Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

fonte: http://www.radioradicale.it

Aziende e famiglie d’Italia contro usura e soprusi Equitalia/Banche
Roma, 16 giugno 2011

IL VIDEO è VISIONABILE QUA:

http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/2011/06/italia-anti-equitalia.html

Manifestazione nazionale contro i soprusi mafiosi di Equitalia. Con Federcontribuenti, AntiEquitalia e Snarp per dire basta alle vessazioni di Equitalia e allo strapotere delle banche.

Organizzatori:

Radicali Italiani
Imprese che Resistono
Associazione Impresa

Genere: Manifestazione
Scheda: Enrica Izzo

Licenza: Creative Commons

7 Commenti a “ITALIA ANTI EQUITALIA”

  • Fabrizio:

    Un grazie a nicoletta che ha acceso i riflettori su equitalia, di cui anche la trasmissione report di rai3 aveva più volte denunciato i metodi di strozzinaggio, tanto che hanno scoperto che anche per multe o importi sotto gli 8 mila euro ascrivevano ipoteca delle case alle famiglie e alle aziende soprattutto piccole; ricordo che per legge sotto gli 8mila euro non si dovrebbe farlo, ma equitalia è andata dritta per la sua strada, solo dopo la trasmissione su rai3 si sono “ravveduti” rispettando il limite di legge, ma solo per i ruoli nuovi. Inoltre una importantissima novità riguarda il decreto legge passato laltro ieri al governo col decreto sviluppo che prevede un fatto importantissimo: è stato tolto ad equitalia la riscossione delle somme cosidette piccole (con le quali equitalia comunque sequestrava i veicoli e le case) vedi ad es. le multe generiche, l’ici comunale ed in ogni caso l’importo su cui si puà scrivere l’ipoteca passa dai famosi 8mila euro a minimo 20mila. Adesso molti comuni dovranno tornare ad occuparsi della riscossione dell’ici che prima avevano molto volentieri passato ad equitalia per tutta una serie di vantaggi al comune. Bene fa radio radicale a mettere in risalto queste realtà come quella non qui citata per sensibilizzare e si spera risolvere lo stato pietoso delle carceri italiane dove i reclusi sono costretti a restare in condizioni disumane.

    • Piipo:

      Per cortesia non facciamoci condizionare da un certo tipo d’informazione.
      Il comportamento di Equitalia sarà odioso,ma riscuote in base a delle leggi emanate
      dallo Stato le imposte e tasse.Prima di Equitalia lo stesso lavoro veniva svolto dalle banhe
      che faceva lo stesso lavoro in modo maldestro incassando miliardi di commissioni dalle tasce dei contribuenti.Ci sono responsablità politiche nelle riscossione delle imposte è inutile cercare nello strumento di tale operazione il colpevole.
      Il lavoro di Equitalia fà gola ancora al sistema bancario e sono sicuro che dietro la compagna denigratoria di Equitalia ci sono loro.
      I comuni daranno la riscossione alla banche con notevoli aggrravi di costi per i contribuente.
      In merito a Pannella con il suo scipero della fame e della sete,fosse la volta bona!

  • gpl:

    Concordo pienamente con PIIPO.
    E aggiungo che all’analisi noto che manca sempre un dettaglio non da poco: PERCHE’? PERCHE’ lo Stato negli ultimi anni è diventato così aggressivo verso i cittadini nel recupero delle imposte? PERCHE’? CHI GLIELO CHIEDE?

    Bene, risposto a queste domande a quel pundo dovremmo farcene un’altra:

    appurato che siamo malati di “cancro” e abbiamo pure una brutta “carie” in bocca, curiamo la carie e al cancro ci penseremo, o viceversa?
    Pensiamo di risolvere il problema del surriscaldamento globale abolendo i “phon” o agendo in maniera più, come dire… EFFICACE?

    Perdonate l’intrusione.

  • bruno:

    Ehh si sa che il gatto e la volpe giocano in societa
    i parassiti in esubero sono la causa del cancro
    il gatto e la volpe non si preoccupano dei parassiti
    fan finta di curare giocando ai cavalli vincenti (ecqui) per il loro bottino
    Siamo nel moderno medio evo niente di piu
    Vorrei chiedere alle astute bestie la reale definizione di ecquo
    applicabile al moderno medio evo
    Anche se la tastiera non funziona nelle punteggiature

    • Pippo:

      Non ho capito a chi si riferisse la frase “asute bestie”.In questa sede non si discute
      l’ammontare del “bottino” che viene incassato.Si discute in merito alla campagna che tende a distogliere l’opione pubblica dai veri problemi.
      E’ buffo che un ministro dell’Economia o i suoi accolti agli alti vertici accusino i loro subordinati di lavorare con eccessivo zelo nel rispetto delle leggi e regolamenti da loro emanate.
      Oggi troviamo i mass media attacchino con veemenza Equitalia di essere vessatoria.
      Mi chiedo a Equitalia chi comanda?

  • maria:

    la maggior parte delle persone finite nello strozzinaggio di equitalia sono lavoratori o comunque persone che “esistono” che operano in maniera obsoleta in una società dove ha vinto la furbizia. I furbi non vanno a lavorare, non hanno le case o le macchine o i trattori intestati pertanto è veramente difficile recuperare qualcosa da loro!
    Benissimo, ammettiamo pure di essere stupidi, di non essere riusciti ad adeguarsi ai furbi e di dover pagare anche per loro!
    Benissimo tutto va a rotoli, come apriamo gli occhi la mattina dobbiamo stare attenti ai furti legalizzati di tutti i tipi che ormai esistono in Italia e che inermi dobbiamo accettare dove i furbi invece si sono giustamente inseriti bene!
    Benissimo esistono anche i giustizialisti, quelli che tra le tante cose dicono un etto di pasta costa dieci centesimi e i ristoranti la vendono a 10 euro ! tralasciando semplicemente gas personale luce affitto contributi tasse adeguamenti di settore commercialisti consulenti del lavoro giornate in cui non si lavora (se entro tre mesi non paghi i contributi equitalia te lo ricorda subito con la prima minaccia ) e chi più ce ne ha più ce ne metta, ma forse i commercianti sono impazziti chiudono i negozi perchè ormai tutti ricchi vogliono godersi le loro ricchezze!
    Consapevole di appartenere alla categoria dei non furbi e scusandomi se non sono sempre riuscita a pagare il buono pasto del figlio a scuola o la rata della mondezza non ho la pretesa di essere trattata come i furbi che non pagano mai o come quei quattro che hanno preso e ai quali è stato fatto un condono ridicolo si sta chiedendo semplicemente di trovare delle soluzioni!
    I giustizialisti hanno pensato a delle frustate io invece proporrei ad esempio invece di mettere l’ipoteca sulla casa che blocca ulteriormente la persona e che fa parte del trattamento frustata la possibilità di ampliare o prendere un eventuale mutuo proprio sull’immobile pertanto lo stato i soldi li prende subito, altrimenti pur volendo il debitore è totalmente paralizzato!

  • Anche io come tanti altri , sono stata rovinata da l’agenzia delle entrate. Ingiustamente. Non ho mai ritardato a nessun pagamento delle mie tasse . Ho subito un controllo bancario, per l’anno 2005 2006 , ho giustificato con documenti tutti i movimenti. Ma per aver fatto dei prelevamenti in contanti di piccole cifre alla volta e’ averli versati nel conto di mio marito non lo stesso giorno , ma il giorno successivo , non sono stati giustificati. Perciò ora ho una multa del 2005 e del 2006 di 200,000,00 euro. Io ho un reddito di 23000,00 euro all’anno perciò perdero’ l’unico immobile che possiedo , perché non potrò mai pagare 3000,00 euro al mese per 72 rate. E’ veramente una vergogna .spero che questi maledetti avranno quello che si meritano. Portano la gente alla disperazione più totale. Vorrei gridare al mondo la mia ingiustizia

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE