Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Articolo di  Marco Cedolin

Costruiscono le basi di guerra americane, come Sigonella in Sicilia e il Dal Molin a Vicenza, devastano i territori prosciugando le falde acquifere ed inquinando i terreni, come avvenuto durante lo scavo delle gallerie del TAV nel Mugello  e come averrà a Chiomonte in Val di Susa, dove la CMC ha l’appalto per il cantiere fortino e lo scavo del primo tunnel. Sono fra i cementificatori che a Milano trasformeranno centinaia di milioni di euro estorti ai contribuenti italiani in torri di calcestruzzo e amenità assortite in occasione dell’Expo 2015, stanno devastando le Marche e l’Umbria nell’ambito del progetto Quadrilatero, avevano l’appalto per il Ponte sullo Stretto di Messina voluto da Berlusconi, hanno collaborato alla devastazione delle montagne torinesi in occasione delle Olimpiadi di Torino 2006, hanno partecipato a quella truffa ai danni dei contribuenti italiani che è stata ed è la Salerno – Reggio Calabria. Non solo in Italia ma in tutto il mondo, costruiscono inceneritoti, mega dighe dagli impatti ambientali devastanti, asfaltano, cementificano, deforestano, inquinano e costruiscono profitti miliardari sulla pelle delle popolazioni costrette a subire le conseguenze del loro “lavoro”…..

 Sono una cooperativa rossa, perché questa formula societaria permette loro di evadere legalmente la maggior parte delle tasse, ma in realtà si tratta di una delle maggiori multinazionali mondiali che operano nel campo delle costruzioni, “coccolata” dal Dipartimento della Difesa americano e da un’infinità di governi che apprezzano la sua spregiudicatezza ed i “prezzi al ribasso” che grazie al fatto di essere una cooperativa riesce a spuntare nel corso delle gare di appalto. E protetta da quasi tutto l’universo della sinistra italiana che dal PD a quel che resta di Rifondazione Comunista ne difende pedissequamente l’operato, anche qualora sia in netto contrasto con il pacifismo e l’ambientalismo attraverso i quali ha costruito decine di anni di campagne elettorali.

Fonte: paolobarnard.info

Trascorsi professionali di Elsa Fornero ai fini della comprensione del suo conflitto d’interessi.

1999-2000 è nel CdA di INA Assicurazioni.

2001-2003 è nel CdA di Fideuram Vita.

2006-2007 è nel CDA di Eurizon Financial Group.

2008-2010 è vice-Presidente della Compagnia di San Paolo.

2010 nominata vice Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo.

2008-2011 è nel CdA di Buzzi Unicem SpA, con Gianfelice Rocca, ex direttore di Allianz S.p.A.

Dichiara un imponibile per il 2010, epoca della sua attività privata, di 402.138 euro.

Con un reddito di quella posta è chiamata a reggere il dicastero delle Pari Opportunità e a riformare le pensioni italiane, che al 50% non superano i 1.000 euro mensili e al 27% non superano i 500 euro mensili.

Leggi il resto di questo articolo »

Thierry Meyssan risponde alle domande della rivista serba Geopolitika. Ritornando sulla sua interpretazione dell’11 settembre, degli eventi in Siria e della situazione attuale in Serbia

Rete Voltaire | Belgrade (Serbie)

JPEG - 35.1 Kb

Geopolitika : signor Meyssan, siete diventato famoso in tutto il mondo quando è stato pubblicato il libro L’Incredibile Menzogna che mette in discussione la versione ufficiale delle autorità statunitensi sull’attentato terroristico dell’11 settembre 2001. Il suo libro ha incoraggiato altri intellettuali ad esprimere i loro dubbi su questo tragico evento. Potrebbe brevemente dire ai nostri lettori che cosa è realmente accaduto l’11 settembre, cosa è successo o cosa è esploso sul Pentagono: si trattava di un aereo, che vi si è schiantato, o di qualcosa d’altro? Che cosa è successo con gli aerei che si sono schiantati contro le torri gemelle, e in particolare nel terzo edificio vicino alle torri? Qual è il contesto più profondo dell’attacco, che ha avuto un impatto globale e ha cambiato il Mondo?

Leggi il resto di questo articolo »

Giornalismo italiano spazzatura? Magari: da quella si ricava persino energia, mentre dai media italiani sacaturiscono solo diffamazione, calunnie e istigazione all’odio

06 Thursday Dec 2012

Posted by

704871_566198690073893_1681134535_o

*

Quando l’altro giorno abbiamo dato la notizia che a Damasco un gruppo terroristico aveva assassinato il giornalista “Nagi Asa’ad”, del quotidiano Tishreen, davanti alla sua abitazione sita nel quartiere Tadamon a Damasco, davamo semplicemente la notizia di un giornalista, che faceva il suo onesto lavoro, era stato ucciso in modo criminale, indipendentemente dal fatto che fosse pro o contro questo o quello: era un giornalista, ed evidentemente aveva scritto articoli in cui  descriveva la situazione in Siria, dove non passa giorno senza che vengano commessi degli attacchi terroristici contro civili ed istituzioni, provocando una marea di vittime di ogni età, ceto e sesso.

Siamo freelancers, non ci paga nessuno e ci possiamo permettere di dire quello che succede e che pensiamo, senza censure, sinchè non ci chiuderanno gli accounts ed i servers…

Leggi il resto di questo articolo »

Immagine anteprima YouTube

Il Signor-Tecnico Polillo ha detto a Ballaro’ lo scorso martedi’ sera che, a differenza dell’Italia, “in Germania la gente LAVORA!!!”

http://www.politica24.it/articolo/ballaro-ultima-puntata-polillo-scatena-la-polemica-i-tedeschi-lavorano-gli-italiani-no-video/25853/

Non e’ chiaro perche’ tutti si siano indignati. Una volta tanto che uno dice la verita’…………!

Forse perche’; come al solito; i signori “tecnici” hanno una certa “difficolta’ nella comunicazione”.

Ebbene, non essendo alcuna lingua preclusa a noi di Missione Trasparenza (nemmeno quelle aliene) ci prodighiamo generosamente nel tradurre per tutti Voi.

La traduzione (tecnica) del pensiero mal esposto del Dr. Polillo risulterebbe essere la seguente:

siccome in Italia “lavorano” solo i RACCOMANDATI delle CRICCHE E DELLE CASTE, e’ automatico che tutti gli altri NON lavorano:

se studi perche’ magari non sei raccomandato e ti e’ PRECLUSO lavorare: sei automaticamente SFIGATO e quindi anche qui NON lavori. Attenzione perche’ da qualche anno anche per sgobbare gratis nello studio che non ti servira’ mai a niente, devi esser RACCOMANDATO DALLE CRICCHE E DALLE CASTE!!

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: lospecchiodelpensiero.wordpress.com

Tratto da: wallstreetitalia.com

Lo scandalo viene fuori. Tutto avvenuto con la complicità della stessa Sec, in cui il responsabile per il rispetto delle regole di mercato era un alto funzionario della banca tedesca. L’Europa trema. Quanti altri scheletri nell’armadio delle banche europee?
Roma – La notizia è di quelle bomba. Non solo perchè coinvolge la banca più importante d’Europa, per lo più tedesca – con la Germania che si comporta sempre da inappuntabile maestrina, pronta a rimettere in riga i paesi che non osservano le regole (sue soprattutto)-, ma perchè rivela l’intreccio di sporchi interessi, con il coinvolgimento delle autorità americane, Sec in primis. Facendo sorgere, ovviamente, il giustificato interrogativo: quanti altri casi del genere ci sono? Come sono messi, davvero, i conti delle altre banche europee?

Leggi il resto di questo articolo »

Attacco alla Siria: 8 mila truppe Usa vicino a coste siriane su portaerei Eisenhower

DAMASCO – Giovedì la portaerei americana USS Eisenhower, con a bordo 8 mila militari ed 8 squadroni di cacciabombardieri è giunta dinanzi alle coste siriane nel bel mezzo di una tempesta. Secondo il sito di RT che riporta stamane la notizia è probabile che si tratti del preludio di una azione militare ai danni del governo siriano.

Secondo il Times, l’amministrazione Obama si prepara a lanciare l’attacco contro il governo di Damasco anche se la Casabianca non ha dichiarato nulla in merito. Secondo le spiegazioni del Times il governo americano entrerebbe in azione qualora Assad usasse le armi chimiche. Ma la domanda è come mai si inviano forze in Siria e si tengono preparate ad intervenire per una probabilità; è come se si sapesse già, insomma, che Assad le userà. In realtà tutto appare una farsa e probabilmente qualcuno userà armi chimiche incolpando Assad, se ciò dovesse essere il casus belli voluto dagli Usa. Leggi il resto di questo articolo »

Appena passata la giornata di commemorazione dell’Aids anche noi commemoriamo…
NB.  Nel linguaggio dei dominanti, normalmente le giornate di Commemorazione altro non servono che a reiterare una menzogna mediatica. Questa é la metodica che abbiamo scoperto a tutti i livelli di comunicazione, é la tecnica funzionale al depistaggio mediatico.
 
Fonte: www.ilvirusinventato.it/#nobel

l’invenzione dell’Aids come alibi morale all’indotta miseria ai popoli più pacifici della terra

Il nome di questo sito è un omaggio al Dott. PETER DUESBERG, direttore del laboratorio di Biologia Molecolare dell’Università di Berkeley in California, pioniere e principale protagonista della lotta alle falsa teoria virale dell’AIDS. Suo il principale libro scritto dai dissidenti: “Inventing the AIDS virus” edito in italiano da Baldini e Castoldi col titolo “AIDS – Il Virus Inventato”. La storia di Peter Duesberg, “probabilmente lo scienziato vivente più diffamato in assoluto” (Il direttore del periodico medico The Lancet) è stata presentata da Massimiliano Bucchi nella sua relazione “Eresia e censura nella scienza: il caso AIDS” al convegno Scienza e Democrazia tenuto a Napoli il 20 Aprile 2001.

La truffa AIDS/HIV: le cose che non vi hanno mai detto.

Questo sito nasce a seguito di una ricerca sull’AIDS, avviata per approfondire la conoscenza di un argomento che riguarda tutti, dopo aver sentito alcune storie di persone “sieropositive” in piena salute che hanno cominciato a star male nel momento in cui è iniziata la cura con i farmaci antiretrovirali. Leggi il resto di questo articolo »

Se sparisce l’iperbole dall’orizzonte italiano, sparisce l’essenza stessa della nostra cultura  e con essa la libertà di esprimersi. Succede con il caso Sallusti, condannato per un’iperbole neanche scritta da lui. Un’iperbole che stranamente invece di riunire l’Italia nella difesa sacrosanta della libertà di espressione, ha trovato una sorta di muro di gomma, provocando persino reazioni tiepide, per non parlare di quelle compiaciute, della categoria, e altri infami silenzi. Vedasi la reazione di Barbacetto (1) che ribadisce il concetto di “reato grave” mentre Sallusti sta tenendo un discorso di difesa del principio e della categoria che è anche la sua. Vuoi per pavidezza,vuoi per vigliaccheria, vuoi per plagio, non si rendono conto, i colleghi, che così facendo stanno firmando la loro stessa condanna a morte.

[i-pèr-bo-le] s.f.

  • 1 Figura retorica che consiste nell’ingigantire o diminuire la realtà per rendere più incisivo il proprio discorso (p.e. te l’avrò detto mille volte)
    1 sf
    figura retorica consistente nell’esagerazione, per eccesso o per difetto, di un concetto oltre i limiti del vero.

Iperbole dolosamente ignorata dalla società ignorante,  sotto influenza aliena, plagiata. Una ipnosi di massa che fa confondere i significati, capovolgere le nozioni, non riconoscere le figure e disconoscere le elementari regole della retorica. E questo spiega la reazione della massa.

Plagio, “assoggettamento di una persona al proprio volere fino ad annullarne l’autonomia intellettuale e psicologica”: è un caso che tale reato sia stato cancellato proprio dalla magistratura? (cfr. Euroschiavi, di Marco Della Luna). Leggi il resto di questo articolo »

Scritti alla fine del mondo

di Gianni Tirelli

 

Presentazione di Paulina Vasil’evna

Il pragmatismo concettuale ideale di questo testo, che diversamente ci porterebbe lontano dal suo vero scopo, deprimendone la sua reale efficacia e potenzialità empatica, si propone di fissare, a volte con volute sottolineature, le cause e gli effetti catastrofici prodotti dal Sistema Liberista Relativista. Un piano demoniaco che ha annichilito e reso sterile ogni principio etico e morale, ritenendoli ostacoli insormontabili al suo piano di omologazione delle coscienze e di commercializzazione dell’effimero, e dando così il via ad un processo di distruzione sistematica dell’ecosistema.

Un punto di vista inedito e libero da formule precostituite, retoriche e pregiudiziali.

Questa raccolta di considerazioni a tutto campo, che descrivono con lapidaria lucidità profetica, l’estrema condizione di una umanità che si avvia a porre fine alla sua “apparizione”, ha lo scopo e la presunzione di infondere nel lettore, consapevolezza, e scuoterlo dal torpore della rassegnazione e di stordimento, dentro il quale il Sistema Bestia lo ha fatto precipitare. Diversamente, potrà condividere con l’autore le tesi qui espresse, rafforzando le ragioni del suo dibattere o, in ultima ipotesi, ritrovare una parte di se; dimenticata o nascosta, incompresa o mai detta, inespressa o inesplorata. Leggi il resto di questo articolo »

Insediamenti illegali: Israele distrugge moschea ad Al Khalil+VIDEO

IRIB – Prosegue per il secondo giorno il piano di costruzione di nuovi insediamenti che porta alla demolizione di case nei territori occupati della Cisgiordania e di Gerusalemme, nonostante il rifiuto della comunità internazionale. Ieri, martedì, il regime sionista ha distrutto una moschea nella città di Hebron, il cui nome autentico e’ Al Khalil.
Fonte del video: http://multimedia.telesurtv.net

Siria, strage di studenti, attacco di ribelli contro scuola:30 morti

DAMASCO-Un colpo di mortaio lanciato dai ribelli ha colpito ieri una scuola vicino a Damasco. La notizia è stata battuta dall’agenzia Sana e diffusa dalla televisione. L’attacco è avvenuto contro la scuola Bteiha nel campo Wafideen, vicino la capitale, e che oltre ai bambini sarebbe morto anche un insegnante. In totale sono 30 i morti. Lo riferisce l’agenzia Irna.

Nel bilancio delle vittime  di ieri c’è da aggiungere anche l’omicidio di un giornalista di un quotidiano governativo a Damasco. Il giornalista, Naji Asaad Imam, del giornale Tishrin era uscito da casa nel quartiere di Tadamon, nel sud della capitale siriana, e si stava dirigendo al lavoro quando è stato abbattuto a colpi d’arma da fuoco.

Il campo ospita 25mila persone, fuggite dalle alture del Golan occupate da Israele dal 1967.

Iran: ‘cattura di drone ScanEagle un’altra sconfitta per gli Stati Uniti’

TEHERAN-“La cattura del drone intruso americano ScanEagle sul Golfo Persico da parte delle forze iraniane dimostra la debolezza degli Stati Uniti nei confronti dell’Iran.” Lo ha affermato martedì il comandante delle Guardie Rivoluzionarie dell’Iran,  generale Hossein Salami, citato dalla PressTV.

“Il fallimento degli Stati Uniti nella sua nuova operazione di spionaggio tramite il drone ScanEagle  indica che il governo americano, pur essendo la più avanzata potenza militare ed economica nel mondo, non è in grado di realizzare i suoi complotti contro l’Iran islamico, e noi possiamo facilmente annullare tutti i suoi piani”, ha detto il generale Salami aggiungendo che la Reppublica islamica, malgrado le dure sanzioni imposte contro il Paese è riuscita sempre a neutralizzare i complotti dei nemici.

Ieri il capo della marina della Guardia rivoluzionaria, il generale Ali Fadavi, ha annunciato di aver catturato un drone degli Stati Uniti nello spazio aereo iraniano sulle acque del Golfo Persico. Alcuni minuti dopo il corpo dei Pasdaran ha pubblicato le foto ed il video del drone catturato tramite un’altra misteriosa operazione di guerra elettronica. Anche nello scorso mese  gli iraniani, erano riusciti a sottrarre agli americani la guida ed il controllo di un RQ-170 Sentinel, facendolo atterrare intatto sul suolo iraniano mentre si trovava sul cielo dell’Iran.

Afghanistan: rapporto vergogna, quelle notti in cui i soldati Usa stupravano le donne afgane

KABUL – Quei raid notturni nei villaggi afgani non avvenivano per dare la caccia a presunti terroristi ma per violentare le donne del luogo.

È la denuncia dei residenti di un villaggio afgano del distretto di Chahar Bolak, nella regione di Balkh, dove le forze Usa effettuano stranamente perlustrazioni “casa per casa” molto più del solito. Lo ha riferito Domenica l’AIN, l’Afghanistan Information Network. Il bello è che i residenti del villaggio però hanno chiesto di non citare il nome del centro abitato dato che sono stati minacciati a priori dai generali americani di “dolorose ritorsioni” nel caso la questione fosse passato al dominio pubblico. La straziante pratica avviene pressappoco in questo modo: i soldati americani dividono nelle famiglie gli uomini dalle donne e poi si danno all’animalesca pratica. È una nobile dimostrazione della cultura e della civiltà occidentale, che in teoria sarebbe “superiore” alle altre. Finora la guerra al terrorismo era servita da scusa per molti crimini, come l’assassinio di massa di gente innocente; da oggi sappiamo che serve pure come pretesto per violentare le donne. Complimenti vivissimi a president Obama.

Siria/ Nato approva dispiegamento patriot in Turchia

BRUXELLES – I ministri degli Esteri della Nato, riuniti a Bruxelles, hanno approvato ufficialmente il dispiegamento delle batterie di difesa antimissile “Patriot” in Turchia, come protezion e contro eventuali attacchi provenienti dalla Siria: lo hanno reso noto fonti diplomatiche dell’Alleanza.

Iraq: Kurdistan nega autorizzazione atterraggio a Ministro Turchia

ANKARA – Il governo turco ha informato che il governo autonomo del Kurdistan iraqeno ha negato all’aereo del Ministro turco dell’Energia l’autorizzazione di atterrare nell’aeroporto di Arbil, nel nord dell’Iraq. La popolarita’ della Turchia nella regione e’ in caduta libera soprattutto per via della sua posizione nei confronti della crisi in Siria.

Turchia, via libera a possibili operazioni militari in Siria per un altro anno

ANKARA-Il parlamento di Ankara riunito a porte chiuse ha approvato la mozione presentata dal premier Recep Tayyip Erdogan ed ha autorizzato per un anno possibili operazioni militari turche in Siria.

Aperta conferenza sul clima dell’Onu a Doha

DOHA – Il 4 dicembre si è aperta la riunione di alto livello della Conferenza sul clima delle Nazioni Unite, in corso a Doha. I dignitari provenienti da quasi 200 paesi e regioni di tutto il mondo hanno partecipato alla cerimonia di apertura.

Il Segretario generale dell’ONU, Ban Ki-Moon, ha partecipato alla cerimonia di apertura ed ha pronunciato un discorso. Egli ha affermato che la risposta alla crisi del cambiamento climatico è un lavoro a cui tutti devono partecipare. Egli ha esortato tutte le parti ad agire a Doha.

Egitto, circondato palazzo presidenziale, scontri manifestanti-polizia: 18 feriti

IL CAIRO-Decine di migliaia di egiziani  protestando contro i decreti con cui Morsi ha assunto quasi poteri assoluti nel paese hanno circondato ieri il palazzo presidenziale del Cairo.

La polizia ha sparato lacrimogeni contro i manifestanti davanti al palazzo del presidente Morsi ferendone circa 18 . Secondo alcune fonti, negli scontri decine di persone sono rimaste intossicate dai gas.

Altre fonti riferiscono che il presidente egiziano Morsi ha lasciato il palazzo presidenziale dopo che alcuni manifestanti hanno sfondato il cordone della polizia che stava proteggendo il palazzo e sono arrivati a protestare sotto le mura del palazzo.

“Siamo qui per chiedere lo sciglimento dell’Assemblea costituente e la rimozione della dichiarazione costituzionale varata da Morsi …” ha detto uno dei manifestanti.

Palestina: Hezbollah impiego’ nuova tecnologia per neutralizzare Iron Dome

Palestina: Hezbollah impiego' nuova tecnologia per neutralizzare Iron Dome

GERUSALEMME – Fonti militari di alto livello, appartenenti alla resistenza palestinese, hanno rivelato che quest’ultima ha impiegato per la prima volta dei missili dotati di una nuova tecnologia, utile a neutralizzare il sistema antimissilistico israeliano, Iron Dome. Lo riferisce l’agenzia Infopal.

La nuova tecnologia, definita “esca”, sarebbe stata impiegata durante l’ultima aggressione israeliana contro Gaza, Operazione Colonna di Nuvole, iniziata il 14 di novembre e conclusa otto giorni dopo con una tregua cui condizioni sono state dettate dalla resistenza palestinese.

Le fonti hanno spiegato che l’obiettivo della tecnologia in questione è quello di paralizzare l’Iron Dome, inducendolo a colpire i missili esca e mancare quelli con le testate esplosive, che riuscendo a penetrare la difesa israeliana, cadevano sui propri obiettivi.

Le fonti militari della resistenza non hanno voluto rivelare i dettagli di questa nuova tecnologia, limitandosi ad affermare che essa è tuttora in fase di sviluppo, e che la sua efficacia è constatabile da chiunque abbia osservato l’operato dell’Iron Dome.

L’Iron Dome, entrato in attività a metà del 2011, è un sistema mobile di guerra aerea, sviluppato da Rafael, società israeliana per i sistemi di difesa avanzati, con l’obiettivo di intercettare i razzi a corto raggio e i colpi di artiglieria. Il suo costo ammonta a 210 milioni di dollari.

http://www.infopal.it/nuova-tecnologia-impiegata-dalla-resistenza-palestinese-per-neutralizzare-liron-dome/

 

Evidenziamo che in Pianura Padana nella notte di ieri e di oggi ci sono state pesanti irrorazioni chimiche che al mattino si sono trasformate in una plumbea coltre grigiastra… Tanto per non dimenticare…

Lugo di Romagna, 3/9/12.

Caduta di materiale gelatinoso.
Analisi eseguita da laboratorio specializzato.
Elementi ritrovati: bario, manganese, rame.

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia