Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Il diabolico tasso soglia di usura della mafia bianca.
Antonio Miclavez
www.federcontribuentiFVG.it

Dopo aver denunciato la truffa della proprietà monetaria con Marco della Luna in “Euroschiavi” nel 2006, dopo aver descritto la truffa della rarefazione monetaria pilotata in “Euflazione” nel 2009, nel 2011 ho iniziato a dedicarmi in qualità di presidente della FedercontribuentiFVG a valutare per i nostri associati i tassi d’interesse applicati dagli Istituti di credito.
Incredibile ma vero, quasi tutti i conti correnti ed i mutui erano, e tuttora lo sono, usurari, e quando il conto è usurario è accompagnato sempre dal reato di riciclaggio e spesso del reato di estorsione.
Quando un istituto di credito fa’ usura, la legge parla di Usura aggravata e raddoppia la pena fino ai 10 ani di galera, mentre il popolo la chiama usura bianca, per differenziarla dalla usura nera che si faceva per strada con la lupara, tanti anni fa. Mafia nera e mafia bianca.
Ora la lupara si chiama Tasso d’interesse, si chiama Equitalia, si chiama Monti.
Ora la mafia si chiama Monte dei Paschi di Siena, Banca d’Italia, BCE, Draghi, Barroso, Merkel, Fondo salvastati, Fondo monetario Internazionale.

Leggi il resto di questo articolo »

Tutto il mondo segue con attenzione il segno di Dio sul Vaticano con tanto di fotografo professionista che passa all’Ansa (buona questa!) la foto del miracolo… E poi c’è l’immancabile BBC. Ci aspettiamo anche Al Jazeera e poi hanno fatto bingo!

Ebbene, c’eravamo anche noi insieme alla troupe della BBC a riprendere il millesimo di secondo in cui é partito il fulmine!
Sapevamo che sarebbe arrivato. Ecco qua:

 PRIMA

originale

e DOPO

montaggio

Leggi il resto di questo articolo »

SI DIMETTE PAPA RATZINGER

Articolo di Gianni Lannes | Link
Papa-Ratzinger-1024x700
Un addio forzato? Non era mai accaduto negli ultimi 7 secoli. In Vaticano adesso si va al Conclave. Angelo Scola, arcivescovo di Milano è il favorito. Gli anglo-americani lo volevano Papa già nel 2002. Cosa ha indotto il capo della “Santa Sede” a mollare in un amen il suo potere.
“Lascerò il pontificato entro il 28 febbraio”. L’annuncio choc è stato dato direttamente dal pontefice, in latino, durante il Concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto. “Sento il peso dell’incarico, consapevole della gravità del mio atto, ma è per il bene della Chiesa”, ha dichiarato per giustificare il suo passo indietro.

Ufficialmente le motivazioni che avrebbero spinto il Papa a questa decisione sono tre. Primo, la malattia che lo ha indebolito. Secondo, la volontà di ritirarsi per meditare, restando però in un piccolo monastero all’interno della Città del Vaticano. Infine perché non è più in grado di esercitare il magistero papale.
La Chiesa, in quel preciso momento, si ritroverà senza un pontefice. Joseph Ratzinger si ritira prima a Castelgandolfo, poi entrerà nel monastero di clausura in Vaticano. Potrà continuare a scrivere. E Angelo Scola viene già indicato come papabile numero uno. Il nome? Paolo VII.   Leggi il resto di questo articolo »

Marra: le dimissioni Papa sono una presa di distanza prima dell’imminente crollo del regime

papa-dimissioniLe dimissioni del Papa sono una presa di distanza dal regime ora che esso, non essendo più in grado di dare risposte, sta per crollare sotto i colpi dell’autorità giudiziaria e del dissenso popolare. È un’opinione suggeritami dall’avv. Raffaele Ferranre, candidato nelle liste del PAS per il Senato in Campania, e la condivio completamente. I centri del potere economico e il Bilderberg stesso, che hanno guidato il mondo, sono in sostanza falliti, e il Papa non ha voluto essere coinvolto direttamente in questo immenso fallimento.

Alfonso Luigi Marra

 

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

Altri Articoli consigliati: “L’Anticristo (come è stato rivelato a Maria Valtorta)“; “Il Terzo Segreto di Fatima, la impostora Suor Lucia, e la Fine del Mondo“; “L’Ordine che lavora per il Nuovo Mondo

Nel giorno di Lourdes “il papa degli Illuminati” annuncia le proprie dimissioni: missione compiuta! E parafrasando il Vangelo:

Colui che viene dopo di me
mi è passato avanti,
perché era prima di me

 

Ecco come il precursore dell’Anticristo darà il segnale dell’arrivo del suo vero signore. E si incendiò il Golgota e siamo nel pieno del “SEDEVACANTISMO APOCALITTICO”. Con le elezioni alle porte si chiude il ciclo dei precursori ecumeno-conciliaristi.
Sede vacante “ufficializzata” dalle 20 del 28 febbraio
Annuncio shock di Benedetto XVI: “Sento il peso dell’incarico di Pontefice, ho preso questa decisione per il bene della Chiesa”. Tra le motivazioni anche “l’età avanzata


La “sede vacante” dopo le dimissioni di Benedetto XVI scatta il 28 febbraio. Lo ha detto il Papa annunciando ai cardinali la decisione di dimettersi. Dovrà quindi essere convocato un conclave per l’elezione del nuovo Papa.

“Il Papa si dimetterà presto”. La notizia non è quella dell’ANSA delle 11:30 di oggi 11 febbraio 2013.

25/09/2011 – Su Libero scrive Socci: potrebbe andarsene ad aprile Per ora sono solo ‘voci’ e come tali ‘Libero’ le presenta: ma diventano un titolo di prima pagina: “Il Papa tentato dalle dimissioni”.

85 ANNI E SENTIRLI – “Per ora è una voce (un’ipotesi personale di Joseph Ratzinger) e spero che non diventi mai una notizia. Ma poiché circola nelle più importanti stanze vaticane merita molta attenzione”, ha scritto Antonio Socci sulla prima del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro. “In breve – prosegue l’articolo – il Papa non scarta la possibilità di dimettersi allo scoccare del suoi 85 anni, ovvero nell’aprile del prossimo anno. Che Ratzinger ritenga possibile questa scelta è noto almeno dal 2002, quando si dovette studiare l’eventualità con l’aggravarsi della malattia di Giovanni Paolo II”.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://www.eliolannutti.it/blog/2012/05/comune-camerino-annulla-contratti-derivati

Mostra rif. normativi

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-07376 
Atto n. 4-07376

Pubblicato il 2 maggio 2012, nella seduta n. 717

LANNUTTI – Al Ministro dell’economia e delle finanze. -

Premesso che:

si apprende da notizie di stampa che anche il Comune di Camerino, seguendo la strada della Provincia di Pisa e del Comune di Prato, ha scelto di annullare i contratti derivati stipulati con Unicredit;

si legge su un articolo pubblicato su “Il Sole 24 ore-Plus 24″ del 28 aprile 2012: «Alla fine anche il Comune di Camerino (Mc) si è “pentito” di aver stipulato contratti derivati e sulla scia tracciata dalla Provincia di Pisa e, da ultimo, il municipio di Prato (si veda «Il Sole 24 Ore» del 20 aprile), ha intrapreso la strada dell’annullamento in autotutela delle delibere amministrative che hanno autorizzato la sottoscrizione di quattro swap con UniCredit. Ma andiamo con ordine (…) Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Capitano Ultimo
the-goldman-sachs1Monti, uomo dei poteri forti cioè della finanza anglosassone (nonostante gli si attribuisca il ruolo di vice della Merkel) da oggi potrà contare anche sui voti della mafia spicciola distribuita sul territorio.
Come recentemente affermato da Grillo in piazza, quando ha riconosciuto che la sua vittoria in Sicilia non sarebbe stata interamente dovuta all’impegno degli attivisti del suo movimento, ma soprattutto al fatto che la mafia non sapeva chi votare.
Eppure, un antipasto il regime Monti lo aveva offerto alla criminalità più “rozza”, non quella proprio in giacca cravatta e grembiulino come quella cui appartiene.
Nella Legge di Stabilità del 10 ottobre 2012, il golpista di Gs dispose un “bonifico” a favore delle cosche del TAV garantendo loro 790 milioni di euro in tre anni da consumare per la Torino Lione.
Ma oggi, in piena campagna elettorale ed a poche ore dal silenzio sondaggi, ecco che porta a casa l’asso di briscola:
Bruxelles, 08 feb – Rispetto al bilancio 2007-2013, nel bilancio 2014-2020, su cui e’ stato raggiunto oggi l’accordo tra i capi di Stato e di Governo, “la dotazione sul fronte coesione aumenta dell’1% a prezzi costanti mentre il pacchetto globale Ue vede un calo dell’8%”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, parlando in conferenza stampa al termine del Consiglio europeo. Aps-fil-Y- 08-02-13 17:46:16 (0427) 3
Quindi, il Monti vittorioso, in epoca di austerità, riesce a “strappare” più soldi per gli italiani. Poco importa se quegli stessi italiani il banchiere incoronato dallo spread li sta assassinando. Poco importa se è proprio quella Europa che estorce denaro ad assumere ora le sembianze di una suora caritatevole, mentre elargisce un obolo di carità per i sacrifici.
E tutto questo, GRAZIE A MONTI!, il credibile ed il morale. Vorrà pur significare qualcosa quel “ha ridato credibilità internazionale all’Italia”.

Con internet, i blog e il confronto in tempo reale in rete, si affaccia per la prima volta nella storia dell’uomo, una versione particolare di INTELLIGENZA COLLETTIVA, che ha un forte impatto non solo sullo sviluppo del singolo individuo ma sulla stessa compagine sociale e principalmente sul mondo di percepire la politica e sui diritti di chi vuole fare la politica e non subirla.

 

Collana della CONOSCENZA n° 29

damaGentili  LETTORI/LETTRICI di SL,

pensando di farvi cosa gradita pubblico questo POST tratto dal sito MASADA della “brava & passionale” AMMAZZONE del WEB la Viviana VIVARELLI; in esso si trovano delle risposte & riflessioni riguardo a un tema affascinante & poco conosciuto attinente all’ INTELLIGENZA COLLETTIVA, questa collegata anche ad uno strumento attuale & potente qual’ è INTERNET e che quindi riguarda TUTTI Noi molto da vicino quindi BUONA ma sopratutto UTILE lettura !!!

NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
SDEI/Sergio

 

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo trovato su Neovitruvian | Link all’articolo originale | 11 aprile 2011

timthumb

E’ diventato quasi impossibile discernere la “verità” dei fatti in questo nostro pianeta sempre più caotico. La realtà è contorta, quasi ribaltata sotto sopra, in questo rapido dispiegamento di crisi su più fronti. Il mondo sta affrontando una nuova guerra mondiale nel mondo arabo, l’olocausto nucleare di Fukushima, il totale collasso economico e un aumento sorprendente del costo dei beni essenziali.
In ogni caso, al pubblico è stata mostrata una realtà molto lontana dal vero, quasi opposta. E’ così palesemente chiaro, che sembra un test per vedere in quanto tempo la psiche umana, sotto stress, può reggere prima di deformarsi. George Orwell sarebbe impressionato dal livello raggiunto grazie all’informazione (manipolata) a 2 vie, che si è interessata dei recenti eventi catastrofici.
La guerra viene ora classificata come azione umanitaria. Le radiazioni nucleari di Fukushima…fanno bene. Il crollo della finanza pubblica e privata è colpa del contribuente. Il prezzo dei prodotti alimentari e del petrolio dipendono dalle speculazioni in borsa, non dalla domanda e dall’offerta effettive. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Gianni Lannes

fabio-fazio-luciana-littizzettoLo spettacolo è cominciato, come al solito. Vi faranno ridere a crepapelle e piangere a catinelle, mentre vi prenderanno per i fondelli tanto per nascondere la realtà. Domanda facile facile. Quanti secoli occorrono ad un operaio italiano, o se preferite un insegnante, oppure un agricoltore e mettiamoci anche un artigiano e un impiegato, per guadagnare circa due miliardi delle vecchie lire? Chissà chi lo sa. Naturalmente a milioni di precari e disoccupati non basteranno altre vite. Ebbene, è la cifra che in una manciata di giorni intascherà il duetto Littizzetto & Fazio. Ma dove sta scritto che questi individui debbano sgraffignare così tanti soldi, per giunta in un momento difficile per il nostro Paese? In una fase eterna dove a pagare sono sempre gli onesti ed i lavoratori che ormai non arrivano neanche alla fine della settimana, non dico del mese. Ma dove sono tutti gli specialisti a pagamento che affollano i divanetti televisivi e pontificano sempre, senza avere le competenze?Il tema è per niente artistico: il cachet milionario ai vip della televisione. La RAI seguita a violare la normativa sulla trasparenza che obbliga l’azienda di Stato a pubblicare in Rete (online) la pubblicità dei compensi, metà dei quali pagati dal contribuente italiota. Da almeno 6 anni la società guidata dalla plurindagata Tarantola, già ai vertici di Bankitalia, calpesta impunemente le leggi in vigore senza alcuna conseguenza. Perché mai la Corte dei Conti non interviene? Eppure, recentemente, un decreto legge dal 1 gennaio scorso impone ancora una volta alla Rai di fare quel che finora non ha mai fatto: rendere noti i compensi delle star.  Ma la legge, si sa, almeno in Italia non è uguale per tutti.

Eric Denece, direttore del Centro studi francese sull’Intelligence, a Les Temps d’Algerie

Fonte: voltairenet.org | Link

getty_10_27_11_Hamad_bin_Ali_al-Attiyah_Qatar-preview-bc824Les Temps d’Algerie: Il Presidente della Repubblica francese, François Hollande, ha appena effettuato una visita in Mali e a Timbuktu. Qual’è l’impatto di questa visita presidenziale sul morale delle truppe che operano nel nord del Mali?

Denece Eric: Nessuna, si tratta di una tradizione che il Capo dell’esecutivo visiti le truppe impegnate in un’operazione, soprattutto dopo un successo o un evento importante (ad esempio, un attentato). Si tratta anche di una visita politica per sostenere il governo provvisorio del Mali e incoraggiare la ricerca di una soluzione negoziata con i tuareg. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: etleboro.blogspot.it | Link
Coral_Castle_Free_EnergyNell’era del petrolio e del ritorno al nucleare, continuano ad essere completamente ignorati i dispositivi Free Energy, destinati a rimanere prototipi sperimentali non essendo opportunamente valutati dall’industria energetica. Tra questi verranno in particolar modo esaminati i meccanismi a magneti permanenti, basati su fenomeni fisici ben conosciuti senza tuttavia trovare ancora un’applicazione pratica. I dispositivi Free Energy a magneti permanenti rappresentano una prova sufficiente del continuo tentativo di occultamento della verità scientifica, attraverso la disinformazione che cerca di creare miti per renderli sempre più inapplicabili e non replicabili su larga scala. Uno dei casi in esame è quello del Coral Castle costruito secondo la leggenda nell’arco di una notte, da Edward Leedskalnin. La storia narra che conoscesse la tecnologia per annullare la gravità, tecnologia che necessita comunque di quantità elevate di energia. In ogni caso, per produrre l’energia necessaria alla realizzazione tale meccanismo facesse uso della free energy, difatti in loco sono presenti dispositivi con magneti permanenti, le cui caratteristiche sono riscontrabili in numerosi brevetti. Leggi il resto di questo articolo »

 

Risposta semplice: perchè lui non si candida. Ma andiamo con ordine.

463px-beppe_grillo_1Come ogni bravo cittadino che compie il poprio divere, anch’io mi sto apprestando ad andare a votare, e ho fatto alcuni ragionamenti che rendo pubblici al fine di suscitare dibattito, commenti,  critiche (ahi! So già quante ne arriveranno! Ma pazienza..).

Punto primo: non mi asterrò. Lo so bene che “se votare contasse qualcosa, non ce lo lascerebbero fare” (Mark Twain), e anche che “Chi vota non conta nulla, chi conta i voti decide tutto” (Joseph Stalin). Cionondimeno, essendo una delle ultime “libertà” rimaste (pur fra 1000 ma e se) ritengo che sia indispensabile presentarsi, anche perchè gli assenti hanno sempre torto, e TV e giornali si guarderanno bene dal mettere l’accento sulle % di non votanti, ma si concentreranno sulle % dei voti validi. Per cui: io andrò a votare.

Punto secondo: nessuno, fra gli attuali partiti presenti in parlamento, ha mai affrontato i temi veri. Sì, si sono scannati sui matrimoni gay, o su temi altamente ideologici ma del tutto secondari, come il crocifisso nelle scuole, ma nessuno si è mai preoccupato della perdità di sovranità nei confronti dell’Europa (della BCE, sarebbe più corretto specificare), della perdita di sovranità monetaria, della creazione del debito eterno, impagabile matematicamente, che graverà le future generazioni fino a non si sa bene quando, per non parlare di altri temi come le aggressioni militari a paesi stranieri mascherate dall’ipocrito slogan della “difesa preventiva” che hanno sempre visto tutte le forze parlamentari particolarmente compatte e coese. Quindi non PDL (anche quando ha avuto maggioranze schiaccianti non ha fatto quello che avrebbe potuto), no PD (fingono di essere all’opposizione ma sono pro Euro, pro-Monti, Pro debito eterno, Pro-TAV, Pro caserma Ederle a Vicenza, ecc. ecc.), no IDV che in piazza sbraita ma poi vota allineato e compatto con gli altri (vedi trattato di Lisbona, Mes. ecc.), no Lega che urla per l’autonomia e poi, in 20 anni che di fatto è al governo non ha mosso un dito contro il progressivo annientamento dei poteri e delle autonomie locali.

Allora guardiamo al nuovo. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: www.forexinfo.it | Link

L’Unione Europea fa guerra agli euroscettici: 2 milioni di euro per influenzare i social media

Il Daily Telegraph ci propone un articolo in cui si legge che nel timore di unacrescente ostilità verso l’UE, il Parlamento Europeo spenderà quasi 2 milioni di sterline per dei trolls al fine di controllare e bloccare gli euroscettici nei dibattiti via web durante la campagna per le elezioni europeee del prossimo anno.

Ecco la traduzione dell’articolo di Bruno Waterfield sul quotidiano britannico.

Il Daily Telegraph è entrato in possesso di documenti riservati che progettano una spesa e una campagna di propaganda senza precedenti prima e durante le elezioni europee di Giugno 2014. La chiave per la nuova strategia sarà questa: “strumenti di monitoraggio dell’opinione pubblica” volti a “identificare in fase precoce se i dibattiti di natura politica tra i seguaci di social media e blog hanno il potenziale per attrarre i media e gli interessi dei cittadini“. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia