Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
Lidia Undiemi

Articolo di Lidia Undiemi

Rischiamo di finire come la Grecia, dove la Troika, in cambio di aiuti finanziari, ha posto tutta una serie di politiche di austerità, di taglio dei dipendenti, di riduzione delle pensioni che non sono aiuti, ma un mero scambio di natura finanziaria. Cioè: danno del denaro a uno Stato, il quale in cambio cede loro la sovranità, e poi saranno loro ad imporre al popolo tutta una serie di condizioni insopportabili, soprattutto per le fasce più deboli.

Bene, adesso anche gli italiani rischiano di ritrovarsi come i greci. Infatti un passaggio fondamentale del trattato MES dice espressamente che uno Stato che intenda chiedere un prestito al cosiddetto fondo salva stati (il MES, appunto) deve sottostare a condizioni molto rigorose. Non abbiamo sentito né un parlamentare nazionale né uno comunitario riferire al popolo italiano i dettagli di questo trattato, nonostante già di per sé preveda un vincolo di 125 miliardi di euro che influenzerà giocoforza le nuove generazioni nonché le politiche di ogni futuro governo. Nessuno, nessuno ha voluto chiedere alle istituzioni competenti dei chiarimenti, per poi riferire ai cittadini. Leggi il resto di questo articolo »

Rete Voltaire | Damasco (Siria) Parlare di era post-statunitense, oggi, non è più un pio desiderio o un semplice punto di vista politico. Quando ne ho scritto nel 1991, nel mio libro Le Nouvel Ordre Politique Mondial, era una sorta di analisi prospettica, era impossibile credervi in quel momento. L’incredulità risultava dai fenomeni noti in epistemologia come ostacolo della conoscenza comune o resistenza al cambiamento.

Al momento, il mio pensiero costituiva una rottura epistemologica, che in seguito venne denominata da Nassim Nicholas Taleb con il termine “teoria del cigno nero” o “pensiero laterale“ [1]. Ho richiamato l’attenzione sul fatto che, e ne è sempre il caso, le grandi potenze non muoiono nei loro letti. Il pericolo rappresentato dalla morte di questi stati, risiede sia nel fatto che possiedono armi nucleari e sia in un’importante responsabilità storica e strategica. Queste cose non passano. Rimangono nel profondo delle loro coscienze e dei loro ricordi.

Leggi il resto di questo articolo »

Domani, Venerdì 29 Giugno, il Dott. Nicolò Giuseppe Bellia sarà presente a RADIOGAMMA 5 (94 MHz) sin dalle ore 8.00. Potrà così ovviare ai disguidi che ne hanno impedito il collegamento telefonico la settimana scorsa. Il Dott. Bellia, autore del progetto antropocratico, potrà rispondere alle domande degli ascoltatori, che potranno intervenire telefonando in diretta alla trasmissione oppure via sms al numero indicato dal conduttore. Poiché il precedente post in tema ha suscitato un discreto dibattito da parte dei lettori, invito all’ascolto e (perché no) ad intervenire per porre domande o, eventualmente, avanzare critiche. La trasmissione potrà essere seguita via streaming a questo indirizzo.

Sintonizzatevi!

Fonte: iconicon.it

Il segnale è stato dato!

Drake, insider militare del Pentagono ha annunciato, il 27 giugno 2012 alle 20,30 circa, che la tanto attesa luce verde è stata data e l’alleanza militare per l’applicazione della legge, nota al popolo come i ‘Alleati di Terra’ si muoverà entro un lasso di tempo di 72 ore per iniziare la scansione a livello mondiale e gli arresti di massa di migliaia di membri e collaboratori dell’organizzazione criminale conosciuta come la ‘cabala’.

Per chi ancora non conosce questa azione, questi arresti libereranno, una volta per tutte, tutta l’umanità dai carcerieri occulti che hanno cospirato per ridurre alla bancarotta, alla fame e, infine, alla prigionia ogni essere umano sul pianeta.

Tutti i cittadini sono invitati a prendere una settimana circa di riserve di cibo, acqua e tutte le disposizioni necessarie per alcune possibili chiusure di negozi e interruzioni di servizio. Tutti i cittadini sono inoltre invitati a prelevare dalle loro istituzioni finanziarie denaro sufficiente per durare almeno una settimana, e preferibilmente fino a tre settimane, siccome alcune banche sono tenute a chiudere le porte, rendendo le carte di credito e di debito inservibili almeno per un certo periodo di tempo.

Leggi il resto di questo articolo »

Esther Vivas إستر فيفاس Tradotto da  Alba Canelli

Il debito è ormai una questione centrale nell’agenda politica e sociale. E’ nel suo nome che si effettuano privatizzazioni, misure di austerità e, infine, il trasferimento del costo della crisi sulle spalle della maggioranza della popolazione.

Bisogna in primo luogo porsi queste domande: chi beneficia del debito? Chi l’ha contratto? A cosa è servito? Chi dovrebbe pagarlo? E’ a queste domande che cercano di rispondere coloro che, all’interno del movimento degli Indignati, evidenziano la necessità di un’audit (revisione, N.d.T.) cittadino dei debiti.Nei decenni degli anni ’80, ’90 e 2000, abbiamo visto l’impatto del debito estero sui popoli del Sud del pianeta, attraverso l’applicazione sistematica di programmi di adeguamento strutturale e di misure di austerità nella spesa sociale che era presentata come “necessaria” per garantire il rimborso. Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube

Fonte: paolofranceschetti.blogspot.it

 

Le accuse mosse al movimento di Grillo.

In un recente post apparso sul suo sito www.beppegrillo.it, Beppe Grillo commenta alcune delle accuse che gli vengono mosse, con un tono decisamente arrabbiato, minacciando di querelare chi lo criticherà con argomenti falsi, in modo da “colpirne uno per educarne cento”.
Analizziamo i punti di cui Grillo si lamenta, affiancandoli da un commento lampo, per poi vedere quali sono i problemi reali del Movimento 5 Stelle.

1. Grillo avrebbe uno yacht. Menzogna o no, non mi pare che avere uno yacht sia un problema. Anzi, direi che è un problema che vorrei anche io, perché adoro il mare, l’acqua e il sole.
2. Grillo fa pubblicità a Forza Nuova. Embè? Direi io. Forza Nuova è uno dei pochi movimenti che fanno proposte politiche sensate e che si occupano di temi scottanti e scomodi: massoneria, banche, pedofilia internazionale.
3. Grillo sarebbe un massone. Questa non è una critica, in quanto massone non è sinonimo di delinquente. Molti massoni sono brave persone.
4. Grillo ha preso i rimborsi elettorali. Anche se fosse (ma credo non lo sia), è un diritto che la legge concede, quindi non sarebbe motivo di critica.
5. I consiglieri regionali del M5S si intascano i soldi. Messa così l’accusa è un po’ generica, e peraltro non sarebbe una critica a Grillo ma al singolo consigliere. Leggi il resto di questo articolo »

“Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace” è un altro degli slogan di punta (fra i più efficaci) che da tempo la modernità ci ha spacciato per buoni, trasfigurando (attraverso questo subdolo strattagemma), la libertà in licenza, la verità in mistificazione e la realtà in contraffazione.

L’etica, la morale e i comportamenti deontologici non sono, per il Sistema Bestia, che degli impedimenti – ostacoli insormontabili che metterebbero a rischio la commercializzazione dei beni prodotti, compromettendone la vendita e vanificandone i profitti. Tutto questo, non ha nulla a che vedere con la democrazia, ma bensì, con la peggiore delle schiavitù: l’omologazione.
Come potremo mai essere “noi stessi” quando tutto ciò che ci circonda è lo sterco immondo prodotto del Sistema Bestia e progettato da Satana in persona? Cosa c’è di veramente nostro in questa società? Come possiamo, definirci liberi, quando ogni nostra scelta, è il risultato ultimo della propaganda a “tambur battente” messa in atto dal Sistema Potere? E se rifiutassimo ogni condizionamento e dipendenza, quali sarebbero le alternative? E cosa sarebbe della nostra vita? Leggi il resto di questo articolo »

Quando postiamo articoli  di questi ultimi giornalisti come Grimaldi, Carancini, Correggia, Cardini, La Grassa, Petrosillo, Cedolin, Barnard, Lattanzio, Altamura, D’Orsogna, Freda, Blondet, De Fina, Franceschetti, Mazzucco,  Manfredi, Randazzo e pochi altri … ci sentiamo un pò meno isolati!  E’ per noi un onore ospitarli e conferire loro il tributo, l’apprezzamento dei nostri affezionati lettori. ( parecchie centinaia di migliaia al mese).  ndr

Paraguay e gli altri: Operazione Condor 2 – Precipitano avvoltoi su Siria ed Emilia

Il presidente legittimo del Paraguay, Lugo

Convoco i popoli indigeni e i movimenti sociali dell’America Latina a formare un unico fronte e a unirsi nella difesa della democrazia in Paraguay e del presidente Lugo. (Evo Morales)
Prendete l’esempio della monarchie reazionarie del Marocco, o dell’Afghanistan. Tutti i comunisti degni del nome le devono difendere in caso di aggressione delle potenze coloniali. In altri termini, si deve stare dalla parte del più debole e mai abbaiare contro di lui insieme agli sciacalli imperialisti. (Vladimir Lenin)
Il giorno in cui vediamo la verità e cessiamo di dirla è il giorno in cui incominciamo a morire. (Martin Luther King)
La cosa più importante nel bottino della vittoria è il privilegio di scrivere la storia. (Mark Alexander)
Essere ignoranti della propria ignoranza è la malattia dell’ignorante. (Amos Brenson Alcott)

Scusate gli spot, ma conviene vedere e, a me, conviene far girare per continuare a operare. Leggi il resto di questo articolo »

GEAB 66 – Comunicato pubblico

Fonte: ilporticodipinto.it * Link

Come di consueto pubblichiamo in anteprima italiana la traduzione del comunicato pubblico del GEAB n. 66, la cui traduzione è a cura di Franco. Questo articolo è stato pubblicato il 19 Giugno 2012 su europe20201.

Secondo GEAB (che non si capisce mai se prevede o si augura), i prossimi mesi saranno decisivi ed un nuovo ordine europeo avrà luogo, i giochi sono fatti quindi non rimane altro che allacciarsi le cinture e vedere che succede…

 

Settembre/Ottobre 2012: quando le trombe di Gerico suoneranno sette volte per il mondo di prima della crisi

LEAP/E2020 non ha mai visto, dal 2006 (l’inizio del suo lavoro sulla crisi sistemica globale), la convergenza cronologica di una tale serie di fattori così esplosivi e fondamentali (economia, finanza, geopolitica …). Conseguentemente, nel nostro modesto tentativo di pubblicare una periodica “previsione metereologica” sulla crisi, dobbiamo dare ai nostri lettori un “allarme rosso”. (Questo capitolo è pubblicato integralmente nel prosieguo della pubblicazione, ndt). Leggi il resto di questo articolo »

dal sito di Andrea Carancini   http://andreacarancini.blogspot.it/

Da Facebook ricevo, e condivido qui, questa foto emblematica sulla nuova, “Free Libya” (la Libia “libera”): tutto ciò avviene in una scuola, e la persona sotto tiro è un insegnante!

 
Leggi il resto di questo articolo »

Voilà, ecco il che arriva il regalone governativo per salvare il culo alla Fondazione Monte Paschi (dunque ai politici che la governano):

Da MF-DowJones trovato su Rischiocalcolato

B.Mps: ok Cdm a bond per rafforzamento patrimonio

339 Attenzione REGALO di Mario Monti al Banco MPS

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze (cioè Mari Monti in persona), ha approvato misure urgenti per l’incremento della dotazione patrimoniale della Banca Monte dei Paschi di Siena, in attuazione della Dichiarazione dei Capi di Stato o di Governo dell’UE del 26 ottobre 2011 sulle misure di rafforzamento del settore bancario. La decisione del Governo e’ stata presa in seguito alla Raccomandazione Eba dell’8 dicembre 2011 nella quale si chiedeva di assicurare che i principali istituti di credito europei aumentassero la propria dotazione patrimoniale attraverso la costituzione di un buffer di capitale, eccezionale e temporaneo, tale da portare, entro il 30 giugno 2012, il coefficiente Core Tier1 al 9%…..

….Il Governo interverra’, sottoscrivendo nuovi strumenti finanziari di patrimonializzazione assimilabili a obbligazioni speciali, simili ai cosiddetti “Tremonti Bond”. Bankitalia ha ritenuto opportuno, tenuto conto delle incertezze circa l’esito delle azioni in corso di realizzazione, che lo strumento legislativo contempli un importo massimo di euro 2 miliardi. L’importo effettivo necessario dello strumento sara’ stabilito dalla banca in prossimita’ dell’emissione.Con la nuova sottoscrizione saranno contestualmente sostituiti i ”Tremonti bond” emessi da B.Mps nel 2009 per un importo di 1,9 mld. L’importo complessivo dei nuovi strumenti finanziari sottoscritto dal Governo potra’, quindi, essere pari al massimo a 3,9 mld…. Leggi il resto di questo articolo »

L’IMU serve quindi ad accelerare la crisi. A sottrarre liquidità alle famiglie e alle imprese, per accelerare lo sfascio. Quei pochi imprenditori che avevano da parte dei liquidi e riuscivano a non vivere contando sui prestiti bancari, saranno costretti a mettere mano ai loro liquidi per pagare l’IMU sui loro immobili, in questo periodo spesso improduttivi per insolvenza dell’affittuario.

Dal blog di Paolo Franceschetti

Una cosa che nessuno dice mai riguardo alle tasse, è che esse non servono a far entrare denaro nelle casse dello stato, ma ad altri scopi, di cui abbiamo parlato in articoli precedenti sulla crisi finanziaria.

Voglio però soffermarmi nuovamente su questo argomento perché è fondamentale per capire il sistema in cui viviamo e gli scopi di chi ci governa.

Risulterà quindi chiaro dopo questo articolo anche a cosa serve l’IMU.
Tutte le fonti ufficiali (mass media, politici, ma anche testi di economia e di scienza delle finanze, nonché diritto tributario) sostengono che le tasse servono a far avere soldi allo stato, che verranno poi tramutati in servizi pubblici ai cittadini (strade, scuole, ospedali, ecc.).

Questo errore concettuale di fondo, ad esempio, non solo la si trova in qualsiasi manuale di diritto tributario per le università, ma anche su wikipedia alla voce “tasse”, dove non esiste neanche l’ombra di una voce contraria.
Appare quindi logico ai più, quando lo stato è in crisi, che la soluzione inevitabile (oltre a quella del taglio alle spese) sia quella di un aumento della tassazione per reperire nuovi fondi.
In realtà questa mossa non solo è sbagliata, ma produce effetti talvolta completamente opposti rispetto al risultato che – si dice a parole – vuole essere ottenuto. Leggi il resto di questo articolo »

La propoli è costituita essenzialmente da una miscela di composti di natura aromatica e fenolica arricchita da numerose sostanze molto eterogenee tra loro (acidi grassi, terpeni, aminoacidi, vitamine, sali minerali ecc.) la cui distribuzione percentuale è molto variabile in funzione delle stagioni, del tipo di vegetazione.
Questa notevole diversità della composizione della propoli rappresenta una delle maggiori difficoltà dal punto di vista applicativo poiché‚ rende difficoltosa ogni seria sperimentazione che ovviamente necessita di un prodotto di base il più omogeneo possibile. Per questo motivo i primi ricercatori che analizzarono la propoli si preoccuparono di dividere i principali costituenti della propoli in base alla loro solubilità in alcool etilico ed etere di petrolio impiegati a temperature e concentrazioni differenti.
Secondo questa più schematica analisi la propoli risulterebbe costituita essenzialmente da resine, balsami e cere. Leggi il resto di questo articolo »

Anche se Lino non é molto propenso a rivelare le sue passioni, io voglio condividere con voi un’opera di sua creazione, Profumo di Fieno, composta da una serie di foto che mostrano il mondo rurale nella Bassa Padana dal 1970 al 1980. Un lavoro seguito col cuore. Credo e spero che queste immagini possano risvegliare gli animi oramai sopiti da tempo, intorpiditi dal caos prodotto da una società consumistica che ha completamente abbandonato gli antichi valori (rispetto, amore, famiglia e natura). Grazie Lino.

A seguire un brano tratto dal libro.

Laura

 

Questo libro racconta un mondo sano, l’aria pulita, il profumo delle viole, del fieno secco, il sorriso spontaneo, la profonda spiritualità della gente umile. È un tributo personale al mondo di mio padre e mia madre, alla loro fatica, alle crepe nelle mani tumefatte in inverno, alle loro speranze, ai loro sogni. Dedicato a chi vuole ricordare.

 

Verso la fine degli anni Sessanta la Bassa Padana ha conosciuto un grande cambiamento ambientale che ha portato con sé una mutazione nelle abitudini e nell’animo della gente.
Il cambiamento delle persone é andato di pari passo ad una profonda trasformazione del paesaggio agrario e naturale. La campagna era un territorio in cui regnava un delicato equilibrio. Sia negli ambienti naturali che nelle aree coltivate l’uomo conviveva in simbiosi con la natura.
Tutti gli appezzamenti di terreno erano circondati da alberi e non mancavano nei cortili le piante da frutto di varietà antiche e tramandate da generazioni. Quando nasceva una bimba si piantavano piante di noci che sarebbero servite alla costruzione del mobilio della camera da letto da offrirle in dote.
Non vi era uso di pesticidi, né di pratiche agricole deleterie per l’ambiente e l’uomo. La vita nelle campagne era dura, la fatica era molta, le mani erano grosse e callose e d’inverno piene di crepe, le schiene sudate bagnavano le camicie, i pantaloni e i calzini erano rattoppati. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia