Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

18 novembre 2011 * trad. a cura di N. Forcheri  
Mentre le persone ordinarie si preoccupano di lavoro e austerità, i corridoi del potere dell’eurozona stanno subendo una notevole trasformazione …

L’ascesa di Mari e Monti alla carica di primo ministro italiano è notevole per innumerevoli questioni difficilmente quantificabili. Sostituendo l’abbonato di scandali Silvio Berlusconi, l’Italia ha sloggiato l’insloggiabile. Imponendo la regola di tecnocratici ineletti, ha sospeso il normale corso della democrazia. E paracadutando un consigliere d’alto livello di Goldman Sachs alla guida di una nazione occidentale, ha portato a nuove cime il potere politico di una banca di investimenti fatto che  tutti avrebbero pensato che fosse politicamente estremamente tossico.
E’ la cosa più stupefacente di tutte: un enorme salto quantico o forse persino l’apice culmimante del progetto Goldman Sachs.
Non è solo Monti. La BCE, altro protagonista nel dramma del debito sovrano, è sotto gestione di ex Goldman boys, e i membri della banca di investimento hanno un’influenza diretta dietro le quinte del potere in quasi ogni singola nazione europea, come hanno avuto per tutta la crisi finanziaria negli USA. Fino a mercoledì la divisione europea del Fondo monetario era ugualmente diretta da un uomo di Goldman, Antonio Borges, che ha appena rassegnato le dimissioni per ragioni personali.
Anche prima del rovesciamento in Italia, non vi erano segnali che essa venisse meno al suo nomignolo di “piovra vampiresca”, e adesso che i suoi tentacoli si sono conficcati nel vertice dell’eurozona, voci scettiche stanno sollevando interrogativi sulla sua influenza. Le decisioni politiche prese nelle settimane prossime determineranno se l’eurozona potrà o vorrà pagare i suoi debiti, e gli interessi di Goldman sono strettamente connessi alla risposta a questo interrogativo.

Commento del traduttore: dal grafico manca Vittorio Grilli, nostro Direttore al Tesoro nonché capo del Comitato Economico e Finanziario UE, membro della lobby bancariomultinazionale Bruegel assieme a Monti, di cui corre voce che dopo avere rifiutato la carica di vice ministro starebbe per volare alla GS

6 Commenti a “Goldman Sachs alla conquista dell’Europa (e non solo)”

  • archimede:

    Tutti culattoni e rozzi cafoni al servizio dei Rothschild e la ba………a della Merkel, il Governo tedesco ha preso in mano le redini per gestire la SUA Europa quella che voleva Hitler con il consenso e appoggio dei Sionisti Goldman & Sachs, l’ho sempre detto ..attenti a quei due…Sarkozy e Merkel, stanno dirigendo l’Europa nella terza guerra tra i popoli della UE per poi far dare il colpo finale al popolo tedesco ::::tutto procede secondo i piani dell’avvoltoio H.Kissinger & Maiali-

    • Maurizio Ottavis:

      BRAVO CONDIVIDO …SIAMO IN UNA CONDIZIONE DI MERDA GLI ILLUMINATI STANNO PORTANDO A COMPIMENTO IL LORO PROGETTO …STIAMO ATTENTI LEGGIAMO I FATTI DI OGNI GIORNO..VI SALUTO

  • DOMENICO:

    Le forze dell’ordine non hanno ancora capito da che parte stare:il loro problema è che le banche li tengono per i coglioni!
    Vi ricordate che loro potevano ottenere prestiti quanti ne volevano pur avendo dei normalissimi stipendi,anche se erano dei cattivi pagatori o protestati.Li hanno fatti indebitare fino al collo e adesso devono compiere il loro sporco dovere se non vogliono perdere il posto di lavoro e le loro case.Poverini,sono messi proprio male:sono schiavi delle banche e devono manganellare il popolo e poi tornare nelle loro famiglie e guardare in faccia i loro figli,studenti,disoccupati e senza un futuro.Non hanno capito un cazzo:loro dovrebbero manganellare i loro padroni e non il popolo per assicurare un futuro ai loro figli.Dobbiamo avere compassione per loro.Sono schiavi e si sfogano con tanta rabbia sui loro fratelli.

  • Piano piano, nel tempo, hanno costruito questa situazione:
    - I giovani sopra i 20 anni non hanno futuro alcuno, che sia ben istruiti o no;
    - I giovani al di sotto dei 20 anni ricevono una istruzione inadeguata molto spesso, quindi non sanno minimamente come rispondere o cosa pensare davvero davanti a determinate cose;
    - I padri di famiglia sono indebitati sino al collo, diventando schiavi in tutto e per tutto;
    - Subiamo una invasione di tipo economico che ci spingerà, spero di no, ad una guerra.

    I pezzi ci sono tutti, lasceranno fare tutto al tempo. E se il popolo si ribella in qualche modo, vedi indignatos, coglieranno il momento a loro vantaggio.

  • Francesco:

    Berlusconi, dopo aver dichiarato che questo governo deve essere solo di transizione, ha adesso cambiato posizione sostenendo che deve durare fino a fine legislatura. E’ chiaro che è sotto ricatto con la minaccia di distruggergli il suo impero televisivo. Questo è l’epilogo di un uomo insignificante e strapieno di vizi che non si rende conto che ormai è un decrepito che va avanti solo a fondotinta e compresse di viagra. E’ la fine ormai di un uomo che di UOMO non ha mai avuto nulla. Capisco il suo attaccamento alla vita, ma quanto potrà ancora campare prima che i vermi divorino il suo corpo? Io aspetto fiducioso….tanto ho tempo. P.S. : e pensare che chi parla in questo momento è stato sempre un suo elettore. Come è strana la vita….dal sonno improvvisamente ci si risveglia.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE