Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archive del 27 settembre 2009

MargheritaAssistiamo oggigiorno ad una “fuga” dell’Uomo dalla ricerca della VERA CONOSCENZA della Vita stessa. L’uomo che si interroga sulla VITA è divenuto un animale in estinzione, in quanto il potere imperante costituito, sociale, finanziario, medicale e religioso, ha fatto di tutto e da molto tempo perché egli NON pensasse più, ma che egli sia solo un esecutore di ordini impartiti con la paura, dal potere dello Stato, da quella dei virus e dei batteri o da quella dell’Inferno; è come se in una famiglia, i genitori impartissero una istruzione, una educazione ai propri figli in questi termini:  “Fai così, altrimenti ti picchio”; senza fornire risposta sensata al perché “non si deve fare”, ma e sopra tutto, senza rispondere ai “perché”, alle domande che i figli pongono nel loro crescere. Nella maggioranza delle persone la creduta impossibilità di dare le risposte, dare un senso all’esistenza, comporta conseguenze che sono divenute pesanti, alcune le abbiamo tutti sotto gli occhi, per esempio l’estrema difficoltà a tenere assieme una qualsiasi morale: il ragionamento che essi fanno è questo “se il senso della VITA dell’Uomo è inspiegabile, questa vita è assurda, non logica”, quindi il disfacimento morale di oggi è dovuto alla creduta impossibilità di dare le risposte ai perché sulla VITA, in quanto il singolo trova, di norma, grandi difficoltà a costruirsi la propria morale o tavola dei valori e cioè dare un senso, una direzione alla propria esistenza.

Dal libro “L’ Alchimia della Felicità” di Hazrat Inayat Khan

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia