Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

“Je hais vos idées mais je me battrais jusqu’au bout pour que vous puissiez les exprimer.” Voltaire

(http://www.legasud.it/onu.html)
Il principio di Autodeterminazione dei Popoli sancisce il diritto di un popolo sottoposto a dominazione straniera ad ottenere l’indipendenza, associarsi a un altro stato o comunque a poter scegliere autonomamente il proprio regime politico. Tale principio costituisce una norma di diritto internazionale generale cioè una norma che produce effetti giuridici (diritti ed obblighi) per tutta la Comunità degli Stati. Inoltre questo principio rappresenta anche una norma di jus cogens, cioè diritto inderogabile (Significa che esso è un principio supremo ed irrinunciabile del diritto internazionale, per cui non può essere derogato mediante convenzione internazionale). Come tutto il diritto internazionale, il diritto di autodeterminazione ratificato da leggi interne, per esempio la L.n.881/1977, esso vale come legge dello Stato che prevale sul diritto interno (Cass.pen. 21-3 1975).

“1 – Tutti i popoli hanno il diritto di autodeterminazione. In virtù di questo diritto, essi decidono liberamente del loro statuto politico e perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale.”

Fonte: Fidel Castro: If Gaddafi resists he will enter history as one of the great figures of the Arab nations – Politics – Panorama | Armenian news

Traduzione: N. Forcheri

Fidel Castro: Se Gheddafi resiste passerà alla storia come uno dei personaggi di maggior rilievo delle nazioni arabe

L’ex leader cubano Fidel Castro ha dichiarato che nel caso libico, il ruolo nazifascista è stato assunto dalla NATO con le migliaia di bombardamenti effettuate da una delle aviazioni più moderne mai conosciute al mondo, secondo un dispaccio stampa di Interfax che citava le parole delle riflessioni scritte di Castro.

“Gli attacchi crudeli contro il popoli libico, che hanno assunto una piega nazifascita, rischiano di essere utilizzati contro qualsiasi nazione del terzo mondo. L’organizzazione belligerante dipende adesso da Gheddafi. Se resiste e non cede alle loro richieste passerà alla storia come uno dei massimi personaggi delle nazioni arabe” ha detto Fidel Castro.

Che siate d’accordo o meno con le idee politiche di Gheddafi, nessuno ha il diritto di mettere in discussione l’esistenza della Libia come Stato membro delle Nazioni Unite.

5 Commenti a “Libia: Castro ribadisce l’autodeterminazione dei popoli”

  • emme:

    che siate di destra o di sinistra o comunque la pensiate….fate sentire la vostra voce. esprimete il vostro parere. è ora di finirla di essere testimoni ( e vittime, perchè ci siamo dentro anche noi) inermi di questo STUPRO !! IL MOSTRO STA AVVINGHIANDO TUTTO. CI STA SOFFOCANDO.

    • dl31:

      seeee…
      quelli di sinistra che odiano berluskino e gheddafi perche erano d’accordo…
      …secondo te ora vengono a dirci che hanno sbagliato tutto cosi ?????
      loro ormai sono tarati per distruggere tutto quanto !!!!!
      anzi ….
      …..non vedono l’ora che i mercenari della nato sbarchino anche qui per venirli a salvare dal dittatore berluskino !!!!!!

  • mauro_tv:

    Effettivamente se il 50 % di cio che ho letto nei vari siti internet di informazione corrisponde a realta….mi vergogno di esser stato un filoamericano e di far parte della nato. A malincuore mi tocca dire, sarebbe giusto che esistesse un Dio, e che pensi lui a far giustizia: poveri noi dei famosi paesi industrializzati, democratici,sviluppati….si di merda, ma tanta !!!!!!!!!

  • martin:

    Della soferenza del popolo libico e la vigliacheria della nato non c’è bisogno che venga a dirlo Castro !!!!che parla della autodeterminazione dei popoli !!!!!!!!!!!!!!! questa si che è grossa !!!!!come se il popolo cubano potesse sprimersi cosi liberamente,e gia, i Castro sono cosi fondamentali per la “liberta”di Cuba che si passano il comando da fratello a fratello,in tanto il popolo tradito continua a fare la coda per il pane,i mega-bordelli-resort in mano a societa straniere continuano a crescere,e guantanamo continua a torturare gente…mah..agraparsi ai detti di questi per dare peso alle oscenita della geopolitica mondiale….
    Le cose non cambieranno mai,finche si è comodi ad asistere ad un masacro dopo l’altro seduti belli comodi dietro un computer,con le basi nato incastrate nell culo,da Bolzano alla Sardegna,con gli aerei che partono gia per il Kosovo,Irak,Libia,con la politica compiacente dei governanti di destra e sinistra e con la gente preocupata per la fiat,il milan,e il grande fratello….non si reagisce nemeno quando ci la metono nell culo a casa a traverso una tav,una cermis,una ustica…e si aspeta una reazione per il nord Africa????

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia