Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Ho la netta consapevolezza che quest’opera fantasmagorica, non vedrà ma il suo inizio (se non un taglio del nastro a fine di mera propaganda) e per logica conseguenza, la sua conclusione.
Per gli stessi motivi, ebbi poco da dire sull’argomento relativo alle Centrali Nucleari e, ancor meno, sulla ridicola prospettiva di un ponte che potesse congiungere la Calabria alla Sicilia!

La TAV é un progetto a tal punto faraonico che,  per via dei costi esorbitanti (che nel tempo quintuplicherebbero) e dei tempi biblici ai quali siamo abituati, non saremmo, comunque, in grado di realizzare. Vista l’inutilità acclarata e, dati alla mano, dimostrata, di quest’opera (ad l’eccezione dei profitti dei soliti noti che mettono sul piatto 6.000 posti di lavoro – dono della loro riconosciuta generosità) potremmo a questo punto (per incentivare l’occupazione), erigere piramidi di calcestruzzo sul suolo padano, o un bel muro di mattoni forati che separi le regioni del sud dal resto del continente, a mo di mini muraglia cinese!
Una buona idea sarebbe di demolire il Colosseo per ricostruirlo in cemento armato nella sua originaria completezza e bellezza – o un bel tunnel sottomarino, a otto corsie, che colleghi Piombino alla Sardegna! In questo modo, il PIL schizzerebbe ai massimi di sempre e, un’iper/occupazione, costringerebbe i lavoratori italiani a doppi e tripli turni di lavoro.
Ecco!! Queste, sono le ingegnose strategie di mercato dei moderni Cervelloni della politica e imprenditoria italiana!!

Il lavoro e l’occupazione, derivanti da un tale diabolico piano di mistificazione, corrisponde per similitudine, nel fare scavare profonde buche nel deserto a milioni di lavoratori per poi, subito dopo, ritornare a coprirle – una cosa, non solo completamente priva di senso e demenziale, ma ben oltre i confini della comprensione umana. Un buon 50% della nostra economia e relativa occupazione, é sopravvissuta fino a oggi, proprio in virtù questo diabolico meccanismo.

La verità è che questo dannato paese è alla bancarotta, e non può permettersi, per molti anni a venire, nessun grande lusso. Tanto più se un tale lusso, inutile, troppo costoso e di cattivo gusto, antepone ai bisogni essenziali dei cittadini, i profitti dei soliti quattro papponi scaduti e criminali.

Ritornando alla TAV, stiamo parlando di quasi 22 miliardi di euro per un tunnel di 52 km che potrebbe vedere la sua conclusione (forse) fra 20/30/40 anni!! Magari nel frattempo avranno anche inventato il teletrasporto ma è più ragionevole immaginare ad un Sistema mondo che, presto, imploderà su se stesso, sommerso dalle macerie della sua arroganza e dal peso di un’ignoranza senza precedenti, nella storia dell’umanità.

33 Commenti a “PERCHE’ NO TAV!”

  • aldo:

    Concordo pienamente con tutto quanto esposto.

  • MARCELLO:

    Questa sera hanno parlato a Zapping (trasm. di radio1) dei no tav e della necessità assoluta della Tav. Il conduttore ha zittito un ascoltatore che ne ha denunciato l’insensatezza. Servi del potere, giornalisti di regime leccaculo

  • francesca:

    Il primo pallone gonfiato che passa propone l’insensatezza e poi parte la campagna di persuasione, che dura appunto decenni. Decenni di progettisti ben pagati ( da noi) sfiancano ma anche rincitrulliscono chi si è preso l’incarico di esprimere i nostri pareri, desideri, aspettative etc e cosa succede? che le bellissime voci dissidenti parlano di “progetto sostenibile” bisogna essere aperti e propositivi. Evviva! siamo diventati grandi, mica possiamo stare là a dire sempre di no! Doppio evviva a questa crescita! Le poche voci che resistono sono tacciate di oltranzismo come minimo. Le poche voci che resistono sono tacciate di oltranzismo. Oppure oscurantismo perché ostacolano il progresso… Sono una di loro, mi muovo in bicicletta e dopo decenni di vita spericolata sui marciapiedi (del resto vuoti perché i furbi, per non respirare lo smog, vanno in macchina) finalmente ha visto la realizzazione di una passerella ciclopedonale sul fiume e lontana dal traffico. Cosa volete sono fortunata, vivo in un territorio a “spiccata” vocazione turistica” e quindi due spiccioletti sono caduti dal malloppo delle opere faraoniche.
    Spero che la bontà del nostro pensiero aiuti i Valsusini e tenga lontani quelli che si infiltrano e generano violenza.

    • freak70:

      “Spero che la bontà del nostro pensiero aiuti i Valsusini e TENGA LONTANI QUELLI CHE SI INFILTRANO E GENERANO VIOLENZA”?????!!!! giusto Francesca anche io spero che la polizia stia lontana e non provochi violenza (ti riferivi a quelli vero?) perchè se ti riferisci a manifestanti spegni la televisione, chiudi il giornale che leggi e vatti a fare un giro là (così magari conosci i famosi violenti). Io la stessa retorica l’ho sentita per il G8 di Genova e mi dispiace molto che anche su SL ci sia gente che crede ai violenti manifestanti e ai bravi poliziotti. Vivo in uno stato che appoggia guerre in giro per il mondo, sfrutta i propri concittadini, è tendenzialmente razzista, governato da banchieri non eletti, con giornalisti che a tutte le ore mi fanno vedere un manifestante che “offende un poliziotto (e su quello che ha detto ci sarebbe molto da dire se fossimo in un paese normale perchè penso che un carabiniere DEBBA SEMPRE ESSERE RICONOSCIBILE SPECIALMENTE IN CONTRAPPOSIZIONI COME IN VAL DI SUSA RICORDANDO IL G8 oltre ad altre cose), gassati da aerei a tutte le ore, ormai uno stato che non riesce più a garantire qualcosa ai propri cittadini ma riesce a garantire tutto a Chiesa, esercito, politica, finanza e ti sgomenti innanzi a “violenti”???!!! come li definisci tu. Io sono sgomento dalla tua miopia nel cercare la verità.
      Un abbraccio resistente

  • Da repubblica.it:
    http://www.repubblica.it/cronaca/2012/03/01/news/tav_francia-30734675/
    ‘È il ministro dei Trasporti di Parigi Thierry Mariani ad apprezzare “la determinazione del governo italiano che dimostra di non piegarsi davanti a una minoranza”. ‘

    Ecco un altra prova dell’attacco all’Italia (sovrana?) da parte (in questo caso) della Francia.

    La Francia, principale artefice assieme alla Germania, (non mi riferisco ai cittadini fratelli di queste nazioni ma all’elite governante, i Re), della distruzione e sottomissione dell’Italia e degli altri stati sud Europa.

    Aprite gli occhi! Anche questo “meccanismo perverso” (oltre a quello dell’Euro) all’MMT è stato descritto per filo e per segno (Francia-Germania all’attacco dell’Italia).

    Questo è il problema: qualcuno promette e fa (i propri comodi) a nome di tutti gli ignari Italiani, e fa pagare agli Italiani.

    l’Italia, intesa come la somma degli italiani, NON sia è mai pronunciata a favore della TAV, ne si è mai pronunciata a favore dell’Euro.
    Chi ha “fatto tutto” sono state le élite banchettare (massoniche?) europee: hanno creato una Elite Europea dell’1% con il 99% di sudditi sparsi per le decine di stati.

    Tra l’altro nell’articolo si intralegge (mica potevano scriverlo in chiaro) che i Francesi hanno potuto organizzare e decidere sull’evento TAV. Nel nostro caso hanno deciso illegalmente tutto loro.

    E ora i NO-TAV, parecchi Italiani, NEGANO il loro consenso.
    Giustamente!
    Per non alimentare ulteriormente il potere di questi miserabili che si alimentano esclusivamente e spudoratamente con il nostro *tacito* consenso.

    Augh!

    Dario

  • icecube:

    A pare mio c’è di più per indignarsi.

    In una Europa guidata fa Germania e Francia che ci vogliono falliti, perché fargli anche il regalo di una linea ferroviaria, con la quale amplierebbero i loro commerci, quando loro affossano i nostri?

    A me anche solo questo motivo basterebbe! Se poi ci aggiungi la distruzione del territorio, ci sarebbe anche il quid per dichiarare guerra, ma purtroppo si sa, siamo governati da gente senza schiena e un mucchio di interessi privati.

    Unica via una vera e sanificatrice “RIVOLUZIONE” mentre per chi ormai a fondo consiglio, piuttosto che suicidarsi, fate come i mussulmani – riempitevi di tritolo e entrate nei palazzi del potere – purtroppo non risolverete nulla, come nulla risolve impiccarsi in fabbrica, ma almeno qualche beccamorto, che è poi la causa della vostra arrendevolezza, non godrà dei frutti che agogna.

  • andrea'65:

    Percorso TAV e basi NATO, che ci sia una corrispondenza?

  • francesca:

    Chi si infiltra nelle manifestazioni di questo tipo esiste, eccome se esiste. Vengono preparati ed anche pagati. E NON SONO I MANIFESTANTI. Vengo dalle manifestazioni degli anni 70, accanto a chi manifestava armato di volantini ciclostilati si trovavano anche altri personaggi, e sapevamo cosa si trovava nelle loro tasche e nelle loro mani e a chi andavano a riferire e da chi erano mandati. Non avevano l’aspetto molto diverso dal nostro, magari era il nostro compagno di banco o il vicino di casa. Sono ancora in circolazione, qualcuno ha fatto carriera altri hanno semplicemente messo al servizio della comunità la loro perfidia, la loro voglia di fare a botte, la loro forza bruta.
    DOBBIAMO AVERE LA FORZA DI TENERE LONTANA QUESTA GENTE DA NOI. Non apprezzo i loro interventi perché sono portatori di morte tanto quanto i progetti che vogliamo contrastare.
    La TAV è un progetto subdolo, la sua funzione è quella di distruggere i legami che abbiamo con la Terra, e si serve della cornice faraonica di un progetto sfarzoso che paghiamo e pagheremo non solo con denaro.

    • freak70:

      A me l’infiltrato in quanto infiltrato ovviamente non piace, il devastatore senza scopo ovviamente non piace però non ho il dono della veggenza. La persona che si arrampica e cade è eroica per me, il manifestante che affronta la polizia sia parlando che reagendo è eroico, il ragazzo che getta l’estintore ma viene ucciso è eroico, il ragazzo che imbratta Giannino è eroico, chi prova ad impedire di parlare Bonanni è eroico,insomma chi ci mette la faccia a proprio rischio e pericolo è eroico. Per quanto riguarda i… io ho fatto, io ho partecipato o io vengo dalle manifestazioni ecc. non mi piacciono perchè lo vedo come un ergersi a maestro quando qua di maestri non ce ne sono (forse solo alunni indisciplinati).
      Riconosco comunque anche in te una insofferenza di base per questo sistema allucinogeno che, se letto a distanza, assomiglia tanto ad una nuova e più evoluta forma di fascismo, semplicemente abbiamo una tolleranza diversa di opporsi a ciò.
      Un abbraccio

  • Marcello Anzil:

    PROVE GENERALI DI GUERRA CIVILE
    Il quotidiano filogovernativo Corriere della Sera in un siparietto in terza pagina scrive: “Nei sit-in si vedono la professoressa vicino all’attivista provocatore, al sindacalista e ai giovani dei centri sociali”. Mentre i Sindaci chiedono di fermare il cantiere, il ministro Cancellieri chiede fermezza.
    Non sono sufficientemente informato per dire se la realizzazione della TAV sia un male o un bene. Rimane incontestabile però di fatto che il movimento NO-TAV oggi rappresenti il simbolo della partecipazione popolare contro la tirannia.
    Gli impostori di questo governo impopolare di fatto camerieri e stallieri dei banchieri penso che dovrebbero cominciare a preoccuparsi.

  • MassimoVm:

    bellissimo sfogo, sì, è la sensazione che mi ha dato e che condivido! ;D

    • Andy:

      BISOGNEREBBE convincere ed aprire gli occhi ai polizziotti antisommossa(tutti),farli ritirare indietro e manifestare pacificamente insieme alla gente contro i poteri alti e vedremmo in un attimo il castello di cartone creato dal male e dalla tirannia sgretolarsi in 1000 pezzi.e’ questa la via.scommettiamo? Anche se non sembra facile.ci vuole un nuovo cambio di coscienza

  • Luca:

    Concordo con freak70, conosco bene la valsusa, e concordo in pieno con Tirelli, non ce la faranno mai, ruberanno ancora qualche milione e faranno ancora finta di iniziare qualche scavo, ma le gente delle valli non molla, ne oggi ne mai. Grande onore a Luca, che ha dimostrato con il suo coraggio cosa vuol dire amare la propria terra. Lo schifo che provo per i servi del potere invece va oltre ogni limite. Pigliacelli insegna, chi la fa l’aspetti. Chissà se grissino si fa ancora vedere in giro davanti alle coop come qualche anno fa, sarebbe bello vedere le reazioni della gente adesso…

  • francesca:

    @freak70
    Non ho mai usato il pronome io, ho solo messo a disposizione la mia limitata esperienza. Talvolta anche la forma ha la sua importanza.

  • giuseppe.quercioli:

    Ci vogliono appestare con TAV con VAT ,ponti inutili,rotonde ,chemioterapici mortiferi,OGM,psicofarmaci, vaccini,uranio impoverito e arricchito ,scie chimiche.Quando finirà?

  • L’Italia è sempre più distante dal resto dell’Europa, e molti credono, o forse solo sperano, che la TAV possa ridurre questo divario. Però le sole infrastrutture non servono, sono soltanto un costo per la società, se non sono accompagnate da una politica coerente. L’Italia a suo tempo ha fatto la precisa scelta di privilegiare il trasporto su gomma, relegando le ferrovie al compito di trasporto bestiame (come vengono trattati viaggiatori e pendolari). Adesso si vuole fare la TAV per completare la linea che unisce la Spagna ai paesi dell’est attraverso Francia, Italia e Austria. Ma se non si introduce l’obbligo per i conducenti dei TIR di caricare i mezzi sui treni (come si fa ad es. in Svizzera), se i prezzi del treno sono superiori a quelli dell’aereo, se nel frattempo non si potenzia il servizio dei treni locali (come nel resto dell’Europa), a cosa serve la TAV? Solo a spartire un po’ di soldi tra amici e amici degli amici. Ovviamente si tratta di soldi sottratti agli Italiani. Purtroppo nessuno sta facendo una seria, severa e costruttiva opposizione a questo progetto: abbiamo solo un gruppo di dementi che fa casino, come quello (da alcuni definito leader… chissà quanto sono furbi i suoi seguaci) che è salito su un pilone dell’alta tensione fino alla distanza d’arco voltaico con i cavi… Chi guarda la TV vede solo questo, e quindi sostiene la TAV senza pensare ad altro.

    • alboino:

      Hai perfettamente ragione Roberto.
      I problemi italiani però non sono dovuti solo alla scelta del trasporto su gomma, ma anche all’organizzazione “elefantiaca” delle ferrovie dello stato, che non possono competere con quelle di altri paesi.
      Io abito a circa 20km dalla Svizzera, e da loro il trasporto dei Tir sui vagoni ferroviari viene fatto da decenni, molto prima che si parlasse di alta velocità.
      Questa storiella che occore la Tav per limitare il traffico su gomma, è l’ennesima falsità per giustificare la mangeria di tante risorse finanziarie . Basterebbe far funzionare quello che già abbiamo, appunto come hanno fatto gli svizzeri per decenni, vedere per credere (in un territorio decisamente più montuoso del nostro).
      Il sistema globalista è in pieno fallimento, e con esso i trasporti intensificati, per permettere ai soliti detentori del potere, di lucrare su tutto e su tutti.
      Ad esempio non è possibile trasporare migliaia di ciarrabattole di basso valore reale, ma di enorme spreco energetico.
      E’ il sistema post-petrolifero che deve essere ripensato.

  • francesco:

    Leggendo altri siti tipo stampa libera, posso dedurre (a mio parere) che in linea di massima quello che dice il sig. gianni è giusto. Però visto che lei spesso prende le parti del sig Travaglio, mi piacerebbe sapere dal Sig. Gianni quanti articoli dell’omino travaglio ha letto contro la tav o meglio ancora quante puntate col gemello santoro hanno dedicato contro la Tav su rai3 visto che per il bunga bunga hanno speso parecchi soldi pubblici (miei, tuoi, vostri….). Travaglio è buono solo quando critica Berlusconi? ma quando viene condannato per diffamazione e poi beneficia della prescrizione, non si dice nulla eh?
    Col cavolo che su rai 3 hanno sparato contro il sistema per difendere i no tav…..

  • coldemano:

    freak70, io non ti conosco, però mi piaci come parli, sei arguto e dici il giusto. La colpa maggiore di ciò che succede è dei giornalisti. Specialmente dei tre re magi della “cacca” stampata: Sallusti, Belpietro e Polito. Hanno la faccia direttamente proporzionale al sedere, non credo che ci siano ancora aggettivi per descriverli, e poi tutti gli altri dietro ad annusargli le scoreggie. Beati coloro che mantengono attiva la scintilla della coscienza, che si adoperano coraggiosamente nella lotta affinchè l’Italia non perisca per mano dei filistei.Lunga vita e tanta fortuna a costoro, un pensiero speciale giunga a Luca Abbà.

    • freak70:

      Mi fa piacere condividere la visione di eventi e tempi tanto ovvi e chiari nella sua follia con più persone possibili. Il sistema se lo guardiamo in modo logico si ripresenta sempre nei stessi modi, cambia solamente i soggetti e noi continuamo a parlare di violenza solo da parte di chi si oppone. Trovo talmente chiaro ed ovvio che questo asse del male natosionista porterà alla distruzione (anche perchè loro stesso ce lo dicono) che il manifestare per il proprio territorio sia una battaglia giusta fino alla fine a costo di portare alla luce la vera faccia del potere. Possiamo stare a guardare, ed è lecito, ma possiamo anche fare, e pure questo è lecito. In Val di Susa fanno!
      Un abbraccio resistente

  • andrea'65:

    Un appunto sul tema ” trasporto gomma/treno ” : Moretti ha tentato di utilizzare la TAV in funzione attualmente, che come sapete tra le 12,00p.m. e le 06,00a.m. non ci sono Freccia Rossa operativi, per trasportare TIR a prezzi competitivi. Ma la lobby del trasporto su gomma gli ha detto di farsi i ***** suoi.

    • massimo:

      Da sempilce utilizzatore del treno, per quello che ne so il mancato utilizzo delle linee ad alta velocità ha altri motivi:
      - ogni linea ferroviaria ha bisogno ogni giorno di ‘buchi’ d’orario della circolazione per manutenzione;
      - le linee italiane sono elettrificate a 3.000v cc, compresa la linea AV storica tra Roma e Firenze, mentre le nuove linee AV sono elettrificate a 25.000v ca e quindi richiedono locomotori politensione, che in genere non sono usati per i treni merci;
      -un treno merci carico è molto più pesante di uno passeggeri e il suo passaggio deteriora di più i binari: ragione per cui Trenitalia evita di farli passare sui binari AV così da mantenerli più a lungo in perfetto assetto.

      Il mio modesto parere è semplicemente che i soliti noti vogliono spartirsi la gigantesca torta di soldi nostri (e veramente sono soldi nostri estorti dalle nostre tasche, perché la nostra povera Patria -una volta la si chiamava così- non ha più la sovranità monetaria: vedi P. Barnard “Il più grande crimine”)

  • Ryuzakero:

    Tutta la verità sulla TRUFFA del TAV
    http://www.youtube.com/watch?v=lmiGqDmcZjM

  • Tidivic:

    Su questo argomento posso portare la testimonianza della mia città che per anni si è vista abbindolare con la storia del ponte. Io il ponte non l’ho mai voluto come del resto tanti altri giovani. Ma gli anziani avevano idee diverse. Se avessero voluto farlo credo che lo avrebbero fatto perchè non saremmo stati capaci di fermarli. Non credo nella forza di protesta dei miei concittadini in quanto perbenisti e incapaci di qualche scatto d’orgoglio. Certo se l’opera avesse preso il via tutto quello che conosco della mia amata città non ci sarebbe più stato, tutto perso,distrutto. C’è da dire che questo scempio annunciato è costato fino ad oggi 35 milioni di euro!!! Il che non necessita di commenti. Porto la mia esperienza per affermare il DIRITTO dei cittadini della Val di Susa di difendere il territorio in cui vivono. Non dimentichiamo che i primi a subire l’impatto di una grande opera sono gli abitanti del luogo e non i governanti che per interessi più o meno trasparenti decidono sulla pelle degli altri da lontano. Quindi massimo rispetto per questa gente che mettendo da parte le differenze politiche e ideologiche si è mobilitata per fermare la distruzione del suo suolo di appartenenza. PS: volevano fare l’alta velocità sul ponte solo che poi il treno giunto sulla terreferma per fare la tratta Catania-Palermo ci avrebbe messo(come adesso) 6 ore!!! Questo si che è progresso

  • robert:

    volevo segnalare che esiste un lato esoterico

  • roberto:

    il monte musinè dove si presuppone che dovrà essere traforato fa parte di un luogo di culto dedicato all’arcangelo Michele che con il progetto tav mira a essere distrutto .per maggiori inf. consultare siti dedicati a questo aspetto.

  • francesca:

    Quello che percepiamo con i cinque sensi è solo una parte dei fenomeni che accadono, vediamo solo la parte emersa dell’iceberg, un piccolo 5%. Il resto è sommerso. Ma non per questo non esiste.
    I luoghi di culto (di tutto il pianeta) sono caratterizzati da condizioni di energia del tutto particolari (energia a cui si andava ad attingere con lunghi pellegrinaggi) e sono collegati tra loro da grandi linee di forza. L’uomo dovrebbe vivere in armonia con la natura e trarre nutrimento materiale e spirituale da essa per crescere e diventare bello e buono. A qualcuno non piace questo e così abbiamo tagliato i legami con la terra dei nostri fratelli indiani, tibetani, e di tutti i popoli dalla grande Africa, per non parlare dell’Oceania senza dimenticare gli Innuit e così via.
    Potrebbe non bastare, e visto che la perversione fa audience, proviamo anche a darci qualche martellata sulle dita (per non dire altrove): proviamo a tagliare queste grandi correnti che vivificano la terra e gli esseri che la popolano e vediamo di nascosto l’effetto che fa (… Jannacci ha avuto la vista lunga). Nel frattempo se ci scanniamo tra di noi è anche meglio, riempiamo qualche telegiornale e qualche talk show, mentre il VERO lavoro di distruzione procede a grandi passi. Sono sempre sospettosa, ed anche stavolta mi chiedo cosa altro succede mentre stiamo guardando più il dito che la luna.

  • Massimo ponti:

    Caro Bottaro, tutto giusto. Tutto ok. Ma perché e’ ridicolo collegare la Sicilia e la Calabria? I ponti uniscono i popoli e abbattono le barriere ….anche mentali e spirituali.

  • cecilia:

    io sono molto molto d’accordo con la no tav perché mi chiedo il perché i cittadini devono spendere un altro bordello di soldi per far costruire un altro treno che poi alla fine verrà usato o no non si sa però trovo una stronzata buttare i soldi nel cesso in questa maniera visto che noi italiani abbiamo speso dei soldi per delle altre cretinate inutili quindi visto che i val susini stanno difendendo il loro territorio per non rovinare ulteriormente la natura e fanno molto molto molto bene perché hanno già un treno merci che sta passando per tutta la val di susa e più di mezza natura è andate a farsi fottere perché con quel cazzo di treno merci l’ha rovinata cosa che non doveva succedere ASSOLUTAMENTE e invece è successa e la cosa mi fa incazzare moltissimo anche se sono di torino però non me ne frega un cazzo!!! e poi va bene fare le manifestazioni ma non incendiando cassonetti della spazzatura automobili rompere vetri di negozi eccetera e non va bene manco mettersi sulla faccia un passamontagna per camuffarsi e non farsi riconoscere perché dopo un po’ passano i giorni e la polizia appena vede una persona col passamontagna addosso lo arresta lo parta in caserma e 4 domande le fa come giusto che sia!!! se no adesso tutta la gente va in giro con un passamontagna sulla faccia sperando che la polizia non ti becchi perché se no finisci nella merda e non è bello!!!
    insomma ABBASSO LA TAV EVVIVA LA NO TAV!!! PER SEMPRE!!! =)
    ciao a tutti!!! =)

    • Domenico Proietti:

      Azzarola, ci vuole fiato per leggerla!

      Non le hanno insegnato che come accade per la musica, anche le parole hanno tempi suddivisi da virgole?

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE