Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Se uno dei migliori oncologi del mondo cura la moglie con affetto e somatostatina (Metodo Hamer-Di Bella) e questa guarisce, non è che per caso dobbiamo cambiare musica ed evitare di farci uccidera da Big Pharma e dai suoi miserabili servi?

1 novembre 2011 *  http://giochidipotere.wordpress.com/

Dopo aver perso parenti e amici a causa di quello che definiscono il male del secolo, il cancro, dopo averli visti soffrire terribilmente per i postumi di cicli e cicli di chemioterapia e per poi morire…. Mi sono posta la domanda ” se un medico fosse colpito direttamente da questo male quale strada sceglierebbe?”.Naturalmente queste sono riflessioni personali, si riportano solo a titolo informativo, ognuno poi agisce come meglio crede. Renè Oncologo americano rifiuta la chemioterapia per la moglie.

La moglie di un oncologo famoso americano si ammala di cancro e il marito non la sottopone alla chemioterapia. Sidney Winawer è un oncologo direttore del Laboratorio di Ricerca per il Cancro al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di NewYork, uno dei centri più importanti del mondo. Per decenni ha praticato la chemioterapia a tutti i pazienti, metà dei quali sono deceduti.

Ma un giorno la diagnosi è toccata a sua moglie… Ben consapevole dei danni catastrofici e dell’inutilità assoluta di quel tipo di cura come ammetterà più tardi nel suo libro “Dolce è la tua voce”, Positive Press, 1998 non la sottopone a nessuna chemioterapia o radioterapia, ma si affida alla somatostatina quella di Luigi Di Bella. E la moglie guarisce! Perchè la chemioterapia non risolve il problema. Secondo la stragrande maggioranza delle teorie mediche, ci si ammala di cancro per una insufficienza del sistema immunitario. La chemioterapia riduce le masse tumorali di dimensione, ma al prezzo di distruggere completamente il midollo e le difese immunitarie dell’organismo, col risultato che quest’ultimo rimarrà debilitato ed esposto ad ammalarsi di nuovo per anni o anche per il resto della vita. Per dare un’idea di quanto siano tossici questi veleni posso prendere spunto dalla stessa documentazione farmaceutica allegata a questi “farmaci”: pensate che basterebbe solo aumentare di poco le dosi di una sola “seduta” di chemioterapia per uccidere un cane, nel 100% dei casi, per avvelenamento nel giro di pochi giorni potete controllare voi stessi dato che la tossicologia è pubblica. Inoltre per smaltire questi farmaci occorre molto tempo mesi e mesi, molto di più della durata di ogni ciclo, per cui quando si torna ad es. dopo un mese a fare un altro ciclo si ha un accumulo continuo di veleni nell’organismo! Il fatto che molto spesso il cancro ritorna negli anni successivi, dopo una cura di chemioterapia, non è dovuto a una certa “predisposizione” della persona, ma al fatto che le difese immunitarie sono ormai distrutte e quindi l’organismo è completamente indifeso ed è logico che venga aggredito nuovamente. La chemioterapia non è quindi la soluzione definitiva del problema, poichè questo si ripresenta molto spesso anni dopo con maggiore violenza. Il cancro deve essere vinto invece potenziando il sistema immunitario. Per molti tipi di tumore, il sistema immunitario ha una “memoria”, esattamente come per le malattie esantematiche morbillo, varicella, rosolia, ecc.; se il tumore viene vinto dall’organismo stesso, piuttosto che represso dai farmaci, è molto più difficile che si ripresenti in seguito. Qui ci sono 5 pagine di dati ufficiali http://aloearborescens.tripod.com/chemioterapia.pdf sui veri risultati della chemioterapia dal 1950 ad oggi, oltre ai retroscena delle multinazionali farmaceutiche. La ricerca non ha fatto passi da gigante come tutti pensano, ma, al contrario, la gente si ammala e muore più che nei decenni scorsi. Con i metodi di cura attuali il 90% degli ammalati non sopravvive più di 10 anni al cancro.

Oncologo: Sidney Winawer

Consigliamo la lettura del libro GRAZIE DOTTOR HAMER di Claudio Trupiano.

44 Commenti a “Oncologo rifiuta chemioterapia per la moglie…”

  • Pisa Guido:

    Conoscevo da anni questa storia,Grazie per averla ricordata a tutti.

    Ieri sera ho consigliato ad una signora intossicata e gonfiata dai cortisonici di integrare con erbe;mi ha detto che ci vogliono i PROFESSORI x curare.Si come quello che l’ha gonfiata di cortisone fino a quando LEI ha chiesto al PROF di sostituire questi farmaci…

  • dl31:

    admin….
    un off topic che puoi anche cancellare dopo !!!!
    da ieri cerco di postare un commento in risposta a leopardo a questo link:
    http://www.stampalibera.com/?p=35159&cpage=1#comment-28492
    ma non viene accettato …
    …potresti controllare !!!!!!!!

  • Esiste un blog di un medico che si fa chiamare Wewee ( già uno che si fa chiamare così e mantiene l’anonimato …! ) il blog in questione è medbunker. Lui e i suoi adepti difendono a spada tratta la chemio perché, a loro dire è l’unica soluzione per il cancro. Se poi provi a postare commenti del tipo che “vi sono anche terapie alternative”, le risposte di insulti non si faranno attendere. A suo dire Hamer, Di Bella, Simoncini ecc sono solo dei truffaldini, che Massimo Mazzucco è complice della truffa ecc.. ecc..
    Inutile dire che questi Signori dicono mezze verità o perlomeno non la dicono tutta, e ogni tanto ci mettono dentro delle palesi falsità, mix che rende credibile il personaggio e gli adepti non si accorgono neanche della puzza del cetriolo.

    • Ceci:

      Ci sono quelli che dicono mezze veritá o nessuna veritá oppure ci sono quelli che sono semplicemente indottrinati fino al midollo, e questo penso sia il loro caso.
      se si tiene conto che le universitá cambiarono i loro libri di testo dietro consiglio di mr. rockefeller e company, se si tiene conto che quello che “studiano” i futuri medici non é piú medicina ma solo l´applicazione pratica dell´industria chimica e che vengono indottrinati con metodi studiati ad hoc da professionisti, allora non ci si stupirá piú di certi camici bianchi.
      Alcuni ci credono veramente, sono proprio convinti di essere nel giusto e cioé che la chemio grazie alla distruzione del sistema immunitario potrebbe aiutare un corpo che ha giá un sistema immunitario in ginocchio (altrimenti non si avrebbero tumori e cancro).

      E non mi vengano a dire che ci sono persone che guariscono con la chemio, perché ci sono persone che tutte le settimane vincono al lotto ma questa non é la regola:
      la regola é che i piú muioiono, vengono uccisi in maniera premeditata dopo aver riempito i portafogli degli oncologi e della big pharma.

  • Luca B:

    Una precisazione: quanto riportato nell’articolo non ha niente a che vedere con le scoperte del dottor Hamer.
    Saluti

    • Lino Bottaro:

      Hamer e Di Bella rifiutano di ammazzare i pazienti con la chemio. Mi pare che questa analogia comportamentale ci abbia a vedere eccome.
      LB

    • roberto:

      mi sembra che il dottor Hamer non ammetta l’esistenza del “cosidetto sistema immunitario”.
      Risposta per Ceci

      • Ceci:

        Ti sembra giusto!
        lui non ammette l´esistenza di un qualcosa che dai piú viene definito sistema immunitario, bene, con questo si potrebbe chiudere la discussione, non trovi?!

        Nel senso che. Andrea avrebbe sbagliato tutto, dalla somatostatina al Q10, e quello che ha raccontato Alez sarebbe anche aria fritta.
        Resta un piccolo problema:
        come si fa a convincere la gente che non esiste il sist. immunitario?
        come si fa a fargli capire che il tumore é pericoloso solo se non gli si dá il significato giusto?
        Sono una fan di Hamer e la sua visione delle malattie, del tumore e del cancro é illuminante ma nonostante io lo abbia difeso a spada tratta molte volte devo abbassare la testa davanti all´evidenza dell´ignoranza altrui, del condizionamento millenario che negli ultimi decenni é peggiorato in maniera esponenziale e della dilagante paura.
        Qui non si parla di me o di te ma di tutti, dei malati, una maledetta diagnosi di cancro fa tremare tutti e chi non l´ha mai ricevuta non ne ha idea. Il panico é una fase quasi obbligatoria, chi ha fortuna e palle ne viene fuori dopo poco ma la maggior parte degli sfortunati ha una progressione della malattia proporzionale al terrore che i medici riescono a incutere.
        Ok, il sistema immunitario non esiste. Ma questo principio non é il punto di partenza per la teoria hameriana é il punto d´arrivo, eh sí, bisogna arrivarci a capire, a sentire, a essere un tutt´uno che il sist. immunitario non esiste.

      • ruvido:

        “Secondo la stragrande maggioranza delle teorie mediche, ci si ammala di cancro per una insufficienza del sistema immunitario”, questo è ciò che il Dott. Hamer considera un’idiozia…grazie

        • Ceci:

          Non credo di aver affermato il contrario ma forse mi sono espressa in maniera ambigua.
          Prego.

        • Ceci:

          Volevo ancora aggiungere un paio di parole:
          se tutto gira attorno e solo ed esclusivamente alla teoria hameriana allora mi chiedo che senso avrebbe avuto per te, Ruvido, l´eventuale guarigione di Andrea Winawer, forse sarebbe stata anche quella un´idiozia.
          Non ho nessuna intenzione di mettermi di traverso ma rimane un fatto:
          lo stesso Hamer ha usato medicinali convenzionali in determinati casi, perché aveva le sue buone ragioni, peró questo non é da vedere come una “benedizione” ma semplicemente come un fatto, solo un fatto che ha motivazioni.
          Io personalmente sono assolutamente contraria a tutto ció che puó essere definito medicinale, ok, forse sono estrema ma chi non lo é in un modo o nell´altro?
          Se ho urtato in un qualche modo con i miei commenti, mi dispiace ma non era questa la mia intenzione.
          Buona serata a tutti.

        • Ceci:

          Se veramente la med. ufficiale pensasse che il cancro é causato da un sist. immunitario carente non sparerebbe litri di veleni che hanno tra gli scopi principali quello di distruggere il sist. immunitario.
          La med. ufficiale se ne frega, ma tanto anche!
          Dopo anni di letture e di ricerche, di esperienze e altro posso dire che la med. ufficiale non ha la minima idea del perché ci si puó ammalare di cancro,e-o si puó sviluppare un tumore.
          La loro ignoranza é cosí abissale che la fossa delle marianne al confronto é una pozzanghera.
          Al di lá del fatto che alla maggior parte di coloro che formano il pomposo mondo medico non gliene frega un accidenti di isapere il perché e il per come, e questo l´hanno piú che provato in questi ultimi 50 anni. E questo é quello che il dr. Hamer considera un omicidio di massa, una strage, un genocidio senza precedenti.

  • Luna:

    Sono pienamente d’accordo, ho sempre sostenuto la convinzione che i medici – nello sciagurato caso che tocchi a loro stessi o ai loro cari o amici una simile malattia – evitino come la peste la chemioterapia, senza dirlo pubblicamente com’è ovvio in un sistema come il nostro: chi esce dal “seminato” lo fa a proprio rischio e pericolo, e gli accorgimenti non mancano.
    E’ fonte di business il maledetto uso alla chemioterapia o radioterapia, il tornado di farmaci ingurgitati per gonfiare i profitti delle lobbies farmaceutiche.
    Ricordo bene l’accanimento mediatico e politico contro il prof. Di Bella, e ringrazio i figli che continuano l’opera del padre

  • MaxVM:

    mi chiedo solo quanti casi così dovremo ancora conoscere prima di cambiare rotta…

  • Stefano.C.:

    è vecchiotta questa storia vero?

  • Livio:

    **********= dieci stelle , grazie .Diffondiamo questo articolo stupendo !

    • Tao Crocus:

      Se questo vale come articolo stupendo, le consiglio di prendere in considerazione qualsiasi articolo postato nel sito in cui si trovano informazioni su “Nuova Medicina Germanica” e/o “Dr.Hamer”: quelli sono veramente articoli STRA-ordinari.
      Saluti

  • Ceci:

    Premetto che io sono assolutamente contro la chemio ma anche contro informazioni che non corrispondono alla veritá dei fatti, perché cosí si fa il gioco dell´oncologia ufficiale.
    A me farebbe tanto piacere sapere chi é che ha cominciato con il mettere in giro questa notizia:
    purtroppo non é vero, Andrea Winawer é morta.

    “…….Despite the Winawers’ advantages over most other cancer sufferers, Andrea’s condition eventually worsens during the following years. As she desperately resorts to supplements of vitamins and coenzyme Q-10, coffee enemas, then 10 different kinds of chemotherapy and a bone-marrow transplant, we see the family alternately falling apart and coming together. The ultimate triumph of the book is Andrea’s wonderfully willful spirit. While its intricacies will be of most interest to those directly affected by cancer, the Winawers’ poignant story will thoroughly move anyone looking for inspiration. –Erica Jorgensen” http://www.amazon.com/Healing-Lessons-Sidney-J-Winawer/dp/product-description/1559275073

    Le condizioni di Andrea peggiorarono negli anni che seguirono. Anche se, disperatamente, lei assunse supplementi vitaminici e Q10, fece clisteri di caffé, poi 10 tipi diversi di chemioterapia e trapianto del midollo osseo …………
    eccetera

    La sua storia potrebbe essere di ispirazione per molti, va da ricordare che lei non seguí alla lettera la terapia di Bella, ma non é da vedere come un insuccesso. Il fatto stesso che il marito oncologo si sia rifiutato di farle fare la chemio all´inizio parla da sé.

  • 21GRAMMI:

    Si, anch’io penso che dovremo leggere ed informarci un po’ meglio.
    Vedi MaxVM, facciamo fatica a compiere un piccolo cambiamento di pensiero nelle inezie e, anche in quel casso ci creiamo problemi, figuriamoci nelle problematiche importanti, dove avremmo peraltro benefici.
    Però anch’io come te sono fiduciosa.Da quando un amico, ormai è passato un buon tempo, mi ha illuminato con questa scoperta sulla nuova concezione di malattia e della medicina stessa, ho modificato il mio pensiero. Mi sono documentata discretamente.L’informazione apre le frontiere e le barriere.Ci vuole del tempo ancora,non siamo pronti a ribaltare anni di convincimenti.

  • Ezio:

    Cito un fatto di mia conoscenza personale : una trentina di anni fa un veterinario siciliano di cui non ricordo il nome scopri’ che le capre erano esenti da malattie tumorali per cui fece ricerche e scopri’ un prodotto che secondo lui vinceva il cancro al seno delle donne. Naturalmente tutta la classe medica gridò allo scandalo, come poteva permettersi un “veterinario” di saperne piu’ di loro ? In quei tempi la moglie di un dottore del paese in cui abito (a quel tempo gli abitanti locali erano meno di tremila con due dottori che tutti conoscevamo) si ammalò di tumore al seno e il marito la curò con la terapia del “veterinario”, la signora sparì dal paese e andò in Sicilia a farsi curare direttamente dal suddetto. A tutt’oggi la signora ha circa 80 anni, sta benissimo e ha tutti e due i seni mentre altre signore locali, sempre per conoscenza diretta , prima hanno subito l’asportazione del seno e dopo un paio d’anni sono defunte. Segnalo quanto di mia conoscenza : sito “Curenaturali.org” in cui vengono elencate diverse terapie contro il cancro ideate dal dott. Tullio Simoncini con testimonianze di diverse persone guarite dal medesimo; questo dottore è stato radiato dall’albo dei medici e attualmente opera in Svizzera. Ancora una provocazione :tra i semplici cittadini italiani il cancro è diffuso in modo spietato, tra i MILLE parlamentari mantenuti a ufo non c’è n’è uno che mi faccia il piacere di crepare di cancro, ci sarà qualche verità nascosta ?

    • Tiz:

      E’ anche da ricordare che il dottor Simoncini fu oggetto di una campagna denigratoria da parte di un noto tg satirico che si fece beffe di lui banalizzando i suoi studi nonostante molti risultati positivi fossero già a disposizione di che avesse avuto voglia di informarsi.

    • ardito:

      si9 ciamava Dott. BONIFACIO, non era siciliano ma una zona meridionale della campania

  • Ceci:

    @ Ezio
    stai parlando del siero Bonifacio.

    • Ezio:

      Grazie per la precisazione, era proprio il dott. Bonifacio, aggiungo che il dottore di mia conoscenza è morto qualche mese fa per cause naturali e che qualche anno fa aveva un tumore alla bocca ma non è morto per il tumore, quando si è sparsa la voce che aveva il tumore alla bocca lo vedevo passare in bicicletta con il volto fasciato, successivamente l’ho rivisto con il volto normale e poi, quasi improvvisamente si è spento ma aveva piu’ di 80 anni.

  • Ceci:

    Non ho problemi a credere a quanto dici Ezio, io sono convinta che ci siano piú modi per guarire dal cancro e tumori che foglie su un albero in estate. I metodi sono tanti e molti di questi sono veramente validi ed efficaci solo che bisogna riuscire a staccarsi dalla medicina ufficiale, ed é questa la cosa piú difficile per i piú.
    Se tutti quanti si rifiutassero di farsi sparare litri di veleni in vena o di farsi irradiare la multinazionale del cancro e della morte andrebbe in ginocchio.
    Spero di poter vivere cosí a lungo da poterlo vedere.

  • Alez:

    Quando una persona fa una chemio è colpita da stati di vomito, nausea ed inappetenza. E questi “super dottori” che dieta prescivono ai pazienti? Assolutamente nulla!!! Come fa un fisico debilitato a guarire se non si nutre adeguatamente?
    Basta vedere da qui la buffonata della chemio e di questi dottori ignoranti e complici del sistema!
    Peró ho scoperto l’anello debole! Per far funzionare il sistema chemio questi truffatori hanno bisogno di sangue x le trasfusioni ai poveri pazienti. Senza di ció la persona malata morirebbe a giorni. In Italia abbiamo associazioni x le donazioni ke mai come ora hanno bisogno di tanto sangue e l’80% del donato va consumato x le chemio!!!
    Bisogna quindi informare la gente a non donare! La gente dona sangue gratis e questi lo convertono in denaro. In sintesi è così!
    Invito a fare ricerche su quanto ho detto.
    Uniamo le forze e facciamogli mancare la materia prima! Dai!

    • 21GRAMMI:

      Ciao Alez, mi spiace sentire queste paorole. Vorrei chiederti di calmare i tuoi gli animi a proposito di donazione di sague.Non facciamo, come al solito, di tutta l’erba un fascio. io che conosco discretamente l’ambiente sanitario, il sangue serve, eccome.Spesso è un salvavita, in alcune patologie oppure in alcuni traumi. Si rischia di scivolare sempre nello stesso inghippo,in gergo medico focalizzare il problema sul sintomo allontanadoci dalla causa.Ben vengano le critiche; costruttive però,non demolitive.
      Diversamente invece parlare di togliere il trattameto chemioterapico che distrugge la difesa.Secondo Hamer «non esistono le “cosiddette” malattie. Esse sono solamente programmi biologici sensati della natura (SBS). E questi non si devono sottoporre a terapia, ma bisogna lasciarli andare perché hanno un senso biologico.

  • Ceci:

    Ci sarebbe un mondo di cose da dire , il pianeta chemio é un incubo dall´inizio alla fine.
    Le trasfusioni le fanno per cercare di riequilibrare le piastrine e i globuli sia bianchi che rossi che vanno a farsi benedire, assieme al paziente!
    Per quanto riguarda la dieta .. beh … Shelton, Gerson e Breuss sono stati dei maestri illuminanti.
    Una delle cose migliori che si puó fare per attaccare e risolvere una patologia, cancro incluso, é proprio il digiuno o cmq la riduzione drastica dell´assunzione di cibi che in quella situazione possono solo arrecare danno.
    Purtroppo mi sembra che la “materia prima” non sia il sangue per le trasfusioni ma i malati stessi che non sono altro che la conseguenza di un tenore di vita che con la natura dell´essere umano non ha niente a che vedere: un´alimentazione disastrosa basata su fast food e cibi industriali, zuccheri, calorie, carne a gogó, una vita sedentaria, stressata e costellata di paure costanti e soffocanti. Il tutto condito con OGM e “medicine” che medicine non sono bensí veleni extra che intossicano a volte in maniera irreparabile.

    La famosa prevenzione con la quale si riempono quella bocca sporca che hanno non é niente altro altro che diagnostica inesatta e per di piú pericolosa ( vedi mammografia e TAC con liquido di contrasto). È vero, é tutta una buffonata, ma invece di fare ridere uccide tante persone.

    Oltre alle trasfusioni l´oncologia si avvale anche di trapianti di midollo osseo, un´altra tecnica che prima di poter essere messa in atto abbisogna di una chemio mostruosa che ha come scopo la soppressione pressoché totale del sistema immunitario (tecnica nella quale l´oncologia é imbattibile!!), pena il rigetto.
    E anche qui si trovano donatori che sono convinti di fare un bene alla comunitá, di compiere un´opera pia basata sull´amore e sul desiderio di aiutare persone malate, insomma …. si spera di salire un paio di gradini in piú in direzione paradiso.

    Il problema vero é l´ignoranza, il fatto che la gente davanti a un camice bianco, nel suo studio medico fatto di mobili firmati, dove alle pareti si possono vedere le lauree e specializzazioni incorniciate con argento o legno di radica, la gente cade come in uno stato comatoso e ipnotico che fa sí che accetteranno tutto quello che il luminare gli proporrá:
    cose che nessun essere umano prenderebbe mai in considerazione ma che improvvisamente, sotto panico e terrore provocati con destrezza, li porterá a firmare fogli che solleveranno i grandi luminari da ogni possibile responsabilitá: ma come? io, paziente, mi devo assumere la responsabilitá di una terapia che proprio a detta del luminare che mi stá davanti dovrebbe essere miracolosa! e perché non si assume lui la responsabilitá della terapia che consiglia come risolutiva? perché?
    possibile che nessuno si ponga questa domanda? che nessuno veda il controsenso?
    Il dr. Winawer sapeva bene che cos´é la chemio e proprio per questo non l´ha presa in considerazione come tecnica per fare guarire sua moglie.
    E non mi vengano a dire che sua moglie é morta perché non ha fatto la chemio o perché l´ha fatta troppo tardi, da quanto ho letto, Andrea Winawer ha provato di tutto, sí, ma come?
    la di Bella é stata seguita parzialmente e quindi non la si puó chiamare terapia di Bella dato che é molto piú di solo somatostatina, i clisteri di caffé alla Gerson fanno parte di una terapia coi fiocchi, il Q10 e le vitamine dovrebbero cmq fare parte della vita di tutti, insomma, bisogna anche tenere in considerazione che bisogna morire, prima o poi, e che nessuna terapia ha una percentuale di successo del 100%, e meno che mai le terapie ufficiali.

    Scusate se sono stata cosí lunga ma il tema cancro e chemio mi fanno proprio perdere la pazienza e ripeto, ci sono cosí tante cose da dire a riguardo, ci sono cosí tante informazioni false e falsate, ignoranza e indottrinazione e poi …. denaro, denaro, denaro.

    • Alez:

      Ciao Ceci,
      mi spiace contraddirti sulla dieta in quanto il digiuno lo si può fare solo se non c’è tossicità altrimenti il fisico da solo debilitato non può nulla.

      Dopo molte ricerche e prove ho scoperto la dieta perfetta per guarire anche mentre si fanno le chemio, e so che funziona in quanto l’ho fatta testare con successo ad una ragazza di 20 anni e ad una persona di 60.

      Prima dei pasti bere aloe vera con silicio (lo produce una azienda in Germania la LR)
      Al mattino e al pomeriggio va bevuto un integratore straricco di antiossidanti, in Italia lo distribuisce solo una azienda che viene molto sputtanata in internet ma ha prodotti validissimi (penso sputtanata per questo motivo). Si chiama “H24″ Herbalife.
      Assumere ossido nitrico 3 volte al giorno: mattina, pomeriggio, sera (sempre Herbalife), prodotto scoperto dal premio nobel Ignarro.
      Assumere 2 compresse di antiossidanti RoseOx (sempre Herbalife)
      2 volte al giorno bere 10gocce di argento e 10 gocce di oro colloidale Ferioli
      Appena svegli al mattino assumere Colostro Liquido.
      A pranzo e cena evitare carne.
      Bere molta acqua durante il giorno e frutta e verdura di stagione.

      Con questa dieta le persone non solo non hanno perdita di capelli ma avranno un aspetto ed una pelle sanissimi, scomparsa delle metastasi e piano piano del “problema”. Inoltre avranno appetito e scomparsa della nausea.

      Chi fa chemio ha uno scompenso energetico non da poco, consiglio quindi (per velocizzare la guarigione) di fare delle sedute di “pulizia” di Pranic Healing (le fanno gratis nei centri che trovate sicuramente in quasi ogni città).

      Potrei postare nomi e cognomi con testimonianze delle persone che hanno avuto miglioramenti ma la paura di esser “colpiti dal sistema” è tanta. Quindi fidatevi di quanto ho detto, provare una volta non è una spesa eccessiva in quanto i prodotti da supermercato vengono sostituiti in gran parte con i prodotti che ho detto sopra in quanto l’integratore è un pasto.

      Concludo dicendo cos’ha detto l’oncologo alla ragazza di 20 anni: “Vedo che sta migliorando e le chemio non hanno su di lei conseguenze negative. Non so cosa sta prendendo o facendo ma non lo voglio nemmeno sapere” Sa che comunque anche se guarirà dovremmo continuare a fargli le chemio per almeno altri 6 mesi”.

      Mi sono sempre chiesto se questo medico dallo stipendio da favola sa cosa sta dicendo e cosa sta facendo.

      • Ceci:

        Non mi contraddici ma esponi solo la tua opinione basata su esperienze, quindi … va bene.
        Quando io ho parlato di digiuno non mi rivolgevo a persone che fanno la chemio, mi spiace ma quando ci sono malati che hanno deciso di seguire le terapie ufficiali io mi tengo fuori, al massimo posso dire un paio di parole su vitamine & Co. ma niente di piú. Io mi riferivo a persone che hanno deciso di prendere in mano la propria vita senza medicine e tutte quelle schifezze lá.
        Sono contenta di leggere che i tuoi consigli hanno aiutato due persone e non stá certo a me o ad altri commentare il protocollo che loro hanno seguito, anche perché ci si sono trovate bene.
        Hai scritto:
        “Mi sono sempre chiesto se questo medico dallo stipendio da favola sa cosa sta dicendo e cosa sta facendo.”
        beh, non vedo poi una cosí grande differenza, che lo sappia o meno non cambia niente, o é un incompetente pericoloso per i suoi pazienti oppure é un menefreghista dell´ultima generazione che pensa solo ai soldi, che differenza fa?
        cmq sia é uno schifoso.

  • dancastello:

    …Incredibile.

  • …ma scusate uno dei principi che si insegna per primo nelle facoltà di medicina ai medici è il PRIMUM NON NOCERE?????….invece che si fa’….per cosa si opta……???…assurdo

  • 21GRAMMI:

    Coraggio ragazzi,stiamo andando benissimo.Più se ne parla più si smuovono le acque e più si sviscerano i problemi.Si, hai ragione Roberto-il primo è non nuocere.Ma presto o tardi t’insegnano anche a muoverti tra le fila delle attività commerciali e speculazioni,tra i divanetti degli studi medici e le chiacchiere alla macchinetta del caffé.Nelle visite mediche non si guarda neanche in faccia il paziente.si prescrivono solo farmaci, e spesso esami.la prima cosa che t’insegna Hamer è avvicinarti alla persona,riconoscerla come tale, e mettersi a disposizione,con il corpo e la mente.offrire il tempo,chiaramente se compliante con le idee di NMG.
    Impariamo a seminare..nel viaggio-percorso qualcuno si avvicinerà,anche solo per curiosità,ma avremo raccolto.Parlo spesso di MG.con chiunque,anche se a volte trovo ostacoli,ma,è naturale.l’ignoto crea paura e diffidenza.
    Parliamo di Hamer e dei suoi benefici.

  • franz:

    Aggiungo qualcosa:

    1°:Scapagnini,medico del Biscione,si è fatto asportare un tumore al cervello(troppe telefonate?).Poi ha disperatamente tentato di evitare la chemio;il figlio che lavora nientedimenoche nei laboratori di Robert Gallo(“Inventore” dell’AIDS ex aequo con Montaigner e peggio di lui inventore del test Elisa)dagli USA gli ha portato la cura di 21 POLIFENOLI di origine vegetale,tipo quelli del the verde.Insomma antiossidanti.Poco dopo
    sembra che Berlusconi sia entrato in affari in una farmaceutica che produce chemioterapici.
    Fonte:inserto Corriere Della Sera,intorno al Marzo 2007
    2°:Lo Sloan Kettering Institute fu,nella persona del direttore Thomas ed altri,in primissima
    linea già dal 1983, responsabile della tesi preconcetta AID+Sarcoma di Kaposi= Virus.In
    effetti al primo convegno sull’AIDS 12 interventi si occupavano del Sarcoma e 1 della
    polmonite atipica(Pneumocisti Carinii)correlata all’immuno-deficienza.Per dieci anni avevano speso miliardi di $ per dimostrare che il cancro era provocato da virus,senza
    risultati.Come ulteriore fase sperimentale somministrarono AZT alle loro provvidenziali
    cavie per osservare come l’immuno-deficienza favorisca l’insorgere del cancro.L’intervento
    di Thomas,allora direttore dell’istituto dichiarava la cosa in maniera assolutamente esplicita.In effetti gli studi di Hassig e Kremer,prima ancora anche del pioniere Warburg
    spiegano in che modo la disattivazione del sistema immunitario sia collegata allo sviluppo
    del cancro,attraverso la ri-fetalizzazione delle cellule tumorali.L’argomento è ampio e se
    richiesto posterò un articolo.
    3°:invito alla lettura de:”La Rivoluzione Silenziosa nella Medicina del Cancro e dell’AIDS”
    editore Macroedizioni,autore Heinrich Kremer .
    E’ un testo che stravolge la concezione ortodossa del sistema immunitario e delle modalità di sviluppo di entrambe le patologie prese in considerazione.Tra parentesi K. non
    è mai stato favorevole all’uso di somatostatina preferendo l’approccio con gli antiossidanti
    come sta facendo sotto traccia la ricerca americana,p.es. pretesa di brevetto sul resveratrolo(Dalla buccia dell’uva nera)da parte di Glaxo Welcome,che detiene i brevetti
    sugli antiretrovirali,ecco che la teoria della doppia verità-una per gli sfigati e una per gli
    abbienti-prende corpo,da questo ed altri fatti.per ora Saluti.

  • raffaele:

    Noto con piacere che non siamo in pochi a mettere in discussione la medicina ufficiale e tutto il sistema di big-pharma, pero’ sarei molto cauto nel criminalizzare in toto i medici e c.. Credo che la maggior parte di loro abbiano a loro tempo scelto la professione con scopi nobili e benefici e solo dopo, risucchiati nel meccanismo spesso criminale ma non solo (non si dovrebbe mai fare di tutta l’erba un fascio) del loro luogo di lavoro, abbiano spesso ceduto alle lusinghe di facili guadagni anche al costo spesso di condannare la vita di qualcuno o molti malcapitati. Credo e voglio sperare piu’ per ignoranza che per premeditazione altrimenti saremmo di fronte ad uno dei peggiori stravolgimenti morali di massa che l’umanita’ ricordi. Ringrazio Lino Bottaro per il bellissimo sito che ormai da anni seguo giornalmente e che consiglio a ripetizione a tutti coloro che mi ‘capitano sotto’. Invito gli altri frequentatori del sito se gia’ non lo fanno, di fare lo stesso (pubblicizzarlo); solo in questo modo possiamo sperare di aprire delle menti e di far venire dei dubbi sulle loro sicurezze (formate dal lavaggio del cervello dei media classici) che la stragrandissima parte della gente ha, sui tanti argomenti che vengono trattati nel sito. Grazie tante.

  • adeius:

    Circa 14 anni fa avveniva sotto spinta popolare sperimentazione scientifica della cosiddetta cura di bella. di tutti i clamorosi successi del famigerato dottore nulla fu possibile essere comprovato dal metodo scientificato applicato dal ministero. Cosi come le innumerevoli cure miracolose alternative non si sono mai potute dimostrare scientificamente valide.
    Nel 97 una mia amica provo la cura di bella impaurita della tossicita della chemio per morire pochi mesi dopo . Se avesse preso acqua da bere invece che somostatina poco sarebbe cambiato. Le cure odierne sono di certo tossiche ma allungano la vita del paziente e in certi casi sono curative, se la diagnosi e precoce. Invece di postare fesserie suggerisco ai possessori di cure efficaci di brevettarle e di metterle in commercio dopo eventuale sperimenazione. Milioni di euro attendono il fortunato, oltre all evidente soddisfazione di aver cosi tanto contribuito alla pubblia salute. tra l altro un oncologo su migliaia che ha scelto per un suo caro cure alternative nn prova nulla se non che magari sapendo che cmq il tumore nn e curabile abbia voluto risparmiare sofferenze al malato, cosa che cmq viene considerata in tutti i casi di tumori incurabili.

    • Lino Bottaro:

      Adeius, quello che lei dice non corrisponde al vero, in quanto il numero dei malati e dei morti aumenta in continuazione. Gli affari criminali delle multinazionali della morte che producono i presunti rimedi al cancro sono raddoppiati negli Usa in dieci anni. Sono i dati OMS.
      LA CURA DI BELLA venne adottata su persone allo stato terminale. Ci sono migliaia di testimonianze di guarigioni con il metodo Di Bella, che si basa su intuizioni di rispetto per l’individuo che si trovano esposte nelle leggi biologiche della Nuova Medicina Germanica scoperte dal dottor R.G. Hamer. Se avrà l’umiltà e la voglia di sapere, abbandonando i pregiudizi razziali, potrà leggere un qualsiasi libro di Hamer per capire senza la minima possibilità di equivoco.

  • adeius:

    gentile signor bottaro,
    grazie per la sua risposta. mi documentero e visto che le multinazionali nn fanno simpatia a nessuno certo nn avro difficolta a cambiare opinione se convinto. Le mie esperienze personali parlano di mia madre malata di cancro al seno e curata dalla medicina officiale, gia dieci anni orsono. Mia zia tre volte malata di cancro e tre volte guarita . Un amica nel 97-98 che scelse il protocollo di bella e morta dopo pochi mesi. ma ovviamente tre casi nn fanno testo. Cmq mi pare strano che queste cure cosi valide nn prendano piede pressoche da nessuna parte in modo officiale, Lei sicuramente ribattera che succede a causa dell immenso potere delle multinazionali, che evidentemente sono infiltrate in ogni Ministero della Salute mondiale ma stranamente nn nel OMS dove una semplice lettura dei dati smaschera i loro piani criminali.
    Un po strano nn crede?
    Proprio l OMS che vendendo e consigliando a mezzo mondo l inutile vaccino anti H1N1 si e dimostrata piegata all esigenze dei grandi gruppi farmaceutici… e che ci voleva a falsificare i dati a cui lei fa riferimento?
    Il dottore che Lei mi consiglia come letture e un negazionista della correlazione HIV AIDS , francamente farei attenzione a dare credito a un dottore di questo genere. Io non sono medico leggero comunque i suoi scritti per avere un opinione piu completa, come da Lei consigliato.
    Un ultima curiosita, capisco il suo invito ad essere umile e curioso di sapere, ma quello di abbandonare i pregiudizi razziali non riesco a coglierlo.

  • rocco:

    Leggevo il botta e risposta tra lino e adelius e mi chiedevo:dove sono le sperimentazioni della medicina ufficiale?Qualcuno può aiutarmi a trovarle o per scientificità intendono le statistiche di cui fanno uso?

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE