Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archive del 30 marzo 2009

Il caso U.F.O. di Clifton Bore, Australia, 1974

di Francesco Lamendola – 30/03/2009 – Fonte: Arianna Editrice [scheda fonte]
lostOgni anno, ogni settimana, ogni giorno, un certo numero di esseri umani scompaiono in varie parti del mondo.
Una parte di essi viene ritrovata o fa ritorno alle proprie case, dopo essersene allontanata più o meno volontariamente; ma una percentuale sparisce per sempre, e non se ne sa più nulla, come se quelle persone fossero passate in un altrove senza nome.
Naturalmente, è possibile che si tratti, almeno  in parte, di omicidi con occultamento di cadavere: il caso dei «desaparecidos» argentini, che a migliaia vennero gettati in mare o sepolti in grande fosse comuni, negli anni Settanta del XX secolo, è eloquente al riguardo. In parte, può trattarsi di persone che hanno voluto deliberatamente far perdere le proprie tracce, per le ragioni più varie, da quelle di tipo giudiziarie a quelle sentimentali.
È impossibile dire se queste eventualità esauriscano tutta la casistica relativa alle persone scomparse. Leggi il resto di questo articolo »

bancasellaPersonalmente faccio la pubblicità alla Banca Sella, una banca non quotata in borsa, i cui direttori hanno ancora un margine di manovra, una delle rarissime che ti pagano gli interessi positivi su un conto striminzito, la prima che si è messa sul web. Una banca italiana. La banca Monte dei Paschi, presso cui avevo, infinocchiata, acceso un mutuo, non regge proprio il confronto, ed è la banca Sella che si è detta disposta a trasferirmi il mutuo, e che mi ha letteralmente sottratto dalle sue grinfie. Mutuo che volevo fisso, e che mi è risultato, con una frode a tutti gli effetti, variabile, avendomi la banca di Mussari Caltagirone e Axa (e i suoi esponenti di grosso calibro di Suez Gaz de France) venduto un modulare, ma omettendo di specificare che l’opzione era rimodulabile sul tasso IRS vigente al momento di doverla sottoscrivere (a date fisse). Il mutuo modulare mi era stato venduto a ottobre del 2005 in un momento in cui tutti i vertici bancari – e la sottoscritta compresa – sapevano benissimo che i tassi di sconto sarebbero rapidamente aumentati. Naturalmente era formulato in modo tale che nessuno, la sottoscritta compresa, avrebbe potuto capire l’inganno a meno di essere un addetto. Leggi il resto di questo articolo »

di Felice Capretta

millennium_bankEhi, il piccolo Alfie non è il padre tredicenne della piccola Masie. Il test del DNA lo ha confermato. Notizia molto interessante, che fa il paio con il dibattito sulla richiesta della pillola del giorno dopo via sms in uk anche per le minori e in forma anonima.

Sempre per la serie “non si sa se ridere o piangere” anche il Corriere intitola in prima pagina “USA, rischio collasso scongiurato”.

Ad ogni modo Tgcom, sempre puntuale nel raccontarci episodi di cronaca da pelle d’oca, non ci informa ancora, mentre scriviamo, della nuova truffa piramidale in stile Madoff scoperta negli USA.

Sono infatti 375 i clienti finiti nella trappola piramidale architettata da William Wise e Kristi Hoegel della Millennium Bank , basata ai Caraibi, parte di United Trust of Switzerland , basata a Ginevra.

Ci informa la SEC attraverso swissinfo:

“Agli investitori americani veniva fatto credere che i loro risparmi venissero investititi in certificati di deposito che offrivano ritorni fino al +321%”

Leggi il resto di questo articolo »

Riporto di seguito un articolo di Eugenio Benettazzo (il Beppe Grillo dell’economia), molto interessante riguardo le banche e la loro affidabilità!

DIAMO IL VOTO ALLE BANCHE

di Eugenio Benettazzo

global_economic_crisis_by_prie610Negli anni precedenti i risparmiatori italiani sono sempre stati abituati a ricevere un rating di merito creditizio oppure un giudizio di affidabilità qualora avessero richiesto un prestito al loro istituto di credito o banca d’appoggio. Quello che sta accadendo sul pianeta in termini di scenario macroeconomico non ha precedenti storici: ovunque vi sono banche a rischio di default finanziario, molti sono i casi di salvataggio con interventi di stato a causa di una sconsiderata gestione del rischio da parte del management.

Tutto questo deve far emergere un plausibile dubbio sul pubblico risparmiatore italiano sulla solidità e serietà del proprio partner bancario.
Per la prima volta è una persona fisica indipendente che si preoccupa di emettere un giudizio di affidabilità su una banca italiana: le agenzie di rating e gli organismi di vigilanza hanno dimostrato ormai la presenza di profondi conflitti di interesse e/o di gravi inefficienze nello svolgere il loro compito di controllo sulla stabilità e serietà degli intermediari ed operatori bancari.

Leggi il resto di questo articolo »

DI MANUEL FREYTAS
IAR/insurgente

Al capitalismo avanza gente: Il sistema produce solo per chi paga.

“Dentro il mercato e la società di consumo capitalista, la logica della produzione non si misura dalla soddisfazione dei bisogni primari della società (cibo, casa, salute, educazione, ecc) bensì dai parametri di ottimizzazione della concretezza del capitalismo privato. Questa dinamica irrazionale (come ciclicamente fa) ha già generato un nuovo processo di disoccupazione di massa con scioperi e rivolte sociali che cominciano a sorgere e ad espandersi dal centro alla periferia del mondo capitalista globalizzato. Si tratta di un Apocalisse sociale alle porte, non spiegata nei libri dei Profeti, ma dalle leggi storiche dello sfruttamento dell’uomo verso l’uomo e del concentramento della ricchezza in poche mani.”

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE