Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archive del 3 novembre 2010



Leggi il resto di questo articolo »

fonte : http://www.voltairenet.org/article167113.html


Ahmet Ozal, figlio dell’ex presidente turco Turgut Ozal (1927-1993), ha presentato una denuncia contro il generale Yirmibesoglu Sabri, ex Segretario Generale del Consiglio di Sicurezza Nazionale turco e ex comandante del Reparto Operazioni Speciali.

Ozal accusa il Generale Yirmibesoglu [vedi foto] d’aver organizzato, il 18 giugno 1988, il tentato omicidio di suo padre, che era allora Primo Ministro. Per diversi anni si era diffusa la voce che il Presidente Ozal non era morto per un attacco di cuore, il 17 aprile 1993, ma che venne ucciso da Gladio, vale a dire dagli agenti turchi che operano per conto della NATO.
Leggi il resto di questo articolo »

Articolo pubblicato da: nwo-truthresearch.blogspot.com

di Andrew Gavin Marshall
Global Research , 26 Ottobre 2010
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.com

Quello che segue è un estratto di un libro di Andrew Gavin Marshall sul ‘Governo Mondiale’ di prossima pubblicazione, Global Research Publishers, Montreal.

Problema, reazione, soluzione: “la crisi è un’opportunità”

Nel maggio 2010, Dominique Strauss-Kahn, direttore generale del FMI, ha affermato che “la crisi è un’opportunità”, e ha invocato “una nuova moneta globale, rilasciata da una banca centrale globale, con una solida governance e caratteristiche istituzionali”, e che “la banca centrale globale potrebbe anche fungere da prestatore di ultima istanza.” Tuttavia, ha affermato:”Temo che siamo ancora molto lontani da questo livello di collaborazione globale.”[1]
Il concetto di governance globale ha assunto fino ad oggi un percorso evolutivo, con gli attori e le istituzioni principali sulla scena politica ed economica globale che costruiscono in modo incrementale l’apparato di un governo mondiale. Leggi il resto di questo articolo »

di Alessandro Lattanzio * http://www.cpeurasia.eu/

Overthrow BerlusconiL’odore del sangue si sta intensificando in questi giorni, squali, barracuda e iene sentono odore di morte e iniziano ad affollare anche lo spazio web. Si sta chiaramente formando un’ampia area di conflitto ‘virtuale-infomativo’ su internet. Vediamo scenette agghiaccianti per il loro carattere oscenamente grottesco.

Ma intanto facciamo un passo indietro.

La cosiddetta globalizzazione sta cambiando rapidamente le carte sul tavolo della geopolitica. I paesi BRIC stanno consolidando la loro presa internazionale sull’economia, il commercio, le interrelazioni tecnologiche e scientifiche, e quindi inevitabilmente anche sul piano politico, diplomatico, strategico, geostrategico, geopolitico e militare in ultimo. In Brasile ha vinto la candidata di Lula, nonostante gli insulti e le preghiere in senso contrario di tanti destri, estremo-destri, e anche di tanti ultra-sinistri e ‘omini verdi’ vari. Il circo mediatico imperiale ha tirato fuori di tutto per cercare di sabotare all’interno, e di denigrare all’esterno, questo processo di ridislocazione degli equilibri mondiali. Dal golpe in Honduras, sanguinario e occultato dai massmedia ‘manifestically correct‘, impiegato come monito contro il processo integrazionista bolivariano, alle campagne politico-mediatiche contro Hugo Chavez Frìas, tra l’altro abbondantemente pagate dalle tasse che Washington estrae dalle tasche dell’uomo qualunque yankee, che inquadra la propria potente incazzatura nel ‘Tea Party’ nostalgista e xenofobo. Come avrebbe detto Vladimir Ilic Uljanov, vendere all’impiccando la corda per impiccarsi.

Leggi il resto di questo articolo »

di Andrea Scutellà – 02/11/2010 * Fonte: fuorilemura

Majid Rahnema, autore del libro "La potenza dei poveri" (Jaca Book 2010)

Incontrare personaggi come Majid Rahnema è un’esperienza che capita poche volte nella vita. Esistono incontri illuminanti e luoghi che li rendono disponibili, come il Salone dell’Editoria Sociale.

Raccontare la biografia del co-autore – insieme a Jean Robert – de La potenza dei poveri (Jaca Book, 2010), sarebbe di per sè istruttivo: così densa di episodi significativi che l’assoluta originalità e l’alto valore intellettuale del pensiero dello scrittore iraniano, sembrano una naturale conseguenza di una vita passata tra ministeri, ruoli di primo piano nell’Onu e nell’Unesco.

Nella lezione organizzata dalla Scuola del Sociale della Provincia di Roma Rahnema conversa con il pubblico partendo sempre da episodi della sua biografia. Così ricorda, come quando gli fu affidato dall’Onu il compito di redigere un dossier sulla povertà, dopo 6 mesi di studio fervente su ciò che gli altri avevano detto in merito all’argomento, si accorse di non sapere ancora nulla. Come uno scettico antico sospese il giudizio, continuò a riflettere e a distanza di 25 anni capì che finalmente aveva qualcosa di diverso da dire sull’argomento. Leggi il resto di questo articolo »

Sono i principi etici della Permacultura, un sistema di progettazione e un riferimento filosofico che ha il fine di realizzare una società sostenibile; è un modo di pensare, sentire, inventare la vita dell’uomo in armonia con la Terra e l’ambiente. Seguendo la Permacultura, a San Giuliano Milanese, nel Parco Agricolo Sud di Milano, si può imparare a costruire il futuro, progettando gli insediamenti umani in modo sostenibile; qui ha sede la Scuola di Pratiche Sostenibili, nata per recuperare conoscenze preziose e per ricreare luoghi in cui gli animali, le piante, le persone e la Terra siano in armonia.

La Scuola è stata fondata nel 2006 da un gruppo di persone con grande entusiasmo per questo progetto e attualmente è ospitata all’interno della Cascina Santa Brera. Irene di Carpegna, titolare della Cascina e fondatrice della Scuola, racconta la storia di queste due realtà. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE