono sintonizzati su quella frequenza. Questo è tutto ciò che vediamo.

Ma tutt’intorno a noi ci sono altre frequenze o densità della creazione infinita – quelle di cui la “scienza” ha negato l’esistenza. Si trovano tutt’intorno a noi su frequenze che superano la gamma dei nostri sensi fisici. Queste sono le frequenze che possono essere viste e sentite dagli animali, come i gatti, quando reagiscono all’interno di spazi apparentemente “vuoti” finché i loro sensi vengono imprigionati dal condizionamento. Leggi il resto di questo articolo »

Grazie al lettore Edoardo per la traduzione.

Obama con i parenti delle vittime

25 luglio 2012.  Una relazione preoccupante del Ministero delle Finanza sulla frode bancaria più grande nella storia, sta circolando oggi al Cremlino e avverte che è “nel regno delle possibilità” che lo scioccante massacro nel cinema in Colorado la scorsa settimana non sia che un altra “parte integrante” di un deliberato piano messo in atto dalle élite bancarie occidentali e dai loro alleati prossimi al collassare l’economico.

Il massacro citato nella relazione è stata denominato “2012 Aurora Shooting”, in cui il sospetto James Holmes è accusato di aver aperto il fuoco durante la prima del film “Batman” uccidendo 12 persone, ferendone 58 in una delle peggiori stragi di massa nella recente storia degli Stati Uniti.

È interessante notare che in questo documento , James Holmes viene definito come estremamente intelligente, uno scienziato dotato, cresciuto in un quartiere benestante, con una inquietante somiglianza che condivide con gli altri noti assassini americani degli ultimi 3 decenni, tra cui Andrew Cunanan, John Gardner, John Hinckley, Timothy McVeigh , Ted Kaczynski, Eric Harris e Dylan Klebold. Leggi il resto di questo articolo »

BILL GATES: CON I MIEI VACCINI RIDURRO’ LA POPOLAZIONE MONDIALE   http://www.free-italy.info/2012/07/bill-gates-con-i-miei-vaccini-ridurro.html

“Sarà il decennio dei vaccini” dichiarava Bill Gates alla fine di gennaio al World Economic Forum di Davos, promettendo una donazione di 10 miliardi di dollari per promuovere la campagna di vaccinazioni dei bambini nei paesi in via di sviluppo. “La ricerca medica” ha aggiunto il fondatore di Microsoft “renderà possibile di salvare la vita di tanti bambini, come mai prima”.

Ebbene, chi si è convinto della svolta filantropica di Gates farebbe bene ad ascoltare il suo intervento alla conferenza della non-profit TED2010 dello scorso febbraio, dal titolo Innovating to zero! La promessa da dieci miliardi rimane. I vaccini pure. Lo scopo dichiarato di Gates, invece, differisce ‘leggermente’. Insomma, mentre a Davos Gates prometteva di salvare otto milioni di Bambini, ora dichiara di voler ridurre la sovrappopolazione mondiale. Ecco un estratto:

Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone. La cifra va verso i 9 miliardi. Se faremo un buon lavoro con i nuovi vaccini, la sanità e i servizi medico-sanitari riproduttivi, potremmo ridurre [quei nove milioni] forse del 10 o del 15 per cento.

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE