Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archive del 18 agosto 2009

In risposta a Marcos un lettore che ci ha inviato questa mail relativa ad un articolo di Gilles Bonafi “Crisi Sistemica e Menzogne”, apparso su mondialisation.ca e ospitato sul nostro blog.

“Non so se prenderlo sul serio o no questo articolo, mi sembra fanta-politica finanziaria. mi piacerebbe tanto poter sapere con quali credenziali si possono scrivere articoli su questo blog. se son da considerare non realistici, ma se non altro autorevoli. oppure è sufficente avere delle idee e metterle in rete. perchè così facendo da vera informazione si passa ad un frullato d’informazione, dove il povero uomo di strada, non avendo sufficente conoscenza, può solo passare per credulone o diffidente di apprendisti stregoni questa società ne sta’ sfornando a iosa, ma questo non può che confondere le poche idee di noi tutti. l’ho letto con molta passione e il giusto distacco, se veramente così fosse, aimeh sarebbe la fine di tutto un mondo e in queste condizioni che c’azzeccano coloro deputati a trascinarci in quel contesto ipotizzato. diversamente direi solo spazzatura buona per coloro che intravedono complotti o inciuci in ogni dove. per cortesia chiedo all’amministrazione del suddetto blog lumi circa la mia domanda.
cordialmente, marcos

Leggi il resto di questo articolo »

17.08.2009 -

Fonte: http://www.cpeurasia.org/?read=30887
A cura di Gianni Petrosillo

Avvertimenti mafiosi dagli Usa al Governo Italiano , confermano che la troppa libertà presa in politica estera non è ben vista a Washington.

E c’era pure chi sosteneva che l’ “intrusione” di Berlusconi ad Ankara annunciava soltanto l’ennesima figura di merda internazionale, un ulteriore atto di narcisismo del nano di Arcore il quale, senza i riflettori puntati sulla sua “eccelsa bassezza”, rischia costantemente di scomparire dalla faccia del mondo.

Poveri coglioni della stampa italica e misera gentucola di sinistra che quando il dito indica la luna finisce col capo rivolto sulla nuda terra come i vermi. Vorrei poter fare nomi e cognomi degli stolti che mi accusarono (l’articolo incriminato s’intitolava “La geopolitica energetica”) di dare credito ai vaneggiamenti del Cavaliere presenzialista, volato in Turchia per un ridicolo cucù, anziché alla Merkel, a Putin e Erdogan.

Ma così non la pensano gli americani (e nemmeno lo stesso Primo Ministro russo che in quell’occasione apprezzò il gesto di mediazione della parte italiana, impegnatasi per rendere più agile l’accordo tra russi e turchi) che nel progetto South Stream riconoscono un grave pericolo per la loro supremazia in Europa.

Le vie dell’energia sono politiche e strategiche, prima che economiche, che lo si intenda una volta per tutte. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE