Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Oggi come dopo ogni ciclo di 2 o 3 giorni di sole imperversano le irrorazioni con centinaia di aerei. E’ un’offesa criminale alla società civile ed uno spregio diabolico alla natura. Quanto dovranno continuare ancora ad irrorarci? ndr

Articolo di Penelope Griffith London

Clicca sull’immagine per ingrandire.

Non è facile scrivere due righe di accompagnamento a questo articolo, senza rischiare di essere ridondante o retorica; ma dopo che “per caso” una rivista per bambini, una rivista di grande diffusione in Spagna, è arrivata tra le mie mani, non ho potuto fare a meno di condividere quello che ho visto.

 Sulla rivista CLAN (stesso titolo di un noto canale televisivo per bambini), n.28, uscita in Spagna nel Giugno 2012, troviamo una pagina destinata alle SCIE CHIMICHE; perché questo è il vero nome delle “strisce che gli aerei lasciano nel cielo e che dipingono il cielo”!

Penso che non ci si stia ponendo “il problema” di parlare delle scie di condensa lasciate dagli aerei, visto che con queste il cielo non “resta dipinto” perché svaniscono in pochi minuti. Nel numero di Giugno di CLAN c’è una pagina che parla ai bambini delle scie chimiche.

Traduco dallo spagnolo per voi:

“PERCHÈ GLI AEREI DIPINGONO IL CIELO?”

 “Claner giallo” : << Che Bello!! Tutto questo è per decorare il cielo… >>

 Voce narrante : Quando l’aereo vola, esce del gas caldo…

 “Claner giallo” : << E già, e vuole che lo seguiamo >>

 Voce narrante : Il gas caldo si scontra con l’aria gelata…

 “Claner giallo” : << Hoy, che pasticcio. Perché gli aerei dipingono il cielo? >>

 Voce narrante : … e si formano cristalli di ghiaccio che dipingono il cielo

 “Claner giallo” : << Ho capito, la striscia bianca degli aerei nel cielo, sono piccole gocce d’acqua convertite in ghiaccio >>

 Il problema di questo mondo possiede radici profonde. Non si risolverà con i giusti accordi bancari; i giusti uomini politici; né con il ritrovato sogno del lavoro ben retribuito.Tutto questo è così sleale, è così perverso che solo una società profondamente malata potrebbe produrlo ed accettarlo.Una volta esistevano favole in cui gli Orchi ingannavano i bambini per mangiarli.

Esistevano storie in cui le streghe si mascheravano da vecchiette accoglienti per rapire i bambini. In questa società politicamente corretta, come si può permettere ad una rivista così di esistere? E il suo canale televisivo? Mi fa tremendamente paura… Ma cosa guardano i bambini, cosa gli raccontano? Iniziamo a combattere per le cose giuste. Una rivista così non può esistere. Gli Orchi si tengono alla larga dai bambini.

 P.G. London

Particolare rivelatore

Fonte: WSI * Link

Obiettivo: sviluppare un iBrain, strumento che capta le onde cerebrali e le trasmette via computer. “Vogliamo cercare di trovare un sistema per bypassare il corpo”, dice Philip Low, professore Standford University.

Lo scienziato britannico Stephen Hawkings sta collaborando con i ricercatori della Standford University per lo strumento iBrain.

Roma – Stephen Hawking sta collaborando con i ricercatori della Standford University per sviluppare un iBrain, uno strumento che capta le onde cerebrali e le trasmette via computer.

Lo scienziato britannico, che soffre di atrofia muscolare progressiva e ha perso l’uso della parola 30 anni fa, attualmente utilizza un computer per comunicare, ma con il passare dei mesi sta perdendo la capacità di usare le dita delle mani. “Vogliamo cercare di trovare un sistema per bypassare il suo corpo”, ha spiegato Philip Low al Telelegraph. Il professore della Stanford è l’inventore dell’iBrain, uno scanner del cervello che ne misura l’attività elettrica. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Emilio Barucci*

Negli ultimi dodici mesi il salvataggio dell’euro è sembrato passare tramite la progettazione di strumenti assai diversi tra loro. Nell’ordine di tempo: EFSF per soccorrere gli Stati, ESM, Eurobonds, fondo di redenzione del debito pubblico, fondo di garanzia dei depositi, EFSF per la ricapitalizzazione delle banche.

Si tratta di soluzioni che sono animate dalle più oneste intenzioni (il salvataggio dell’euro, il rafforzamento dell’UE e dell’euro) ma che alla prova dei fatti si sono rivelate essere dei palliativi: i mercati hanno tipicamente reagito bene all’annuncio della loro realizzazione o a passi avanti in quella direzione ma la luna di miele di solito è durata assai poco.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Solange Manfredi

In tutti gli scandali, stragi ed omicidi eccellenti della storia d’Italia cui sono stati coinvolti – in vario modo – i servizi segreti, non si è mai giunti ad individuare il responsabile ma in compenso vi sono una serie di costanti. Una di queste è la morte dei testimoni.
E’ stato così per lo scandalo Sifar (Servizio Informazioni Forze Armate) che, nel 1964, aveva predisposto un piano per attuare un vero e proprio colpo di Stato militare (c.d. Piano Solo, perché coinvolgeva la sola arma dei Carabinieri). La verità, su questo scandalo, si saprà solo 30 anni dopo. In parte perché su molti documenti verrà posto il segreto di Stato (segreto che, si scoprirà poi, è servito a coprire anche reati gravissimi che nulla avevano a che vedere con la sicurezza del nostro paese); in parte perché i testimoni sono morti. Leggi il resto di questo articolo »

Riceviamo da un insegnante quanto segue e pubblichiamo

In una delle tracce della prova di italiano dell’esame di stato 2012, il ministero ha dato agli studenti, da commentare, un curioso (e invero non particolarmente significativo: in genere i funzionari del ministero danno la sensazione di non sprecare troppe energie per un esame che del resto, malgrado la macchina burocratica pachidermica e ipocrita, è poco più di un lasciapassare, di un formale rito pseudo-iniziatico retoricamente enfatizzato da certi brutti film commerciali) passaggio della Banalità del male, il celebre pamphlet di Hannah Arendt (il quale, invero, se venisse realmente letto, cioè letto e riletto attentamente, dovrebbe sollevare alcuni interrogativi, dato che l’autrice dà conto, con onestà – tanto da attirarsi, a suo tempo, addirittura velate e meno velate accuse di filonazismo – di aspetti come la “fase filosionista”, che il nazionalsocialismo effettivamente, e paradossalmente, attraversò, e il Piano Madagascar, fatti apposta per mettere in dubbio certi risvolti della narrazione e della rappresentazioni ufficiali e consolidate dell’Olocausto, o meglio della Shoah).

«Il sottosegretario Josef Bühler, l’uomo più potente in Polonia dopo il governatore generale, si sgomentò all’idea che si evacuassero ebrei da occidente verso oriente, poiché ciò avrebbe significato un aumento del numero di ebrei in Polonia, e propose quindi che questi trasferimenti fossero rinviati e che “la soluzione finale iniziasse dal Governatorato Generale, dove non esistevano problemi di trasporto”».

Leggi il resto di questo articolo »

Un gruppo di amiche quarantenni pensa a dove incontrarsi per il pranzo.

Viene concordato di andare all’Ocean View Restaurant, perché  i camerieri sono belli e prestanti, indossano pantaloni molto attillati e hanno dei bei culetti.

Dieci anni dopo, all’età’ di 50 anni, ancora una volta le amiche vagliano dove incontrarsi per il pranzo. Infine concordano che si vedranno al ristorante Ocean View, perché il cibo e’ buono e la selezione dei vini eccellente.

Dieci anni dopo, all’età’ di 60 anni, le amiche nuovamente esaminano dove riunirsi per il pranzo e alla fine concordano per il ristorante Ocean View, perché è un posto tranquillo con una bellissima vista sul mare.

Dieci anni dopo, all’età’ di 70 anni, le amiche discutono su dove fare il loro pranzetto decennale e la scelta cade ancora sull’Ocean View, perché il ristorante è accessibile ai disabili e ha l’ascensore.

Dieci anni dopo, all’età’ di 80 anni, le amiche devono scegliere dove incontrarsi per il pranzo. Infine decidono all’unanimità di trovarsi all’Ocean View Restaurant, perché non ci sono mai state prima…………………!!!!!!

Leggi il resto di questo articolo »

Il partito dei Fratelli Mussulmani, prende il potere in Egitto. Sull’esito delle votazioni è fin troppo facile avere dei dubbi, ma i giochi sono ormai fatti. Sarebbe stato curioso se fosse avvenuto qualcosa di diverso.ndr

Vote for the Brother

I Fratelli musulmani dell’Egitto, fantocci dell’occidente, invocano la guerra in Siria

Tratto da: I Fratelli musulmani dell’Egitto, fantocci dell’occidente, invocano la guerra in Siria | Informare per Resistere http://www.informarexresistere.fr/2012/06/01/i-fratelli-musulmani-dellegitto-fantocci-delloccidente-invocano-la-guerra-in-siria/#ixzz1ynim6xZY

Ma ecco la conferma drammatica della caduta dell’Egitto.

Dal Corriere della Sera: “LA CASA BIANCA – «Gli Stati Uniti si congratulano con Mohamed Morsi per la sua vittoria alle elezioni presidenziali egiziane», è il primo commento arrivato dalla Casa Bianca. Gli Usa hanno definito la sua elezione «una pietra miliare nella transizione dell’Egitto verso la democrazia» e si sono augurati che l’Egitto rimanga «un pilastro di pace, sicurezza e stabilità regionale» e auspicano anche che nelle trattative per il nuovo governo siano consultate tutte le componenti sociali e politiche.”

23 Giugno 2012 – 12:21

Siria: Abbattuto aereo turco. Siria ”Violava nostri confini”

 

(ASCA-AFP) – Ankara, 23 giu – ”Il nostro sistema di difesa ha abbattuto un obiettivo, risultato essere un caccia militare turco, che aveva violato il nostro spazio aereo volando sulle nostre acque territoriali”. Cosi’, in una nota affidata al portavoce militare dell’esercito siriano e diffusa dall’agenzia Sana, il regime di Damasco ha confermato nella notte di aver abbattuto il Phantom F4 dell’aviazione turca di cui ieri si erano persi i contatti.

Leggi il resto di questo articolo »

Nello scrivere questo articolo, il mio principale desiderio è quello che possa essere compreso dal maggior numero possibile di persone. Per questa ragione ho profuso molti sforzi per spiegare ogni concetto nel modo più semplice possibile, corredandolo di esempi leggibili da tutti.

La ragione di questo sforzo è che l’inflazione è una parola che ritorna spessissimo nei discorsi dei politici e dei banchieri istituzionali e viene costantemente agitata come uno spauracchio: così, “per scongiurare l’inflazione” il governo della moneta viene affidato in mani private ( le sole imparziali e competenti, secondo quanto ci raccontano) e alla collettività vengono imposti sacrifici. Quindi solo una consapevolezza generalizzata di cosa sia realmente l’inflazione, può portare a liberarsi dalla paura di questo problema, paura che genera una vera e propria schiavitù finanziaria.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo segnalato da footam.

, società del gruppo specializzata nella realizzazione e gestione di servizi e soluzioni di sicurezza on-line, si è aggiudicata la gara annuale, indetta da Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, per la fornitura di un milione di microchip da integrare in contactless, basati su tecnologia Rfid.

All’interno dei microchip saranno memorizzate le informazioni personali dell’intestatario del documento, i dati relativi all’utilizzo del passaporto e la firma digitale dell’autorità che lo ha rilasciato, incrementando così il livello di sicurezza del documento e riducendo il rischio di contraffazione. Leggi il resto di questo articolo »

Siria denuncia insolita asta in Arabia Saudita

Dall’agenzia stampa latinoamericana Prensa Latina

Damasco, 31 mag (Prensa Latina) Siria ha denunciato oggi l’asta di esseri umani in Arabia Saudita per la loro incorporazione alle attività terroristiche contro questo paese.
Una nota dell’agenzia di notizie siriana Sana afferma che in territorio della nazione del Golfo Persico si vendono apertamente e pubblicamente le persone per poi essere inviate a questo paese come mercenari suicidi.

Un’asta documentata con immagine e video, si è svolta in uno degli hotel della città di Jeddah, in Arabia Saudita, per comprare mercenari suicidi per grandi somme di denaro, aggiunge. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Penelope Griffith London.

Nell’antico continente carezzato dai venti del Nord, sono andati persi tutti i Segni, i simboli dell’Altro Universo, del Mondo semi-fisico dei Figli della Luce.

Segni di un linguaggio non parlato; di un linguaggio superiore che manca di parole, somigliando, questo, a quello degli uccelli e degli alberi. Un linguaggio che è un’universale trasmissione di energia; un’informazione simbolica tratta da un pensiero non pensato.

Attraverso quest’antico linguaggio, giungono ancora oggi fino a noi pensieri, concetti, parole sussurrate all’orecchio, dal Mondo semi-fisico dei Figli della Luce. Questi pensieri parlano del Grande Mentitore, del Ladrone che ruba le immagini della nostra vita, la nostra gioventù e l’intera nostra esistenza.

Questo Mondo, questa realtà in cui viviamo, è così oscura e ingannevole che pochi riescono a vedere cosa realmente stia accadendo. Sono pochi i guerrieri che ottengono di vincere, amaramente e quotidianamente, il combattimento alchemico contro il mondo illusorio del Grande Mentitore. In questo Mondo nemico, questi guerrieri sono stranieri. Sono entrati qui “come ladri nella notte…” per portare la loro energia e il ricordo della loro antica provenienza; per dimostrare con la loro stessa esistenza che, al contrario di quanto il Grande Mentitore ama far pensare a tutti i suoi sudditi, questo Mondo non gli appartiene totalmente; egli non ha il potere assoluto su questa dimensione, non ha affatto “già vinto” e i giochi non sono mai stati chiusi.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di: WSI-ANSA Pubblicato il 24 giugno 2012|

Il parlamentare in galera racconta cio’ che pare ovvio. ‘Dal 2007 in poi patto fiduciario su miei acquisti immobiliari’. Per i magistrati “il quadro accusatorio” è uscito rafforzato dal lungo interrogatorio tenutosi a Rebibbia. Rutelli: “E’ fuori di testa, finira’ come Igor Marini”.
Luigi Lusi: “Tutti gli investimenti immobiliari dal 2007 in poi li ho fatti per conto della corrente rutelliana. C’era un preciso patto fiduciario”.
“Tutti gli investimenti immobiliari dal 2007 in poi li ho fatti per conto della corrente rutelliana. C’era un preciso patto fiduciario”. Luigi Lusi, l’ex tesoriere della Margherita accusato di associazione per delinquere finalizzata all’appropriazione di almeno 25 milioni di euro, aveva annunciato che quello di oggi sarebbe stato il giorno della sua verità. E quello sulla corrente rutelliana è uno dei passaggi più significativi del lungo interrogatorio, sette ore e mezzo, al quale è stato sottoposto dal gip Simonetta D’Alessandro nel carcere di Rebibbia.

La gente in mancanza di risorse, sta riducendo i consumi all’essenziale e, parallelamente, prende coscienza dell’inutilità e inefficacia di tutti quei beni che acquistava meccanicamente al mercato del Grande Malfattore, in virtù di un sistematico lavaggio del cervello indotto dalla propaganda di regime. “E tu che lavori per produrli, li devi anche acquistare – altrimenti la fabbrica chiude e tu vai a spasso”.

Le varie ricette e strategie, che i cervelloni dell’economia e della politica mettono in campo, immaginando di contrastare gli effetti di quella che persistono a definire, una “crisi”, non sono che un mucchio di fesserie prodotte da menti malate prive del più remoto senso della realtà. Quelle poche persone, ancora oggi, dotate di buon senso, di logica e di consapevolezza e in grado di interpretare gli avvenimenti, concordano con la tesi che non si tratta di una comune crisi fisiologica ad un meccanismo perfettibile, ma l’apice di un Sistema che si è trovato a sbattere il testa contro il muro di una realtà volutamente rimossa – un sistema che si riteneva invulnerabile e refrattario ad ogni pericolo esterno ed interno ad esso e che oggi, nonostante il fallimento evidente e conclamato, persiste in maniera diabolica a decantare gli straordinari risultati e benefici prodotti, rigettando ogni accusa e negando l’evidenza dei fatti e degli effetti catastrofici sulla società. Ergo, definire tutto questo “UNA CRISI” é un maldestro esercizio di contraffazione. Ciò che sta accadendo, in verità, è la fine di un sistema, la fine di un’epoca: la fine del mondo.

Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il resto di questo articolo »

Europa e Medio Oriente: destini incrociati

Fonte: civiumlibertas.blogspot.it

Nella prima parte di questa serie sulla lotta impari che affrontano i popoli arabi per uscire dallo stato di prostrazione a cui sono condannati da quando Israele si è insediata come un corpo alieno nel cuore della civiltà araba, in Palestina, abbiamo raccontato le vicende del Bahrein, sottolineando che gli ostacoli che incontra la popolazione della piccola isola – Perla del Golfo Persico – nella lotta per la sovranità e indipendenza del paese, sono gli stessi che si presentano all’intero mondo arabo che vuole affrancarsi dalla dittatura e dalla morsa occidentale filo-sionista.
Da oltre un anno, la quasi totalità delle popolazioni arabe sta tentando di liberarsi dei propri tiranni, complici di Washington nel proteggere la supremazia di Israele ai danni del popolo palestinese offerto come agnello sacrificale sull’altare della convenienza politica. Fanno eccezione la Siria e il Libano, le cui popolazioni sono dalla parte dei propri governi che, lungi dall’essere collaborazionisti di USrael, stanno resistendo eroicamente alle strategie aggressive dell’impero neo-con sionista e lottano in favore della causa palestinese. Leggi il resto di questo articolo »
Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE