Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

DAMASCO – Più di 2mila soldati e membri delle forze di sicurezza siriani sono morti a causa di attacchi da parte di gruppi armati negli ultimi nove mesi. Lo ha riferito l’agenzia stampa Sana, citando una lettera inviata dal governo siriano al Consiglio di sicurezza e al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite. Le violenze sono attribuite a gruppi armati che opererebbero nell’ambito di una cospirazione straniera per destituire il presidente Bashar Assad. Nella lettera, Damasco sostiene che i recenti rapporti Onu sulla repressione commessa nel Paese siano falsi. Accusa inoltre le Nazioni unite di parzialità e di continuare a ignorare la presenza di terroristi attivi nel Paese.

Siria: attentati Damasco, bilancio sale a 40 morti e 150 feriti

23 Dicembre 2011 – 15:55

(ASCA-AFP) – Damasco, 23 dic – E’ salito a 40 morti e 150 feriti il bilancio delle vittime del duplice attentato di stamattina a Damasco, avvenuto nel quartiere di Kfar Suseh contro due edifici dei servizi di sicurezza. I dati sono stati resi noti dal Ministero della Salute siriano.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, un’automobile carica di esplosivo ha tentato di forzare l’ingresso del cortile della sede del Dipartimento di pubblica sicurezza e un’altra e’ esplosa davanti a un centro d’intelligence situato nello stesso quartiere.

Le azioni terroristiche sono state ufficialmente attribuite ad Al-Qaeda-CIA  I responsabili degli attentati li troverete nel link qui sotto.

Assolutamente da leggere per capire,  l’articolo da poco postato:  Gli attentati intra islamici, di M. Blondet  http://www.stampalibera.com/?p=37346

6 Commenti a “Siria, lettera a Onu: 2mila soldati uccisi da gruppi armati”

  • alessandro capece:

    Servili come non mai, i media italiani continuano a dire che Assad sta operando stragi in Siria contro i ribelli che “vogliono la libertà” senza mostrare mai delle immagini a supporto della loro “tesi”.
    Nello stesso tempo gli Stati Uniti, appoggiati dall’ONU, che ha superato ogni limite di indecenza, ripetono come dischi rotti che Assad deve essere denunciato per crimini contro l’umanità e i “ribelli” aiutati a liberarsi con l’invio di armi e spioni.
    Questa volta il gioco non funzionerà. I cittadini occidentali hanno mangiato la foglia, la Russia ha una flotta poderosa al largo delle coste siriane, l’Europa si è rifiutata di invadere la Siria e Medvedev ha affermato solennemente che non sarà permesso a nessuno di ingerirsi nella politica estera del suo Paese.
    Più chiaro di così si muore, ma si sa che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    Gli Stati Uniti si sono infilati in un “cul de sac” dal quale non usciranno più.

  • raffaele:

    Siamo alle solite povero mondo…

  • Peppino:

    Stesso modus operandi della Libia se non fosse che la Russia abbia inviato la flotta a difesa delle coste Siriane. La Siria apre le porte all’Iran questa volta l’intervento di Mosca complica i piani criminali della Nato.

  • archimede:

    Sul sito di Libya SOS potete le facce dei Ratti che sparano sulla folla e sui militari Siriani, sono quelli che sparavano sulla folla in Libia, i Terroristi finanziati dalla Nato che oggi operano in Siria, a breve questi F.di P. li vedremo operare in Europa, il piano della Nato consiste di movimentare sommosse anche da noi, apriamo gli occhi e ripeto…avvisate tutti coloro che conoscete e che fanno parte delle Forze dell’Ordine, che siano parenti -amici-familiari e conoscenti, chiamo come mai la classe politica essendo a conoscenza di questi piani non dice ancora nulla in riguardo, hanno forse qualche piano di evacuazione ?

  • Bostongeorge:

    Prepariamoci: lo scoppio della terza guerra mondiale è alla porte. E’ di giorni fa la notizia del fermo in Finlandia di quella nave carica di missili USA diretti in Corea del Sud. Immaginate cosa sarebbe successo se i missili anzichè USA fossero stati Iraniani? o Nord Coreani? Oggi invece la notizia della bomba in Siria nella sede dei Servizi con più di 40 morti. Chi l’avrà messa e con l’aiuto di chi? Io l’ho già capito…..come si suol dire…..”E’ UN FILM GIA’ VISTO”…

  • [...] Siria, lettera a Onu: 2mila soldati uccisi da gruppi armati 23 dicembre 2011 | Autore admin |  Stampa articolo [...]

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE