Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Gentili lettori, questo originale e inquietante post da me già pubblicato in SL diverso tempo fa, lo dedico in modo “particolare” ai nuovi ospiti del sito, che sicuramente non lo conoscono ma penso lo apprezzeranno perchè leggendolo darà loro diverse risposte a tanti dei loro quesiti;

uno di questi è il seguente: “come mai un numero molto ristretto di esseri a livello mondiale” riesce a “schiavizzare & manipolare” l’ intera o quasi umanita’, di quali magie e poteri “sovraumani & sconosciuti” si avvalgono & utilizzano fin dalla notte dei tempi per raggiungere i loro scopi !?

Namastè

SDEI

EGGREGORE, ma cos’è !!!???
E’ un potentissimo strumento usato dal POTERE per dominare le masse (Ia parte)

PREMESSA …
Le eggregore sono delle forme pensiero, forme pensiero che si generano quando un gruppo di persone riunito concentra la sua attenzione su un determinato oggetto, un discorso, oppure condivide una determinata situazione.

Dal punto di vista semantico il termine ha la stessa valenza di aggregare, riunire.
Diverse culture hanno posto la loro attenzione sulle eggregore, spesso chiamate con diversi nomi, o più semplicemente non menzionate.
Un gruppo di preghiera può formare una eggregora, ad esempio, a volte inconsapevolmente, a volte con piena cognizione, come avveniva nei monasteri medioevali, dove il vero compito dei monaci e delle loro preghiere era la creazione di queste forme pensiero che avrebbero dovuto in seguito influenzare positivamente lo svolgimento delle esistenze dei loro simili.
In una epoca razionalista come la nostra tali concetti possono apparire fantasiosi, eppure queste forme sono facilmente sperimentabili in determinate situazioni, e la loro influenza è percepibile; semplicemente, abbiamo smarrito la capacità di dare un nome a fenomeni che per millenni sono stati ben noti.
Vi sono quindi eggregore positive, e forme di pensiero negative.
Una delle situazioni quotidiane in cui queste ultime si formano con più facilità sono ad esempio le tanto deleterie “code in autostrada”, dove migliaia di automobilisti in contemporanea esternano i loro sentimenti negativi generati dalla situazione stressante in cui si trovano.

In passato vi sono stati gruppi di potere che hanno studiato il fenomeno in maniera “scientifica”, cercando di ottenere la creazione di eggregore negative che potessero assecondarli nei loro progetti di dissoluzione.

Il caso più eclatante fu rappresentato dalle grandi adunate naziste, in cui delle vere e proprie cerimonie venivano progettate nei minimi particolari per ottenere tali risultati.
La storia del XX secolo riserva molti aspetti difficilmente spiegabili razionalmente: ovviamente le elite che utilizzavano le pratiche occulte come fondamento del loro operare avevano tutto l’interesse per screditare tali realtà alla luce del sole.

Le eggregore negative sono in grado di influenzare i pensieri e i sentimenti di interi popoli, e si alimentano di questi sentimenti, in un circolo vizioso che genera una spirale crescente e distruttiva.

Essendo realtà poco note, attualmente divengono anche difficilmente affrontabili.
Un modo per contrastare queste forme pensiero negative, di cui la modernità si nutre e a sua volta alimenta, consiste ovviamente nelle eggregore positive.
Concetto ben noto ai monaci medioevali, ancora oggi ai monaci buddisti, e a tutti quei gruppi che cercano di convergere i loro sforzi verso sentimenti costruttivi, con perseveranza, atti alla creazione di eggregore che possano contrastare le forme pensiero negative dilaganti.

Purtroppo attualmente questa “scienza”, l’arte della creazione di dei, viene attuata quasi esclusivamente da coloro che operano per la dissoluzione, e i risultati sono visibili in quello che ci circonda.
In particolar modo i telegiornali e l’ampio spazio da loro dedicato alla “cronaca nera” danno un forte contributo alla diffusione delle eggregore più devastanti, portando milioni di persone contemporaneamente a concentrarsi su sentimenti di odio, paura, terrore, preoccupazione.
Ma contrastare queste forme negative è possibile, ed il primo passo è il prendere coscienza dell’esistenza di tali realtà.
Saperle riconoscere, evitarle, ed in un secondo momento, adoperarsi per la creazione di forme pensiero positive, che inneschino un circolo virtuoso.
Operazione non semplice, ovviamente, in particolar modo tenendo conto della confusione che vige ai nostri giorni riguardo a tematiche un tempo note e riconosciute.
Operazione non semplice, ma non impossibile.

L’EGGREGORE E LA CATENA D’UNIONE …

Tempio massonico

Un termine che non figura nemmeno nel vocabolario della Lingua Italiana, ma che nella pratica e nel simbolismo massonico ha un significato estremamente importante e “tangibile”.
Nel tempio l’eggregore è rappresentato dalla fune con sette (o dodici) nodi che abbraccia tutta la loggia dalla colonna J alla colonna B.
La sua massima espressione si ottiene quando il lavoro dell’officina coinvolge al massimo grado di coinvolgimento psichico ed intellettuale di tutti i fratelli.
Eliphas Levi l’ha definito “un fenomeno di psichismo collettivo, volontariamente orientato”.
La parola “EGGREGORE” viene dal greco ed indica un “insieme”, un “gruppo” di persone legate da
sentimenti, ideali, usi e costumi comuni.
Ragionare di Eggregore vuol dire affrontare un argomento di cui poco o niente si parla, tranne che in
particolari occasioni o all’interno di qualche circolo esoterico o in ambienti che trattano la Magia; si hanno così poche informazioni ed altrettante poche possibilità di conoscenza.
A tale proposito devo far presente che il vocabolo “eggregore o eggregoro etc.”, non viene riportato nemmeno nel vocabolario dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

Il motivo per conoscere bene l’argomento sarebbe quello di riuscire nelle giuste occasioni a partecipare, in modo corretto ed adeguato all’elaborazione di eggregori di ampio sviluppo o di dare slancio vitale o rivivificare quelli già esistenti, avendo per scopo il bene generale ed il miglioramento effettivo della vita umana, sotto tutti gli aspetti, in modo particolare quelli spirituali ed esoterici.
Premessa per formare e sviluppare gli eggregori è raggiungere una giusta ed ideale condizione interiore
mediante un preciso lavoro spirituale che deve essere svolto da ogni partecipante o fratello, nel ns. caso, fino al raggiungimento della così detta “Perfetta Unione”.

Si deve dire che il raggiungimento di questo stato interiore, per noi massoni, dovrebbe essere lo scopo,
quanto meno iniziale, di ogni tornata rituale.
L’ingresso nel Tempio, la sua squadratura, l’apertura, il lavoro stesso e la chiusura dei lavori, devono essere un’operazione interiore che comporta un cambiamento di stato.
E’ chiaro, infatti, che ingresso nel Tempio, apertura, lavoro e chiusura dei lavori, hanno un senso ed uno
scopo solo se vengono interiorizzati, vale a dire se questi momenti simbolici vengono compresi ed assimilati per essere trasformati a livello di coscienza; ove ciò non accada, tutto si trasforma in vuota formalità.
Chi non riesce a staccarsi dal piano materiale (metalli) e dal mondo profano, raggiungendo il giusto stato, rischia di restringere e ridurre i simboli (ingresso nel tempio, apertura e chiusura dei lavori) ed i lavori stessi, a semplici raffigurazioni ed esposizioni di pensiero, sterili e prive di valore.
Non è naturalmente cosa facile raggiungere quell’indispensabile preparazione interiore per la quale sono necessari un forte impiego psicologico, esoterico ed iniziatico, che in Loggia ha come luogo deputato la sala dei passi perduti.

Questa preparazione, pur facendo parte di uno stesso processo di consapevolezza, consiste in due fasi: una diretta verso sé stessi, l’altra verso i fratelli.
La prima fase consiste nel cercare di creare intorno a sé il “silenzio”, spogliandosi di tutto ciò che ancora la mente trattiene del mondo profano e che rappresenta una barriera alla ricerca del proprio interiore; la seconda fase, poiché isolarsi significa trovare la calma interiore e non separarsi dagli altri fratelli, consiste nel cercare di stabilire un contatto interiore con tutti i fratelli, creando una così detta “corrente vibratoria” che tende ad unificare la Loggia, iniziando così la formazione di un “EGGREGORE” o più precisamente, come si comprenderà in seguito, di un sotto eggregore. Questa consapevole sensazione d’unità, quasi palpabile, trasforma nel tempio, il lavoro d’unione in una vera e propria catena: catena che per noi Massoni è simboleggiata dalla “Catena d’Unione”.

Il simbolo che rappresenta la catena d’unione, spicca sia sulle pareti del Tempio, che sul Quadro di Loggia ed è raffigurato da una fune con sette* nodi (o dodici)** che parte dalla colonna J e finisce alla colonna B, come in un simbolico abbraccio infinito. Simbolicamente è una fune dal triplice trefolo che va: dal singolo verso l’Eggregore, dall’Eggregore verso il singolo e tramite questo verso tutti i fratelli, testimoniando in modo concreto non solo il legame invisibile che unisce fra loro tutti i membri di una Loggia, ma anche quello con tutti i Massoni sparsi per il mondo, rappresentando il collegamento interiore che si stabilisce tra spiriti, rivolti solidalmente alla medesima opera.
Si può affermare, inoltre, che, indipendentemente dalle sue qualità specifiche, ci si trova di fronte ad un caso di simbolo particolare, in quanto, in certe occasioni, si trasforma in quello che possiamo definire un simbolo “agito ed agente”: si tratta della formazione corporea, fisica, della “Catena d’Unione”.

La Catena d’Unione, che è pressoché invariata dovunque e che dovrebbe garantire la “perfetta unione”, viene costruita in diverse occasioni dall’insieme dei partecipanti ad una tornata e per ottenere gli scopi desiderati ed i massimi risultati; richiede da parte di ciascuno la precisa volontà ad oltrepassare la soglia del tangibile, per giungere all’unione effettiva.
Possiamo quindi ben affermare, che la catena d’unione rappresenta simbolicamente l’eggregore che si
dovrebbe formare durante i lavori, quando si opera bene sia esotericamente che iniziaticamente, seguendo il disegno tracciato e rendendo alla fine, tutto “giusto e perfetto”.

Ma in particolare che cosa s’intende o che cos’è un EGGREGORE ?

Tout court si può definire “un fenomeno di psichismo collettivo, volontariamente orientato” (Eliphas Levi).

Nello specifico un eggregore è un’entità collettiva o meglio una massa di energia psichica messa in vibrazione e formata dal pensiero di tutti gli individui appartenenti ad un raggruppamento, ad un popolo, ad una religione, ad un ordine. Egli può essere sia fisico che spirituale essendo in ogni caso, all’inizio, sempre fisico e diventando solo in un secondo tempo spirituale attraverso la successiva elaborazione.
Si può dire che l’eggregore si forma ogni volta che un gruppo di persone si unisce con intento esclusivo ed unico scopo di crearlo, ma se non vi è la precisa e concorde volontà di raggiungere quanto prefissato, l’eggregore si dissiperà rapidamente, come si indebolirà e scomparirà se, pur essendovi l’intenzione di tutti di elaborarlo, esso non viene alimentato nella maniera adeguata.

L’esempio potrebbe essere la festa di un compleanno o di un anniversario, durante il quale, nel momento, in cui tutti gli invitati elevano il proprio pensiero all’oggetto, alla motivazione del convivio, si forma senz’altro un eggregore, ma così come si forma, scompare poiché manca l’intenzione precisa di formarlo ed anche se questa ci fosse, sarebbe destinato a dissolversi, non essendovi, più, dopo quel momento, lo scopo né l’interesse per alimentarlo.

Creare un eggregore di una certa entità, richiede una grande capacità, che consenta di visualizzare il fine lontano dello scopo da raggiungere; la creazione può essere effettuata in due maniere, sia da un gruppo, che singolarmente da più individui.
Se viene creato da un gruppo, il gruppo stesso deve essere molto unito, tutti si dovranno conoscere ed avere una perfetta consapevolezza l’uno dell’altro e dovranno avere dei legami di amicizia o fratellanza molto forti. Nella creazione di gruppo, l’intesa è importantissima, bisogna veramente essere sulla stessa “lunghezza d’onda” per arrivare a quanto prefissato.

L’eggregore formato singolarmente da più individui è quello invece che viene creato da persone che possono non conoscersi o addirittura essere nemiche. Prendiamo per esempio il caso assai brutale in cui in un campo di battaglia, dove nella lotta ognuno dei partecipanti dimentica ogni giusto ideale, la sua ragion d’essere, nel desiderio e con un sentimento comune di uccidere l’avversario o, almeno, di salvare la propria vita spegnendo quella altrui: è un eggregore fisico che lentamente distaccandosi appunto dal piano fisico che lo genera, forma un eggregore spirituale con caratteristiche di odio, egoismo e volontà nefasta.

Un eggregore è, dunque, una aggregazione di forze costituite da energie vitali, emozionali, mentali e
spirituali che essendo emanate dall’insieme dei membri di un gruppo, penetrano la coscienza degli individui stessi che l’hanno creato in un rapporto invasivo e quasi sempre permanente, sotto forma di desideri, concetti, aspirazioni, impegni, idee e volontà, elaborando, ciò che viene definito dalla tradizione esoterica, una “forma pensata” per poi strutturarla.
Un Eggregore ha la caratteristica di avere un’efficacia più grande della somma pura, di quanto espresso, singolarmente, da tutti i componenti di un gruppo, di cui rende attive, sia individualmente che
collettivamente tutte quelle facoltà, affinché venga consentita la realizzazione degli obbiettivi previsti nel programma prefissato in origine.

Gli Eggregori si creano, si sviluppano, ed essendo corrispondenti ai desideri, alle aspirazioni, alle decisioni, alle idee, agli impegni che li hanno generati, dopo aver raggiunto il loro obiettivo e servito al proprio scopo, possono ritornare a chi li ha creati nell’attesa di essere riattivati con nuova forza, oppure possono continuare in altre dimensioni in attesa di mettersi in contatto, anche dopo secoli, con persone pronte a farli rivivere secondo le intenzioni dei fondatori originari, diventando così forti, da continuare ad esistere anche se tutti quelli che hanno contribuito alla loro formazione sono morti e questo soprattutto se la natura della loro attività è spirituale od esoterica.

Essi si pongono, in attesa, tra il mondo superiore (divino) ed il mondo naturale.
E’ evidente che in un’epoca razionalistica e materialistica come la nostra i concetti di cui sopra possono apparire fantasiosi, pur essendo queste forme facilmente sperimentabili in determinati momenti e situazioni e la loro influenza percepibile; abbiamo purtroppo perso la capacità di realizzare il senso e comprendere il valore di fenomeni che per millenni sono stati ben noti.
A questo punto, rientrando in un ordine più strettamente massonico, riporto testualmente quanto ritrovato in una pubblicazione, purtroppo di autore sconosciuto, che ci dovrebbe far ben riflettere e che a molti di noi potrà dare conferme:

“[…] l’eggregore della Massoneria contemporanea, chiamata “speculativa” era noto da tempo prima di essere riattivata all’inizio del XVIII° secolo: la Massoneria speculativa è un sotto eggregore di quello che animava lo spirito della Massoneria, che è molto più antico.
La Massoneria attuale, fondata a Londra nel 1717, è un’emanazione dell’Eggregore Massonico del quale è difficile conoscere l’origine che si perde nella notte dei tempi.
Secondo le epoche, questo eggregore si è manifestato sotto forme diverse.
La Massoneria Operativa, quella delle corporazioni, del basso e dell’alto Medio Evo, che ha contribuito prima ad edificare le abbazie, poi le cattedrali, è nello stesso modo, un’emanazione dell’eggregore originario del quale conosciamo poco. Tanto vale dire che la forma pensata che dà slancio vitale al concetto della Massoneria è di un’ampiezza fenomenale.
Se così non fosse, la Massoneria avrebbe cessato di esistere molto tempo fa, o si sarebbe evoluta in tale modo che sarebbe oggi impossibile farci riferimento. Il suo nome sarebbe, o perso per sempre, o reliquia del passato, incisa su qualche testo rinvenuto (venuto alla luce) o diventato un mito, tradotto sotto forma di leggende”.

(A parziale conferma di ciò basta pensare al manoscritto rinvenuto da Locke -1696- nella Biblioteca
Bodleyana, pubblicato solo nel 1748. Attribuito alla mano di Enrico VI d’Inghilterra, enuncia espressamente l’esistenza di un legame tra la Massoneria e la Scuola Italica di Pitagora, affermando che Pitagora (Peter Gower), un greco, viaggiò per istruirsi in Egitto, Siria ed in tutti i paesi dove i Veneziani (Fenici) avevano impiantato la Massoneria. Ammesso in tutte le Logge di Massoni, acquistò un grande sapere, tornò in Magna Grecia…
e vi fondò una importante Loggia a Crotone etc.

Concludendo, (sulle tracce di quanto detto dal Fratello Maurizio Nicosia in altre sede e per altro argomento) è cosa facile comprendere che “tradizione Massonica” non è da intendersi obbligatoriamente come “tradizione iniziatica ininterrotta e documentata” ma come trasmissione protostorica e storica, rivivificazione di tradizioni antiche e come insegnamento iniziatico che va oltre il tempo ed il suo trascorrere, grazie anche ad una forma pensata (eggregore) tale, da permetterle la conquista della perennità, diventando così paragonabile ad un fiume carsico che si inabissa e del quale non si conosce né il tempo, né la distanza, né la quantità del flusso incostante con il quale riaffiora.

P.S: A distanza di ben quattro anni dalla stesura della tavola, per terminare veramente, mi permetto un’ulteriore considerazione finale:
Quanto sopra deve essere un serio monito per tutti coloro che coscientemente operano immersi nella realtà di un eggregore a non alterare il rito di unione e alimentazione, attraverso l’innesto di innovazioni non conformi, concetti, aspirazioni, decisioni non condivisibili e non condivise rispetto all’apparato eggregorico a suo tempo attivato e da cui trae origine.
Purtroppo alcuni esempi li troviamo in ambito massonico: l’inserimento di idee, pensieri, aspirazioni,
decisioni e qualificazioni non condivisibili, se non argomenti politici o religiosi addirittura proibiti,
inevitabilmente portano alla destrutturazione dell’eggregore iniziale con il conseguente dissolversi della originaria forma pensata, con l’inevitabile allontanarsi dalle logge da parte di alcuni fratelli che spesso, pur con grande rammarico e rincrescimento, nella speranza e con l’intenzione consapevole di riuscire a ricreare quell’originale eggregore di cui per tanto tempo sono stati operatori ed attivi elaboratori, arrivano ad operare delle gemmazioni.

Note: *I sette nodi rappresentano le sette regioni dell’Universo: est-sud-ovest-nord-zenit-nadir-centro (uno primordiale), che definiscono il Tempio Cosmico.
** I dodici nodi rappresentano lo zodiaco ovvero l’Universo che definisce il Tempio Cosmico.

Dal sito: http://maestrodidietrologia.blogspot.com

Fonti

http://www.loggiagiordanobruno.org/tavole/008.pdf
http://santaruina.splinder.com/post/13079210/Eggregore+III

63 Commenti a “EGGREGORE: lo strumento usato dal POTERE per dominare le masse (1a parte)”

  • Fausto:

    Ho una comunicazione importante da fare alla redazione di questo sito, tra 10 giorni scatterà la censura online in tutta italia http://www.tomshw.it/cont/news/censura-online-in-italia-10-giorni-e-sara-fatta/32205/1.html
    vorrei sapere se questo sito insieme a disinformazione.it e tanti altri esisteranno ancora o verranno chiusi? Nel dubbio meglio che inizi a salvarmi tutti i vostri articoli sul pc per sicurezza? aspetto risposta grazie

  • stefano:

    Vedi i Pendoli nei libri di V.Zeland..

    • corben:

      volevo anch’io menzionare i “Pendoli” nei libri di Transurfing di V.Zeland
      dove vengono spiegate tante altre cose della vita
      SALUTI

    • Alessandro Giostrelli:

      innanzitutto un ringraziamento doveroso all’autore per l’eccezionale originalità dell’argomento e per il modo in cui lo affronta, riguardo i suoi contenuti come già qualcun’altro ha menzionato ho trovato fortissime analogie con il Transurfing di Zeland, anche se quest’ultimo associa come parte dell’origine dello stesso pensiero, la fisica quantistica ed una non precisata ridda di altre fonti, tuttavia l’ “Eggregore” o come Zeland definisce Pendoli energetici, sono entità energetiche perlopiù negative che una volta messe in piedi, richiedono con ogni espediente di essere alimentate con sempre nuove energie vitali, ..in definitiva la filosofia del Transurfing è basata su come scampare agli effetti negati dei Pendoli energetici e quindi su come ponderare correttamente le proprie emissioni di energia mentale tramite un determinato stile di pensiero che controlla e modera il livello di “importanza” che l’uomo appropriatamente deve dare alle cose che lo circondano evitando in questo modo un surplus di emissioni energetiche mentali.

  • SDEI:

    @STEFANO & CORBEN,
    vi ringrazio anche a nome di altri lettori di S.L. per la vostra utile indicazione; personalmente ho già letto quanto afferma ZELAND e vi dirò in generale che più CONOSCENZA si ha più LIBERI si E’ e meglio ci si può difendere dal POTERE globale, per questo continuerò a postare sul sito altri temi poco conosciuti che hanno lo scopo di far riflettere chi li leggerà per poi porsi e porre DOMANDE alle quali qualcuno POTRA’ e/o DOVRA’ rispondere !!! GRAZIE

    NAMASTE’
    & HASTA SIEMPRE

  • luca:

    Grazie, è tutto molto complesso e semplice. Lo comprendo e lo sento, viene da lontano nel tempo e nello spazio e coinvolgerà tutti. Induce ad armonizzare corpo mente spirito ed ognuno si troverà a praticare quanto ha proposto per questo mondo, ma siccome la più potente eggregora la sentiamo al centro del nostro Cuore, ognuno farà i conti sostanzialmente con se stesso e si troverà nel luogo adatto per fare il proprio bilancio.
    Grazie e ancora grazie per quanto scritto; conferma quanto già ricordato e sentito nel bosco, nel tempio.
    PL

  • Giulia:

    Interessante l’articolo sulle eggregore, mi pare corrispondano in qualche modo ai campi morfogenetici di cui parla il biologo Rupert.
    Credo che mantenendo il “campo” della” quiete”possiamo risuonare del bello, del buono e del giusto al di là di ogni sovrastuttura di potere.

  • osservatore:

    mi sembra che siano la stessa cosa già scritta da santaruina anni fa
    http://santaruina.splinder.com/post/13079210/eggregore-iii

  • giano1961:

    l’eggregore è una tecnica e come tale non è positivca o negativca, è l’uomo a renderla tale. certe conoscenze dovcrebbero essere date con parsimonia e solo a chi ne è degno. ciò è difficile

    • Arati:

      @giano
      Concordo. Le pratiche di concentrazione se eseguite senza la giusta preparazione mettono sotto sforzo il lavoro dei reni, producendo nella persona sintomi di ristrettezza mentale, paranoia, agitazione, ipercriticismo fino a sfociare nella demenza.
      Per cui chi volesse avventurarsi si informi prima di iniziare.
      practical-tantra.com/

  • SDEI:

    @giano1961,
    l’ EGGREGORE come tu sostieni NON è SOLO una tecnica ma una grande e potente CONOSCENZA; vero è che è poi l’ UOMO/DONNA con il suo LIBERO ARBITRIO che dà alla stessa una valenza come dici giustamente POSITIVA o NEGATIVA, allora spiegami/ci chi e con quali criteri dovrebbe stabilire chi ne è degno !!!???

    Forse il Generale NERO dei GESUITI(!?), oppure i capi MASSONI del 33° GRADO e di quale loggia(!?); o meglio le 13 FAMIGLIE al vertice della PIRAMIDE del POTERE GLOBALE(!?), o meglio ancora per chi ci crede naturalmente quegli ESSERI COSMICI del BASSO ASTRALE evocati dall’ inquietante e misterioso HIDDEN HAND !!!???

    RISPONDERE PREGO !!!

    HASTA SIEMPRE LA VIDA

  • Alessandro:

    si sicuramente funziona così ma ci deve essere qualcosa di più che ubisce è crea questa forza…questo viene da un testo piu antico…..in mezzo alla piazza della citta..si trova un albero di vita..le FOGLIE dell’albero servono a guarire le nazioni…e non avranno + bisogno di luce di lampada nè di luce di sole,xchè il Signore Dio li ILLUMINERà

  • m. cecilia dallari:

    Ho letto con molto interesse , ringrazio di cuore chi ha scritto e mi ha dato l’opportunità di di condividere questa conoscenza.

  • Animo:

    Eggregore… Ma certo, ha senso; molto senso.
    Io senza saperne lo avevo chiamato fra me Unità di Intenti, e lo reputo il motivo fondamentale per cui i gruppi ristretti (le sette) prevalgono sulla popolazione (la gente).
    Qui mi si presenta una realtà anche più concreta.

    Un “channeller”, su Internet, me lo ha spiegato come meglio non si può:
    (parafrasando)
    Ogni pensiero è una preghiera
    Un pensiero ricorrente è una preghiera più potente
    Un pensiero a cui si associa un sentimento intenso è anche più potente
    Una preghiera collettiva è molto potente.
    Un immagine, una frase, un concetto diventa pensiero, diventa preghiera.

    Molto semplice

    è così che ,attualmente, la televisione, la musica, e i mass media, sono strumenti potentissimi in mano ai governanti.

    Ma qui si parla d’altro, naturalmente…

  • Gianluca:

    Oggi le due Egregore che si combattono accanitamente tra di loro sono quella del Drago Rosso e Nero a sette teste e dieci corna (che rappresenta il Male) e quella della Colomba (il Bene); per quanto le Egregore possano essere nutrite, tuttavia, Dio può inviare un suo Messaggero e Guerriero a porre fine a guerre devastanti. Molti Maestri Spirituali (Omraam M. Aivanhov e Peter Deunov) hanno detto che sul Sole esistono Angeli e Arcangeli molto potenti (la Terra stessa ha l’anima di un Arcangelo) che conoscono passato, presentee futuro dell’umanità e del pianeta, così come i 24 Signori del Karma, che siedono davanti al Trono di Dio, che decretano i destini di ogni anima nell’universo intero; da quanto ho capito, il destino dell’umanità è di diventare il Cuore del Sistema Solare, Dio ha per noi grandi progetti e non sarà un manipolo di Logge Nere o di Egregore a fermarlo, figuriamoci.
    Lo stesso Arcangelo che presiede la Terra, quando verrà il giorno, scoppierà una lotta capeggiata da Michele che con la sua Spada di Luce ricaccerà il Diavolo nel centro della Terra, questo vi verrà rincantenato e poi ne uscirà “istruito”.
    A Garabandal è stato dato un grande ammonimento, che sostanzialmente, in linea con quanto profetizzato da Peter Deunov, dice che la Terra sta uscendo dalla Tredicesima Regione, detta “Regione delle Contraddizioni”, una regione dello spazio cosmico permeata da radiazioni negative dovute ad una catastrofe stellare, ora stiamo per uscire da questo spazio e contemporaneamente verremo inondati dalla Corrente Ascensionale, emanata direttamente da Dio, che porterà tutto il sistema solare in una dimensione superiore, il primo segno è il così detto “Piccolo Giudizio”, è un giorno noto solo a Dio, che verrà detto alla veggente di Garabandal un pò prima che accada, dovremo subire tutti la Notte dell’Anima, ci verranno fatte vedere tutte le nostre miserie, colpe, peccati, Dio ci darà l’occasione per redimerci e seguire la sua Via, quella del Bene, ovviamente avremo sempre la possibilità di scegliere. Io non so quando sarà questo giorno ma se la veggente, Conchita Gonzalez oggi ha circa 60 anni, per quanto possa campare al massimo della dote genetica, direi che siamo molto vicini.
    Chi vivrà, vedrà.

  • Ivan:

    Molto interessante questo articolo, ho proprio qui il primo libro di Vadim Zeland e chissà come sono finito proprio su questo articolo. Voi cosa ne pensate di Zeland e dei suoi libri? mi interessa molto saperlo perchè mi stavo proprio domandando se valesse la pena leggere questo libro, pensando che quelli che qui sono eggregori e che Zeland chiama pensoli fossero una cosa di sua invenzione, invece mi sono accorto che esistevano già.

    Ciao a tutti

  • Paola:

    Come già scritto in un altro post per me le eggregore sono solo magia nera e la lettura di quanto sopra me lo ha confermato.
    A parere mio eggregore positive o negative sono,sul piano eterico, solo vuote forme pensiero dal potere pressochè nullo a meno che una persona non ci creda, nel qual caso sono genitrici di fastidiose larve.
    Il potere con cui sono governate le masse è ben altro. I ritualismi hanno soprattutto un potere ipnotico.
    Ma come dico, il governo satanico delle masse è ben altro, non si ferma a governare il pensiero.
    In ogni caso, come diceva s. Paolo: chi cerca dio ( o la dea, o la forza divina, come lo/la si vuole chiamare ) prima o poi lo/la trova, quindi nessuna paura, non siamo soli e chi lo vuole si libera.
    Infinitamente più potente di una eggregora è connettersi al divino per mezzo della nostra parte che lo abita.

  • SDEI:

    @PAOLA,

    un BEL NOME il Tuo dal forte valore “simbolico” infatti citi NON a caso S.Paolo;
    lo scopo per cui ho postato una TRILOGIA sulle EGGREGORE e per far comprendere ai LETTORI/LETTRICI di SL quali potenti FORZE energetiche SONO in ballo,
    se pensi che TUTTE le EGGREGORE siano una forma di MAGIA NERA allora è evidente che NON credi neanche nella LEGGE COSMICA della DUALITA’=ad ogni fatto & cosa esiste il suo OPPOSTO,
    pertanto al “male” si oppone il BENE alla MAGIA “nera” si contrappone la MAGIA BIANCA questo vale anche per le EGGREGORE secondo l’ uso che se ne fa,
    inoltre che Ti piaccia o no cosa credi sia una MESSA RELIGIOSA se NON una potente EGGREGORE “rituale & simbolica” anch’ essa finalizzata si spera SEMPRE al BENE !!!???

    NAMASTE’
    SDEI/Sergio

  • Michela:

    allora facciamolo questo gruppo di ” sintonia ” !

  • maya:

    tutto e’ Uno, quindi noi siamo i pensieri dell’Uno e questo oggi desidera sperimentare esattamente cio’ che sta sperimentando.
    la creazione avviene per differenza, caldo e freddo creano la temperatura, bene e male il giudizio quindi la scelta. sono necessari entrambi, non si possono eliminare, anzi sono il sale della vita e sono ciclici con cicli piu’ o meno lunghi, rapportati al nostro permanere in questo sogno.
    quindi nessun potente guida la massa, e’ l’Uno anche la massa e questa serve a fare la differenza e a mettere in risalto l’illuminato. non possono tutti essere illuminati altrimenti l’illuminazione non ci sarebbe. ricordiamo sempre che la creazione, senza differenza, non puo’ esistere. un tutto uguale e’ niente.
    il controllo crea il suo opposto, la liberta’ (dal controllo). sta ad ognuno decidere cosa vuole sperimentare, se fare quello che si sente di fare o quello che gli dicono di fare. la vita e’ una scelta (ovviamente tra cio’ che ci viene posto davanti).

  • SDEI:

    @MICHELA,

    la Tua intenzione & proposta è molto NOBILE ed è finalizzata al BENE;
    ma credi veramente sia così facile creare & poi alimentare un’ EGGREGORE(!?) se lo fosse pensi che NON si sarebbe già formata UNA anche QUI su SL(!?),
    quello che invece puoi già fare è EVOLVERE a livello personale(=IO) migliorando il proprio stile di VITA e “potenziare” il mezzo “energetico” della PREGHIERA che NON è necessariamente quella religiosa !!!

    Un saggio detto antico recita: TEMPO al TEMPO, poi sicuramente quando sarà il momento si costituirà una EGGREGORE POSITIVA a livello collettivo(=NOI);
    ma come nella MASSONERIA & nelle RELIGIONI che SONO delle EGGREGORE potenti & antiche, anche in quella che Tu vuoi & immagini c’è il bisogno del MAESTRO e quale potrà ESSERE almeno per Me e spero anche per Te se NON il MAESTRO dei MAESTRI !!!???

    NAMASTE’
    SDEI/Sergio

    • Nexuno44:

      @SDEI e a tutti
      Provo a saltare di un OTTAVA

      Per me c’è tempo una bella cippa, anzi mi sembra che il tempo sia già finito da un pezzo!
      Sappiamo a memoria tutte le lezioni: qui c’è bisogno di fare!
      Qui c’è da prendere, ed in parecchi, l’onda di un cambiamento che è a mio parere è già in fase frenetica realizzazione: volenti o nolenti!
      Abbiamo bisogno che le varie competenze si uniscano perchè l’azione può essere solo corale e multidisciplinare.
      Badate bene che per “corale e multidisciplinare” non intendo che bisogna partire in mille per questa guerra piuttosto che ognuno di noi deve acquisire gli strumenti necessari per agire coerentemente su tutti i piani e su tutti i livelli della propria vita: lavoro, alimentazione, fiscalità, moneta, spiritualità, gestione delle emozioni e degli affetti, sovranità individuale, trasporti, consumi, abitazione, meditazione e pulizie dell’anima varie…
      Siamo slegati fuori e dentro di noi.
      Siamo incoerenti tra il nostro dire e il nostro fare quotidiano!
      Siamo rivoluzionari fino ad un quarto a mezzogiorno (poi ognuno a mangiare a casa sua)!
      Un solo uomo che agisce con coerenza ha una potere enorme ma se non abbiamo la conoscenza multidisciplinare e multisettoriale sai che cosa ce ne facciamo della mitica “consapevolezza”?
      Un bel niente. La consapevolezza senza azione è come una bicicletta senza pedali!

      Quante persone partendo dalla gestione di spazi in rete hanno poi dato una reale svolta alla loro vita? Pochi.
      Ma sono quei pochi gli unici che andrebbero ascoltati perché sono gli unici che hanno davvero qualcosa da raccontare. Il resto aria fritta, diciamoci la verità.

      Siamo tutti così impegnati a combattere il vecchio sistema da non avere tempo per costruirne uno nuovo di sana pianta!

      Siamo sotto l’enorme cavallone che sta per sommergerci insieme ai “cretini” dai quali ci sentiamo così diversi!
      Solo qulacuno si è rotto le palle di questa manfrina ed è salito sulla montagna ed arrangiandosi per come può si sta costruendo con pochi mezzi una nuova dimora dalla quale godersi lo spettacolo della grande innondazione che spazzerà via chi gli ha di dato di matto e chi “oggi no, domani forse, dopodomani sicuramente”.

      Io qui tiro la riga.
      Vado fuori, anzi mi sa che ci sono già.
      Vado a completare l’opera, a cercare i miei maestri inconsapevoli, quelli che sanno ancora usare le mani ed il cervello: i pochi sopravvistui a decenni di rincoglinimento globale.
      Sono certo che non sentirete la mia mancanza dal momento che non ci conosciamo nemmeno.
      Tornerò quando avrò qualcosa di fatto da mostrare.
      Solo allora avrò saldato il mio debito.

      Grazie a Tutti
      Siamo Pari
      Buon Viaggio
      G.

  • Ninive:

    Credo di avere un problema con un eggregore negativo. Vorrei un consulto anche breve per capire come mi devo comportare. Prima che lo diciate: si, se avessi una cosa simile alle calcagna vuol dire che non mi sono comportato troppo bene in passato, nè che sono particolarmente evoluto nel presente. Però è aiuto che chiedo, e lo chiedo a chi può darmelo. tristano.delfiore@gmail.com

    • barbara:

      ciao Ninive, spero te abbia trovato la strada per ricevere l’aiuto. Conosco una persona che lavora con le forme pensiero, si chiama Veronique, vedi su http://www.laviadicristallo.it/
      mi permetto di aggiungere…non so da dove vengono le considerazioni che scrivi “vuol dire che non mi sono comportato troppo bene in passato, nè che sono particolarmente evoluto nel presente”

      o chi, con tanta superificialità, ha voluto condizionare a questo modo la tua coscienza di te….
      direi che anche queste sono diventate delle “belle eggregore”….

  • Il tutto è molto semplice anche se sembra complesso,si basa su energie e il pensiero sviluppa energia,il pensiero unito alla volontà si tramutano in energia che poi crea la realtà,questo è il principio del creare,perché tutto è energia,l’uomo è solo un catalizzatore di queste energie e può diriggerle dove vuole con la giusta acquisizione della tecnica, tutto quello che è definito magia è una conoscenza non compresa dall’uomo,la fisica quantistica sta svelando questi principi conosciuti da millenni dagli antichi,ma dimenticati dall’uomo odierno,non solo per una razionalità irreale e deviata dal vero,ma per imposizioni di una religione inquisitoria e falsa,che poi si è definita in una scienza ottusa limitata e limitante,che io definisco come nuova inquisizione,non potendo più bruciare al rogo,li processano per malattia mentale.Gli stessi però che definiscono il reale e il non reale,per imposizione sono gli stessi che usano questa conoscenza,con cui sottomettono l’umanità,come giustamente sottolineato dall’articolo.Concludo dicendo che se non l’avete capito tutti noi che parliamo di queste cose,e combattiamo contro questa élite demoniaca,e contro l’ignoranza della gente,per un mondo migliore dove regni l’amore è la gioia di vivere,stiamo già creando una eggregore potente,anche se molti non se ne sono ancora accorti,e tutti siamo accordati volenti o no in questa creazione di energia,per questo molte volte ho detto che niente è inutile,e che la rivoluzione intesa come cambiamento,parte sempre da una minoranza cui volontà potentebviene poi trasmessa alla massa,tutti noi siamo stati iniziati da Dio stesso,che lo sappiate o no.

    • opaledifuoco:

      grande white wolf
      direi che il problema è riconoscerci come corpi di luce(assomigliamo molto alle comete)
      prendere consapevolezza di chi siamo
      x non farci fottere quando trapasseremo xchè questa vita terrena la dovremmo lasciare tutti x un’altro viaggio
      il viaggio di solo andata con i gesuiti x l’ottava arimanhica è x chi non si è risvegliato o a paura di non farcela
      ci vediamo nella tua tana x letture e approfondimenti
      saluti

  • Carlo:

    Sdei subito all’opera :D! Bell’articolo… cmq se qualcuno volesse approfondire tale argomento consiglio la lettura di due libri: Forma Pensiero I e Forme Pensiero II della Givaudan.

    NAMASTE’

  • SDEI:

    @LUPO BIANCO(& CARLO),

    condivido pienamente quello che scrivi e Ti dirò di più, PERCHE’ pensi che alcuni AUTORI in SL trattino questi argomenti che SIANO forse finalizzati a formare un’….EGGREGORE di LUCE-AMORE-COMPASSIONE(!?);

    ho fatto visita recentemente al Tuo BLOG e l’ ho trovato molto stimolante & interessante, pertanto con il Tuo permesso vorrei postare qualche Vs. articolo su SL,

    mi ha inoltre interessato il Tuo sopranome mediatico simile al Mio, intendo quello antico dei NATIVI AMERICANI che è CERVO BIANCO,

    allora incuriosito ho voluto misurare con la scala BOVIS la Tua ENERGIA VITALE e a sorpresa…, ho trovato il Tuo valore sopra la norma in una fascia molto alta per un UMANO(!?) quella dell’ ENERGIA SPIRITUALE,

    pertanto BENVENUTO tra di NOI che abbiamo il delicato & gravoso compito di trasmettere la CONOSCENZA, finalizzata a prendere COSCIENZA e sopratutto a far………EVOLVERE sia NOI che i propri SIMILI !!!

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

    SDEI

    • In effetti la fratellanza dei lupi bianchi,prende come nome l’animale totem il lupo,che è il tramite tra la natura e il divino,abbiamo in effetti molto in comune con i nativi americani,che anche loro traggono le loro tradizioni dagli antichi atlantidei.La loro civiltà deriva da loro,quindi le cose in comune sono tante.
      Puoi tranquillamente prendere dal sito ciò che ritieni opportuno.

  • SDEI:

    @NEXUNO44,

    mi dispiace che Tu NON abbia fatto caso che quello che ho scritto come risposta ad un Commento riportasse la data del 05/01/2013;

    quindi credimi NON riscriverei più OGGI quella frase: “TEMPO al TEMPO”, ormai come Tu scrivi siamo giunti agli sgoccioli per l’ UMANITA’ del suo TEMPO lineare,

    ecco PERCHE’ invece di una casetta PERSONALE come suggerisci Tu, bisogna ricostruire un’ altra grande & robusta ARCA “collettiva” come ci insegnano i veri MAESTRI !!!

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

    SDEI

    • Nexuno44:

      @SDEI
      Dispiace a me di non aver letto con sufficiente attenzione e sono contento che condividi le mie urgenze.
      Riguardo alla “casa nel bosco” preciso quanto segue:
      Sono convinto che tutto è uno e via discorrendo. Sento il “continuo” tra me e gli altri e davvero la separazione è un illusione della mente.
      Un giorno di otto anni fa ad un concerto sono stato investito da un energia potentissima che ha sconvolto la mia vita. Da quel giorno considero la mia famiglia grande quanto l’intero pianeta e comprendente tutti gli esseri viventi (non mangio animali ne derivati tra l’altro). Credo che la “proprietà privata ” sia un illusione messa su dai cretini creatori del sistema imperante.
      Ho portato e porto sempre più, con grande determinazione, questo mio credo nella vita reale e ti assicuro che ho pagato e sto pagando prezzi altissimi (con gioia infinita) ed i miei figli con me. Così come sto combattendo per ridare dignità al Maschio Selvatico e Padre Libero di cui è fatta la mia essenza difendendolo da tutti gli attacchi sociali e politicamente corretti (e corrotti).
      Sto operando per non avere più nessuna “proprietà privata” e dedicando tutte le mie energie alla creazione di una “comunità” e fosse composta anche da un solo individuo realizzerò questo mio sogno.
      Il paradosso è che tutto questo è e deve essere un viaggio per forza individuale e solitario.
      Si parte da soli per il bosco, da soli si attraversano i deserti delle proprie solitudini.
      I compagni di viaggio si trovano in viaggio, ci si riconosce e ci si aiuta. Chiaro che arrivati a destinazione scopriremo che per molte e diverse strade altri sono arrivati nello stesso luogo e basterà uno sguardo d’intesa per mettersi a costruire insieme la nuova casa del nuovo genere umano.

      Questa evoluzione la faranno gli Uomini Soli Al Comando (di se stessi)!

      Il resto è solo una pericolosissima trappola in cui a mio avviso stanno cadendo bizzeffe di anime mosse dai migliori intenti.

      Il resto è “armiamoci e partiamo”: pericolosissimo ed inutile!

      Ma coma non vedete? Non vi rendete conto?
      Passiamo le ore ed i giorni a parlare di “loro”, delle tecniche che usano e di come contrastare le loro azioni.
      Siamo noi a considerarli i nostri interlocutori, la nostra interfaccia.
      Siamo noi a SOSTENERLI IN VITA per il fatto che ci occupiamo di loro (come da loro previsto!).

      Sono convinto che moltissime delle belle persone che frequentano stampalibera senza di “loro” si sentirebbero persi perché rappresentano una parte di se stessi che ancora non si è avuto il coraggio di accettare.
      Dura ammetterlo ma “noi” abbiamo bisogno di “loro”.
      Tutto ciò produce ignavia: montagne di consapevolezza che partoriscono topolini di azione, sfoghi e ganzi nei siti a “noi” dedicati dal sistema che tutto contempla e digerisce.

      L’azione fuori dalle regole, fuori dalle eventualità previste: questo e solo questa è ciò che il sistema dei cretini teme.

      Gesti d’amore: lì non ci possono proprio arrivare!

      Ripeto GESTI D’AMORE e smettiamola una buona volta con la luce, il divino e tutte le altre belle parole tutte fini a se stesse se non le riempiamo con GESTI D’AMORE.
      Di queste parole e dei giochettini energetici ne facciamo un uso improprio: sono le nostre pilloline contro il mal di testa ed il mal di vivere. Che differenza c’è con chi si fotte di medicine, sigarette e champions league? Per me Nessuna!
      Ad ogni umano le sue distra-azioni!
      Anche se ci sembra di esserne pieni abbiamo perso il Senso del Sacro e del Padre.
      Dove sono gli Sciamani? Sono stati uccisi o si sono nascosti.
      Stiamo oltraggiando la natura in ogni modo o maniera.
      Anche l’uso che facciamo delle piante sacre è oltraggioso: caffè, tabacco, cacao, marijuana, oppio… mica ce le hanno donate per distrarre i nostri sensi o per arrivare infondo al turno di lavoro!
      Certe piante andrebbero usate solo con uno scopo preciso e da chi è disposto e predisposto a viaggiare tra i mondi! Daresti un farmaco per l’anestesia ad un bambino di 3 anni per tenerlo buono o perché ha il mal di testa? Questo è quello cha facciamo tutti i giorni.
      Provate a fare tre giorni di digiuno e poi a prendere un caffè: starete agitati e svegli per due giorni!

      E scordatevi l’idea del love-peace-and fun! L’amore fa male, ti spacca tutto, l’amore fa più paura del dolore al quale più o meno siamo avvezzi (perché nessuno ne parla della paura dell’amore?)

      e qui mi fermo
      il mio l’ho fatto

      Buon Salto d’Ottava a Tutti i Cuori Impavidi

      Ci vediamo, in pochi, di là o LUNGO LA VIA

      Grazie
      Siamo Pari
      G.

      • Grande, e condivisbile QUASI in tutto! Non sottoscrivo: “L’amore fa male, ti spacca tutto, l’amore fa più paura del dolore al quale più o meno siamo avvezzi (perché nessuno ne parla della paura dell’amore?)”; è l’attaccamento che fa male, non certo l’amore!

        • Nexuno44:

          Grazie Alberto.
          Sei sicuro?
          Non sto parlando della quantità di amore che puoi sopportare, parlo di tutto l’amore che gira nell’universo! Pensi dii poterlo reggere? A me vengono i brividi solo a pensarci.
          Dante nell’ultimo del Paradiso chiede un permesso speciale per poter guardare la luce divina (uni e trina) per pochi istanti. Sapeva che altrimenti ci sarebbe rimasto secco!

  • D’accordo con tutto. Un’altro modo per creare una eggregore finalizzata ad alimentare la luce Divina, cioè Cristica, è quella di denunciare il male ad ogni livello, ognuno per quello che può fare nel suo piccolo. In questo modo la luce Divina porterà sempre più allo scoperto tutte le nefandezze di questa elite oscura, satanista, coordinata e capeggia dall’anticristo, che sta per subire un duro colpo. A partire da questo anno vedremo i primi segni di tutto ciò.

    Un insegnamento molto importante è quello di istituire la reale religione che deve entrare in ogni cuore e spirito umano e sarebbe questa: “Ama il tuo prossimo come te stesso”: questa è la vera religione! Il Regno promesso, che presto sostituirà l’attuale, sta all’uomo conquistarlo o rifiutarlo.
    E’ arrivato il tempo in cui l’uomo volente o nolente, dovrà accettare la legge che ha sempre rifiutato, cioè quella Divina Cristica, i segni ci sono sia in cielo che in terra, essere ciechi e sordi non gioverà all’umanità.

  • oracolo:

    Voci che sussurrano impostazioni pratiche senza corruzione o false piste, un turbinio di messaggi informativi che vagano solo per essere attratti, tutto si materializza nella Coscienza, siamo immersi in un segmento tra realta’ simili ma diversificate, un vuoto pieno di microbuchi neri da dove entrano ed escono le verita’ di un universo perennemente connesso, visualizzare il fenomeno e’ possibile, metodi ve ne sono molti, certo non facilmente applicabili ma l’allenamento aiuta, la continua ricerca dell’Io interiore spalanca la porta del sapere, continuare a cercare se stessi x trovare altri, una griglia energetica avvolge ogni mondo, essa e’ piena del tutto universale, accedere ad essa ci consente di condividere ogni esperienza quindi sta a ognuno di noi scegliere cosa essere. Ogni azione e’ determinata da un pensiero e ogni pensiero e’ tracciabile dalle forze, cio’ che farai sara’ eterno.

  • SDEI:

    @G.,

    le Tue riflessioni & modo di VIVERE sono condivisibili anche se con dei distinguo, ad es. si sa che ognuno ha in questa VITA TERRENA la sua strada da “percorre”,

    questa VIA “personale”, nel bosco come scrivi Tu, è a volte molto SIMILE ma mai UGUALE ad un’ altra,

    pertanto quella che NOI definiamo CONSAPEVOLEZZA o presa di COSCIENZA, viene o verrà raggiunta da ognuno di NOI in TEMPI diversi è SEMPRE STATO così,

    con affetto ho sorriso quando ho letto che la Tua FAMIGLIA comprende l’ intero PIANETA
    con TUTTE le sue CREATURE, questa è una Tua bella & grande RESPONSABILITA’,

    e che dire allora di SDEI che considera la sua FAMIGLIA il COSMO intero, e TUTTI come FRATELLI/SORELLE gli ESSERI che lo popolano ricordo FIGLI/E del DIVINO/A !!!???

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

    SDEI

    • Roberto Arvo:

      Anche Matteo Colaninno e Roberto Speranza del PD….sono tuoi fratelli?
      Sei sicuro di quello che dici?
      No,si fa per capire…….Io non li vorrei neanche come lavapiatti o sturacessi a stipendio zero……
      Ma forse è solo un falso problema……magari li consideri “gemelli diversi”…..comunque fanno parte del cosmo pure loro.
      Saluti fratello/sorella dell’illusione……destinata a finire……

  • Un fondamento della cospirazione globale è quello di manipolare e confinare l’attenzione umana al livello dell’ologramma, ovvero dei 5 sensi . Una volta che ci cadiamo dentro … le nostre percezioni del sé e della realtà vengono intrappolate nel mondo che crediamo di vedere e che sostanzialmente è la percezione del cervello sinistro che vede tutto come separato da tutto il resto.

    Le istituzioni che servono il sistema, ovvero la scienza, la medicina, l’istruzione e i media, sono tutti strutturati e controllati nel contenuto per tenervi in riga nella realtà dei 5 sensi. Ecco perché le spiegazioni e possibilità alternative vengono censurate da questi veicoli di inganno ed alcune persino proibite per legge. Ecco perché il sistema prende di mira chi mette in discussione l’ortodossia del 5 sensi.

    Ignoranza ed arroganza si uniscono e cosi degli scienziati mettono in ridicolo spiegazioni e possibilità più ampie sulla realtà, perché esse non si basano su cio’ che loro chiamano “ragione “. Ma cosa è la ragione se non una percezione basata su informazioni che sono state processate e sono diventate cosi un credo?

    Il rifiuto del sistema a riconoscere l’esistenza del campo aurico e le sue connessioni reali e potenziali verso la realtà energetica piu’ ampia , ha condannato la “scienza” ufficiale, come la “medicina” e “l’educazione” (istruzione) ad una costante ignoranza sulla natura della vita e della realtà . Questa è l’ignoranza descritta come “i misteri della vita”.

    la ragione e la logica non sono assolute

  • ospite:

    http://www.chiesaviva.com/451%20mensile.pdf da pag. 11 in poi

    un eggregora non cristiana ?

  • SDEI:

    @ROBERTO,

    come SEMPRE pungente & anche un pò provocatore oltre che GIUDICE e almeno in questo caso NON imparziale;

    - primo nelle FAMIGLIE umane che Tu conosci i fratelli & sorelle si amano & vanno SEMPRE d’ accordo(!?), quelle che conosco Io certamente no;

    - secondo CAINO & ABELE Ti ricordano forse qualcosa(!?), se è sì erano comunque o no SEMPRE fratelli(!?),

    - terzo Tu citi 2 persone che disprezzi ma è una Tua opinione personale, per contro ce ne saranno altre che invece li stimano e allora chi è nella ragione Tu o gli altri !!!???

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

    SDEI

    P.S.: invece di 2 personaggi praticamente sconosciuti, potevi almeno citare i soliti noti i ROTSCHILD-ROCKFELLER-WINDSOR etc. più importanti NON Ti pare !!!???

    • Roberto Arvo:

      Che risposta sgangherata e deludente!!! Se dici che l’universo è la tua famiglia e poi che in famiglia non si va daccordo, allora che senso ha, usare questa metafora? E’ come se non avessi detto nulla. Certo, grazie al piffero che ci fai sapere che siamo tutti su questa terra. Come una famiglia…..per modo di dire. Lo sapevo già. E se applichi l’etichetta “famiglia” e poi mi dici di Caino e Abele…… e poi magari mi ricordi che un fratello ha ucciso l’altro…..vai in contraddizione con i tuoi sbandierati ideali. Mi dispiace ma ti devo bocciare su tutta la linea. E per punizione ti faccio arruolare con la tribù Ojibwa a raccogliere le erbe della salute. Mi raccomando…..a digiuno e mezz’ora dopo i pasti. Vedrai che dopo un pò diventa tutto più chiaro.

      ps personaggi praticamente sconosciuti? Solo perché non hanno nel curriculum reincarnazioni famose?

  • elya:

    Dedicato chi si aspetta salvatori :” Mentre loro giocano alla politica noi passiamo all’azione”, ”I media ci raccontano di epidemie e noi corriamo a farci il vaccino . Su questo contano sulla nostra prevedibilità ! Perché ci conoscono, conoscono la natura umana, ogni mossa è calcolata, più saremo prevedibili, più saremo vulnerabili.” Ti avevo detto di non diffondere più questo messaggio nella mia chiesa , Jack finirai molto male” ” E’ cosi che agisce Anna prende le nostre emozioni e le utilizza contro di noi :” La psicologia della razza umana e i Visitors ”http://www.youtube.com/watch?v=e9_QyiyZ_gw

  • elya:

    Sarebbe opportuno tenere d ‘occhio sempre la tav , la tav e il piano esoterico: http://www.youtube.com/watch?v=DRW4nJKfD9s&list=UU3nPPtm06FvN5_ArJ8D1Gag&feature=c4-overview

  • elya:

    @Ciao Whitewolf volevo porti una domanda , perdonami l’ignoranza, ho letto un articolo che mi ha colpito sul tuo blog ,un articolo sulle rune , ma a me ,da mie letture mi risulta che vengono usate nella pratica della divinazione , nella stregoneria insomma, non so se sai, quando ritrovarono la piccola yara i media fecero sapere che ritrovarono sul suo corpo dei segni runici . Grazie per l’attenzione.

  • laurama:

    elya ha ricordato la TAV, e i luoghi sacri che andrebbe a colpire, e poichè i video non hanno l’immediatezza di un testo che invece si può scorrere velocemente con lo sguardo io propongo questo: http://madreterra.myblog.it/2014/01/11/la-linea-sacra-san-michele/

  • SDEI:

    @ARTURO,

    intanto devo ringraziarti per avermi fatto CONOSCERE una nuova per Me tribù dei NATIVI AMERICANI, quella degli OJIBWA dei GRANDI LAGHI allora alleati dei “francesi” per scacciare verso OVEST i miei antichi AVI i LAKOTA SIOUX questo lo sapevi(!?);

    un’ altra interessante particolarità è che i loro SCIAMANI usavano la “magia omeopatica” per colpire i loro nemici, analogamente agli “spilloni infitti nelle bambole di pezza” usati nella “magia nera” caraibica WOODO,

    riguardo alla mia “sgangherata & deludente” risposta mi dispiace deluderti, ma essa è proporzionale & conseguente al Tuo “sgangherato & deludente” COMMENTO,

    sappi NON risulta che si possano scegliere i GENITORI i FRATELLI & SORELLE essi SONO quelli che SONO nel BENE & nel MALE, questo sia nelle ns. famiglie UMANE che in quelle PLANETARIE che COSMICHE e i miei IDEALI qui proprio NON c’entrano,

    pertanto che Tu sia d’ accordo o meno su quanto ho scritto poco importa questa è la REALTA’, o se preferisci l’ ILLUSIONE, che NOI viviamo quotidianamente a meno che Tu……………….!!!

    HASTA SIEMPRE la VIDA

    SDEI

    • Roberto Arvo:

      Il mio influsso comincia a dare i suoi frutti…. a giudicare dalle ultime due (tue) righe. Anche se un pò ti arrampichi sugli specchi pur di non riconoscere una chiara contraddizione che ho messo in evidenza.
      Quello che continuo a non capire è se ti rivolgi ad Artur Fonzarelli o al generale Mc Artur, che sono stati due grandi della storia. Io non sono nessuno e infatti non è facile intuire che mi chiamo Roberto…..non si può pretendere la luna da chiunque.
      Anche se costui (cioè il “chiunque”) mangia polenta agli “osei”o fa assistenza volontaria in una clinica per reincarnati……sempre da persone famose…..beninteso…..

  • elya:

    @Opaledifuoco Lo studio del volo degli uccelli è una pratica antica , mi vengono in mente i romani, il Gabbiano è l’intermediario tra il mondo spirituale e quello materiale ,permette di comunicare con i mondi sottili , è simbolo di libertà , il corvo è animale sciamanico .La colomba simbolo femminile è conosciuto anche come Venus Columba , rimanda anche al Columbus day americano a un certo cristoforo colombo , e a quanto pare essendo ebreo colombo non era il suo vero cognome ,era un templare portatore della ”colomba ” negli usa .

  • elya:

    @laurama si il video ha dei limiti nella lunghezza e nella comprensibilità , ritengo interessante il fatto che gli abitanti siano incosciamente in contatto con l’importanza spirituale di quel luogo , e sono stati capaci di attirare un fronte di protesta più ampio da tutta italia , hanno contro tutti i poteri forti e l’ignoranza di molta gente purtroppo .

  • elya:

    San Michele che uccide il drago è anche una figura alchemica : solve et coagula , segnalo anche questo : http://www.ruditoffetti.it/luoghipotere.html

  • elya:

    EH cari guardate qua che cosa ho trovato , chi era realmente san Francesco ?Quello che ci hanno raccontato o no ? Forse frati francescani in dissenso con il vaticano hanno fatto uscire queste informazioni : http://soscollemaggio.com/es/san-francesco-la-fiaba-infinita-di-frate-sole.html Elia ha utilizzato infatti “la lingua degli uccelli”, quella in uso tra i costruttori di cattedrali gotiche, altrettanto segreta e indecifrabile. servendosi dell’immagine simbolica di “un aquila” che si trasforma in un grifone
    L’Aquila appare con un taglio sul petto non ricoperta dal solito piumaggio e con un medaglione in mezzo al petto e con la zampa destra più avanti rispetto alla sinistra . Se ne sono chiesti lumi al Direttore della Biblioteca di Assisi, che ci aveva gentilmente trasmesso le due immagini tratte dall’archivio storico. Ci è stato detto che le immagini in archivio erano le uniche in possesso della Biblioteca e che si trattava in ?!”un effetto ottico”!?Una storia simbolica dell’entrare nel ventre nero del “Drago” (morte) ed uscirne (resurrezione-rinascita iniziatica).
    Quindi la “Balena” o il “Drago marino ” a seconda delle varie versioni, sono > i portatatori di oscurità che il pesce-salvatore, conserva dentro di se quanto deve essere esplorato per rinascere (microcosmo)
    e quanto verrà portato nel ciclo di manifestazione successivo (macrocosmo si guarda con attenzione dietro alla testa del “Drago” compare infatti “una mano bianca” , con due occhi che osservano un grifone che come , nel racconto biblico di Giona, – dopo tre giorni e tre notti – esce dal ventre di un ” Leviatano “, il terribile drago marino.
    In seguito la tradizione lo vede come rappresentazione del Caos primitivo risvegliatosi a causa di una maledizione fatta dal demonio contro l’ordine.
    Nelle leggende babilonesi Tiamat, il Mare, dopo aver contribuito a dare vita agli Dei, viene sottomessa da uno di loro, Yahvè, che crea il Leviatano per governare l’Oceano e i suoi abitan Il “messaggio criptato” di Frate Elia
    Elia non era un “Mago”, né tanto meno uno “Sciamano”, ma sicuramente un Teurgo , avendo studiato a fondo le relazione tra le forze elementari e quelle divine, come mostra il disegno a chiaro contenuto escatologico- alchemico recentemente scoperto da Fra Bigaroni nel Convento delle Clarisse, su una delle alzate della cassa di legno in cui furono custoditi i corpi di Francesco ( 1226-1230) e Chiara ( 1253 -1260), prima di essere definitivamente traslati nei rispettivi sepolcri di pietra posti all’interno delle Chiese a loro dedicate.
    Naturalmente, la scoperta di un messaggio a cosi alto contenuto > alchemico – escatologico se fosse attribuito ad Elia farebbe definitivamente crollare tutto il castello di carte falsamente costruito sulla figura storica di questo personaggio, ancora cosi inviso alla Curia papale. Che fine ha fatto l’archivio di frate Elia ? San Francesco era un cavaliere templare e un maestro sufi ? Tenete presente poi di l’Aquila , il terremoto è strano , forse li qualcuno ha cercato qualcosa , aquila è una citta templare la sua pianta è stata costruita sul modello di Gerusalemme . DA FRATE ELIA A CELESTINO V Scelte condivise dall’Ordine del Tempio, i cui massimi esponenti da tempo avevano deciso di prenderlo sotto la loro diretta tutela, dandogli il massimo sostegno possibile per la costruzione della Basilica di Collemaggio da Lui fortemente voluta, sogno relizzato grazie all’intervento dell’Ordine Templare, che, dopo averlo personalmente conosciuto durante il suo soggiorno nella commenda di Lione, dove gli aveva dato ospitalità, aveva compreso che in quest’umile e dimesso monachello napoletano, considerato “un santo” dalla sua comunità abbruzzese, si nascondeva un essere eccezionale, assolutamente fuori dalla norma forse proprio l’uomo tanto atteso, il “Papa Angelico”, profetizzato dal monaco calabrese Gioacchino da Fiore, come “il papa spirituale, dispetto nell’esterno e grande”.Scelte condivise dall’Ordine del Tempio, i cui massimi esponenti da tempo avevano deciso di prenderlo sotto la loro diretta tutela, dandogli il massimo sostegno possibile per la costruzione della Basilica di Collemaggio da Lui fortemente voluta, sogno relizzato grazie all’intervento dell’Ordine Templare, che, dopo averlo personalmente conosciuto durante il suo soggiorno nella commenda di Lione, dove gli aveva dato ospitalità, aveva compreso che in quest’umile e dimesso monachello napoletano, considerato “un santo” dalla sua comunità abbruzzese, si nascondeva un essere eccezionale, assolutamente fuori dalla norma forse proprio l’uomo tanto atteso, il “Papa Angelico”, profetizzato dal monaco calabrese Gioacchino da Fiore, come “il papa spirituale, dispetto nell’esterno e grande”.vero ispiratore occulto di questa città, come del resto era avvenuto per Castel del Monte, è stato, molto probabilmente Frate Elia, architetto e fine conoscitore delle arti alchemiche, amico intimo e consulente del beato Francesco e dello stesso imperatore Federico, che consigliava nella costruzione di castelli e di chiese, indicandogli i luoghi più adatti, spesso sopra antiche vestigia classiche, come la Basilica di Assisi, eretta nel 1228, sotto la sua abile guida, dalle libere muratorie dell’epoca, per custodire il corpo di San Francesco.
    DODICI” numero altamente simbolico anche per Federico II, la cui guardia del corpo era composta da “dodici mussulmani” e da “dodici cristiani”, a conferma del connubbio trascendente tra Cristianesimo ed Islamismo e che spinse Federico il 17 marzo 1229 ad autoproclamarsi “Re di Gerusalemme” nel Santo Sepolcro, volendo mostrare il diretto contatto tra il mondo terreno e quello divino. Del resto l’imperatore svevo, riferendosi alla sua venuta al mondo, non mancò di chiamare la sua città d’origine la “nuova Betlemme”, enfatizzando così sia il ruolo profetic o e sovrumano della sua nascita, sia la sua idea di essere un nuovo Messia, rifondatore della nuova Gerusalemme, individuata proprio nella città de L’Aquila. Elia infatti, essendo uomo ormai addentro nella ritualità sacra occidentale oltre che alchimista, aveva potuto perfezionare la conoscenza non solo delle scienze esoteriche ebraiche e cristiane, ma anche approfondire lo studio delle tradizioni greco-romane, copte, berbere, indiane e sufiche, che la cultura araba aveva assorbito e sviluppato. Solo questi cinque -numero sacro a Pitagora- e nessun altro, con tutte le loro facce formate da poligoni regolari ed angoli uguali possono essere contenuti in “una sfera.”
    L’icosaedro può essere iscritto nel dodecaedro, negli incroci della maglia, che si viene così a formare, si possono posare i vertici dei cinque poliedri platonici.
    Nel portico dell’Accademia di Atene, dove Platone impartiva le sue lezioni, si trovava scritto un avvertimento: “Non entri chi non conosca la Geometria.”
    È possibile che il fascino provocato da questi poliedri nasca dall’inconscio collettivo. Sebbene Platone sia stato il primo a descrivere ufficialmente queste figure, esse già rappresentavano gli arcani delle conoscenze segrete nella scuola pitagorica, dove egli fu iniziato, ma la loro origine è ancora più antica.La maggior parte degli atomi di ossigeno è combinata a formare molecole di acqua, perché, come sappiamo, organismi e cellule sono fatti per circa il 70% da acqua e la dinamica della vita e la salute emergono da reazioni chimiche ed interazioni fisiche, che si verificano in soluzioni acquose. Forme geometriche che ruotano secondo determinati ritmi (vedi sopra) esattamente come le varie energie nel nostro corpo. E’ una chiave di lettura “occidentale” come quella “orientale” che è riuscita ad individuare “Il corpo energetico”, ed a descrivere in modo preciso i punti (vedi chakra) ed i canali (vedi meridiani dell’agopuntura), attraverso i quali scorre od è bloccata l’energia e quindi di conseguenza la vita, ma soprattutto la coscienza del corpo con tutte le informazioni, che ristagnano fino ad esaurirsi e sparire a livello conscio.Con la stessa metologia che l’Islam conosceva da tempo ed aveva applicato sia alla Mecca, realizzando una circonferenza ottagonale intorno alla Ka’ba -la Pietra sacra-http://soscollemaggio.com/index.php/it/component/content/article/101.html
    Il pensiero e il messaggio di Francesco ebbero rapidissima diffusione e notevole influenza sulla cultura europea. Tra le più importanti figure francescane si ricordano anche parecchi filosofi: tra gli altri Bonaventura, Ruggero Bacone, Duns Scoto, Guglielmo d’Ockham.5. S. Francesco e Dante Dante Alighieri dedica non pochi versi alla figura di Francesco: siamo nel Canto XI del Paradiso, Dante si trova nel cerchio degli spiriti sapienti dove, tra gli altri, è presente anche Tommaso d’Aquino. È proprio a quest’ultimo che Dante fa proferire l’elogio di Francesco, elogio profondo, allegorico e ricco di suggestioni (vv. 43-117).

  • SDEI:

    @LAURAMA & ELYA & LETTORI/COMMENTATORI,

    interpretando credo il PENSIERO dei LETTORI/LETTRICI di SL e anche mio personale come AUTORE, devo ringraziarvi sentitamente per i POST da Voi segnalati;

    delle NOTIZIE molto interessanti & coinvolgenti tanto che se ci sarà l’ opportunità chiederò alla REDAZIONE di pubblicarle, naturalmente come è giusto che sia a Vs. NOME,

    sento il DOVERE di ringraziare anche TUTTI i COMMENTATORI che intervenendo mi/ci arrichiscono di CONOSCENZA & tanta CULTURA,

    anche quella MISTERICA poco diffusa & conosciuta dai più pertanto Vi dico…
    GRAZIE-GRAZIE-GRAZIE, così SIA così E’ !!!

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE

    SDEI

    • laurama:

      SDEI…. è un link che ho condiviso da un’attivista di “Riprendiamoci il pianeta”…. per quanto mi riguarda non è necessario che citi il mio nome….

      Un saluto

  • SDEI:

    @ROBERTO,

    hai ragione Ti ho cambiato il NOME spero NON Ti sia offeso per questo, stavo pensando a un interessante commento scritto da ARTURO;

    comunque tranquillo è anche lui come Te del resto una brava & degna PERSONA, e anche un attento LETTORE/COMMENTATORE dI SL,

    riguardo alle mie presunte contraddizioni da Te evidenziate, sappi che come il BELLO o BRUTTO il BUONO & CATTIVO anch’ esse SONO dei valori soggettivi quindi………… !!!

    HASTA SIEMPRE

    SDEI

  • Andrea:

    Ho notato che, con riferimento alla catena d’unione, ci sono diverse scuole di pensiero.
    Alcuni ritengono che i piedi debbano toccarsi con quelli dei vicini, altri no.
    Secondo voi come è corretto?

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE