Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

… Una volta accettata la linea di credito del Fmi per l’Italia si chiuderebbe la via di accesso al mercato, perché tutti i prestiti effettuati dal Fondo sono ‘senior’ cioè hanno il diritto ad essere pagati prima di ogni altra obbligazione dello Stato debitore. Con questa condizione chi comprerebbe più un Btp? … “

… inoltre …

“… Il Fondo Monetario costringerebbe l’Italia a privatizzare tutte le aziende e le infrastrutture pubbliche oltre che a varare a misure fiscali draconiane che deprimerebbero il paese per i prossimi dieci anni. Ma anche questo non servirebbe a tirarci fuori dai guai. Gli interventi del Fmi hanno avuto successo solo quando sono stati accompagnati da massicce svalutazioni della moneta del Paese in crisi, non si è mai verificato nella storia il salvataggio di un Paese a cambio fisso …”

Il meccanismo per cui un paese “viene salvato dal Fondo Monetario” perchè offre una linea di credito come adesso all’Italia al 4% invece che all’8%, è il copione classico utilizzato in Brasile, Messico, Argentina, Filippine ecc… in passato per succhiare la ricchezza di un paese. I passaggi sono sempre quelli, se leggi qualcosa sulla “Tequila Crisis” del Messico del 1992 e ci ritrovi il copione della crisi dell’Italia del 2011 già scritto.

1) Scegli un paese che abbia accumulato molto debito verso l’estero e quando è il momento adatto affondi con rumors, report allarmistici e speculazione al ribasso i suoi bonds per cui i rendimenti schizzando dal 4 all’8% ad esempio per i BTP. Se il governo eletto non è malleabile (vedi Berlusconi che solo un mese aveva rifiutato il Fondo Monetario) spingi il “panico sui mercati” e sui media mondiali che chiedono tutti un nuovo governo e lo si ottiene perchè altrimenti “le banche falliscono” (di nazionalizzarle come ha fatto la Svezia nel 1992 non viene in mente a nessun “esperto” o mass media). Leggi il resto di questo articolo »

Mentre qui in Europa ci lasciamo spaventare dai quattro Cavalieri dell’Apocalisse, in paesi come Argentina e Brasile, per tacere di Cinindia [1], l’economia va a gonfie vele. Tradotto in altre parole, i paesi emergenti stanno ripetendo gli stessi errori che abbiamo fatto noi. Errori che si presentano principalmente sotto due aspetti: la distruzione dell’ambiente e lo sfruttamento dei lavoratori, tacendo di quello degli animali che non è mai cessato.

In questo senso, se possiamo affermare che la Cina, da paese comunista è diventato il più bieco stato capitalista, possiamo altresì dire che i paesi poveri che ancora conservavano vestigia delle culture native del passato, stanno facendo piazza pulita di tutto ciò che resta della civiltà primitiva che li contraddistingueva.

E’ così che mi spiego l’uccisione di quattordici sciamani in Perù, da un anno e mezzo a questa parte:

 

http://www.terraemadre.com/2011/11/uccisi-14-sciamani-peruviani-gli-ultimi-custodi-della-terra/

Vi è mai capitato di seguire un sentiero di montagna e, fatti pochi passi, chiedervi: “Ma cosa sto facendo? Ma chi sto prendendo in giro?”.

Leggi il resto di questo articolo »

Tratto da AltroGiornale.org

Illustrazione di questo articolo

La rete di controllo delle società multinazionali influenza la concorrenza del mercato oltre alla stabilità finanziaria a livello globale. Ricercatori in Svizzera hanno studiato l’architettura della rete internazionale di proprietà e l’ammontare del controllo detenuto da ciascuna azienda mondiale. I risultati, pubblicati sulla rivista PLoS ONE, mostrano che le aziende multinazionali fanno parte di un enorme struttura “a cravatta” e che una grande parte del controllo è mantenuta da un piccolo ma solido “nucleo” di istituzioni finanziarie. I ricercatori chiamano questo nucleo una “superentità” economica. Lo studio è stato in parte finanziato dal progetto FOC-II (“Forecasting financial crises”) che ha ricevuto quasi 1,9 milioni di euro nell’ambito del tema “Tecnologie dell’informazione e della comunicazione” (TIC) del Settimo programma quadro (7° PQ). Leggi il resto di questo articolo »

“Gli individui omologati di quest’epoca, si appellano alla soggettività, come attenuante ad uno stato di incapacità e impossibilità di formulare un personale giudizio critico attendibile sulla base della loro conoscenza”

L’arrivo di Tony – Milano, 27 Febbraio 1982 ore 16:30

Suonarono alla porta e mi precipitai ad aprire. Finalmente era arrivato Tony che nella mano destra stringeva per il collo una bottiglia di vino rosso.
L’abbracciai affettuosamente dopo tanto tempo e ci accomodammo in cucina, uno di fronte all’altro. Io del resto stavo già sorseggiando un buon bicchiere del mio vino nuovo, che gli versai dentro una capiente coppa di cristallo adatta per la speciale occasione.
Brindammo senza dire nulla, svuotando completamente le due coppe. Una fragorosa risata di entrambi, ruppe quel religioso silenzio e, dopo alcuni scambi di battute, Tony spostò il discorso sulla sua bottiglia, decantandone la bontà e le caratteristiche del suo contenuto.
Così versò il vino nelle due coppe e attenendoci alla prassi di chi se ne intende, infilammo il naso ben oltre il bordo del cristallo per carpirne e percepirne il profumo, l’abboccato e un ipotetico retrogusto – In seguito, dopo averlo fatto ruotate lentamente in senso antiorario, ritornammo ad odorarlo.
Per un attimo ci guardammo con occhi eccitati e quindi brindammo: ”Alla salute Tony! Alla tua Gianni! Alla nostra.. alla nostra!!”
Ne assaporai un piccolo sorso, e non proferii parola. Quel vino non mi piaceva e lui lo capì!

Leggi il resto di questo articolo »

ERRATA CORRIGE: questa sera le donne della Sardegna contro Equitalia e non come creduto, la crociata di Scilipoti contro le banche

Fonte: http://www.serviziopubblico.it/la_casta/2011/11/30/news/la_crociata_di_scilipoti_contro_le_banche.html?cat_id=8

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTA PAPALEO

Haaretz.com

Il parlamento islandese approva misure in solidarietà con il popolo palestinese nella Giornata delle Nazioni Unite; i palestinesi ripropongono la richiesta di adesione.

da Reuters e Associated Press

Martedì scorso il parlamento islandese ha votato a favore del riconoscimento dei Territori Palestinesi come stato indipendente, il primo paese dell’Europa occidentale a farlo, secondo il Ministro degli Esteri islandese. Simbolicamente, la misura è passata nella giornata annuale dell’ONU della solidarietà con il popolo palestinese. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: infotricksblog.blogspot.com

“L’obiettivo strategico è evidente: se un giorno gli Stati uniti riuscissero a realizzare uno «scudo» antimissili affidabile, essi sarebbero in grado di lanciare un first strike contro un paese dotato anch’esso di armi nucleari, come la Russia, fidando sulla capacità dello «scudo» di neutralizzare gli effetti della rappresaglia. Lo «scudo», che la Russia intende contrastare con «metodi adeguati e asimmetrici», non servirà quindi a creare una «Europa più sicura». Viceversa servirà a creare nuove tensioni, giustificando un ulteriore rafforzamento della presenza militare Usa in Europa. Così da legare i paesi dell’Europa orientale sempre più al carro di Washington e mantenere la sua leadership su quelli dell’Europa occidentale.”

Reazione di Medvedev: missili Iskander a Kaliningrad Sistema antimissile, così Washington prepara non più sicurezza ma più tensioni belliche

Il presidente russo Medvedev ha accusato ieri gli Stati uniti di aver imposto ai loro alleati lo «scudo antimissili» in Europa, avvertendo di nuovo che la Russia prenderà delle contromisure, tra cui l’installazione nell’enclave di Kaliningrad di un nuovo sistema radar e di missili mobili Iskander a corto raggio (fino a 500 km), che possono trasportare anche testate nucleari. È un bluff nella partita elettorale, in vista delle legislative del 4 dicembre e delle presidenziali del 4 marzo? Indubbiamente Medvedev e Putin, che perdono consensi, alzano i toni per dimostrare che sotto la loro direzione la Russia non piega la testa di fronte alla strapotenza Usa/Nato. Eppure non è solo questione di mosse elettorali. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://vimeo.com/32921665

Attenzione che qua ci sta il trabocchetto in cui è cascato Paolo Barnard, ascoltando un gruppo di economisti americani e non i giuristi alla Auriti: qua vige naturalmente la teoria mainstream come qualmente tutta la rendita monetaria verrebbe restituita alle banche centrali le quali la devolverebbero allo Stato: ora la teoria mainstream considera signoraggio unicamente gli interessi, e ignora il falso in bilancio dell’aggregato passivo, il valore facciale di TUTTA la moneta circolante emessa che nasconde i profitti: io BCE stampo 100, al passivo -100, quando ricevo i titoli del debito – altamente liquidi tra banche – mettiamo che ricevo 106, secondo i rendimenti attuali IT, figureranno come profitti unicamente gli interessi, cioé 6, il resto sparisce nel falso contabile del passivo in bilancio. Leggi il resto di questo articolo »

Tutto il mondo scende oggi in campo per celebrare la Giornata Mondiale contro l’Aids, la malattia che ancora oggi miete molte vittime.” Così esordisce lastampa.it.

Come Stampa Libera invece, evidenziamo come, accaniti sostenitori dell’Aids, quale malattia pericolosa e trasmissibile, sono i satanisti come Lady Gaga, Bono degli U2, non manca Carla Bruni la moglie di Sarkozy il criminale che ha contribuito a produrre più di 100.000 morti in Libia. (Chissà dov’era la pulzella  quando pubblicavamo le foto dei corpi dei soldati governativi e dei bambini  fatti a pezzi dagli esportatori di democrazia…)

Oggi siamo arrivati al preservativo come Totem. Vedrete che fra non molto lo imporranno come presidio sanitario!

Aids: sit-in con maxi condom a Montecitorio, basta tabu’ e ridurre prezzi

Un preservativo come monumento al nuovo governo?

Roma, 1 dic. (Adnkronos Salute) – Un enorme preservativo arancione è stato posizionato questa mattina davanti a Montecitorio, per chiedere ai nostri politici di fare più campagne di prevenzione e sottolineare l’importanza del profilattico per difendersi dall’Aids, e non solo. Il sit-in è stato organizzato da Network persone sieropositive (Nps) Italia onlus, Equality Italia e Gay Center, proprio nel giorno della Giornata mondiale contro l’Aids.

Leggi il resto di questo articolo »

Bogotà, Colombia: protesta degli studenti contro la riforma dell’istruzione superiore

Immagine trovata su davidicke.com

ALTRAMENTE -http://www.jubaleditore.net
di Walter Catalano [tratto dal libro di Walter Catalano, Applausi per mano sola, Clinamen 2001]

Ascolta Piccolo Uomo: il tuo retaggio è un diamante che brucia nella tua mano. Vedi te stesso come sei veramente. Ascolta quello che nessuno dei tuoi capi e rappresentanti oserà mai dirti: Sei un ‘piccolo uomo qualsiasi’. Comprendi il duplice senso di queste parole: ‘piccolo’ e ‘qualsiasi’. Sei afflitto dalla peste emozionale. Sei malato, molto malato, Piccolo Uomo. Non è colpa tua. Ma è tua responsabilità aver ragione di questa malattia.”
(Wilhelm Reich, Listen, Little Man, 1948)

Il 23 agosto del 1956 a New York un immenso rogo distrugge tutte le opere di Wilhelm Reich, ex psicoanalista freudiano, ex militante comunista, ex scienziato rispettabile, perseguitato per anni da freudiani, comunisti e scienziati. Leggi il resto di questo articolo »

Il fatto di base è che l’umanità sopravvive grazie alla bontà, all’amore e alla compassione. Che gli esseri umani abbiano la capacità di sviluppare queste qualità è la loro vera benedizione.
Tenzin Gyatso

Riassunto dell’articolo pubblicato su: http://nuevamedicinahamer.blogcindario.com

Il Dr.Hamer ha appena pubblicato il suo ultimo libro, dove riassume le indagini effettuate, a partire dal 1984, su ogni paziente diagnosticato “affetto da AIDS”, o quantomeno “portatore del virus HIV”.

Anche in questo caso, il suo metodo è stato lo stesso usato per le altre “malattie”: il Dr. Hamer ha investigato empiricamente, alla luce delle Leggi Biologiche che egli stesso ha scoperto, su ogni caso di AIDS, per trovare infine il comun denominatore (o i comuni denominatori) che sono alla base del quadro clinico riconosciuto come “AIDS”. Ciò che il Dr. Hamer ha scoperto in merito, è sconosciuto perfino ai dissidenti più radicali della teoria convenzionale dell’AIDS, e se ciò è venuto alla luce in questa pubblicazione, in forma sistematica, è soltando grazie alla qualità del suo contenuto, che proviene -senza esagerazione-  dal “dissidente tra i dissidenti” della teoria vigente sull’origine dell’AIDS. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://seigneuriage.blogspot.com

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://seigneuriage.blogspot.com/2011/11/radio-ies-intervento-di-saba-overture.html

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE