Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Ce la vogliamo ancora raccontare? Vogliamo ancora girarci intorno? Vogliamo ancora fare i buoni ed i pacati? Vogliamo ancora prenderci in giro (guardando in uno specchio)? Si ha da agire a tutti i livelli, si ha da fare FRONTE COMUNE
“Loro non scherzano” Questi quattro gatti criminali, i cucuzzari, sono solo qualche centinaio, migliaio forse. Stanno tenendo in scacco l’umanità! E’ non scherzano. Vogliono decimarci ad uno/due miliardi, e vestiti di cenci.
LA SVOLTA E’ EPICA E C’E’ DA ACCELLERARE, non per scherzo o per gioco, sul serio!
VINCERE O MORIRE NEL TENTATVO, niente di meno
Paura? Si, tanta, ma…:
SE SI VOLESSE rivoluzionare lo stato attuale delle cose, una qualsiasi mente pensante non potrebbe che arrivare alle seguenti conclusioni; se qualcuno volesse davvero cambiare le cose non avrebbe che da fare fino in fondo quanto segue e senza MEZZE MISURE.
E’ radicale? E’ improponibile? E’ suicida? SI, lo è, ma non si vedono all’orizzonte alternative. Fine con il “batti batti le manine…”, pena la fine della civiltà, e forse, del genere umano:
PIATTAFORMA PROGRAMMATICA COMUNE PER LA RIVOLUZIONE
Le tasse sono illegittime ed illegali, noi non le paghiamo, pubblicamente, disobbedienza civile! Se saremo in tanti sarà dura estirparci e non potremmo più passare inosservati. Questa poi, si chiama COERENZA
Denaro debito basta, ricollocazione della Banca d’Italia sotto il controllo dei suoi legittimi proprietari, il Popolo Italiano, noi ci stampiamo i NOSTRI soldi
Noi il debito non lo paghiamo e non lo negoziamo, lo cancelliamo perché sappiamo che è ilegittimo ed illegale
Uscita dall’Euro e dai trattati di Maastricht e di Lisbona
Le banche di proprietà dello Stato, cioè di tutti i cittadini ed al loro servizio
Legge Glass-Stegall rimessa in vigore
Poi:
Uscita dalla NATO e stringere alleanze coi paesi non allineati all’imperialismo sionosta (USA e GB in primis) leggi Russia, Cina, Iran, America Latina indipendente, Islanda E TUTTI I DISALLINEATI
Indagine pubblica su chi e come ci ha portato sull’orlo del baratro economico, dittatoriale e schiavista e ci ha rapinato in modo criminale dei frutti del nostro lavoro negli ultimi 25 anni , causando inflazione e tasse. Individuare e condannare i responsabili , sequestrare tutti i loro averi su tutto il territorio nazionale.
Disconoscimento del Codex Alimentarius , del WTO e di tutti gli accordi con entita globaliste
Messa al confino o incarcerazione di tutte le entità reazionarie
Poi:
Confisca di tutte le basi NATO e Usa presenti in Italia con la forza, per tramite dei Carabinieri e dell’Esercito
Puntamento dei missili intercontinentali, presenti sul territorio, verso tutti i paesi dichiaratamente nemici, USA GB ed Israele in primis
Autarchia se necessario
Resistere ad oltranza a tutti i tentativi di infiltrazione e pressione di ogni tipo a tutti i livelli
Abbiamo una Costituzione della Repubblica Italiana da far rispettare, esiste una Dichiarazione Mondiale del Diritti dell’Uomo da applicare.
Ed ipoteticamente, come si potrebbe riuscire a fare cio’? Questo è un pensierino per la sera….. o una conta… se volete.
Questo è il sogno che ho fatto, qualcun altro lo ha sognato, viste le risultanze sulle recenti scoperte della Fisica o Meccanica Quantistica?

17 Commenti a “RIVOLUZIONE!”

  • archimede:

    Lo sogno da anni, ma vedo che ci sono pochi sognatori come e te.

  • Ceci:

    Forse non siamo poi cosí pochi, anzi, credo che siamo piú di quanti pensiamo!!

  • SDEI:

    @CECI,
    hai perfettamente ragione SIAMO molti di più di quello che si pensa; però NON siamo ancora un numero sufficiente per invertire la POLARITA’ del nostro vivere dal “negativo” al “POSITIVO”, la nota che ci fa ben sperare è che il TEMPO si è molto accelerato e quindi bisogna perseverare ed impegnarsi PERCHE’ nulla o quasi E’ IMPOSSIBILE !!!

    NAMASTE’
    SDEI

  • Ceci:

    Caro SDEI ti rispondo con un Grande, Krishnamurti,

    http://www.youtube.com/watch?v=sDaEXNGxBuI&feature=related

    buona giornata a tutti

  • cat:

    Questo sogno non penso sia di molti, ma di tutti (tolti gli appartenenti al NWO & Co.): il desiderio di interrompere questo genocidio mentale (disinformazione), fisica (alimentazione), etc. è comune a tutti. Sono i metodi di applicazione per raggiungere lo scopo che differiscono.. Non arriviamo al Punto Zero che il sentimento che ci spinge è rabbia, attacco e vendetta.. E’ tutto estremamente fattibile, tranne se si puntano armi verso altri paesi o si agisce con la confisca di basi Nato o quant’altro.. Violenza chiama violenza, non se ne esce. E’ una questione di prospettive.
    “LA CONFORMITA’ DEI PENSIERI E’ CIO’ CHE DA FORZA E CREA LA REALTA’ CHE CI CIRCONDA” -ciò che a noi ancora manca a raggiungere la “massa critica” per un salto quantico: non siamo del tutto connessi sul modus operandi. STESSI DESIDERI, OPPOSTE APPLICAZIONI per il raggiungimento dello scopo ultimo.
    Finchè trasmettiamo sentimenti di odio e ribellione ALIMENTIAMO l’energia dell’odio e ribellione e “LORO” raggiungono gli obiettivi ad uno ad uno, poichè la coerenza globale è concentrata su questi sentimenti, il LORO pane!
    E’ pur vero, che a differenza di qualche anno fa, moltissimi stanno assimilando questi concetti velocemente, da ogni parte del mondo e, per i più scettici, vorrei sottolineare che è espressione di grande forza e non rassegnazione (questo ultimo punto è fondamentale da capire e lo sottolineo poichè leggendo commenti di altri articoli, noto che c’è molta confusione in merito)
    Buonissima continuazione

    • Grazie Cat per il tuo intervento importante. Cercheremo di alimentare S.L. anche di proposte positive aiutandoci a raggiungere la massa critica. A presto

    • Ceci:

      Cat ha scritto: Violenza chiama violenza, non se ne esce.

      permettimi di contraddirti: Gandhi, la quale immagine é stata riportata in questo articolo, riuscí a raggiungere incredibili risultati con la non-violenza e quindi a provare che é possibile e realizzabile una rivoluzione pacifica effettiva.
      Ora, noi non siamo gli unici a saperlo, quelli che stanno cercando di schiacciarci conoscono bene quel tratto di storia e infatti é proprio per quello che una buona parte delle loro azioni mira alla distruzione psicologica, all´annientamento dei sentimenti offuscando il discernimento e confondendo in continuazione le menti delle persone.

      Quindi …. che la forza sia con noi!

  • andrea stravino:

    Siamo con te, non sei solo. Vieni sul ns gruppo Ziwataneo (Zihuataneo) ti abbiamo già postato lì.. organizziamoci!

  • Tiziana:

    Condivido il pensiero e l’approccio di cat. Lo posso confermare sulla mia pelle la rabbia, seppur giusta, porta l’ulcera e non cambia le cose. Uniamoci nel pensiero positivo e tutto cambierà. Consiglio tutti di meditare che poi è semplicemente sospendere il continuum mentale e collegarsi al proprio essere più profondo che è sempre in pace, sa tutto ed è collegato a tutto l’universo. Per chi vuole leggere qualcosa sulla meditazione consiglio i molti libri di Alan Wallace oppure Dovunque tu vada ci sei già di Kabat Zinn (spero di averlo scritto bene)

  • Simone:

    Avete menzionato in questo articolo, due parole CRITICHE per ogni speranza.

    Esercito e Carabinieri. Senza di loro, siamo carne da macello. Perchè credete che abbian tolto la Naja se no? Per risparmiare? Ma non scherziamo dai..

  • cat:

    @Ceci
    Scusa, questa mattina ho postato il pensiero di getto, e forse non sono stata chiara, infatti rileggendolo non è .. scorrevole.
    il mio affermare “violenza chiama violenza” segue le precedenti e le seguenti frasi: la massa critica non è raggiungibile con sentimenti di astio/odio poichè essi sono il “cibo” preferito dei “boicottatori dell’umanità”.. in questo delicato passaggio la “conformità dei pensieri” è ancora più di la che di qua’, cioè più sul rancore/rabbia/odio/voglia di vendetta… Per raggiungere la MASSA CRITICA (e dal mio punto di vista manca davvero poco) semplicemente serve sforzarsi ancora un pochino per cambiare prospettiva e conseguente visione delle cose: in questo modo può avvenire la realizzazione di questo importante SOGNO COMUNE, CHE IN REALTA’ E’ UN RITROVARSI dopo millenni di sofferenza, dovuta principalmente al fatto che queste “vesti” non ci appartengono e noi, semplicemente, non ce lo ricordiamo! Quindi la proiezione è: STESSI DESIDERI, STESSE APPLICAZIONI (non violenza) = MASSA CRITICA RAGGIUNTA.
    Spero di aver chiarito.. anche perchè leggendo i tuoi commenti ho notato con piacere che spesso li condivido, quindi penso, che in questo caso, è una questione di espressioni mal associate… la fretta è cattiva consigliera.
    Buona giornata

  • alessandro capece:

    Un altro punto a nostro favore. I “tecnici” hanno deciso di licenziare 60.000 militari. Poniamoci la domanda. Perchè questa volta hanno scelto di colpire una categoria finora intoccabile?
    Se vogliamo seguire la teoria di Ghandi, ci sono tante cose da fare per metterli con le spalle al muro. Ma occorre essere compatti in questa guerra che prima o poi ci libererà dai nostri negrieri.
    Rinunciare al televisore, al cellulare e ai giornali. Non andare più a votare. Non frequentare i supermercati. Stracciare e bruciare in piazza le tessere dei partiti e dei sindacati. Ridurre al minimo il consumo di elettricità e gas. Rinunciare ai beni voluttuari. Restituire le carte di credito alle banche commerciali e trasferire i risparmi a quelle no profit. Premiare l’economia locale e, ove possibile, praticare il baratto. Partecipare alla organizzazione di referendum che abrogano le leggi incostituzionali. Dedicare il tempo libero a informarsi e discutere sul da farsi.
    Sono iniziative che non ci costano niente e non ci fanno correre nessun rischio.
    Ognuno di noi aggiunga nuove idee. Raccogliamone tante e pubblichiamole sui blog e i siti che conosciamo.

    • Ceci:

      Non pagare il canone rai http://www.ilgiornale.it/interni/stop_allabbonamento_raccomandata_e_516_euro/27-09-2009/articolo-id=385900-page=0-comments=1

      per quanto riguarda lo spostare il conto corrente direi di non usarlo per niente, cioé, stipendio sul conto al 27 del mese, al 28 vengono ritirati tutti i soldi meno quello che serve per le spese fisse, io non tengo niente sul conto, solo il minimissimo indispensabile (e non sono l´unica)

      comprare solo alimentari “made in italy”, la scelta é vastissima
      comprarsi un filtro per l´acqua e niente piú bottiglie (rispiarmo di alcune centinaia di euro all´anno e per compra acqua in bottiglia di plastica si “risparmia” di bere bisfenolo)
      io non ho l´auto, giro con la bici e mezzi pubblici
      non comprare elettrodomestici elettronici, non si possono riparare da soli
      miodio, se mi metto a scrivere tutte le cose che faccio per azzerare i costi intaso il blog, lascio perdere che é meglio!

  • Concordo con Ceci, Cat ed altri:
    l’unica rivoluzione da attuare è LA RIVOLUZIONE DELLE COSCIENZE.
    Perché la violenza deve essere bandita dal Pianeta, in quanto
    richiama altra violenza.
    E ridurre sempre più i consumi aiuta. Poiché ci levano sempre più
    soldi, non è difficile!
    ciao. e.g.

  • highlander:

    …tutto bene, tranne il punto sugli USA, non te lo lascerebbero mai fare, hanno armi sufficientemente avanzate per bloccare ogni velleità di rivolta.
    Resterebbe solamente (ma sarebbe già un grosso passo avanti) la rivolta fiscale, alla Ghandi, tranquilla e non violenta, spiazzerebbe e spazzerebbe completamente l’attuale sistema politico e tutta la feccia al seguito !
    Credi veramente che lo possiamo fare noi italiani ? (Italiani=popolo degli orticelli da salvare)
    La speranza è sempre l’ultima a morire….
    Auguri di cuore a tutti ! :-)

  • Ascanio Montisci:

    Caro highlander, se fosse semplice da fare lo si sarebbe già fatto.
    Craxi aveva fatto muro con gli Americani e li aveva messi in riga (Sigonella), poi sappiamo bene che contraccolpo si è preso.

    Io, italiano, la rivolta fiscale l’ho già cominciata da tempo. Sono anni che dichiaro tutto (davvero tutto) e però non pago l’IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche).
    E questo è pubblico.
    Equitalia mi ha già iscritto ipoteca su mie frazioni di immobili di proprietà.
    Il mio culo l’ho già esposto, e pesantemente, non scrivo solo articoli alla “arimiamoci e partite”. Dal mio punto di vista però, questa si chiama coerenza.
    Ognuno è libero di fare o non fare qualcosa, ma se speriamo che lo faccia “qualcunaltro”
    non abbiamo capito il punto.
    La campana suona sempre per tutti. C’è poi chi la sente e chi fa finta di non sentirla. C’è chi tira fuori le palle e fa quello che è giusto fare e chi no.
    La storia è stata cambiata dalle minoranze sparute e coraggiose, mai dalla massa di pecore, che tuttalpiù si è accodata solo dopo e a cose fatte.
    Da qualche parte qualcuno ha sempre iniziato, qualcun’altro si è aggiunto e poi qualcunaltro ancora, e questi primi hanno segnato il piccolo sentiero da seguire che poi è divenuto un’autostrada percorsa in seguito da tutti. Non è più complicato di così.

    Buon futuro a tutti

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE