Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Il ritorno allo standard aureo è imminente

Lo standard aureo ci farà precipitare in una massiccia deflazione. Il caos provocato aiuterà Loro, ad inaugurare il tanto bramato Nuovo Ordine Mondiale ed una Nuova Moneta Globale.

Quello che era scritto nelle carte da decenni sta per essere pienamente realizzato: il ritorno allo standard aureo. L’oro come moneta è un’arma. Si tratta di un trasferimento di ricchezza a coloro che possiedono oro, i quali non fanno parte sicuramente del 99%, che ci farà precipitare in una massiccia deflazione. Il caos aiuterà gli Illuminati ad inaugurare il tanto ambito Nuovo ordine Mondiale assieme ad una Nuova valuta Mondiale.

Di recente molti fatti riguardanti l’oro sono comparsi nelle pagine di cronaca. Solo nell’ultima settimana sono successi questi fatti: L’India pagherà in oro le importazioni di petrolio provenienti dall’Iran. In un altro sviluppo, Cina, Giappone, Russia, Francia e alcuni Stati Arabi effettueranno tra loro pagamenti tramite un ventaglio di valute, oro compreso.

Ancora, un altro fatto riguarda il presidente della Banca Mondiale Robert Zoellick, che ha promosso lo standard aureo per anni: afferma che il crollo del dollaro riflette ‘un mutato equilibrio di potere’ mondiale. Anche Newt Gingrich ha sfruttato il “tormentone” oro.

 

Queste vicende vengono dipinte come una protesta/resistenza contro l’egemonia del dollaro, ma naturalmente questa, è solo una parte della storia. Si tratta infatti dell’ennesima dialettica, gli Stati Uniti contro il resto del mondo.

Se queste nazioni avessero agito in maniera indipendente, avrebbero utilizzato il baratto, basandosi sulla contabilità dei conti correnti, eliminandosi praticamente a vicenda tutto il debito. Questo avrebbe risparmiato loro ingenti quantità di valuta e i costi di capitale associati. Sarebbe necessaria la moneta solo per i saldi negativi.

Naturalmente, quando queste direttive cominceranno a funzionare attivamente ciò avrà un effetto devastante sul dollaro, in quanto vorrebbe dire che migliaia di miliardi di dollari verrebbero rimpatriati dall’estero in quanto non più utilizzati per finanziare il commercio internazionale.

Questo aiuta il Potere Monetario ad indebolire ulteriormente gli Stati Uniti, passo indispensabile per dare il via ad un Governo Mondiale.

Ma il declino del dollaro è solo una parte della storia. Il dollaro è solo l’attuale veicolo che il Potere Monetario utilizza per governare la finanza internazionale. Questo potere non si preoccupa del veicolo, fintanto che esso avrà un degno successore, l’oro.

Anche negli stessi Stati Uniti la propaganda verso lo standard aureo si fa sentire.

Viene in mente l’assalto dell’economia Austriaca ai media alternativi. Economia Austriaca che è anche il cavallo di battaglia di Ron Paul. Quest’ultimo chiede apertamente l’oro come valuta. A questo proposito, risulta essere chiaramente il perfetto candidato internazionalista. Questo contrasta nettamente con il suo patriottico ‘costituzionalismo’.

Quando è necessario scegliere tra costituzione e politica monetaria è chiaro quali siano le sue priorità. Ron Paul mente sul ‘denaro costituzionale’, quando dice che la Costituzione afferma che gli Stati Uniti dovrebbero avere l’oro come valuta. Non è vero, l’oro è solo una delle opzioni disponibili.

Questo ‘piccolo dettaglio’ è davvero molto significativo. E’ tipico degli agenti di cambio del Potere Monetario. Si nascondono dietro un motivetto simpatico e credibile, sabotando o addirittura sostenendo attivamente l’attuazione di un ordine del giorno peggiore del precedente.

Tutto ciò ci ricorda anche come opera il Potere Monetario a livello internazionale. Non dobbiamo permettere che le nostre priorità nazionali oscurino il contesto internazionale.

AUSTERITA’ E DEFLAZIONE

Lo standard aureo sarebbe un disastro. Ci condurrà ad una deflazione straziante. La deflazione è un incubo per i debitori, che vedono i loro debiti e l’interesse che ci pagano sopra aumentare sensibilmente.

Winston Churchill, che fu coinvolto nella reintegrazione dello standard aureo in Gran Bretagna, negli anni venti, testimoniò alla Camera dei Comuni nel 1935, quando la deflazione della Grande Depressione aveva reso l’oro insostenibile:

“Guardate il volume enormemente maggiore di merci che devono essere create al fine di saldare il debito, mutuo o prestito stesso. Fluttuazioni minori potrebbero essere ignorate, ma dico, seriamente, che questa convulsione monetaria ha ormai raggiunto un picco, che i produttori di nuova ricchezza non tollereranno a lungo…. “

La deflazione distrugge l’economia, perché la gente ha un incentivo per accumulare denaro, invece di usarlo per produrre e consumare.

La “Fratellanza Bancaria” è ben consapevole della disastrosa deflazione che accompagna l’oro. Per esempio, i Protocolli nel loro programma finanziario dicono (protocollo 20): ‘Siete consapevoli che lo standard aureo fu la rovina degli Stati che lo adottarono, perché non è stato in grado di soddisfare le richieste di denaro, tanto più che abbiamo rimosso per quanto possibile l’oro dalla circolazione. ‘

Questa citazione conferma inoltre che sono in grado, disposti e consapevoli di poter trattenere grandi quantità di oro dal mercato. Quindi l’idea che l’oro è una scommessa sicura perchè ”non può essere stampato”‘non sta in piedi: il suo volume può essere manipolato, perché la maggior parte è nelle mani del Potere Monetario, che possono gonfiarlo e sgonfiarlo a loro piacimento.

La devastazione sociale ed economica che crearono attraverso la Grande Depressione ha portato alla nascita del fascismo. È molto probabile che l’arma dell’oro venga utilizzata per scopi simili anche stavolta.

Naturalmente, dobbiamo anche considerare il trasferimento di ricchezza dovuto al ripristino dell’oro come valuta: il prezzo dovrebbe salire di 10 o 20 volte forse per riuscire a sostituire tutta la moneta a corso forzoso del mondo. Il 99% non avendo molto oro, come al solito è nei guai.

CONCLUSIONE

Lungi dall’essere una ‘soluzione’, lo standard aureo in arrivo è il logico passo successivo del Potere Monetario nel piano per scatenare il caos da cui si estrapolerà il Nuovo Ordine. Avremo una depressione lunga e dolorosa.

Anche se non è certo che l’oro sostituirà completamente la carta, è ovvio che subiremo una forte contrazione economica.

L’austerità e la deflazione che gli agenti del Potere Monetario nell’ FMI, nella Bank of International Settlements e nelle banche (centrali) stanno promuovendo, porranno le basi per grandi sconvolgimenti e per il solito meccanismo di problema-reazione-soluzione, dialetticamente guidato verso un Governo Mondiale.

C’è bisogno di un governo che rivendichi il proprio monopolio concesso ad un cartello privato della Banca Centrale. L’obiettivo finale però non è la ”Fine della Fed’. L’obiettivo è DENARO MIGLIORE.

Il governo deve stampare moneta senza debito, preferibilmente Credito Sociale. Dal momento che questo non accadrà in tempi brevi, dobbiamo costruire valute libere, in grado di competere attivamente con le monete nazionali.

Dovremmo tirar fuori i nostri soldi dalle banche. Perché dovremmo proteggere un business che ci sta schiavizzando con il credito, schiaffandoci interessi e creando intenzionalmente crisi economiche?
-

Anthony Migchels è una attivista per una valuta senza interessi e fondatore della Gelre, la prima valuta regionale dei Paesi Bassi. Potete leggere tutti i suoi articoli sul suo blog Real Currencies

http://neovitruvian.wordpress.com/2012/01/28/il-ritorno-allo-standard-aureo-e-imminente/

.

14 Commenti a “L’ORO e/è LORO…”

  • Georg:

    Metodo Schacht. Senza se e senza ma.

    Subito.

    • eric:

      eh..Hjalmar Schacht; non si può nemmeno nominare.Inoltre il suo libro “magic of the money”è quasi introvabile.Chissà perchè?!

  • archimede:

    Era chiara questa manovra, hanno finanziato milioni di agenzie che comprano oro a tutti i costi pagandolo pure al di sopra del suo valore nominale, ovunque si vada ..in qualsiasi stato o nazione non si trova un grammo di oro disponibile, lo hanno trasportato tutto a Gerusalemme nella sede di Satana che fungerà anche da sede per il governo Mondiale e Tribunale Unico dove chiunque parlerà male di Sionismo, sarà condannato a morte ..natural mente dopo avergli tirato fuori i denti di Oro , …se li ha, se non li ha gli faranno sputare fuori pure l’anima.

  • Bettola:

    Potranno prenderci la casa, il lavoro (ben venga) e pure l’oro ma non potranno portarci via la libertà di mandarli a fare in culo semplicemente sedendoci per terra, pensando al nulla.
    Namastè

  • luca:

    Anche Mussolini ridicolizzo il paradigma oro,con il baratto ecc.. idem per Hitler.Come è andata a finire poi lo sappiamo tutti,eccetto quelli che si riunisco per il 1 maggio,benigli e compagnia bella.

  • Cristiano70:

    Lo scenario delineato dall’articolo è eloquente ma, possiamo anche cominciare a vedere le cose con un altro “paio di occhiali” :
    Vero che il “Gold Standard” riporterebbe l’umanità al medioevo di cui il 99% ne pagherebbe nel breve e medio periodo le agghiaccianti conseguenze ma, questi sarebbero costretti a tornare immediatamente al consumo personale spezzando inesorabilmente il pilastro del capitalismo moderno che è appunto il “consumo di massa” ;
    Nel consumo familiare, l’unica cosa ad avere valore assoluto è la TERRA. L’umanità lentamente tornerebbe a lavorarla anche se dobbiamo prevedere che ci saranno guerre efferate per una nuova, equa distribuzione che svantaggerà moltissimo i latifondisti moderni e quindi le Multinazionali ;
    Tirando le somme quindi, l’oro tornerebbe solo ad avere un ruolo connesso al potere assoluto degli Dei e potrebbe non essere più l’unico Dio a cui bisogna donarsi per tutto il tempo della nostra vita.

  • Jacopo:

    Ben venga il ritorno al Gold Standard: niente più indebitamento per fare guerre o per “salvare” le banche a spese del popolo.

  • giorgio:

    Sarà anche imminente ma non certo perchè lo vuole l’elite. L’oro è un bene reale che manterrebbe stabile il valore della moneta e non ci si potrebbe speculare come fanno oggi i banchieri e gli uomini di Wall Street e Londra, nè sarebbe possibile per un governo stamparsi la moneta necessaria per finanziarsi la guerra. Tanto è vero il gold standard fu abbandonato durante la prima guerra mondiale perchè i paesi in guerra avevano disperato bisogno di moneta sonante. Dopo un breve periodo in cui venne ripristinato e poi tolto nuovamente, tornò in modo definitivo nel 1947 con gli accordi di Bretton Woods, nei quali però si stabilì che la nuova riserva mondiale doveva essere il dollaro ma gli Stati Uniti si impegnavano a scambiare i dollari con l’oro ai paesi che ne facevano richiesta. Poi dal 1973 la moneta è stata sganciata dall’oro e la riserva delle banche centrali è diventato il dollaro.

    Ora, una banca centrale nazionalizzata che dispone di una copertura aurea al 100% sarà sempre in grado di cambiare le banconote di carta con l’oro. Non è che se non possiedo oro sono fregato, semplicemente se ho 100 euro in tasca posso andare in banca in qualsiasi momento a chiederne il corrispettivo in oro.

    Ron Paul vuole tornare al gold standard perchè vuole una moneta sana e non inflazionabile. L’obiettivo dei promotori del nuovo ordine mondiale non è il gold standard ma una moneta completamente slegata da qualsiasi bene reale, una moneta elettronica, numeri su conti che possano essere bloccati in qualsiasi momento.
    Ron Paul ha idee completamente diverse dagli uomini dell’elite e lo ha sempre sostenuto:

    http://www.youtube.com/watch?v=A6vOyFlYSh0

    Ron Paul vuole porre sotto stretta sorveglianza la Federal Reserve cosa che oggi non è consentita, fà quello che vuole e si rifiuta di dare risposte http://www.youtube.com/watch?v=dX2qvbznGKM; vuole porre fine agli interventi militari in paesi stranieri e ai finanziamenti di israele; vuole restituire i diritti dei cittadini abolendo il Patriot Act.

    Magari sono solo belle parole da politicante e alla fine una volta eletto non farà nulla di quello che sostiene, ma le sue non mi sembrano affatto proposte populiste come quello di Obama, ma un programma serio e preciso. I media stanno facendo di tutto per non dargli visibilità proprio perchè il suo è un programma che all’elite non piace.

    http://www.youtube.com/watch?v=3k8Imw91fQQ

    http://www.youtube.com/watch?v=geQnTX6y07Y

    http://www.youtube.com/watch?v=Os85fo3kk0Q

    • Vasco:

      Che ci fa Ron Paul nel partito repubblicano GOP ? Sembra un teatrino per prenderci in giro. Già nel 2008 questo settantaseienne partecipò alle primarie venendo ‘sonoramente’ ignorato e truffato da tutti senza voler o poter denunciare i brogli.

  • MisterD:

    Perdo due secondi della mia esistenza per consigliare a chi ha scritto l’articolo di prendere in mano due e dico due libri di storia ed economia e di non scrivere per luoghi comuni letti su internet.
    non mi stupisce affatto che i padroni del vapore prendano per i fondelli le masse visto il grado di conoscenza della materia monetaria, trattando l’argomento con superficialità convinti di sapere tutto ciò che c’è da sapere. Ovviamente i commentatori tirano in ballo poi gli ebrei..dov’è che l’ho già letta sta storia? forse nel mein kampf, sarà un piccolo deja vù storico. Al commentatore vorrei far notare come l’oro dei compro oro italiano (e europei in genere) finisca nelle cristianissime banche elvetiche.
    in un movimento a senso inverso il borghese ritornerà a essere terzo stato e quindi contadino ma non di certo per colpa dell’oro ma a causa della propria stupidità.

  • Giacomo Faina:

    L’oro… se fosse, sarà di proprietà del portatore??? …bella domanda vero…

  • peppino:

    A mio modesto parere il ritorno all’oro decreterà la morte del dollaro americano.

  • tonin:

    Cari, carisissimi tutti,
    Vi prego di leggermi e sopportarmi fino alla fine, potrei esservi utile.

    L oro è una fiche non riproducibile liberamente ed è sempre stato l’unico VERO nemico dei cambiavalute non si può inflazionare a volontà (vedasi il saggio gold and economic freedom scrittto -tra tutti da chi se non- da Alan Greenspan negli anni 60, prima di rinnegare).

    L’oro è sempre stato LIBERAMENTE scelto ed accettato dagli umani come moneta NON imposto forzosamente dai complici dei cambiavalute (vedasi il pensiero e le opere di Ferdinand Lips particolarmente Gold Wars).

    ” Se queste nazioni avessero agito in maniera indipendente, avrebbero utilizzato il baratto, basandosi sulla contabilità dei conti correnti, eliminandosi praticamente a vicenda tutto il debito”
    -è lo stesso tipo di integrazione verticale in atto nell’industria del petrolio. Occhè gli oleari sò cosi gonzi da rempinzà le banche goi loro sordi?Vedasi Real Bill Doctrine del vecchio Adam.
    Ma sopratutto gli scritti di Antal Fekete.

    ” Viene in mente l’assalto dell’economia Austriaca ai media alternativi. Economia Austriaca che è anche il cavallo di battaglia di Ron Paul. Quest’ultimo chiede apertamente l’oro come valuta. A questo proposito, risulta essere chiaramente il perfetto candidato internazionalista. Questo contrasta nettamente con il suo patriottico ‘costituzionalismo’
    -L’assunto che Ron Paul (ultima speranza) sia in contrasto nel suo (sacrosanto e sostanziale) costituzionalismo è FALSO! Infatti nella costituzione USA art I sez. 10. Vi è richiamato l’obbligo per ogni stato USA di emettere e consentire come moneta legale solo oro e argento (cito a memoria), tantè che questi allegri compari si inventarono il “DISTRICT” of Columbia in cui mettere la sede della FED, cartello incostituzionale di banche private, che non è uno stato eh no eh no, è un distretto, si si, e quindi può emettere carta straccia a zilioni (sulla arcicriminale FED, e la genesi dei 2 conflitti mondiali vedasi Edward Griffin “The Creature From Jeckill Island”).

    ” Anche negli stessi Stati Uniti la propaganda verso lo standard aureo si fa sentire.”
    - Mi piacerebbe sapere quando e da chi, seguo abbastanza ma semmai si sente in merito solo un assordante silenzio. Nella stampa finanziaria si parla di bull MARKET X QUALCHE SPORADICO RIALZO DI S&P (seguito da ridimensionamenti ben maggiori), ma si ignora DELIBERATAMENTE il vero bull market del secolo. GOLD! 2001: 259 USD, 2012 :1739 USD ed in + no rischio controparte.

    ” Lo standard aureo sarebbe un disastro. Ci condurrà ad una deflazione straziante. La deflazione è un incubo per i debitori, che vedono i loro debiti e l’interesse che ci pagano sopra aumentare sensibilmente”
    -La “deflazione” è solo l aspetto finale del processo di emissione di moneta a debito.
    La sua conseguenza necessaria. L’approdo al gold standard è la conseguenza dell insostenibiltà del sistema monetario, il quale è pensato e costruito per collassare nel frattempo spoliando le fazioni meno accorte. E’ uno strumento per la costruzione di imperi (Bernard Lietaer, the future of money).

    ” Winston Churchill, che fu coinvolto nella reintegrazione dello standard aureo in Gran Bretagna, negli anni venti, testimoniò alla Camera dei Comuni nel 1935, quando la deflazione della Grande Depressione aveva reso l’oro insostenibile”
    - Ancora la deflazione fu solo una conseguenza della supponenza dogmatico-pscicotica dei Britanni di poter ignorare le conseguenze della monetizzazione trisecolare di una economia non più sufficientemente espansiva.
    Inoltre non venne ripristinato lo strumento, ancor più essenziale del gold standard che era la RBD.

    ” È molto probabile che l’arma dell’oro venga utilizzata per scopi simili anche stavolta.”
    - Le armi sono sempre in mano (e sono utili) a chi ha il cuore ed il senno per difendersi.

    ” Questa citazione conferma inoltre che sono in grado, disposti e consapevoli di poter trattenere grandi quantità di oro dal mercato. Quindi l’idea che l’oro è una scommessa sicura perchè ”non può essere stampato”‘non sta in piedi: il suo volume può essere manipolato, perché la maggior parte è nelle mani del Potere Monetario, che possono gonfiarlo e sgonfiarlo a loro piacimento.”
    - Mi spiegasse come .

    ” La devastazione sociale ed economica che crearono attraverso la Grande Depressione ha portato alla nascita del fascismo. È molto probabile che l’arma dell’oro venga utilizzata per scopi simili anche stavolta.”
    - dunque inizio “era” fassista 28-10-22, inizio grande depressione 1929 non mi torna la conseguenza degli eventi.
    - Non dimentichiamo che i fasisti “cortesemente ” invitarono gli italiani a cedere le fedi nunziali, oro per la patria, perhè l’oro era il solo credito che avevano all’estero. I loro pagherò li riservarono al mercato nazionale.

    ” Naturalmente, dobbiamo anche considerare il trasferimento di ricchezza dovuto al ripristino dell’oro come valuta: il prezzo dovrebbe salire di 10 o 20 volte forse per riuscire a sostituire tutta la moneta a corso forzoso del mondo. Il 99% non avendo molto oro, come al solito è nei guai.”
    - non necessariamente. Preferirei essere pagato in oro anzichè in promesse di pagamento di iun gruppo di schiavi (ECB) le quali valgono meno del loro futuro.
    Inoltre con l’istituzione di un sistema di Bills Exchanges e la loro circolazione anche “orizzontale” il problema della quantità d’oro in circolazione sarebbe superato.
    (vedasi Rudy Frisch “Beyond Mises”)

    “Dovremmo tirar fuori i nostri soldi dalle banche. Perché dovremmo proteggere un business che ci sta schiavizzando con il credito, schiaffandoci interessi e creando intenzionalmente crisi economiche?
    -Non credo valga la pena di spendere altro , del mio e Tuo tempo, Ma coi soldi cos farci? aspettare che l ‘inflazione finisca di azzerarli?
    Diversificare è il meno che si possa fare. Gold è un asset su cui contare. Specie oggi.
    Comprate oro, comprate argento, abbiate Fede.
    PIAVE!!!!!!!

  • sebastian:

    lo sapevo che eravate pagati per distrarre dal gold standard

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia