Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Le varie tribù si stanno schierando per l’attacco finale di Armagheddon. La loro fisionomia si sta lentamente delineando. Gli arcadi dall’Arcadia e i beoti dalla Beozia, tutti mandano i loro baldi giovani per combattere il nemico, per fermare l’avanzata del poderoso esercito persiano. Leonida li conduce.

Ve n’è uno, fra i vari gruppi, che desta non poco interesse: sono i cattocomunisti. Hanno un sacco di nemici e quindi, si direbbe, anche molto onore. Sono odiatissimi. Un loro guru si è recentemente espresso attraverso l’odiatissima televisione e, detto per inciso, l’odio sembra essere l’atmosfera dominante, satura di veleni, in questi ultimi giorni prima dell’apocalisse.

E’ riuscito a parlare in tivù grazie a meriti del passato, di quando il mondo sembrava ancora vivibile e molti lo hanno accolto come si accoglie un vecchio saggio, salvo poi accorgersi che il rischio di sentire cose sgradevoli, non era solo un rischio, ma la concretizzazione delle intime paure di ciascuno. E a questo riguardo, sembra che la società vada in cerca di una palingenesi, di una catarsi sempre promessa e mai realizzata.

Questa nostra società decadente, ha bisogno di essere fustigata da predicatori folli. E’ forse una società sadomaso? Comunque sia, prima di parlare di attacco alla Chiesa, che se viene condotto dai sionisti tramite la denuncia dei preti pedofili è accettabile, ma se lo fa uno dei nostri cessa improvvisamente di esserlo, bisogna vedere se le accuse sollevate dal guru non più molleggiato per motivi di senescenza, sono fondate.

Sono davvero giornali spazzatura Famiglia Cristiana e l’Avvenire? Se li leggessi forse potrei provare a rispondere. Posso solo dire che secondo me rappresentano l’altoparlante popolare della Chiesa cattolica romana e devono essere confezionati molto bene se hanno un vasto successo di pubblico. Milioni di lettori li apprezzano e non hanno niente di cui lamentarsi, ma questo non vuol dire niente perché anche le pecore del gregge non si lamentano finché il pastore non le agguanta per sgozzarle. Quanto è concreta la critica di Celentano? Davvero si parla così poco di questioni spirituali e così tanto di politica ed economia in quei due giornali?

Se è come dice l’ex molleggiato, nei cattocomunisti, di cui probabilmente, in maniera occulta e subliminale, è leader, c’è l’esigenza di un ritorno alle origini, alla purezza delle catacombe, magari alle persecuzioni diocleziane. Allora sì che la fede verrebbe attizzata come un fuoco languente stuzzicato dal ferro. Faville di fede sprizzerebbero dalle sopite ceneri della routine e delle sciatte abitudini domenicali.

E invece sembra che anche solo una critica televisiva sia qualcosa di politicamente scorretto, dando così conferma del fatto che il gregge più numeroso dei cattolici è e vuole continuare ad essere politicamente in regola, senza correre il rischio di subire scossoni e ostacoli di vario genere. La norma codificata nel tempo, sedimentata nelle coscienze: questo viene prima d’ogni altra cosa, anche del messaggio di Cristo.

Da agnostico, vedo il putiferio sollevato dalla predica del re degl’ignoranti come una specie di guerra intestina. Una faida tra cattolici. Un attacco da parte di un ateo comunista avrebbe fatto meno scalpore. Nessuno ci avrebbe badato. Sarebbe stato in linea con la Norma e gli schemi mentali prefissati. Invece, non so se premeditatamente, i gestori del palinsesto televisivo, hanno voluto stimolare l’uditorio, a scopo di audience ovviamente.

Si contesta a Celentano esattamente ciò che la Chiesa fa da secoli: l’interferenza nella vita dei cittadini. Solo che se lo fa la Chiesa, attraverso la C.E.I., è tutto a posto, ma se lo fa uno scalzacani qualsiasi, benché famoso e adorabilmente eccentrico, allora si grida allo scandalo. Non sarà mica la sindrome del profeta nel deserto? Quando i sacerdoti si presentano a legioni, paludati come si deve, e predicano a gran voce idee rassicuranti, la platea si bea estasiata e commossa, ma quando un eremita balbettante richiama all’ordine le gerarchie sonnolente e pasciute, si attira il biasimo delle folle, di coloro che dormivano un sonno profondo e dei loro ipnotizzatori di destra, di centro e di sinistra. Tutti solidali e accomunati dall’odio per i disturbatori. Lo abbiamo già visto con Savonarola & affini e Celentano può dirsi fortunato che i roghi non si allestiscano più, e nemmeno le gogne, se non quelle mediatiche. Tutto, oggi, dall’esaltazione alla condanna, dal trionfo alla caduta, passa attraverso la tivù.

L’Adriano nazionale sta ricevendo le critiche e sta sopportando gli attacchi dei benpensanti conservatori di destra e di quelli di centro, mentre i comunisti D.O.C. stanno in disparte a guardare con ostilità. L’esperimento sociale a cui assistiamo, sperando che non sia stato premeditato e voluto dai soliti registi oscuri, funge da chiarificazione e delinea contorni netti: le truppe si schierano per la battaglia finale.

Così, non ci stupiamo che l’alto clero venga a trovarsi fianco a fianco con l’alta finanza, come non ci stupiamo che il basso clero venga a trovarsi fianco a fianco di anarchici e complottisti, ammesso e non concesso che quest’ultima categoria abbia senso e ragione d’esistere. Da una parte i manovratori di coscienze, le ricche famiglie di banchieri, gli aguzzini sadici e corrotti; dall’altra le cassandre complottiste, gli emarginati borderline e gli attivisti dei vari movimenti alternativi. In mezzo la gran massa di frastornati burattini cronicamente indecisi e spaventati. Il gioco è riuscire a portare questi ultimi dalla propria parte ed è palese che i padroni occulti del mondo già sono in vantaggio.

Anzi, diciamola tutta: la lotta è disperata e gl’ipnotizzatori sono quasi sul punto di portare a casa il risultato, salvo imprevisti dell’ultima ora. Ecco perché si guarda con particolare interesse alla tribù dei cattocomunisti. Perché potrebbero essere l’ago della bilancia, come nelle coalizioni partitiche della Prima Repubblica. Potrebbero rivelare sorprese, come in un certo senso sono state sorprendenti le parole chiare e precise di Celentano. Già il fatto che si pongano criticamente nei confronti della struttura clericale cattolica è degno d’attenzione.

Il mio amico Mauro, per esempio, sceglie con attenzione il sacerdote di riferimento da frequentare, anche se a messa ci va un paio di volte l’anno, e mai andrebbe ad ascoltare l’omelia di un cappellano militare. Dal mio punto di vista, un cattocomunista come lui è uno che non ha il coraggio di abbandonare definitivamente la religione cattolica, ma se lo confronto con tutto il resto dei cosiddetti fedeli, lui è sicuramente preferibile. E’ meglio un critico dubbioso che un adepto fanatico.

Il fatto è che persone come lui, che preferiscono definirsi cristiane piuttosto che cattoliche, diventano funzionali alla Chiesa che dicono di voler criticare. Anche se accettano con molta riluttanza l’etichetta di cattolici, con la loro combattuta adesione alla Chiesa finiscono per rafforzarla e rendere ancora più saldo il suo potere. Se si riconosce che il Vaticano si getta nelle mischie mondane e trascura gl’interessi spirituali dei devoti, si dovrebbe lasciare del tutto quella perfida organizzazione, piuttosto che continuare a rimanervi abbarbicati come telline sullo scoglio.

Anche l’intervento eretico di Celentano porterà acqua al mulino della Chiesa, sopravvissuta nei secoli ad attacchi ben peggiori. E se il Vaticano è un membro importante degli Illuminati, ne deriva che l’intero progetto del Nuovo Ordine Mondiale risulta irrobustito.

Piuttosto che parlare di tribù schierate sul campo di battaglia, per la resa dei conti finale, si dovrebbe parlare di una scrematura tra chi avrà salva la pelle e chi sarà spazzato via. Si tratta di una messa in luce dei bersagli da colpire. Eurogendfor sta scaldando i muscoli e prendendo la mira. Abolito il denaro contante, tutti quelli che non avranno il conto in banca e si rifiuteranno di farsi installare il microchip, saranno carne da macello. Dead men walking. Anche se ora lo biasimano, a Celentano, dopo,  daranno un’onorificenza.

25 Commenti a “Essere cattocomunisti oggi”

  • Celentano ha perso un’occasione d’oro per denunciare i veri problemi del mondo. Forse a lui sfugge ?

  • peccato che la parte piú importante del discorso-denuncia di Celentano é passata quasi impercepita dalla maggior parte dei teleudienti, cioé: che alla Grecia la si obblighi a comprare armamenti per poter ricevere i sussidii dall’europa. Europa guerrafondaia!. Ë questa l’Europa che vogliamo??
    Bravo Celentano! spero che tu non sia la unica voce clamante in questo deserto e stai attento alla tua salute, non vorrei che facessi la fine di John Lennon.

  • cristiano67:

    Per quanto strano possa essere, Celentano è parte del sistema e svolge il ruolo che deve svolgere … a chi lotta veramente contro il sistema non viene concesso un tale spazio mediatico … si sapeva già che avrebbe creato uno spolverone.
    Purtroppo fino a che avremo bisogno di Stati e Chiese non ci incammineremo mai nel sentiero giusto.
    PS la stessa definizione di cattocomunista risulta essere una “trappola”: unire lo spiritualismo “finto” della chiesa cattolica al materialismo “senzacuore” del partito statalista comunista (i due lati della stessa medaglia:la schiavitù dell’umanità) non può che creare un’ipocrisia ancora maggiore di quella che giustamente si denuncia.
    W l’anarchia!!!

  • Presentando un’edizione di Canzonissima di molti anni fa, a pochi giorni dalla chiamata alle urne per un referendum contro caccia e nucleare, Celentano disse a qualche milione d’italiani che “la caccia e contro l’amore”, dimenticandosi l’accento sulla e.
    Disse anche che noi esseri umani siamo “figli della foca”, con grandi risate dei benpensanti che si fermavano all’interpretazione letterale della frase, senza cogliere il significato profondo. A quell’epoca era anche comprensibile, mentre oggi l’opinione pubblica è già più avvezza a sentire concetti inerenti la fratellanza tra uomini e bestie, forse perché negli ultimi trent’anni gli animalisti hanno rotto le scatole abbastanza su questo tema.
    Lo faccio anch’io spesso, qui, e non sempre vengo apprezzato.
    I cacciatori levarono grandi proteste perché Celentano si era permesso si schierarsi a favore del referendum, mentre i mass-media latitavano e Andreotti Giulio disse di non aver capito bene di cosa trattasse il referendum.
    Già, perché ci vuole molto a capire se ammazzare animali per divertimento sia giusto o sbagliato!
    A Celentano, a prescindere che sia funzionale al sistema o meno, nessuno può togliere il merito di essersi schierato a favore di un equo trattamento degli animali.

  • Fabrizio:

    Che strano se uno tace è colpevole di tacere, se uno parla e almeno ci prova è sempre colpevole, direi che non ci siamo. Celentano nella sua povertà espressiva almeno 2/3 concetti veri li ha enunciati: è vero che gli organi di stampa ufficiali della chiesa oramai non parlano più di Dio e di Suo figlio Gesù, ma che parlano sempre più di gestione del potere economico e politico, tradendo il mandato avuto da Gesù stesso, e questo Celentano lo ha detto in modo talmente chiaro da non lasciare dubbi, ecco perchè dal vaticano c’è tanto risentimento verso di lui che non ha fatto discorsi da interpretare o doppi significati. Poi sulla questione degli armamenti greci, laddove piovono sacrifici su sacrifici mentre alla grecia viene imposta la corsa agli armamenti sborsando miliardi di euro che invece farebbero comodo ai cittadini greci, e questo per dare lavoro alle fabbriche francesi e tedesche. E tutto questo davanti a 14 milioni di italiani, direi che tutto sommato non è male, per quanto poco una spallata al regime è riuscito a darla, e credo anche che chi non sia dello stesso avviso (e ci sono sempre, che non gli va mai bene niente) provassero ad andare davanti alle telecamere a dire la verità, sempre che ci arrivino davanti alle telecamere..

  • Tidivic:

    Andando oltre il contenuto dell’intervento di Celentano che in alcuni punti dava veramente l’impressione di non essere lucido vorrei dire altro. Ma vi immaginate se al posto di Celentano a parlare ci fosse stato non dico uno che ci scrive ma anche un qualsiasi lettore di siti di controinformazione? Insomma una persona con un occhio un tantino più aperto su certi temi. La potenza devastante dello spazio lui concesso è stata usata più che male anzi peggio. Se quello spazio in cui un televisore su due era sintonizzato fosse stato usato da una persona coraggiosa e veramente informata su temi che in 98% delle popolazione non conosce il giorno dopo avremmo avuto la rivoluzione per le strade. Tuttavia purtroppo queste cose non succedono mai ed è veramente deprimente

  • Mi devo scusare con Celentano, non avendo visto San Remo mi è sfuggito il fatto che aveva denunciato il fatto che i Greci sono obbligati ad acquistare armamenti in cambio di aiuti. Evidentemente ho anche la memoria corta, come potevo dimenticare che aveva detto in TV “Noi siamo figli delle Foche” che è una delle cose più belle che io abbia mai sentito da quella scatola fuorviante. Grazie Roberto per avercelo ricordato.

  • Conoscerete la verità e d essa vi renderà libera .In un altra occasione Yahushua rivolgendosi a DIO in preghiera disse : la tua parola è la verita.NOn chiungue mi chiama “signore, signore”, entrerà nel regno di DIO ma chi fa la volontà del padre mio”avverti il figlio di DIO” .Ma per fare la volontà di DIO ed essere liberi bisogna conoscere la verità,quindi la bibbia.L apostolo Paolo in tessalonicesi 5:21 scrive di accertarsi di ogni cosa ,cioè di cosa viene insegnato riguardo a DIO. Ma per accertarsi bisogna studiare( non solo leggere qualche versetto alla settimana) la verità cioé la parola di DIO. E quelli a cui si rivolgeva Celentano sono in grado di accertarsi di qualcosa? Ma percchè aspettano che un presunto sacerdote, come si fanno chiamare, dichiari l oro cosa devono fare e quali sono i progetti di DIO per L umanità? Poche persone si pigliano il pensiero di andare a scrutare le scritture per vedere cosa DIO vuole che noi facciamo senza aspettare che qualcuno ce lo dica .Poi magari chissà se que l pastore o prete ci dice il vero Forse Iddio non può per mezzo del suo spirito insegnarci? La verità è che nessuno ha tempo per fare questo noi viviamo in un tempo in cui gli uomini ,come era profetizzato sono amanti diei piaceri e non di DIO, e poi sono pochi quelli che credono nella esistenza di DIO.La verità ,ci dice di liberarci delle catene che sono i falsi insegnamenti delle religioni e di fare come fece il Fglio di DIO.Lui non aderi a nessuna asociazione ma insegnava semplicemente cio che dicevano le scritture .Celentano ha ragione ,i preti parlano poco di DIO e molto di tutto ciò che ce nel mondo. celentano si lamenta che i preti parlano poco del paradiso ,e qui ce da fare un chiarimento , il filio di DIO( YAHUSHUA) iniziò il suo messaggio nei vangeli insegnando e spiegando il principale progetto di Dio per tutta L umanità cioè il regno di Dio (governo di DIO) .Per capire meglio cosa è il governo di DIO bisogna studiare con attenzione le profezie del profeta Daniele dove ci sono scritte tutta la storia delle potenze mondiali fino alla fine e l inizio del regno di Dio. Oltre a queste profezie che riguardano la storia politica in tutta la bibbia ci sono delle profezie che ci danno come un quadro puzzle di come si vivrà e come sarà nel regno di DIO. E scritto che la terra sarà stabile cioè senza terremoti,le guerre cesseranno,ci sarà cibo in abondanza in tutta la terra ,L uomo non causerà rovina perchè ci sarà conoscenza di come funziona il sistema naturale di tutte le cose che ci circondano,le malattie saranno tutte curabili e la morte non sarà piu .Il malvagio non sarà piu .Ma L apostolo Paolo in primo Corinti 6:9e10 ci avverte che nessun fornicatore, ne idolatra, ne adulteri, ne uomini tenuti per scopi non naturali, ne uomini che giacciono con uomini, ne ladri ,ne avidi ne ubriaconi, ne oltraggiatori, ne rapaci erediteranno il regno di DIO. Questo è scritto nel libro della verità. VENGA IL TUO REGNO

  • non ho seguito il festival, sono anni, praticamente da quando sono diventato adulto che non lo seguo. Ho sentito parlare di certe polemiche suscitate dal suo monologo. Io dico solo una cosa: quando a una persona di quasi 85 anni come mio padre gli si ingiunge di aprirsi un conto corrente per ritirarsi la sua misera pensione penso che il sistema in cui viviamo sia proprio alla frutta e men che mai questa chiesa così attenta alle cose terrene piuttosto che a quelle spirituali. Il suo fragoroso silenzio sulla difesa dei più deboli a cui essa dice di dedicarsi la dice lunga anche sulle masse che ha contribuito ad educare.

  • Joemouldboise:

    Al di là del tentativo del molleggiato di denunciare la distanza degli organi di stampa cattolici (e quindi della chiesa cattolica) dal messaggio di Cristo e al di là del fatto che la cosa nascondesse comunque fini sfacciatamente mediatici pro-festival, non si può prescindere a mio avviso da due considerazioni: 1) la chiesa cattolica è uno stato corrotto governato da politici corrotti come tutti gli stati del mondo; 2) il Vaticano non ha nulla di cristiano, nè una persona con un briciolo di intelletto può considerare il papa vicario di Cristo e quindi al di sopra di altri, dato che Cristo stesso ci ha insegnato che tutti gli uomini sono uguali agli occhi di Dio.
    Il cristianesimo è stato manipolato a proprio uso e consumo dai potenti di turno nel corso dei secoli e la sua storia è andata in direzione completamente opposta agli insegnamenti del Figlio di Dio. Questo per dire che in realtà l’indignazione di Celentano e le polemiche conseguenti sono solo sterili e inconcludenti: non ci si può aspettare redenzione da chi per secoli ha seminato menzogne per la difesa del proprio potere, inventandosi dogmi e cancellando anche il nome di Dio dalla Bibbia. La chiesa cattolica è nel mondo di oggi uno dei tanti tentacoli del male e come lei anche altre chiese, intendiamoci. Va comunque dato atto al molleggiato di averci messo la faccia, ma, come già espresso nell’articolo, questa “bufera”, per il momento, rafforzerà l’immagine della chiesa. Il Vaticano dovrebbe preoccuparsi di minacce ben più isidiose del Celentano pensiero…

    • Non solo anno cancellato il nome di Dio ma anche anno modificato il nome di suo figlio ,il messia.In Israele quando si dava un nome a un nascituro molto spesso all interno del nome c era anche il nome di DIO, per esempio ,ISAIA ,GEREMIA,ELIA.Come si puo notare le ultime due vocali di questi nomi sono IA.che non sono altro che le prime due lettere del nome di DIO cioé YAHVE Quindi come è possibile che il figlio di DIO non porti il nome del padre? Impossibile infatti il vero nome del figlio di DIO non è gesu ma YAHUSHUA che guarda caso significa “YAHVE SALVA”,Infatti per mezzo di YAHUSHUA ,DIo salverà il genere umano dall estisione.Inoltre chi segue il suo modello di vita che ci ha proposto potrà un giorno essere nel suo regno come resuscitato. In nome del figlio di DIO e stato sostituito co gesu in italiano .Parola che deriva dal latino, che vuol dire” ge=terra” sus=porco.In pratica gesus in latino significa “Maiale della terra”.C e una bella differenza tra il vero nome e il nome che anno inserito nelle sacre scritture.E scritto,” maledetto chi toglie e maledetto chi aggiunge Qualcosa di ciò che è scritto”(nella BIBBIA)
      VIENI SIGNORE YAHUSHUA
      VENGA IL TUO REGNO

  • Jacopo:

    Celentano ha lanciato un messaggio di luce diretto ai nostri cuori, perché si liberino dell’oscurità che ancora li attanaglia. Ha affermato che la vita di oggi non è niente rispetto a quella che verrà, perché “la morte non esiste”. Or right? ;-)

    • Fabrizio:

      E’ cosi.. da celentano è partito un messaggio forte e potente che in televisione non si sentiva da numerosi anni neanche negli urbi et orbi, e questo di fronte a 14 milioni di italiani, vuoi che almeno uno sia stato colpito positivamente ? perchè allora tanti commenti sono negativi sulla sua performance ? Se il sistema gli è andato contro limitandosi a criticarlo senza entrare nel merito, un motivo ci sarà, o no? Oppure vuoi vedere che chi lo critica in questo blog non ha niente a che fare con i figli della Luce ?

  • loto:

    Anche io mi associo ai Bravo Celentano! Ho visto gli spezzoni del suo intervento su Youtube. Celentano è, come direbbe qualcuno, “ispirato direttamente dall’alto” le sue canzoni, le musiche delle sue canzoni, lo sono; a partire da “La storia di Serafino” “L’albero di 30 piani” “Storia d’amore” “il tempo se ne va”, fino alle canzoni cantate a Sanremo e che è possibile ascoltare su youtube nella parte 5/5 dove accenna anche alla Grecia.
    Concordo anche sulle critiche alla chiesa e alla consulta che boccia i referendum e alle riflessioni sul popolo sovrano. Bravo Celentano!

  • Sandro:

    Io non ho sentito il discorso di Celentano, ma nei media, si polemizza e non si parla dei contenuti del suo messaggio. Da quel che ho appreso, ha descritto ciò che avviene oggigiorno, e di come siamo presi in giro da tutti i poteri. Il messaggio di Cristo, porta alla liberazione, e la chiesa di Gesu, non sono i preti, ma i fedeli che credono in Gesu. Io sono un cristiano praticante, ma sono molto critico nei confronti dell’istutuzione che chiamiamo “chiesa”. Gesu, ha chiaramente descritto il poterere religioso come fonte di morte (sepolcri imbiancati), per chi vuole trovare Dio, ci sono ancora preti che seguono la via indicata da Gesu, sono pochi, ma ci sono, e le celebrazioni sono sempre piene di fedeli gioiosi e fiduciosi.

  • bepy:

    bene !!!

    la sa’ lunga ………..
    vi ha fregato tutti un’altra volta ………
    per i fortunati che lo conoscono SANNO chi e’ Adriano , facilmente viene criticato
    da chi non sa’ e non capisce cosa intende sotto sotto.
    Adriano e’ dei nostri , se tentate da mettergli un’etichetta vi sbagliate ,
    pensate SOLO a quante cose ha fatto nella sua lunga attivita’ , si ha fatto
    anche qualche errore ma era voluto conoscendo come e’ ridotta la scatola
    cranica degli umanoidi …….

    quindi riuscireste meglio a criticare bene altri
    personaggi eterni del casselotto televisivo
    iniziando dalle veline semprenude che la danno
    SOLO a ………………….

    siamo italiani………………. forse

  • Grima54, è una vera porcata quella che il sistema sta facendo alle persone anziane!
    Se l’Italia e l’intera Europa sono sotto attacco, la prima linea è costituita dai nostri vecchi, decurtati di pensione e obbligati a mille altri sacrifici. Sembra come se volessero ridurre la popolazione, in questo e in altri subdoli modi.

    Joemouldboise, ti faccio i miei complimenti per la tua analisi, che condivido.

  • Angelo, interessante quello che hai detto a proposito di Gesù – “maiale di terra”.
    Incredibile!
    Proprio nelle zone dove il maiale è il massimo dell’abominio!
    Ma dimmi, non sarai mica un Testimone di Geova?

    Jacopo, Celentano…..santo subito?
    Se fossi uno studente di filosofia, scriverei una tesi dal titolo: “I guru in occidente”
    :-)

    • Per Roberto
      IO non sono un testimone di Geova .Ero cattolico,ma ho sostenuto sempre che per essere cristiani bisogna seguire quello che è scritto nella sacra Bibbia.In quando mi accorgevo che in quella religione c erano molte cose che non erano in sintonia con quello che insegnava il figlio di DIO. Ma quello che mi ha fatto campiare e riflettere e stato che mi sono accorto(ero 18enne)che quelli che si battevano politicamente ,destra, sinistra o centro erano tutti uguali cioè corrotti per cui ho capito che il problema non era quale partito votare ma di comportamento.IN pratica qualsiasi sistema può o non puo funzionare ,l importente non è il partito ma è Il nostro comportamento, non serva a niente campiare partito se poi siamo tutti ladri e corrotti.Campia quando vuoi ma le cose andranno sempre male. Oltre a ciò quello che mi ha fatto riflettere(dopo il 68) è stato che quella libertà sessuale e quella voglia di liberarsi di qualsiasi regola e valori educativi era spesso asolutamente sbagliata .Ho dovuto riconoscere che le leggi di DIO riguardo al sesso sono giuste in quando senza regole non c è famiglia e senza famiglia non cè vita ed è tutto un bordello.In qualche parte nella Bibbia YAHVE dice che chi commette fornicazione ,corrisponderà di sangue davanti a lui ,e chiaro,quante persone imbazziscono a motivo di tradimenti uccidento la moglie o addirittura i figli,oppure muoiono percche traditi dal coniuge E le leggi di DIO non rubare oppure onora il padre e la madre:Come si puo vivere senza il rispetto di questi regolamenti?.E cosi da bestemmiatore e disubbidiente ai miei genitori sono diventato credente Quindi mi sono tuffato nella lettura della Bibbia .La leggevo tutti i giorni e leggo ancora .Cosi piano piano e venuta la conoscenza. YAHUSHUA disse “conoscerete la verità ed essa vi renderà liberi”Sono tante le cose che tengono l Umanità incatenata, in prigione e che impediscono il vero progresso,una è la falsa religione e le falsità che insegnano per esempio l invocazione di morti ,spiritismo,magie di ogni tipo .Queste sono le cose che contiene la coppa che ha in mano la prostituta babilonia è che servono per ubriacare gli essere umani.Quindi come dice YAHVE bisogna uscire da babilonia e andare nel deserto, cioè SEPARATI DALLE NAZIONI solo cosi possiamo ricevere la manna da Dio,quella forza per mezzo di suo figlio YAHUSHUA di capire emettere in pratica i giusti comandamenti di giustizia di DIO .E scritto” Separatevi da loro e io vi accoglirò”Per essere liberi e accolti da DIO dobbiamo abbandonare sia la religiene che la politica ,la nostra speranza non deve essere nei sistemi governativi umani ma nel promesso governo di YAHVE e di suo figlio YAHUSHUA
      Non sono aggregato a nessuna religione
      VIENI SIGNORE YAHUSHUA
      VENGA IL TUO REGNO
      Saluti

    • Davide:

      In latino gesù si scrive iesus, con la i di idioti, non con la g di gnocco fritto. ma si abbocca proprio a tutto qui?
      bah che gente

  • Bepy, ma hai il chiodo fisso?!? :-)

    Le veline danno quello che possono dare e Celentano quello che può.
    La RAI, sapientemente, ci ha sfornato e questo e quello.
    La farfallina tatuata di Belen e i sermoni veterocristiani del guru nazionale.
    E noi tutti ci siamo cascati.
    In Vaticano (e nelle stanze degli Illuminati) brindano alla nostra salute.
    ….e intanto il tempo se ne va….

  • Angelo, grazie per la tua lunga precisazione. Credo che la strada che hai scelto ti abbia reso una persona migliore. E questo è l’importante. Tuttavia, spero non ti lascerà l’amaro in bocca sapere come la penso.
    Io penso che siamo scimmie evolute, anche se ci piace pensare di essere angeli decaduti.
    Penso che le religioni siano allegorie mitologiche e che nel complesso, anche se hanno fatto del bene ai singoli, abbiamo fatto molto male alla collettività, specie alla collettività animale, esclusa anche solo dalla possibilità di godere diritti civili minimi.
    Penso anche che un singolo individuo chiamato YHOSHUA non sia mai esistito, ma che in esso si raggruppino diversi personaggi provenienti da varie parti del mondo all’epoca conosciuto, tra cui Krisna che ha pure un nome simile a Cristo.
    Detto ciò, non ho nulla da obiettare sulla tua religione, se pensi di essere un uomo buono, che non fa del male a nessuno, neanche agli animali.
    In caso contrario, avrei qualche obiezione da sollevare sulle tue credenze. Ma se vuoi ne riparliamo un’altra volta.
    Ciao.

    Un saluto a tutti e anche a Andy Pensa.

  • Davide, in effetti, “maiale di terra” mi suonava strano. Solo qualcuno che lo odiava a morte poteva chiamare Gesù con l’epiteto di maiale.
    Grazie per la tua precisazione simpatica e stuzzicante.
    :-)

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE