Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Archive del 4 maggio 2011

Fonte: http://santaruina.splinder.com

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente scritto di Antonio Pani, una “istantanea” della situazione economico-sociale attuale che offre interessanti spunti di riflessione.


Di Antonio Pani.

Premessa.

Questo breve scritto vuole essere una semplice e modesta “istantanea” del momento economico, sociale e culturale che stiamo vivendo.
Bloccare tutto per un attimo, fermarsi per “prendere un po’ di fiato” e riflettere, può essere d’aiuto.
Non dimentichiamo che è nel presente che troviamo tracce importanti del nostro futuro.

I nuovi schiavi.

Il mondo è ricco di nuovi schiavi, che non sanno di esserlo, e si avvitano su se stessi mentre chiedono aiuto al loro carnefice.
Il concetto merita di essere approfondito.
Siamo oppressi dai debiti (1), generati da un vivere al di sopra delle nostre possibilità e agevolati da un’immane, quanto insana, concessione diffusa del credito al consumo.
Di fatto abbiamo perso la capacità di risparmiare, caricandoci sulle spalle il peso delle famigerate rate mensili, che ci strangolano e ci obbligano a lavorare, “costi quel che costi”.
Aggiungiamo l’inflazione, la crisi economica, la disoccupazione, un sistema bancario a riserva frazionaria “fuorilegge” e il cocktail è servito. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di José A. de la Osa
L’Avana. 3 Maggio 2011. Il presidente della Società Cubana d’Anestesia e Rianimazione, professor Humberto Saínz Cabrera, ha detto a Granma che, nonostante le reiterate denunce, gli Stati Uniti continuano a porre ostacoli nell’acquisto dai Laboratori Abbott, dell’agente inalatorio.

Sevoflurane, divenuto negli ultimi decenni il farmaco d’eccellenza per l’anestesia generale dei bambini. Sono note inoltre anche le sue qualità come protettore del cuore, contro infarti, ischemie e aritmie durante le anestesie chirurgiche di pazienti con malattie cardiache. Leggi il resto di questo articolo »

(PRIMAPRESS) ROMA – Dopo il movimento di Eni, prezzi raccomandati al rialzo sulla benzina anche per altre compagnie. TotalErg è intervenuta con un aumento di 1 centesimo, più contenuti (0,5 cent) quelli di Tamoil e Q8 (quest’ultima non ovunque). Diesel ancora stabile. Di conseguenza, anche i prezzi praticati sul territorio sono al rialzo sulla verde. Fanno eccezione le no-logo che, al contrario, hanno fatto registrare, seppur in maniera non marcata, una inversione di tendenza su entrambi i prodotti. Punte massime, come di consueto al Sud, con la benzina fino a 1,636 euro/litro e il diesel a 1,526. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Simone Filippetti
Link all’articolo: http://www.ilsole24ore.com

Parmalat chiama Goldman Sachs per replicare a Lactalis sull’Opa. Ma i francesi non hanno alcuna intenzione di rivedere il prezzo. A meno che non sia Consob a imporlo. Ieri l’atteso cda del gruppo alimentare si è limitato a prendere atto dell’Opa annunciata una settimana fa e a nominare gli advisor. Ma ha anche indirizzato un implicito messaggio ai francesi sul prezzo.

Il big del latte finito sotto l’assedio di Lactalis, che ha rastrellato il 29% e ha lanciato una scalata da oltre 3 miliardi per arrivare al 100% (o almeno al 55%), ha incaricato la banca d’affari americana Goldman Sachs (più lo studio Legance, gli uomini di Shearman&Sterling e il super-avvocato d’affari Giuseppe Lombardi) di redigere la relazione sulla congruità dei 2,6 euro offerti dalla famiglia Besnier. Ma Parmalat ha anche piazzato una stoccata, definendo «non sollecitata e non concordata» l’offerta. Tecnicamente, spiegano fonti vicine alla società, si tratta di una constatazione oggettiva perché l’Opa dei francesi è volontaria ed è stata lanciata senza che Parmalat sia stata coinvolta.
Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Gianluca Freda
Fonte: http://blogghete.altervista.org/joomla

“Vile, tu uccidi un uomo morto!”
(Francesco Ferrucci)

“Hai fatto caso che muoiono sempre gli stessi?”
(Totò)

Immaginate: vi svegliate un mattino e aprite la finestra. Dalla strada risale il vociare consueto di massaie e pendolari e il frastuono familiare, sferragliante e ruggente, del traffico urbano. Il cielo è azzurro, con appena un velo di lattigine all’orizzonte. Accendete la TV e lanciate un’occhiata distratta alle immagini che dalle reti Mediaset propinano allo spettatore intorpidito le rassicuranti minchiate del mattino. Sbadigliando, afferrate il telecomando satellitare e passate in rassegna i canali esteri, alla ricerca di rappresentazioni sostenibili. Click, click, click. Cartoon Network, Fox Life, Diva Channel, CNN, Canal Jimmy, Sci Fi… un momento! Cos’era quel servizio sulla CNN?

Tornate indietro.

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia