Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

[12/03/2012]

Il numero di dimissioni, nei soli ambiti bancario e finanziario, sale a 254 (ora sono almeno 358, per una lista aggiornata clicca qui, ndr).

Interessanti i grafici prodotti da http://www.news-us.jp relativi a questi dati.

Grafico per Mesi / regioni:
notare che per marzo, dato che siamo solo al 12, la barra, se continuano le dimissioni con questo ritmo, dovrebbe diventare almeno il doppio che a febbraio.




Grafico per regioni:





Grafico per nazioni:





Grafico per Banca:


[10/03]
177 dimissioni in banche, società di investimento, fondi monetari di tutto il mondo.

Continuano le dimissioni, arresti e indagini nell’ambito del mondo bancario, ma anche politico.

Dal primo gennaio ne sono segnalate 177. Quasi 12 dimissioni negli ultimi 2 giorni.
Contando anche gli arresti e le dimissioni nell’ambito politico e delle compagnie private la lista sale a circa 250.

Per una lista aggiornata: Global Mass Resignations
Si ringrazia anche American Kabuki

[10/03]
Possibili dimissioni anche di Papa Benedetto? E’ quanto afferma Monsignor Luigi Bettazzi, Vescovo Emerito di Ivrea, nel programma di Radio2 ‘”Un Giorno da Pecora”:
“Benedetto XVI è molto stanco basta vederlo, è un uno abituato agli studi, non a un ruolo pubblico. E di fronte ai problemi che ci sono, forse anche di fronte alle tensioni che ci sono all’interno della Curia, potrebbe pensare che di queste cose se ne occuperà il nuovo Papa”.
dice inoltre, in relazione alle voci di un complotto per uccidere il Papa apparse sulla stampa italiana:
 ”Penso sia un sistema  per preparare l’eventualità delle dimissioni. Per preparare a questo choc, perché le dimissioni di un Papa sarebbero uno choc, cominciano a buttare lì la cosa del complotto”.
Per l’audio dell’intervista cliccare qui  Articolo di http://SaLuSaItaliano.blogspot.com
(Puoi distribuire questo messaggio, ma senza alcuna modifica, purchè siano citate le Fonti e questa nota)

2 Commenti a “Il cambiamento nel sistema di potere”

  • Sanzo:

    Secondo me tutte queste dimissioni rientrano in uno schema del tipo “si salvi chi può”. Chi sta al potere cerca di abbandonare la nave prima che affondi e che venga accusato di esserne l’artefice.
    In pratica con le dimissioni fanno lo scarica barile, ormai il capitalismo/consumismo hanno fatto il loro tempo e adesso qualcosa di nuovo sta per affacciarsi come sistema sia politico che socio/economico. Ma affinché questo avvenga il sistema attuale deve crollare rovinosamente e quelli che pagheranno saranno sempre i soliti!

    • Jacopo:

      Forse, chissà.
      Però la decisione di Obama di candidare alla Banca Mondiale Jim Yong Kim mi sembra in linea con questa profonda ristrutturazione.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia