Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Non riuscivo a capire perché fosse così reticente. Ero partito da casa con l’intenzione di fare quattro chiacchiere con uno di loro ma, in tutta sincerità, non morivo dalla voglia di farlo. Il martedì, giorno di mercato, piazzano un banchetto con le riviste Torre di Guardia vicino al municipio, all’ombra di un tiglio, per convertire qualche infedele di passaggio. L’uomo, anziano, era seduto su una sedia pieghevole e non si alzò quando mi avvicinai. Esordii così: “Devo scrivere un articolo sui Testimoni di Geova. Ho già materiale, ma avrei bisogno di qualche altra informazione. Per esempio, quanti siete in Italia?”.

L’uomo taceva e mi guardava in modo strano. Davvero insolito per un Testimone di Geova. Estrassi uno dei miei vecchi libri, sottolineato in tutte le pagine come usavo fare quando studiavo con loro e gli feci vedere l’immagine del fondatore moderno, Charles Taze Russell, dicendogli che si sospetta che sia stato un massone. Questo lo scosse e, piccato, mi chiese: “Chi ha detto che era un massone?”. “L’ho letto su internet”, risposi e aggiunsi, quasi a scusarmi: “Ma su internet si trova di tutto ed è difficile sapere se un uomo morto cent’anni fa avesse in tasca la tessera della massoneria!”.

Allora l’uomo, in tono risentito, si mise a farfugliare frasi che parlavano di “gettare fango” e che non capii bene fino in fondo. Alla fine mi chiese perché volessi scrivere un articolo su di loro e io gli spiegai che collaboro con Stampa Libera il cui titolare, pur essendo un cattolico convinto, è di ampie vedute e lascia che sul suo sito compaiano articoli non necessariamente conformi al suo credo.

Alla parola cattolico, l’anziano si fece ancora più diffidente e ostile e fu solo allora che lo riconobbi.

Com’era invecchiato!

Era Luigi C., uno dei miei fratelli anziani della congregazione che frequentai dai 13 ai 19 anni, nel mio paese in provincia di Udine, dove risiedo tuttora. Quando lo riconobbi credo di essere arrossito, ma ho continuato con noncuranza a porgli domande. Ho aspettato, però, che distogliesse lo sguardo per deglutire. Mentre gli parlavo, una parte del mio cervello si chiedeva se anche lui mi avesse riconosciuto e se lo avesse fatto fin dall’inizio. Se io mi ricordavo di lui come un adulto in pieno vigore e ora lo ritrovavo vecchio, lui mi ricordava come un adolescente e ora come mi ritrovava?

Soppressi l’imbarazzo e siccome quella mattina i discendenti degli Illuminati, amici di Russell, irroravano di brutto, chiesi al signor Luigi, indicandogliele, cosa ne pensasse di quelle scie bianche nel cielo. Gli dissi che secondo alcuni studiosi del fenomeno i governanti vogliono intossicarci e ammalarci e che sapevo che loro non andavano a votare e rifiutavano ogni rapporto con le istituzioni e i governi.

“Io ho il mio governo!”, ripeteva l’uomo, riferendosi al governo teocratico che tutti loro stanno ancora aspettando, connesso con la seconda venuta di Cristo, ma che in pratica non esiste ancora.

Al che, congedatomi da lui e ripensando alle sue parole, mi ritrovai a chiedermi se per caso Geova  gli passa maschere antigas o qualche altro ritrovato, a disposizione unicamente dei fedeli, che li possa salvaguardare dal bario, dall’alluminio e dalle altre pozioni mefitiche distribuite nell’atmosfera. E questo mi porta anche a concludere che una salda fede funge da isolante nei confronti di ciò che accade nel mondo reale e che in un certo senso aveva ragione qual tale a dire che la religione è l’oppio dei popoli. Quando un testimone di Geova abbandona la vera fede, o perché espulso per indegnità o perché allontanatosi volontariamente come nel mio caso, scatta una specie di ostracismo e i suoi ex fratelli in Cristo hanno il divieto anche solo di rivolgergli la parola. Per questa ragione, negli ultimi trenta e passa anni mi ero ben guardato anche solo dall’avvicinarmi a uno di loro, per non trovarmi nella sgradevole situazione di mettere in imbarazzo me e loro. E’ con questa sensazione di fastidio che cercai di svicolarmi dalla presenza di Luigi, seduto all’ombra vicino al municipio, perché, che mi avesse riconosciuto o meno, avevo la consapevolezza che la mia “intervista” non sarebbe stata troppo proficua.

Se da una parte la rigidità con cui trattano chi sgarra, arrivando ad emettere una specie di “fatwa”, da essi chiamata disassociazione, è encomiabile perché serve a mantenere sana e pulita l’organizzazione, a differenza della Chiesa cattolica che conserva al suo interno perfino i pedofili, dall’altra parte il solo fatto di trattare freddamente, quasi rancorosamente chi, come me, sceglie di percorrere un’altra strada, dimostra che l’idea che i Testimoni di Geova hanno del cristianesimo è di tipo meschinamente umano e mi ricorda il “boia chi molla” dei fascisti.

Comunque, questo non è il rimprovero peggiore che gli si può rivolgere. Forse la pietra dello scandalo che colpisce maggiormente l’opinione pubblica è il loro rifiuto delle trasfusioni di sangue, fino al punto, in certi casi, di mettere a repentaglio la loro stessa vita o quella dei loro figli. Non è la prima volta che il giudice interviene togliendo la patria potestà a genitori Testimoni di Geova, giusto il tempo necessario affinché un loro figlio malato e bisognoso di sangue possa essere sottoposto alle cure previste dai medici. Ciò avviene perché vi è nella popolazione un atteggiamento di assoluta deferenza verso i dottori, che poi non sono altro che sacerdoti del Dio Esculapio, ai quali non si può disobbedire. Anche la magistratura è soggetta a tale incantesimo. Se poi il rifiuto delle trasfusioni è generalmente visto come una forma di fanatismo, si capisce che questa loro peculiarità incontrerà sempre la disapprovazione generale. E in molti casi finiranno sulle pagine della cronaca come in questo caso:

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=158388&sez=NORDEST

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=158544&sez=NORDEST

Qui tuttavia si tratta di una persona adulta che rifiuta non solo le trasfusioni di sangue, ma anche ogni altra forma d’intervento medico invasivo e la magistratura, in questo caso, va contro corrente rispetto al bigotto intendimento della classe politica, prona al conservatorismo clericale.

Ma torniamo al signor Luigi, seduto sotto la pianta. Sulla questione dell’iscrizione massonica di Russell, negata categoricamente dal mio ex maestro spirituale, non avevo alcuna certezza, finché non ho trovato questo:

http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli_tdg/pagine_articoli/russel_era_massone.htm

In pratica, da uomo dotto qual era, Russell era a conoscenza di molte nozioni massoniche, ma non era un vero affiliato, benché rispettasse la Massoneria e avesse molti amici fra i liberi muratori. Un particolare che trent’anni fa mi era sfuggito, forse perché i miei maestri della congregazione non lo sapevano o lo tenevano nascosto, è che Russell usava, sulle sue prime pubblicazioni, il simbolo del sole alato e della croce e corona, che sono rispettivamente un antico simbolo pagano e il logo dei cavalieri Templari. Nonostante fosse un erudito esegeta biblico, Russell si lasciò scappare che la croce fosse un simbolo pagano del sole e fu infatti il suo successore, Rutherford, a correggere il tiro affermando che Gesù non era morto crocifisso, ma su un semplice palo di tortura. Lo stesso Rutherford, nel 1931, cambiò nome ai seguaci del pastore Russell, che ormai erano cresciuti di numero,  dal generico “Studenti biblici” all’originale “Testimoni di Geova” e il versetto da cui prese ispirazione è questo: “Voi siete i miei testimoni, dice Geova” (Isaia, 43:10). Al che, sebbene all’epoca non ci avessi fatto caso, oggi mi sentirei di commentare: “Certo che Geova si accontenta di poco!”. Si accontenta di gente che sta in disparte, guarda e osserva e se necessario viene interpellata su un preciso argomento. Testimoni in un processo o, in senso lato, portatori di testimonianza. Peccato che oggi, come duemila o tremila o quattromila anni fa, ci sia bisogno di un intervento energico, di un trattamento shock, di un’azione decisiva e radicale, mentre limitarsi a fare da testimoni mi sembra piuttosto inconcludente. Passivo e abulico, anche se la domenica e negli altri giorni comandati, i Testimoni di Geova fanno tantissima strada, con le loro ventiquattrore.

Comunque, contenti loro! I Templari, almeno,  davano di piglio alla spada. Per tacere dei monaci guerrieri d’ispirazione buddista, i famosi Shaolin.

Assodato che l’origine moderna dei Testimoni di Geova non ha niente a che fare con la Massoneria, si può prendere per vero che Russell fosse amico della famiglia Rothschild e questo potrebbe spiegare come la società Watch Tower riuscisse a stampare già agli inizi del Novecento, migliaia e migliaia fra libri e riviste, ma non risulta da nessuna parte che Russell sia stato finanziato dai Rothschild e io penso che, partendo da una solida base finanziaria dovuta alla catena di negozi d’abbigliamento della famiglia, Russell abbia costruito le sue fortune editoriali grazie all’innato bisogno degli esseri umani di misticismo e spiritualità. I tempi forse lo hanno aiutato ed è probabile che nel XXI secolo un’operazione del genere non avrebbe più successo in quanto l’essere umano è talmente degenerato, in senso spirituale, che la nascita dell’ennesima setta cristiana mi sembra decisamente inverosimile.

Quando andavo in predicazione agli inizi degli anni Settanta, a volte qualcuno ci chiedeva se eravamo finanziati dalla Coca Cola e una Testimone in predicazione insieme a una sorella in Cristo una volta raccontò che alcuni muratori in cima a una casa in costruzione le avevano apostrofate chiamandole “Mogli di Geova”.

Spesso trovavo vecchi contadini che, sentendo parlare di Bibbia, sbraitavano: “Ce Bibie e Bibie; a vul lavorat”, perché evidentemente il lavoro è più importante della religione. Altri chiedevano maliziosamente: “La Bibie o la tedie?”, per significare che la Bibbia è cosa noiosa, da lasciare a chi ha tempo da perdere.

Una volta mi capitò di predicare la Buona Notizia a una contadina che stava macellando dei colombi, cioè li stava soffocando tenendogli il becco chiuso. A me, che mi ero fatto Testimone di Geova perché ammaliato dalla promessa della restaurazione del paradiso terrestre, in cui uomini e bestie sarebbero vissuti in perfetta armonia, quella scena rimase impressa indelebilmente e forse avrei dovuto strapparle di mano quel povero colombo, come Gesù sul sagrato del tempio di Gerusalemme, quando frustò i venditori di vittime sacrificali. Non lo feci perché, diciassettenne pavido e rispettoso del prossimo, non mi venne in mente la possibilità di fare una cosa del genere. E poi non avevo la frusta!

Come non mi venne in mente di diventare vegetariano mentr’ero Testimone di Geova, perché se i fedeli aspettano il disvelamento di ulteriore luce spirituale, che giunge di tanto in tanto dalla sede centrale di Brooklin, in merito a quesiti di natura dottrinale, che i cristiani Testimoni di Geova debbano essere vegetariani, hic et nunc,  è una luce che ancora deve arrivare. Opportunisticamente dicono: “Quando sarà instaurato il Nuovo Ordine saremo tutti vegetariani, ma per il momento Dio non richiede questo sacrificio ai suoi fedeli”. Già, perché rinunciare alla carne è, anche per loro, una specie di fioretto, una mortificazione, una penitenza.

Se fossi un manzo o un pollo, basterebbe questo solo fatto per rendermi gli Hare Krisna più simpatici dei Testimoni di Geova. Sarà per questa ipocrisia che me ne sono andato all’età di diciannove anni?  No, non fu solo per questo, ma anche e soprattutto perché gli ormoni di me diciannovenne mi facevano sentire il richiamo della foresta, finché, come Zanna Bianca, mi decisi e presi il volo. Dissi addio ai fratelli, alle sorelle e alla speranza di entrare nel paradiso restaurato. Tuttavia, se c’è una cosa di buono che ho imparato da quell’esperienza è l’abitudine a servirmi del senso critico, qualità che vedo piuttosto deficitaria nella gente che mi circonda.

Quando il mio ex fratello Luigi, che avevamo lasciato imbarazzato sotto il tiglio, mi disse, a fatica, che i Testimoni di Geova in Italia sono circa 250.000, commentai: “Avrei pensato di più, essendo la più nutrita minoranza religiosa dopo il cattolicesimo”. Così, alla fine, riuscii almeno a strappargli una cifra. Ma ora mi accorgo che il numero non ha importanza. Forse, ciò che vi è di notevole in tale organizzazione (mi rifiuto anche adesso, per un pudore consolidato, di chiamarla setta) è la sua diffusione. Hanno anche loro un’istituzione missionaria negli USA, chiamata Scuola di Galaad, che li manda negli angoli più sperduti del pianeta. Ne fanno una questione di principio, perché quando la Buona Novella sarà predicata in tutte le nazioni, allora verrà la fine. Frase che va abbinata a quell’altra, abbastanza inquietante: “Quando i re e i principi diranno pace e sicurezza, allora un’improvvisa distruzione li colpirà” (I Tessalonicesi 5:3). Per il momento, in fatto di pace e sicurezza, siamo ancora in alto mare e quindi possiamo stare tranquilli.

Il numero dei Testimoni di Geova presenti nel mondo – dicevo – non ha importanza: loro s’identificano nella Grande Folla di cui parlano le Scritture, termine ampiamente generico. Infatti, al momento attuale mi chiedo se, posto che Russell, pur non essendo massone, fondò la sua società sotto l’egida della Massoneria, il New World Order è un’invenzione massonica, di cui sono stati trovati addentellati nelle Sacre Scritture o è la Bibbia ad aver parlato, per prima, dell’avvento del Nuovo Mondo? La versione usata dai Testimoni di Geova si chiama Traduzione del Nuovo Mondo e quando li frequentavo si parlava spesso di Nuovo Ordine. Esistono decine di loro libri che usano questo termine. L’unica differenza è che non si aggiungeva l’aggettivo “mondiale”. Se poi pensiamo che John Milton scrisse il poema epico “Paradiso perduto” si capisce che presso i protestanti il concetto di Nuovo Ordine, promesso nientemeno che da Dio, è da sempre abbastanza familiare. Nel mondo cattolico latino abbiamo un solo riferimento, ma non c’entra molto con il millenarismo: Ordine Nuovo, formazione politica che si è fatta conoscere in cronaca nera durante gli anni di piombo ed era composta da gente poco raccomandabile.

In definitiva, le contaminazioni tra promessa biblica di un Nuovo Ordine governato teocraticamente e un Nuovo Ordine con a capo un’oligarchia di Illuminati, restano per me decisamente intriganti. Quanto la Bibbia ha influenzato l’oligarchia e quanto l’oligarchia attinge istrionicamente dalla Bibbia, da usarsi magari come cavallo di Troia per addolcire la pillola della dittatura mondiale prossima ventura?

Insomma, fino a che punto Charles Taze Russell si è lasciato strumentalizzare dai fratelli massoni? Come mai le sue spoglie mortali riposano nel cimitero massonico di Pittsburgh? Per una sorta di cortesia fra colleghi, forse!

Di tutto questo e d’altro avrei voluto parlare con l’ex fratello Luigi C. ma l’incomunicabilità me l’ha impedito. Forse riuscirò a venirne a capo nella prossima vita. O dopo la fine della malvagità, nel prossimo Nuovo Ordine Mondiale. O forse anche mai.

Che beffa, però, se succedesse che anche loro, la Grande Folla destinata al paradiso restaurato, venisse spazzata via da una catastrofe atomica, insieme a tutti i comuni mortali. Significherebbe o che Dio non esiste o che li ha abbandonati. E non sarebbe neanche la prima volta: lo aveva già fatto con quel povero cristo sulla croce. O era un palo di tortura?

 

24 Commenti a “La piramide di guardia”

  • Ezio:

    Sig. Duria digiti “Curiosità geoviste.htm” e ne vedrà delle belle su quanto hanno detto, negato, e fatto i gestori dei testimoni di Geova, personalmente non ho nulla contro di loro che reputo per la maggior parte dei poveretti in senso buono accalappiati da qualcuno piu’ furbo di loro. Personalmente, dopo che mi avevano rotto continuamente le scatole, li ho invitati una sera in casa mia per discutere testi alla mano, Bibbia e Vangeli, le nostre rispetive posizioni e da quel momento, dopo una pacata ma completa discussione, hanno smesso di cercare di convertirmi alla loro idea, anche se spesso critico l’operato della chiesa cattolica questo non mi sposta dal credere nelle verità espresse dai sacri testi.

  • Chicca:

    Anche io, come molti, pur non essendomi mai fatta testimone di Geova, ho anni fa’ cercato di capire e studiare la loro religione.

    Del resto ho cercato di sapere quanto piu’ possibile di tutte le religioni e se, per caso, adesso scoprissi l’esistenza di una religione nuova sono certa che correrei ad informarmi al piu’ presto dato che tutto cio’ che e’ spirituale mi affascina.

    Purtroppo quasi sempre ho trovato piu’ interesse che spirito all’interno di tutte le religioni delle quali mi sono interessata, fino al punto di domandarmi anche io come Roberto se era nato prima l’uovo o la gallina, ovvero se le religioni seguissero Dio oppure se Dio fosse una invenzione od un travisamento delle varie organizzazioni religiose.

    Dopo aver letto l’articolo spero tanto nella verita’ della Bibbia, quando in I Tessalonicesi 5:3 annuncia la distruzione di Re e Principi.
    A differenza di Roberto, che secondo me non e’ abbastanza attento, io continuo a sentire i governanti parlare di missioni di PACE e inizio a sentire proposte di chip sottopelle per garantire la SICUREZZA della popolazione.

  • NEO:

    Approvo tutto quello detto in questo articolo, l’unica cosa che non mi piace, e’ la critica fatta a loro x il fatto delle trasfusioni.
    Ognuno ha il diritto di scegliere x la propria salute e vita.
    Nessun dottore o giudice deve solo pensare di decidere x me, di qualsiasi religione io faccia parte.
    Naturalmente voglio precisare che non sono assolutamente testimone di geova, e ne di nessun altro Dio ufficialmente conosciuto.Volevo solo dire che ognuno ha il diritto di farsi riempire la testa di sciocchezze da chi vuole.
    Sono affari suoi…

  • Jacopo Castellini:

    Non so cosa motivi la contrarietà dei TdG alle trasfusioni, ma il sangue contiene luce (è stato appurato anche scientificamente) e veicola l’energia vitale di un singolo individuo. Quindi trasferirlo in un corpo altrui è, amio avviso, un esperimento da Dr. Frankenstein. Suggerisco al riguardo qst vecchio articolo, ancora attuale: http://digilander.libero.it/nonsiamosoli/terzomillennio/tm059840.html
    Molte malattie per cui è richiesta la trasfusione, inoltre, sono curabili attraverso una guarigione dalle proprie credenze inconsce, come spiega bene Bruce Lipton (vedasi documentario “La mente è più forte dei geni” su youtube o stampalibera).

  • andera:

    I testimoni di Geova sono indottrinati ed è molto complicato farli ragionare.
    Sono da parecchio tempo ateo ed ero di formazione cattolico cristiano, con il tempo e la ricerca
    macro(studio dell’ astrofisica) e micro (le antiche culture) sono giunto a un equilibrio e quando sento il bisogno di un’appoggio spirituale mi lego spiritualmente a mia madre e padre che non ho più.

    Sono molto interessato al buddismo per raggiungere una pace spirituale attraverso sia lo yoga
    che la meditazione e l’alimentazione vegetariana è sto sforzandomi a cambiare mentalmente un po alla volta e sento che il materialismo mi stà sempre più stretto.
    direi che San Francesco era un buddista senza saperlo.
    Nel caso del buddismo non leggo o ricerco ma semplicemente pratico e non adoro la figura del Budda anche se un po come Cristo mi rappresenta la pace.
    Nel Induismo e buddismo s’instaura un legame energetico con l’universo e fa vivere in pace con se stessi e gli altri e ci si addolora vedere la distruzione della natura e del nostro pianeta.
    Un elemento energetico si raggiungeva anche in chiesa durante la preghiera ma considero che quel benessere fosse causa dell’intreccio energetico collettivo unita a una soggezione dottrinale .

  • Ezio, ovviamente loro hanno ricevuto l’incarico di predicare la buona novella agli infedeli e sarebbe assurdo che fossero loro a convertirsi alle menzogne di Babilonia La Grande e a rinunciare alla vera fede. Per questa ragione, quei tizi che avevi invitato a casa tua, trovandosi di fronte uno tosto come te, hanno pensato bene di abbandonarti alle tue menzogne. Questo è quanto è successo a livello psicologico tra te e loro, anche se non te l’hanno detto e tu non te n’eri accorto.

    Chicca, la curiosità è sintomo d’intelligenza: lontre, delfini e gli altri primati sono curiosissimi.
    La frase di I Tessalonicesi l’avevo sempre intesa nel senso che la “fine del mondo” sarebbe arrivata quando i potenti della Terra avrebbero proclamato il raggiungimento di pace e sicurezza. Poiché non l’hanno ancora proclamato, penso che la fine della malvagità non sia imminente.

    NEO, sono d’accordo con te che ognuno deve essere libero di scegliere come curarsi, ma nel mio articolo non volevo criticare i Testimoni di Geova perché rifiutano il sangue, bensì riportare solo il fatto più eclatante che li riguarda e per il quale sono conosciuti dall’opinione pubblica.

    Jacopo, semplicemente loro prendono alla lettera il passaggio di una epistola di San Paolo, che diceva di astenersi dal sangue e dalla carne offerta agli idoli. Mi dispiace che i T.D.G. mangino carne, perché quella che si compra in macelleria è stata offerta al Dio Ventre, ma loro fanno finta di non saperlo.

    Andera, se senti ancora forte il bisogno di spiritualità, ti consiglio di leggere gli ultimi articoli di Paolo Franceschetti, che parlano di alimentazione pranica. Argomento per me affascinante ma di difficile realizzazione: io, se mi metto seduto in meditazione, nella posizione del mezzo loto, dopo un po’ mi vengono i dolori da decubito, cioè cominciano a farmi male i glutei. Non c’è una religione che non ti faccia male da qualche parte?

    Ciao a tutti.

  • Russell era massone, i suoi parenti erano massoni. Se non sbaglio la massoneria è stata importata dall’Inghilterra a Pitsburgh proprio dai Russell. Altrimenti non avremmo trovato Charles Tazze Russell con una tomba commemorativa a forma di piramide con la punta spezzata proprio nel terreno dei Testimoni di Geova, e non lontano si trova l’edificio della massoneria a max 300 m. Sono d’accordo che i testimoni di Geova odierni non c’entrano nulla con gli studenti biblici di allora ( tra l’altro la corrente di Russell esiste ancora oggi portando lo stesso nome di allora ”Studenti biblici” ). Per quanto riguarda i finanziamenti, il fatto che abbia ricevuto danaro dai Rotschild e tanto, lo dimostra il fatto che ringraziò pubblicamente in diversi discorsi fatti proprio da Russell. D’altronde come poteva un commerciante ( tra l’altro in piena crisi ) stampare pubblicazioni in diversi paesi senza ricevere finanziamenti ? Per quanto riguarda i loro dogmi, non dimentichiamoci che sono state rivedute diverse profezie negli anni. Ogni volta che la fine non arrivò, molto abilmente il ”Corpo direttivo” proclamava che ”l’intendimento” era da rivedersi, perché Geova evidentemente rimandò aspettando tempi migliori per distruggerci tutti, pardon quasi tutti tranne gli eletti. Utilizzano anche il controllo mentale ( a loro insaputa ), ripetono le stesse cose da anni, studiano ossessivamente le stesse cose, non hanno spirito critico. Se qualcuno osa dubitare di qualche dogma, viene richiamato, se insiste viene richiamato ancora e ancora, alla fine rischia di essere disassociato

  • Dimenticavo: L’ipocrisia all’interno dell’organizzazione è spaventosa, basti pensare che non si è riusciti ancora oggi a risolvere il problema della pedofilia. Barbara Anderson ex responsabile della rivista ”Svegliatevi” riceveva migliaia di lettere di proteste da parte di genitori che non riuscivano a far disassociare i colpevoli di pedofilia, anzi continuavano a stare all’interno della congregazione serenamente. Barbara Anderson in diversi interventi sostenne che erano stati pagati milioni di $ dalla Watch Tower Society in favore dei genitori che si erano allontanati dai Testimoni di Geova e che avevano deciso di denunciare alla magistratura ordinaria gli abusi subiti dei propri figli. Tutto questo problema nasce dal fatto che ci vogliono 3 testimoni per disassociare un adepto secondo il principio biblico, ma è ovvio che un bimbo che subisce le violenze non può avere 3 testimoni. Barbara Anderson nel frattempo è stata disassociata anche lei ( sic…) per ”Apostasia” un’eretica in pratica.
    Una altro fatto sconcertante è che i Testimoni di Geova erano iscritti all’ONU come associazione non governativa sino al 1999, scandalo che si è saputo soltanto in Inghilterra, gli Anziani delle congregazioni del resto del mondo sono stati istruiti di cosa rispondere nel caso qualche adepto avesse chiesto spiegazioni a riguardo. La gravità della cosa consiste nel fatto che secondo loro l’ONU è una delle organizzazioni sataniche che farà adempiere le profezie.
    Ma la vera chicca è il vero significato di ”Torre di Guardia”, ”Mizpah” in ebraico, che è in pratica la tavola delle lettere del linguaggio enochiano, una delle cose più esoteriche esistenti, composta da 22 lettere, in pratica serve per richiamare gli angeli. Non consiglio a nessuno di utilizzare tale linguaggio per la pericolosità dello stesso. Il tutto nasce dal fatto che Russell acquistò una tipografia che stampava letteratura esoterica e che si chiamava appunto ”Watch Tower Society”.
    Sarà stato per quello che nelle prime pubblicazioni ( per almeno un ventennio ) compariva il sole alato ?

  • Costanzo, sei più realista del re!
    Se questo sito cattolico:
    http://www.centrosangiorgio.com/
    afferma che Russull non era iscritto alla Massoneria, da dove ti viene tanta sicurezza nell’affermare il contrario?
    A giudicare dalle foto che ho visto in internet, la tomba di Russell nel cimitero massonico è una normale lapide, mentre la piramide posizionata a pochi metri di distanza è dedicata alla società Watch Tower, cioè è un cenotafio (non c’è nessuno sotto).
    La questione dei Testimoni di Geova pedofili mi suona talmente astrusa e stride con la mia esperienza personale che mi sembra frutto di una maliziosa calunnia piuttosto che di una realtà nascosta.
    La rigidità che si sono imposti, e che prevede l’allontanamento in caso di “peccati” gravi come l’adulterio e la fornicazione (e a maggior ragione la pedofilia) è garanzia del fatto che con i peccatori vanno giù con mano pesante. Per lo meno questo è ciò che ho sperimentato, ma io vivevo e vivo in un piccolo paese dove non si conosce nemmeno il termine “pedofilo”.
    Che abbiano i paraocchi è vero e non potrebbe essere diversamente, se vogliono che la loro fede sopravviva agli attacchi del……”maligno”.
    Sui finanziamenti da parte dei Rothschild non posso saperlo: tutto è possibile.
    Grazie per il tuo interessante intervento.
    Un saluto.

  • Premetto che i miei genitori sono Testimoni di Geova dal 1975. Io di riflesso sono stato obbligato allo studio sin dal mio 7° anno d’età, ma quando avevo 14 anni gli ormoni vivevano di vita propria ( un po come te ) e i miei interesse furono dirottati altrove. Da anni faccio ricerche sui Testimoni di Geova per pura curiosità ( o forse perché sono alla ricerca della verità ? ) e ho scoperto cose sconcertanti sui Testimoni di Geova. Uno che ne sa abbastanza è un certo Fritz Springmeier, cito dal libro ”Massoneria e Sette Segrete, la faccia occulta della storia” edito da controcorrente pag. 151, una frase del libro dello stesso autore:
    ”The Watch Tower & the Masons” sostiene che Russell fosse proprio un cavaliere templare, adducendo a sostegno dell’ipotesi innumerevoli sconcertanti coincidenze. Si apprende così che secondo la stessa ”Watch Tower Society”, Watchtower in ebraico si dice ”Mizpah”, che l’autore definisce: ”Parte essenziale della magia enochiana”, magia praticata dagli Illuminati di Baviera, ad altre numerose altre sette, non ultimi i seguaci dell’odierna New Age. Non solo, ma viene segnalato che ben 3 logge di Cavalieri Templari, tutte con il nome ”Mizpah”, erano attive nelle zone in cui operava Russell.
    Russell inoltre avrebbe goduto di finanziamenti massonici e dello stesso B’nai B’rith, l’alta massoneria esclusivamente ebraica. Il volume di 1000 pag. cita altri libri e bibliografie varie. Fonti ce ne sono diverse qua e la, sono diversi gli autori che scrivono del collegamento tra massoneria e Russell. Ma molto utile sono ad esempio le pubblicazioni stesse, cito ad esempio ( abbastanza a memoria ) come è arrivato Russell alla conclusione dell’inizio della fine dei tempi del 1914, ebbene lui non c’è arrivato tramite le interpretazioni della Bibbia come fanno i Testimoni di Geova odierni, ma bensì con le misure della Piramide di Giza, ( infatti gli Studenti Biblici di oggi si dissociano dai Testimoni di Geova, e rivendicano l’archeologia Egiziana come lascito di Dio specie la piramide di Giza )

    http://studentibiblici.altervista.org/articoli.php?c=1292075867

    http://studentibiblici.hmarka.net/

    Questo prova l’origine esoterica e massonica delle sue teorie, se poi negli anni si sia dissociato dalla massoneria, questo non lo so.
    Per quanto riguarda Barbara Anderson e sulla pedifilia qui di seguito un’intervista di un minuto:

    http://www.dailymotion.com/video/xjrjjc_icarotv-barbara-anderson-le-ombre-dei-testimoni-di-geova_news

    Per approfondire:

    http://lucesulleombre.forumattivo.com/t199-pedofiliabarbara-anderson-in-romagna-atto-d-accusa-contro-testimoni-di-geova

    http://www.youtube.com/watch?v=xZbdJPauWYY

    Ciao grazie

  • Bell’intervento, Costanzo! Encomiabile.
    Si vede che i tuoi genitori ti hanno sforzato a studiare la Bibbia, mentre tu volevi andare fuori a giocare con i tuoi amichetti. A me le cose sono andate diversamente perché decisi io, all’età di 13 anni, di studiare la Bibbia con loro e andai incontro all’opposizione dei miei genitori, soprattutto di mia madre, che non sopportava che andassi in predicazione. Una volta i miei mi sequestrarono in casa, per evitare che io uscissi con la mia borsettina piena di pubblicazioni. Un’altra volta, avevo già comprato il biglietto del treno per andare a Bologna, a un’assemblea di Distretto e i miei piombarono in stazione prima che il treno partisse, facendosi dare indietro i soldi del biglietto. Io ero minorenne e i “fratelli” che mi accompagnavano non poterono fare nulla, anche perché, se fossero intervenuti, avrebbero potuto prendersi una denuncia per plagio.
    La stessa cosa che è capitato molte volte con i Dianetics.
    Sul passato massonico di Russell posso anche essere d’accordo con te, ma la cosa più importante, al di là dell’odio che quel sito cattolico che ti ho citato porta nei loro confronti, è se essi riescono a concretizzare una forma di comportamento che si avvicini il più possibile al vero messaggio di Cristo. Se ci riescono, tanto di cappello.
    Altra cosa importante, al di là della forzatura che tu hai vissuto, i tuoi genitori sono stati amorevoli con te? immagino di sì e anche questo è un punto a loro favore, come organizzazione e come singoli cristiani. Riconoscerete l’albero dai suoi frutti….
    Ciao e grazie.

  • ezio:

    CURIOSITA’ GEOVISTE

    1) Charles Taze Russell, fondatore dei TdG, nel suo libro intitolato Il divino piano delle età , si dichiara l’ultimo profeta inviato da Dio. Scoprì che tutti gli uomini vissuti nella terra erano stati 143.000 miliardi, ma scoprì anche che il numero degli eletti è solo di 144.000 e che erano riservati ai suoi discepoli viventi e futuri. Egli fece anche una meravigliosa scoperta, infatti scoprì il luogo dove sta Geova! Si tratta della stella Alcione, nella costellazione delle Pleiadi.

    ——————————————————————————–

    2) Rutherford (2° presidente, successore di Russell) dice che gli angeli per raggiungere la terra impiegano 6 giorni. Gesù, però, nella sua ascensione per giungere ad Alcione impiegò di meno (cfr. il libro dei TdG Liberazione, pag. 120). Russell, a sua volta precisa che Geova per giungere sulla terra ci sta meno ancora; ma che quando venne a presentarsi ad Abramo accompagnato da due angeli rallentò per giungere in 6 giorni insieme agli angeli (cfr. Liberazione, pag. 120).

    (Mi chiedo: si può credere a simili favole? E i 200.000 Testimoni di Geova italiani sanno queste cose?)

    ——————————————————————————–

    3) I TdG hanno scoperto anche il motivo per il quale Geova non può avere figli: perché non c’erano donne nel cielo ed egli stesso non è femmina e non ha seme! (cfr. il libro: Cose nelle quali è impossibile che Dio menta, pag. 123). E scoprirono il vero motivo per il quale Dio non fece morire subito Adamo ed Eva: per non profanare il suo giorno di sabato, ossia di riposo e per non accocciarlo dovendo poi creare un altro Adamo e un’altra Eva. (cfr. il libro: Cose nelle quali…, pag. 303)

    4) Il 3° presidente dei TdG Nathan Knorr, a proposito della fine del mondo si è permesso pure di screditare le parole di Gesù stesso in Mt. 24.36, dicendo praticamente che Gesù scherzava. Ecco testualmente le parole di Knorr: “Questo non è il tempo di scherzare con le parole di Gesù che “in quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno lo sa”. Al contrario, è un tempo in cui ci si dovrebbe vivamente rendere conto che la fine di questo sistema di cose sta per giungere rapidamente al suo violento termine. Non lasciatevi ingannare, è sufficiente che il Padre stesso sappia sia il giorno che l’ora “. (cfr. Torre di Guardia del 1 Febbr. 1969). Questo equivale a dire: “Gesù ha detto così e così, ma non dateci molta importanza; non quello che dice Gesù Cristo deve guidare la vostra vita, ma quello che dice il Corpo Direttivo”.

    ——————————————————————————–

    5) Come fanno i TdG a cambiare clamorosamente più volte le loro affermazioni? Lo dicono loro stessi nella Torre di Guardia del 1° Giugno 1982, dove si rifanno al principio filosofico di Hegel sulla dialettica ternaria Tesi-Antitesi-Sintesi.

    La sua applicazione avviene in questo modo:

    viene formulata la verità di oggi (Tesi). Ma poi col tempo si nota che questa tesi ha certi difetti o lacune.
    Allora si adotta un argomento diametralmente opposto, la nuova verità (Antitesi). In seguito si riscontra che nemmeno questa posizione rappresenta tutta la “verità”.
    E dunque si giunge ad una combinazione dei punti validi di entrambi le posizioni (Sintesi).
    Questo ha una prova concreta ad esempio in una verità di carattere morale: il trapianto di organi.

    1963: Il trapianto è lecito perché non vi è implicato alcun principio biblico (cfr. La Torre di Guardia del 15.3.1963)
    1968: Il trapianto è illecito, è un atto di cannibalismo. Ci sono basi bibliche per condannare tale pratica (cfr. La Torre di Guardia del 15.3.1968)
    1980: Il trapianto è lecito osservando certe precauzioni (cfr. La Torre di Guardia del 1.9.1980)
    Questa teoria viene detta “bordeggiamento”. Ma per quale motivo una verità deve cominciare a “bordeggiare”? La verità è di per sé immutabile, invece! Quanti fedeli testimoni sono morti fino al 1980 per aver rifiutato un trapianto illecito nel 1968 e diventato lecito nel 1980? Chi si assume la responsabilità morale ed umana di scelte che possono mettere in gioco vite umane.

    ——————————————————————————–

    6) Un’altra bella scoperta che abbiamo fatto è che i TdG dichiarano (apparentemente) di non richiedere nessuna contribuzione in denaro attraverso le loro pubblicazioni; ma ahimé, si sa, le bugie hanno le gambe corte. Guardate:

    – Nella loro pubblicazione I testimoni di Geova proclamatori del Regno di Dio, Roma 1993, a pag. 340 scrivono:

    ” L’opera svolta dai TdG richiede certamente denaro. Ci vuole denaro per costruire Sale del Regno… e altro denaro per la loro manutenzione. Anche pubblicare e distribuire pubblicazioni per lo studio biblico costa. Com’è sostenuto tutto questo? Un esame dei fatti conferma la risposta che danno i TdG. Cioè? La maggior parte dell’opera è svolta da volontari… e le spese organizzative sono sostenute da contribuzioni volontarie (…) Perciò nelle pubblicazioni dei tdG non si elemosinano contribuzioni” (sottolineatura mia)

    Affermazione regolarmente smentita da loro stessi (ormai conosciamo il loro stile) in altre due pubblicazioni:

    – Nella Torre di Guardia del 1/12/1985 a pag. 20-22 infatti scrivono:

    “Onorate Geova con le vostre cose di valore? (…) Abbiamo valutato attentamente di quali cose di valore disponiamo che si potrebbero usare per onorare Geova? (…) Ci sono il nostro oro e il nostro argento letterali, nonchè il denaro che abbiamo. Contribuzioni di questo genere servono a sostenere le nostre congregazioni locali (…). Geova è lieto di vedere che siamo pronti a onorarlo con le nostre cose di valore (…). A tutti i costi, onoriamo Geova con le nostre cose di valore. Si possono inviare offerte in denaro (…). Si possono donare anche proprietà. La Società può essere designata quale beneficiaria di una polizza di assicurazione (…). Beni e denaro possono essere lasciati alla Società mediante un testamento legalmente valido”

    – E nella Torre di Guardia del 1/12/1994, pp. 13-18, ricordano ancora ai loro fedeli:

    “Fatevi amici per mezzo delle ricchezze ingiuste. Quando dedichiamo la nostra vita a Geova, in effetti diciamo che tutto ciò che abbiamo, tutte le nostre risorse appartengono a lui. (…). Da dove viene il denaro necessario per sostenere questo grandioso programma di insegnamento e di costruzione? Da persone di cuore generoso. Personalmente stiamo facendo la nostra parte? Il modo come usiamo le nostre risorse economiche dimostra che il servizio di Geova ha per noi la massima importanza. (…). Col cuore colmo di gratitudine per le benedizioni spirituali che abbiamo, non dimentichiamo il privilegio e la responsabilità di contribuire finanziariamente per promuovere gli interessi del Regno in tutto il mondo”.

    Osserva giustamente il P. Tornese nel suo libretto Bibbie a confronto, op. cit., “Notare come l’appello per le contribuzioni è rivolto quasi sempre a dicembre, mese della tredicesima.

    ——————————————————————————–

    7) Come sappiamo Gesù ha fatto del comandamento dell’amore l’elemento centrale della vita di ogni cristiano. Questo comandamento significa pure che dobbiamo aiutare i più poveri e bisognosi di noi. Ma, ahimé, i TdG non hanno mai versato una lira in beneficenza né si sono mai impegnati in opere di carità. Lo dicono loro stessi nella Torre di Guardia del 1.12.90, pag. 23.

    8) Charles T. Russell, loro primo capo e fondatore, in pratica era adorato. Basta leggere, per esempio, ciò che fu scritto di lui sulla Torre di Guardia del 1916, a proposito dei suoi funerali: Charles Taze Russell, tu sei stato incoronato come re dal Signore; e per i secoli dei secoli il tuo nome sarà conosciuto fra le genti, e i tuoi nemici verranno e adoreranno ai tuoi piedi. (La Torre di Guardia di Sion, 1°Dicembre 1916)

    ——————————————————————————–

    9) Lo sapevate che per i TdG le seguenti cose sono pagane e dunque non appropriate?

    - Celebrare un compleanno o un onomastico (La verità che conduce alla vita eterna, 1968, pp. 145-146)

    - Ricordare la nascita di Cristo (La verità che conduce alla vita eterna, 1968, pp. 147)

    - Fare un brindisi (La Torre di Guardia, 01-10-1968, p. 607; Svegliatevi, 8-6-1985, p.27).

    - Mangiare un volatile o qualsiasi altro animale ucciso, ma non debitamente dissanguato (La verità che conduce alla vita eterna, 1968, pp. 166)

    - Giocare a scacchi (Svegliatevi, 8-9-1973; p. 12-15)

    - Portare la barba (La Torre di Guardia, 1-2-1976, p.85)

    - Praticare la danza classica (Svegliatevi, 8-2-1984, p. 21-25; 8-3-1984, p. 28)

    - Mandare i figli all’asilo o e all’università (Svegliatevi, 8-4-1985, p. 15)

    - Offrire dei confetti in occasione di nascite, matrimoni e occasioni e occasioni simili (Il Ministero del Regno, ed. it., 7-67, p.3)

    - Acquistare un biglietto della lotteria o giocare una schedina (Svegliatevi, 22-12-1975, pg. 26,27)

    - Fumare una sigaretta (La Torre di Guardia, 15-11-1973, p. 688-696)

    - Eseguire delle riparazioni (come lavori di idraulica o di altro genere) al servizio di un qualsiasi edificio religioso

    ——————————————————————————–

    10)

    1 Corinti 9,26; nella traduzione della CEI leggiamo: “…Faccio il pugilato, ma non come chi batte l’aria…”.
    Nella Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, 1986 pag. 1380, si legge “…Il modo in cui dirigo i miei colpi è tale da non colpire l’aria…”.
    Perché la parola pugilato presente nel testo paolino in questione, non compare nella Bibbia geovista?, il pugilato esisteva all’epoca in cui l’apostolo Paolo scriveva?.
    La prima lettera ai Corinti fu scritta da Paolo ad Efeso tra gli anni 53-56 d. C. e le origini del pugilato risalgono all’antichità.

    Alcuni incontri famosi sono descritti nell’Iliade e nell’Eneide. I combattenti usavano proteggersi le mani con lacci di cuoio rinforzati con placche di piombo. Nelle olimpiadi di greche, il pugilato iniziò a far parte del programma olimpico nel 668 a.C, non erano previste categorie di peso e pertanto la disciplina, a livello agonistico elevato, era riservata a soggetti di taglia notevole. Il pugilato si svolgeva nella quarta giornata, la disciplina era presente anche nella Roma antica.

    Nella Traduzione interlineare, 1985 dei testimoni di Geova, pag. 757, nel testo inglese sotto a quello greco, colonna di sinistra, leggiamo “…I am boxing as not air flaying…”, nella colonna di destra invece si legge “…I am directing my blows is so as not to be striking the air”.

    La Interlineare geovista mostra le differenze di traduzione, come mai il Corpo Direttivo ha tradotto così?, la spiegazione viene data da un opuscolo degli stessi geovisti: I testimoni di Geova e la scuola, 1983 pag. 29, si fa un elenco delle varie forme di combattimento fra queste compare il pugilato e nella suddetta pagina si legge “…Perciò i testimoni di Geova non svolgono questo tipo di attività agonistiche…”.

    Ecco svelato il motivo della strana traduzione geovista di I Corinti 9,26: il pugilato è in contrasto con le norme della Watch Tower, quindi bisogna toglierlo dalla Bibbia e sostituirlo con un giro di parole.

  • Grazie Roberto, per quanto riguarda l’amore dei miei genitori nei miei confronti non ti so rispondere, non so se dipenda dal fatto che sono stati influenzati dalla Religione o è un fatto caratteriale. Ho apprezzato tantissimo il tuo racconto di quando tentavi contro la volontà dei tuoi di diventare Testimone di Geova. Paradossalmente è l’esatto contrario di ciò che ho vissuto io più o meno alla stessa età. Non potevo frequentare ”Quelli del Mondo”, non potevo praticare nessuno sport ( a livello agonistico ) ecc…
    Ma contestualmente ricordo con tenerezza le promesse di una vita migliore in un paradiso terrestre.

    buona notte

  • Ezio, ho l’impressione che tu abbia fatto un copia e incolla.
    Tuttavia, mi rendo conto che l’argomento è di tuo notevole interesse e che concordi con quanto da te reperito. Non mi meraviglio che Russell abbia detto quelle cose, ma se leggi le cose dette da Steiner, per esempio ne “La cronaca dell’Akasha”, non puoi fare a meno di chiederti: “Ma quegli intellettuali eruditi, nell’Ottocento, cosa si fumavano?”.
    Eppure, a distanza di cento e passa anni, ci sono loro seguaci devoti a cui non si può toccare il loro leader spirituale, anche se sparava vistose stupidaggini.
    Se ci troviamo di fronte a diverse interpretazioni della Bibbia è perché essa è stata scritta da uomini. Se fosse stata scritta da Dio non ci sarebbero controversie religiose. E poi anche perché Dio tace. Da quanti millenni tace?
    Magari non ha mai neanche aperto bocca e tutto ciò che ci è stato detto di lui è pura invenzione e risponde a bisogni umani.
    Magari Dio non esiste neanche.
    Per me una minoranza cristiana che si barcamena nell’interpretazione scritturale non è più colpevole di una maggioranza cristiana che fa le stesse operazioni. Anzi, i potentissimi cattolici sono semmai ancora più colpevoli, perché influenzano anche la mia vita, di me che vorrei solo essere lasciato in pace. E se i Testimoni di Geova vengono a rompermi le scatole la domenica, il Vaticano rompe le scatole dell’intera società da secoli, con leggi, ricatti e condizionamenti mentali, che producono sofferenza e infelicità immani. Per non parlare dei morti che la Chiesa Cattolica ha sulla coscienza.
    Dunque, chi dei due, Testimoni e Cattolici, fa più danno all’umanità?
    Grazie comunque per il tuo tempo e il tuo impegno.

    Costanzo, anch’io ricordo di quand’ero in treno, di ritorno da Udine, e in quei venti minuti di viaggio dovevo stare solo perché “le cattive compagnie corrompono le utili abitudini”, ma spesso cedevo alla tentazione di aggregarmi ai compagni di scuola, pendolari come me, e mi sedevo con loro, sapendo che stavo…..peccando.
    E infatti, all’età di 19 anni, furono le “cattive compagnie” che mi fecero allontanare dall’organizzazione.
    La promessa di un nuovo ordine sulla Terra non fu sufficiente a farmi rimanere con loro. Quella promessa non è stata ancora mantenuta. Chissà se quando arriverà il NWO molti Testimoni lo accetteranno come se venisse da Geova e non dall’oligarchia degli Illuminati?
    Ci sarà da ridere a vedere le loro facce!

  • La promessa di un nuovo ordine sulla Terra non fu sufficiente a farmi rimanere con loro. Quella promessa non è stata ancora mantenuta. Chissà se quando arriverà il NWO molti Testimoni lo accetteranno come se venisse da Geova e non dall’oligarchia degli Illuminati?
    Ci sarà da ridere a vedere le loro facce!

    E’ vero, non ci avevo pensato! Ottima osservazione, questa la dico subito ai miei.

  • Non farà loro piacere! Ma, d’altra parte, devono essere abituati a convivere con un figlio incredulo. Sei la loro spina nel cuore. Devono volerti molto bene e bisognerebbe farli santi, se solo i Testimoni di Geova facessero santi!
    Ciao

  • Solamente chi è stato testimone di Geova può capirne fino in fondo.

    lo lo sono stato per tanti anni,dalla età di 5 anni! Il mio allontanamento è iniziato dopo avere iniziato ad indagare su certe immagini all’interno delle riviste torre di guardia,e altri libri,che studiavo da anni,e non dovevano esserci! Ma sono inserite con tanta abilità e maestria da risultare impecettibili,e per anni chi le ha sotto gli occhi non se ne accorge.

    La traduzione del nuovo mondo della WT,è settaria,perchè modifica completamente il significato delle scritture stesse.Vi assicuro che per me è stato inizialmente traumatico,ma poi il perorso che ho iniziato mi ha portato ad altri livelli e di consapevolezza. Quindi non tutti i mali vengono per nuocere!

    Ho iniziato ad occuparmi di immagini subliminali,ed esoterismo, per capirne il loro significato. Le riviste ne sono piene,e prima non sapevo neanche in fondo ad un sogno cosa fossero!

    Leggendo libri come; Crisi di Coscienza,di Carl Raimond Franz,ex TG,ed ex membro del corpo direttivo,
    o quartier generale come lui lo definisce,( Franz,è stato alla massima carica a cui un tg possa arrivare). Solo in questo modo si possono capire le profonde implicazioni degli insegnamenti della wt,e dove queste li hanno portati oggi,e li porteranno in futuro.

    Un esempio: Non contemplano la vita extra terrestre,quando ormai sappiamo che il nostro sistema solare e molto trafficato!

    Ormai sono 10 anni che sono fuori, percorro strade che mai mi sarei sognato di indagare.ma non rinnego tutto,anzi alcuni principi sono sempre validi,e soprattutto ho sviluppato quello che si chiama senso critico!
    Ma anche questo richiede equilibrio..

  • Scava scava, Franco, saltano fuori altri EX. Con te siamo già in tre, che frequentano Stampa Libera. Naturalmente, non avevo mai posto troppa attenzione sulle immagini delle pubblicazioni Watch Tower, che qualcuno definisce zuccherose, ma non posso escludere che abbiano un significato recondito come tu hai accertato. Che i Testimoni di Geova non credano agli extraterrestri non è la cosa peggiore che gli si può imputare, ma quando dici: “dove queste li hanno portati oggi,e li porteranno in futuro”, cosa intendi di preciso? O meglio, dove andranno a finire, secondo te, i Testimoni di Geova? Se sai qualcosa che io non so, ti prego, dimmelo.
    Infine, concordo con te che grazie a loro abbiamo acquisito un maggiore senso critico e almeno qualcosa di positivo, queste nostre esperienze, ce l’hanno.
    Ciao e grazie.

  • Franco grazie del tuo intervento, per me molto utile. Mi sai dire per favore chi è l’editore
    del libro che hai citato ? Riguardo al quesito di Roberto, intendi forse il fatto che loro non possono indagare in proprio perché rischierebbero l’accusa di apostasia ? Oppure che i loro eventuali dubbi siano da attribuire a Satana ?

    Grazie anticipatamente

  • Salve ragazzi,e scusate per il ritardo nel darvi le risposte.

    Iniziamo con Roberto,i miei primi passi nel mondo geovista li ho fatti alla tenera età di 5 anni,non per mia volontà,altrimenti non avrei mai fatto una scelta del genere,ma mia madre,condizionata da mia nonna,che all’epoca credeva sieriamente a questo culto,che non chiamo setta per una sorta di pudore personale,la convinse a frequentare le adunanze,come vengono chiamate. Come potrai capire ero troppo piccolo per capirne le implicazioni che c’erano dietro..

    Come molti geovisti,sanno ci fu uno scandalo! Nel lontano 2001,quando Grazie ad internet ( che dio lo benedica),e quando dico Dio non intendo geova ovviamente,si venne a scoprire che la WT, era iscritta all’ONU,come ente non governativo,ma come religione! Quell’onu che loro hanno sempre additato come l’anticristo,o la Bestia selvaggia! In america davanti alla sede della WT, molti TG,manifestarono contro questa scelta,che fu causa di emorragia dalla stessa,organizzazione,e dissociazioni in massa!

    Io quando lo seppi,mi insospettii,anche perchè,la WT,criticava le altre religioni che vanno a bracceo con l’anticristo,come era definito l’ONU, per poi iscriversi anche lei all’insapute degli ignari testimoni nel lontano 1992!

    Poi facendo ricerche,feci delle scoperte su certe immagini che la società usave per,influenzare il subconscio degli ignari tg..potete verificare facendo ricerche in rete.Tutto partì da questo!
    Ma le implicazioni che scoprii nel corso dei mesi erano tantissime,scoprii che la socieà WT,possedeva e possiede pacchetti azionari della Marlbolro, Esatto! La multinazionale delle sigarette,e altro ancora!
    Loro che vietano l’uso delle sigarette,ne possedevano le azioni! che presa per i fondelli! Ci sono altre implicazioni molto gravi a loro carico,ma evito di parlarne.

    Capii che dovevo fare qualcosa,ho provato ad informare,anche chi mi era vicino,ma pochi hanno capito e voluto sapere.Mentre quei pochi ben coscenti della situazione se ne andarono. Il resto ha preferito chiudere gli occhi! Ma non è problema mio!
    Qundo dico che ci sono implicazioni che li porteranno in una certa strada,intendo dire che non ariverano a nulla di fatto,perche il loro conceto di Dio è errato! Dio è la coscienza uniersale che dimora in noi,in un certo senso siamo noi Dio! Noi siamo anima! Loro credono che dopo la morte non ci sia nulla,mentre invece,siamo prima di tutto anima, poi mente,e spirito,e in ultimo ci manifestiamo come corpo. Mentre loro pensano di essere il loro corpo perchè questo gli è stato insegnato.

    Passiamo a Costanzo:

    Il libro lo puoi trovare in rete,l’editore è EDB,ecco il link:http://www.unilibro.it/find_buy/Scheda/libreria/autore-franz_raymond_v_/sku-12088459/crisi_di_coscienza_fedelta_a_dio_o_alla_propria_religione__.htm

    Loro sono esortati a non fare ricerche per proprio conto,se lo facessero si sentirebbero in colpa,perchè negli insegnamenti della WT, si fa molto leva su senso di colpa,e se qualcuno lo fa, gli altri lo allontananoo lo segnano come ribelle,o addirittura sospetto apostata.
    Come vedi il libero arbitrio non esiste,le ricerche individuali sono scoraggiate,e se lo fanno,è solo nell’ambito dell’uso esclusivo delle pubblicazioni della WT, è come chiedere all’oste se il vio è buono!
    Spero di esservi stato utile.

    Se volete chiedere altro,,

  • Non sapevo che la società Watch Tower si fosse iscritta all’ONU, ma se lo ha fatto penso che stia imitando la tanto detestata Chiesa Cattolica, che in fatto di compromessi è maestra. Mi chiedo però quale utilità può venire ai Testimoni di Geova l’essersi iscritti all’ONU. Hanno preso soldi?
    Che abbiano anche azioni della Marlboro, mi ricorda il Banco Ambrosiano e le azioni della Chiesa Cattolica nelle industrie armiere.
    Sono notizie sconsolanti e capisco perché molti T.D.G. non le vogliano sentire: fanno star male!
    Comunque, anche nel mio caso, non mi tange. Solo non capisco, Franco, perché usi il termine dispregiativo di “geovisti”. Li odii così tanto?
    Ciao e grazie.

  • Ciao Roberto.No assolutamente, non li odio,odiare non fa parte del mio modo di essere.
    Uso il termine Geovista per definire un modello di vita,che la WT, ha imposto loro.
    Purtroppo molti sono inconsapevoli di quello che c’e dietro,e forse saperlo gli stravolgerebbe l’esistenza.
    Hanno fatto come la chiesa cattolica,però all’insaputa di milioni di Tg.

    Si sono iscritti all’ONU per avere libero accesso nei paesi , dove altre religioni sono vietate,o addirittura perseguitate, entrandovi come organizzazione umanitaria legata all’Onu, e non come religione,per poter predicare più liberamente. Questo è il vero motivo.

    Facendo un patto,(come da loro è definito l’Onu), con il diavolo stesso!
    Niente soldi ma solo per convenienza.

    Saluti

  • Ho capito: prudenti come colombe, ma astuti come serpenti!
    Geniale!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE