Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
 fonte: http://www.peopleinpraise.org/

Procedura di vita

La legge non è la meta e nemmeno il mezzo per giungerci. La legge non è la cima e nemmeno il sentiero per arrivarci. Se la tua casa si raggiunge con una gradinata, la legge non è la tua casa e nemmeno la gradinata per raggiungerla, la legge può essere solo il corrimano della gradinata. È terribilmente ingannevole e perversa la sensazione di appagamento e successo indotta nella mente dall’osservanza della legge. Anche gli aguzzini si sentono appagati e con la coscienza a posto dopo aver torturato i loro prigionieri, se questo era il comando ricevuto e la legge da rispettare. Niente al mondo può inzuppare il cervello di velenosa melassa satanica mentale come la piacevole sensazione di sentirsi a posto per aver compiuto il proprio dovere. Niente è più pericoloso per la mente umana del distorto senso di soddisfazione, compiacimento, gratificazione che può derivare dalla convinzione di aver seguito e perseguito una legge con la determinazione della volontà. Per capire quanto questo processo sia perverso e satanico basta chiedersi a quale persona al mondo piacerebbe essere amata, desiderata, accudita e protetta da un’altra persona che fa tutto quello fa per sforzo di volontà, per seguire un dovere, per rispettare un precetto o un principio. Non si può amare per forza, per decreto, per costituzione, per dovere e legge.

Leggi il resto di questo articolo »

interrogazioneUn Professore universitario di filosofia in un noto College sfidò i suoi studenti con la seguente domanda: “Dio ha creato tutto ciò che esiste?
Un coraggioso studente rispose: “Sì, lo ha fatto!” “Dio ha davvero creato tutto?” ribadì il Professore.
Sì Signore, sicuramente!” rispose lo studente.
Il Professore allora disse: “Se Dio ha creato tutto, allora ha creato il male; e, dato che il male esiste, e secondo il principio che le nostre opere definiscono chi siamo, allora possiamo supporre che Dio sia malvagio!
Lo studente rimase in silenzio e non poté rispondere alla definizione ipotetica del Professore. Egli, fiero di sé, si vantò con la classe che, ancora una volta, aveva dimostrato l’inutilità di una fede religiosa.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: PressTV Traduzione di Stampalibera.com

L’Ufficio del Procuratore Generale russo ha presentato in Gran Bretagna una richiesta  per l’estradizione dell’ex amministratore delegato della Banca di Mosca, fuggito nel Regno Unito nel 2011, in seguito alle accuse di appropriazione indebita presentate nei suoi confronti.

“Dopo aver determinato la presenza nel Regno Unito dell’ex amministratore delegato della Banca di Mosca, Andrei Borodin, inserito nella lista dei ricercati internazionali nel novembre 2011, l’Ufficio del Procuratore Generale russo ha tempestivamente predisposto e presentato una richiesta di estradizione penale alle autorità competenti britanniche, come riferito venerdì da Marina Gridneva, portavoce dell’Ufficio del Procuratore Generale della Russia.

Borodin è fuggito in Gran Bretagna nel mese di aprile 2011 dopo l’apertura di un procedimento penale contro di lui e il suo ex vice Akulinin Dmitry alla fine del 2010, accusati di aver prestato illegalmente 443 milioni di dollari Usa a diverse imprese. Leggi il resto di questo articolo »

Durante la sua visita in Afghanistan, il Segretario della Difesa Usa Leon Panetta prima sfugge ad un attentato ed in seguito chiede ai suoi stessi marines di incontrarlo disarmati.

Panetta a rischio in attacco mercoledi’

Nyt, aereo segretario difesa gia’ atterrato al momento attentato

(ANSA) – ROMA, 17 MAR – Il segretario alla Difesa Leon Panetta ha rischiato la vita nell’attentato suicida commesso da un interprete afghano mercoledì all’aeroporto militare di Camp Bastion, nella provincia di Helmand. Per il New York Times, l’aereo di Panetta era già atterrato al momento dell’attacco.

Una fonte ufficiale del Pentagono, ha detto che se l’attacco si fosse verificato 5 minuti dopo, sarebbe stato ”possibile” per l’aereo di Panetta trovarsi nella traiettoria del camion guidato dall’attentatore Leggi il resto di questo articolo »

 

di: WSI

Una cosa è la pressione fiscale ufficiale e un’altra cosa è quella "reale". Che in Italia ha raggiunto la quota record del 54,5%. Una cosa è la pressione fiscale ufficiale e un’altra cosa è quella “reale”. Che in Italia ha raggiunto la quota record del 54,5%.
segnalato da mario789Roma – “Se nel 2012 la pressione fiscale ufficiale è prevista al 45%, quella reale, sempre che sia confermato l’ulteriore aumento dell’Iva previsto per il prossimo autunno, dovrebbe toccare il 54,5%. Un record che, purtroppo, non ha eguali al mondo”: la CGIA di Mestre e’ giunta a questa conclusione tenendo conto dell’ulteriore aumento dell’Iva che pare nei programmi di governo. Leggi il resto di questo articolo »

Ancien géant de la chimie, Monsanto est aujourd'hui le leader mondial des OGM et l'un des premiers semenciers de la planète.

Le Monde trovato su Effedieffe. Traduzione di Massimo Frulla

Lunedì 13 febbraio, la condanna del gigante agroalimentare americano Monsanto – chiamato in causa da un piccolo agricoltore della Charente intossicato da un erbicida – è, per la Francia, una prima volta. Nella storia della multinazionale – centenaria – invece, questa condanna non è che un singolo caso giudiziario in più su una fedina penale già lunga.

PCB, Agente Arancio, diossina, OGM, aspartame, ormone della crescita, erbicidi (Lasso e Roundup)… nomi di prodotti che hanno fatto la fortuna della Monsanto e che sono tutti collegati a scandali sanitari e a dei processi che hanno portato spesso alla loro proibizione. Ma fino ad oggi niente era riuscito a fermare l’irresistibile ascesa di questo antico gigante della chimica riconvertitosi alla biogenetica e diventato maestro nell’arte del lobbismo. Quello che segue è il quadro di una multinazionale plurirecidiva.

Leggi il resto di questo articolo »

Siria: due esplosioni a Damasco, 27 morti e almeno 100 feriti

17 Marzo 2012 – 12:07

(ASCA-AFP) – Damasco, 17 mar – Ventisette morti, la maggior parte civili, e almeno 100 feriti. E’ il bilancio delle due esplosioni che hanno colpito questa mattina Damasco, diffuso dal ministero della Salute dalla televisione di stato.

”Ventisette persone, per lo piu’ civili, sono state uccise e altre 97 sono rimaste ferite in due esplosioni”, ha annunciato, a Syria News, Wael al-Halaqi. Un attivista anti-regime a Damasco, Abu Muhannad al-Mazzi, ha raccontato che la prima esplosione c’e’ stata alle 7:30 (0530 Gmt). ”Pochi minuti dopo, la seconda esplosione, piu’ potente”, ha aggiunto.

Secondo le prime indagini le esplosioni sono state provocate da autobombe. La prima sarebbe avvenuta nei pressi del quartier generale dei servizi di intelligence dell’aeronautica militare siriana, la seconda nei pressi di una piazza centrale.

La televisione ha mostrato una donna anziana che veniva soccorsa da un’ambulanza, ancora in camicia da notte, mentre un altro uomo ferito, con la testa fasciata, si trovava gia’ nell’ospedale. Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: www.movisol.org

9 marzo 2012 (MoviSol) – Il congressista americano Walter Jones, repubblicano della Carolina del Nord, ha presentato la seguente mozione (H. Concurrent Resolution 107) valida per entrambe le camere:

ALLA CAMERA DEI RAPPRESENTANTI
Addì, 7 marzo 2012
L’On. JONES ha depositato la seguente mozione, che è stata presentata alla Commissione Giustizia.

MOZIONE CONGIUNTA

Esprimente il parere del Congresso che l’uso della forza militare in senso offensivo da parte del Presidente senza alcuna autorizzazione chiara e preventiva sancita da un Atto del Congresso costituisce un grave reato e misfatto passibile di impeachment, ai sensi dell’articolo II, sezione 4 della Costituzione.

Visto che la pietra angolare della Repubblica è l’ossequio dell’esclusivo potere del Congresso di dichiarare guerra secondo l’art. I, sezione 8, clausola 11 della Costituzione, sia dunque

Deciso dalla Camera dei Rappresentanti (con la convergenza del Senato),

Che è parere del Congresso che, ad eccezione fatta per il caso di risposta ad un attacco concreto o imminente al territorio degli Stati Uniti, l’uso della forza militare d’offesa da parte del Presidente senza alcuna autorizzazione chiara e preventiva sancita da un Atto del Congresso viola il potere esclusivo del Congresso di dichiarare guerra previsto dall’art. I, sezione 8, clausola 11 della Costituzione e dunque costituisce un grave reato e misfatto passibile di impeachment ai sensi dell’art. II, sezione 4 della Costituzione.

Leggi il resto di questo articolo »

Rowan Douglas Williams, Primate d’Inghilterra e capo religioso della Chiesa Anglicana, ha annunciato che a dicembre rimetterà il suo mandato

16 marzo 2012 – di Giordano Locchi * Link

L’arcivescovo di Canterbury getta la spugna. Rowan Douglas Williams, dopo 10 anni di servizio come Primate d’Inghilterra e capo religioso della Chiesa Anglicana, ha annunciato che a fine anno rimetterà il suo mandato. La regina, governatore supremo della Chiesa, è stata informata della decisione, che appare dunque come definitiva. Williams, teologo di fama mondiale e accademico a Cambridge, al termine del mandato ricoprirà la carica di rettore al Magdalene College.

“Servire è stato un immenso privilegio per me”, si legge nel messaggio che ha pubblicato sul proprio sito internet. Ma sulle motivazioni effettive della scelta non ha fornito molte indicazioni. Leggi il resto di questo articolo »

marzo 2012

Chac Mool

http://www.santaruina.it/

Il sacrificio, come l’etimologia del nome stesso indica (sacrum facere), rappresenta l’atto più sacro all’interno di ogni religione, l’elemento fondante attorno al quale ogni credo si sviluppa.
Nella religione vedica, tutti gli esseri viventi ebbero origine dal sacrificio di Purusha, l’Uomo Primordiale, smembrato dai Veda nell’atto di creazione del mondo.
Questo smembramento è simbolo del passaggio dall’unità al molteplice, l’atto necessario affinché il mondo materiale possa iniziare ad esistere: si tratta di un passaggio che si ritrova in tutte le cosmogonie religiose dell’antichità, patrimonio comune della conoscenza condivisa dall’umanità delle epoche passate.
Il rito sacrificale, quindi, condiviso dalle religioni del passato e del presente, ricrea e ripete ogni volta quel sacrificio primordiale, il momento di divisione e di sofferenza con cui la realtà ebbe inizio. Leggi il resto di questo articolo »

FINALMENTE UN GIORNALISTA CON LE PALLE

Immagine anteprima YouTube

Spesso abbiamo ripetuto che l’Irlanda vive una situazione completamente differente da quella degli altri paesi periferici con problemi di stabilità dei conti pubblici.

Il debito pubblico di Italia, Grecia, Portogallo e Spagna è il risultato di decenni di spesa pubblica in eccesso rispetto alle entrate. Questi quattro paesi soffrono degli stessi sintomi (bassa crescita, alta corruzione e pressione fiscale) dovuti alle stesse cause (burocrazia, mercato del lavoro bloccato, assistenzialismo, sistemi pensionistici insostenibili, mercato dei servizi non liberalizzato ecc).

Non è il caso dell’Irlanda. L’economia irlandese, rinominata “Tigre Celtica“, dal 1995 ha rappresentato una degli migliori storie di successo di capitalismo nel mondo. La ricchezza media è raddoppiata dal 1994 al 2006. E triplicata se partiamo dal 1986. Leggi il resto di questo articolo »

di Eugenio Benettazzo

L’altro giorno nella marca trevigiana mentre mi accingevo ad entrare in autostrada, in prossimità del casello vi erano due pattuglie di finanzieri che fermavano auto sportive di grossa cilindrata e verificano le varie generalità, in fila c’erano una Corvette, un Cayenne e un Q7 ed i relativi conducenti intenti a gesticolare o inveire. Un venditore presso un concessionario di un noto brand automobilistico d’elite mi ha confidato che negli ultimi tre mesi sono crollate le vendite e molte sono state annullate rimettendoci anche la caparra di fermo veicolo, sono esplosi invece i ritiri dell’usato di grande cilindrata indirizzato verso i paesi dell’area balcanica. Per anni in Italia non si è mai implementata seriamente una caccia all’evasore e tutto ad un tratto diventa la priorità nazionale. Forse più che priorità sarebbe da definirla la contingenza nazionale. In Italia si evade o si favorisce indirettamente l’evasione su larga scala ed a ogni livello, dal povero pensionato al grande industriale.

Il piacere è un canto di libertà,
Ma non è la libertà. Leggi il resto di questo articolo »

di Alessandro Farulli

Gli Occupy sono sbarcati a Goldman Sachs? Viene da pensarlo leggendo sui maggiori quotidiani nazionali e mondiali che nella banca simbolo degli Usa l’ambiente è «tossico e distruttivo» e alle riunioni di lavoro «non si spende un singolo istante per chiedersi come possiamo aiutare i clienti. Si tratta solo di come possiamo fare più soldi possibile levandoli a loro». Ma siccome l’autore dell’invettiva è un signore che si chiama Greg Smith, dodici anni in Goldman fino a guidare il business dei derivati azionari americani in Europa, Medio Oriente ed Africa, la cosa assume tutto un altro aspetto. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia