Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

C’era una volta internet indipendente. INTERNET con ACTA viene UCCISO DA CONCETTI VECCHI e da aziende che propongono leggi preistoriche che non tengono presente la necessità dei social network e senza che la popolazione ne sappia niente.

ACTA, siamo al bivio! I cittadini europei devono reclamare in occasione del possibile colpo di mano ACTA un processo democratico, contro le influenze delle multinazionali. Ci saranno diverse votazioni al Parlamento Europeo prima del voto finale di quest’estate.

ACTA avrà un impatto negativo sulla libertà di espressione, l’accesso alle medicine ma anche alla cultura e alla conoscenza.

Si dimette Kader Arif, incaricato per laFrancia su ACTA, motivando la sua decisione per “aver assistito a manovre mai viste sinora“. Inoltre  non gradisce l’intero processo: «non c’è stata una consultazione con la società civile e scarsa è la trasparenza sul tema sin dall’inizio dei negoziati. Le indicazioni preliminari date dal Parlamento sono state trascurate», ha detto al broadcaster inglese BBC. La decisione di Arif arriva immediatamente dopo le vivaci proteste su Acta che hanno avuto luogo in Polonia, concretizzatesi in manifestazioni inneggianti alla libertà di Internet.

USIAMO anche I SOCIAL NETWORK PER VOTARE E FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE.

9 Commenti a “ACTA, legge europea a luglio imbavaglierà internet?”

  • archimede:

    La legge per imbavagliare Internet è stata una iniziativa di tutte le testate giornalistiche e televisive, è anche chiaro che chi sperava all’Onnipotente Obama deve ricredersi e chiedere la sua testa come trofeo, nella nostra italianuzza derubata di tutto i Media fanno la parte del Leone che come tanti bambini applaudono dopo che la maestra gli ha portato i cioccolatini al Prozac, se non avete ancor fatto caso che i giornali Italioti hanno cominciato a negare l’accesso alle loro pagine in Internet a “certi” IP di persone a loro non gradite , “stamattina è successo ” poi riaprono per non dare sospetti, 2 settimane fà lo hanno fatto le Autorità italiane con dei Siti provenienti dall’estero,(stanno facendo le prove sul divano e lasciano scappare la mano).
    Sarebbe opportuno chiedere A FAVA chi lo ha pagato per prendere l’iniziativa, sarebbe ora che queste persone autocertificatosi tutori di Democrazia vengano isolati dalla società, messi a disparte, non considerati, negare loro pure un saluto, un caffè nei Bar, divieto assoluto di entrare in qualche luogo pubblico ..tranne che nei loro cessi dove si trovano a loro agio…, che vadano a farsi la spesa in Svizzera o in Francia, insomma..boicottarli come loro stanno facendo con l’Iran al fine di far crepare noi cittadini sia dal freddo e dalla fame, chi ha fatto in modo che questo immondo Becchino della Democrazia si trovi adesso dove si trova a fare lo spocchioso, faccia adesso in modo che vada chiedere l’elemosina in Sudan, .. La Lega ti lega le mani e ti chiude la bocca , non è stato forse il Maroni dei miei maroni a far introdurre in italia tutte queste leggi Antiterrorismo? che sono servite esclusivamente a far riempire le tasche di Aziende USA /Israeliane e di ristringere la libertà individuale di ogni cittadino italiano? ATTENZIONE: la Lega è la parte dei Bilderberg che è stata chiamata a dividere il popolo italiano, le liti tra di loro servono a sviare i veri motivi per la quale stanno lavorando sodo.

  • Lorenzo Acerra:

    Occhio alla raccolta firme per i politici al Parlamento Europeo.. speriamo bene (altrimenti non posso parlare piu’ male dei vaccini io!).
    http://www.agoradigitale.org/acta1

  • Cristiano70:

    Ma mettiamocelo pure noi un ditino :
    DISUBBIDIRE.
    Mica ci possono tutti arrestare o ammazzare ?
    Solo così possiamo mandarli a quel paese !
    Possibile che prendiamo come oro colato tutte le schifezze che ci impongono ?

  • AntiRettiliano2012:

    Apprendo adesso che si è dimesso il relatore incaricato del rapporto sull accordo Acta
    poichè ha rilevato diverse irregolarità…che strano!!!!!!!!!
    http://www.b2b24.ilsole24ore.com/articoli/0,1254,24_ART_145793,00.html

  • Lorenzo Acerra:

    Io credo che di questa cosa si continuera’ a parlare per decenni, i nostri nipotini non avranno modo di interagire con internet come ‘capitava’ a noi. Forse nemmeno a livelli che George Orwell descrive in 1984, ma molto piu’ a favore delle idee dei sistemi senz’altro. La presentazione di ACTA al parlamento europeo e’ sicuramente un momento critico.

    PER FARCI UN’IDEA, RILEGGO VOLENTIERI UN ARTICOLO DEL 2008:
    http://intermatrix.blogspot.com/2007/08/il-controllo-totalitario-di-internet.html

    I provider internet, le società che vi operano, i commercianti e i Governi di tutto il mondo si debbono impegnare molto di più per proteggere la gente dai pericoli della “selvaggia realtà virtuale senza legge” che si trova nel cyberspazio. Lo sostiene un “influente gruppo” di “illuminati” deputati britannici.
    In questo rapporto [molto critico – ndr] questi sostengono che il governo inglese e l’industria hanno “lasciato fare” e data “troppa libertà su internet”. Secondo la Commissione Scienza e Tecnologia della Camera dei Lord con le truffe via computer sempre più diffuse e sofisticate gli utenti hanno poche speranze di difendersi da soli.
    “Non ci si può più affidare “solo sugli individui” per la responsabiità della loro sicurezza” afferma Lord Broers, presidente della commissione.

  • archimede:

    ..i soliti Anglosassoni , a loro non li controlla nessuno a casa dato che per avere i bambini per soddisfare le perverse voglie di pedofilia non hanno bisogno di internet, glieli portano direttamente quelli del Mi5 /MI6, -

  • Giuseppe:

    I sottotitoli della prima parte sono il alcuni frangenti disastrosamente inaccurati (parti mancanti, traduzione non letterale ma “a senso” etc.)
    Sarebbe il caso che qualcuno avvertisse l’autore affinchè li correga per una divulgazione più corretta ed efficace.
    Grazie

  • angelo:

    Un ispirato racconto di fantascienza trovato su:
    http://www.yoprogramo.com/2012/01/20/operacion-megaupload-o-como-se-acaba-con-internet/

    “Anno 2032:
    Stavo preparando un reportage del anniversario della operazione megaupload o come si terminò con Internet del ventesimo secolo e si è trasferito al commernet attuale e mi si era chiusa la sessione senza rendermene conto. Ho controllato il mio orologio, le 2 del mattino … non dovrei esse ancora alzato.

    Digitai il nome utente e la password che il produttore mi aveva dato e introduco di nuovo ll dito nel identificatore del ADN. La verità, mi si cancelleranno le impronte digitali se l’aggeggio continuerà a raschiare per analizzare la pelle. Almeno questo modello è molto meno fastidioso rispetto a quelli dello scorso anno, alcuni addirittura ti pungevano per prelevare il sangue .. “cose della sicurezza” ci dicevano, cosi si evita che la gente possa condividere racconti personali e risparmiano di pagare per i servizi di commernet. ¡Sempre i pirati ovunque!

    - Nel 2012 Internet era una rete che collega più di 1900 milioni di persone con una spesa minima, non male per una popolazione di 6,7 miliardi … umm. I contenuti pubblicati su Internet solo erano controllati da alcuni paesi con regimi totalitari, il resto scorreva senza restrizioni .. incredibile.
    - Quello stesso anno U. S. A.(la prima potenza militare del tempo) decise di emanare una legge chiamata SOPA per evitare di danneggiare gli interessi degli Stati Uniti nel campo della proprietà intellettuale,il tutto istigato da studi cinematografici e case discografiche del tempo, che avevano dedicato enormi risorse per fare pressione ai legislatori. Come è possibile? qualcosa mi sfugge, continueremo a cercare ….

    - Il 18 gennaio 2012 si produce una protesta in internet contro SOPA, il primo dei due black-out che lasciano senza servizi internet a migliaia di milioni di utenti cercando di bloccare la legge …
    - Dal quel momento le società Internet iniziano ad essere attaccate dalle forze statunitensi, sia arrestando i suoi responsabili o fermando il servizio dopo la notifica da parte dei detentori del copyright (le grandi discografiche o grandi studi cinematografici). Cadono uno dopo l’altro tutte le aziende di condivisione di file e SOPA finisce approvandosi e con essa una sezione di censura per attaccare la pirateria globale e i pirati. Ci sono molte date qui, riassumiamo … non ho tempo …
    - Gli utenti cominciano una protesta di massa utilizzano Internet come campo di battaglia… Gli Stati Uniti decidono di chiudere temporaneamente Twitter e Facebook per prevenire il coordinamento dei vari movimenti, però i programmatori di tutto il mondo creano un sistema distribuito di comunicazione che sostituisce twitter e facebook e che non richiede alcun server centrale (freemecom). Veloce! il server mi dice che la connessione sta per chiudere, si avanzerà un po ‘…

    - Il 2013 gli Stati Uniti decidono di chiudere Internet per tutte le persone che non sono legalmente identificate. E ‘la nascita di commernet, inizialmente per permettere transazioni commerciali sicure, ma con il filtraggio di messaggio e il monitoraggio delle comunicazioni come secondo obbiettivo.

    Ho appena ricevuto una e-mail, viene dal indirizzo antiterrorismo Earthlink, ho due ore per spiegare il mio accesso alle informazioni “sovversive” su Internet e fornire le mie credenziali di autorizzazione come giornalista … Bene, di nuovo con il dito nell’aggeggio non, voglio destare sospetti, già ho trascorso un mese in galera per copiare l’ultimo libro di Harry Potter e non cancellarlo in tempo dal dispositivo … Senza contare che non mi sono piaciute le avventure del vecchio mago… ”

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE