Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

altranews.blogspot.com

Mi imbatto in questo vecchio articolo su Altra News, lo leggo e mi vengono i brividi. Infatti la previsione dell’attivista russo (l’articolo parla di un evento delittuoso di 15 mesi fa) trova conferma oggi nella pratica dell’induzione alla vaccinazione delle bambine del Veneto contro il presunto Papilloma virus. Il Veneto si sa è il laboratorio di big Pharma dove in anteprima vengono testate le varie presunte medicine mortifere e biocide che poi saranno estese all’intero territorio nazionale. Si pensi che i costi per la sanità a carico della regione Veneto sono pressoché doppi rispetto a quelli delle altre regioni e superano il 60%  dell’ammontare della disponibilità economica della Regione. Attualmente nelle famiglie dove vi sono bambine dai 12 anni, arrivano lettere delle relative USL che invitano perentoriamente le bimbe a vaccinarsi contro il Papilloma Virus. Se andate a guardare però la lettera e a nome dell’Usl, vedete che non porta nello spazio apposito la firma di alcun medico responsabile..

Ebbene genitori, fatevi carico del vostro ruolo, prendete quel foglio, andate dalle Usl di Competenza e chiedete di vedere in faccia il responsabile di queste lettere. Chiedete che vi certifichi che il vaccino non rende sterili le vostre figlie. Chiedete che vi metta per iscritto che i veleni contenuti nel vaccino non sono veleni e non hanno esiti nefasti. Non lo farà e voi capirete tutto. A questo punto vogliate bene ai vostri figli, risparmiate loro quest’offesa criminale, rispettateli, informandovi, facendo lo sforzo di capire cos’è questo strameledetto vaccino.  Quando avrete scoperto cos’è avvertite gli amici e i parenti ne avete il dovere. Qui a Stampa Libera facciamo la nostra parte in prima linea. Voi avete il dovere di aiutare, informare gli altri che non sanno del pericolo che corrono i loro figli. Ho saputo di recente di scuole in cui tutte le bambine si vantavano di aver fatto il vaccino! Agli uomini che hanno superato i 50 anni mandano l’invito a farsi una biopsia per intercettare il cancro al retto, mentre alle donne mandano continui avvisi di farsi diagnosticare tumori al seno.

Veneto coglione ti stanno ammazzando, distruggendo e tu ti offri ingenuo e stupidamente disarmato.                                       

Tanto vi dovevo.

Lino Bottaro

 SI PREGA TUTTI di diffondere tali informazioni

Alexander Goncharov, un attivista russo che ha esposto il programma di eugenetica globale, in particolare un programma di vaccinazione che dovrebbe iniziare nel 2011 è recentemente scomparso dopo gravi minacce per la sua vita.
E’ scomparso la notte del 30 ottobre 2010, alle ore 22:00 circa quando è stato visto l’ultima volta lasciare il suo ufficio presso la società russa Benevolent senza fare più ritorno a casa.
Alexander Goncharov aveva giurato di diffondere quante più informazioni possibili sul programma di eugenetica globale ai professionisti medici e al pubblico. Aveva scoperto un piano per sterilizzare le donne attraverso programmi di vaccinazione in Russia, Ucraina e Bielorussia.
Dopo le minacce nello stesso giorno aveva chiesto protezione dagli amici paracadutisti, ma purtroppo sembra che non abbia ottenuto questa protezione in tempo, in quanto scomparve quella notte stessa.
Qui di seguito è l’ultima dichiarazione di Alexander Goncharov fatta il 22 ottobre 2010:
Io, Alexander Goncharov, Presidente della Società russa Benevolent , ho ricevuto informazioni da parte di medici onesti che non intendono partecipare a uccidere il loro stesso popolo, circa i preparativi per la distruzione dei nostri figli sotto le spoglie di una “nuova vaccinazione”, in programma per primi mesi del 2011.
Non posso confermare o smentire queste informazioni o garantire la credibilità di esso, ma chiedo a tutti di controllare da soli. “Qualcuno” ha scoperto che ho avuto queste informazioni e mi è stato offerto una tangente di non divulgazione e, tra l’ altro, minacciati di morte se avessi continuato la diffusione di informazioni per l’uccisione imminente dei nostri figli. Ho rifiutato la loro “proposta” e non potrò mai accettare la deliberata distruzione del mio popolo – ho il dovere sacro alla patria, in conformità con la Costituzione della Russia e conoscendo la potenza dei nemici del nostro popolo, ho giurato di diffondere informazioni circa l’imminente OMICIDIO DI TUTTI I NOSTRI FIGLI IN RUSSIA e trasmette questa informazione con tutti i mezzi possibili.
In particolare mi appello al personale del Ministero e Servizio federale di sicurezza, ad ascoltare le mie chiamate e leggere la mia corrispondenza – vogliono uccidere i NOSTRI bambini. Pertanto, si dispone di una scelta: o aiutare la sopravvivenza del popolo o di procurare piccole bare.
Con ciò che  segue prendete due minuti per leggere e salvare le vite dei vostri figli.
Le vaccinazioni sono di due tipi.
1 tipo. La vaccinazione è destinato a ragazze dai 12 a 20 anni.
La vaccinazione sarà presentato sotto le spoglie apparentemente di prevenzione del cancro al seno o dell’ utero.
- E ‘una vaccinazione simile a quello usato per sterilizzare le ragazze in Messico, Nicaragua e in Iraq.
Effetto sul corpo.
- Provoca aborti a 3-4 mesi di gravidanza. Oltre agli effetti diretti, l’inoculazione di grande impatto mentale perché molti aborti a gravidanza avanzata creerebbe panico e la paura di rimanere incinta.
2 tipo. La vaccinazione è progettata per le donne oltre 45 anni.
CONTENUTO.
Immunoglobuline e preparati OGM.
Effetto sul corpo.
- Stimolazione rapida che aumenta l’immunità per 2-5 anni, per poi ridursi drasticamente fino a quando l’immunità è zero, cioè l’incapacità di combattere qualsiasi infezione.

traduzione: Daniele L

fonti: http://newspark.net.ua/politics/poslednee-zayavlenie-predsedatelya-rbo-a-goncharova-rasprostranite-po-vsem-vozmozhnym-istochnikam/

http://via-midgard.info/news/6294-poslednee-zayavlenie-predsedatelya-rbo-agoncharova.html

15 Commenti a “Scomparso attivista russo dopo aver esposto i piani per una vaccinazione di massa. (Oggi attivati in Italia)”

  • debora:

    Sono veneta ed ho 42 anni e nonostante non sia più nell’età a “rischio” di papilloma virus,
    circa 2 anni fà sono venuta a conoscenza dell’orribile vaccino che vogliono iniettare a queste povere ragazzine, con molto spesso genitori “poveri” di contenuto, ed ho provveduto nel mio stretto raggio d’azione a diffondere la documentazione che mi avevano
    rilasciato dei conoscenti aggiornati in merito. Dei circa 100 tipi di papilloma virus questo vaccino ne colpisce solo 3/4, e non viene specificato che il rischio di contrazione di questa
    patologia si ha principalmente con un comportamento sessuale appunto a rischio, ma come pure altri tipi di virus, vedi aids malattie veneree,ecc. Ma da sottolineare è che l’uso di questo vaccino è stato sottoscritto dall’allora Ministro della Salute Livia Turco,una donna. Sarei curiosa di sapere se quest’ultima vacinerebbe la sua di figlia con una porcheria del genere….
    Complimenti per gli argomenti trattati, vi seguo sempre e cerco di diffondere il vostro sito
    a più persone possibili nella speranza che aprano le coscienze…

  • rosario:

    anche in campania arrivano queste lettere con estrema celerità, nonostante le disastrate casse della regione !!!

  • debora:

    …. A proposito dell’epiteto rivolto al Veneto, tanto coglione non lo è di certo visto che è la prima regione in Italia che ha reso i vaccini liberi, e ciò dal 1 gennaio 2008. E questo grazie alla lotta di moltissimi genitori che si sono visti rovinare i figli da tali vaccini, soprattutto dall’autismo. E “fatalità”, nel dicembre 2007 abbiamo avuto una forte pandemia di meningite che ha costretto a vaccinazione migliaia di giovani che risultavano nelle classi a rischio. Vendetta di Bigpharma??

    • rocco:

      Ho ricevuto anch’io la lettera con la quale mi “obbligavano a far vaccinare mia figlia,ma io conosco le leggi del dottor hamer!!cosa ho fatto con la lettera potete facilmente immaginarlo.

  • debora:

    mi dispiace Loto ma non mi hanno più restituito la documentazione prestata. Però ti segnalo un sito dove puoi trovare parecchio materiale sui vaccini: mednat.org

  • Avendo pubblicato questo articolo in tempi non sospetti, ho provato a mettere in guardia mio fratello che ha ricevuto questa lettera per la vaccinazione di sua figlia. La sua risposta? “A Daniè ma vaffanc…
    Non so cosa fare!

  • Raffaella:

    grazie per le informazioni!!!

  • Luca:

    Questo articolo contiene tante informazioni false e prive di ogni prova.

    Ho cercato su Google e qualcosa non torna (tanto per la serie, basta usare google per smentire il 90% di questi articolo)

    Secondo gli articoli scritti in inglese e spagnolo risalenti addirittura a maggio 2010, qualcosa non torna (Russian activist disappears after exposing vaccination plans, 11 luglio 2010)

    Un articolo brasiliano, riporta ” 29 Ago 2009 – Alexander Goncharov, geofísico del Instituto Carnegie de Washington e prosegue con la solita scomparsa.

    Beh, direi che sarebbe opportuno iniziare a verificare le fonti visto che questo fantomatico Alexander Goncharov probabilmente non è mai esistito.

    • David:

      Beh, se scrivi “alexander goncharov vaccines” ti renderai conto che il geofisico dell’istituto Carnegie è un caso di omonimia, e che ci sono un sacco di articoli a riguardo, anche in inglese. Se poi hai altri motivi per smentire questa notizia, ben vengano.

  • dancastello:

    Accidenti…

  • Luca:

    David, “alexander goncharov compare in decine e decine di articoli di presunta sparizione, molte delle quali accennao a vaccini. Il primo articolo come scritto risale al 2010, quindi quanto riportato in questo articolo è tendenzioso.

  • Luca:

    Cara Chiara, il dotto Gava dice altro.

    cito testualmente:
    Dovrebbe essere quindi doveroso per ogni medico porsi il quesito se l’approccio vaccinale attuale di un Paese industrializzato sia corretto o se non sia ora più saggio pensare di potenziare l’immunità aspecifica, invece di quella specifica, impostando eventualmente una scheda vaccinale strettamente individualizzata

    Gava non dice che i vaccini sono inutili, sostiene che i vaccini andrebbero somministrati non per dato generico ma sulle specifiche esigenze dei pazienti visto che clinicamente parlando non siamo tutti uguali.

  • antonio:

    Se il cuoco non vuol neanche assaggiare ciò che lui stesso ha preparato, i commensali si…insospettiscono quantomeno. Per analogia se il medico che prescrive a noi il vaccino non vuole vaccinarsi (SOLO IL 15% DEI MEDICI SI VACCINA!!) beh……significa che gatta ci cova! Basta questa considerazione per eliminare tutte le altre chiacchiere che si fanno al riguardo. Non devono ingannarci le ipocrite affermazioni di tutti i nostri medici che nel prescriverci il vaccinio, affermano di averlo anche loro.

  • marco:

    In basilicata lo hanno proposto già nel 2007 è stata la prima regione italiana; allora insegnavo a scuola, e ovviamente vennero a pubblicizzare il vaccino a scuola; servì a poco il mio intervento in cui sconsigliavo decisamente di iniettarsi quella porcheria: la quasi totalità delle racazze fece il vaccino; volarono parecchie scintille anche tra il sottoscritto e i medici incaricati dalle usl che vennero a parlare a scuola.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia