Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Siria: due esplosioni a Damasco, 27 morti e almeno 100 feriti

17 Marzo 2012 – 12:07

(ASCA-AFP) – Damasco, 17 mar – Ventisette morti, la maggior parte civili, e almeno 100 feriti. E’ il bilancio delle due esplosioni che hanno colpito questa mattina Damasco, diffuso dal ministero della Salute dalla televisione di stato.

”Ventisette persone, per lo piu’ civili, sono state uccise e altre 97 sono rimaste ferite in due esplosioni”, ha annunciato, a Syria News, Wael al-Halaqi. Un attivista anti-regime a Damasco, Abu Muhannad al-Mazzi, ha raccontato che la prima esplosione c’e’ stata alle 7:30 (0530 Gmt). ”Pochi minuti dopo, la seconda esplosione, piu’ potente”, ha aggiunto.

Secondo le prime indagini le esplosioni sono state provocate da autobombe. La prima sarebbe avvenuta nei pressi del quartier generale dei servizi di intelligence dell’aeronautica militare siriana, la seconda nei pressi di una piazza centrale.

La televisione ha mostrato una donna anziana che veniva soccorsa da un’ambulanza, ancora in camicia da notte, mentre un altro uomo ferito, con la testa fasciata, si trovava gia’ nell’ospedale.

 

Siria: Bersani a Parigi incontra portavoce Consiglio nazionale siriano

16 Marzo 2012 – 20:16

(ASCA) – Roma, 16 mar – Il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani, ha incontrato oggi a Parigi la portavoce del Consiglio Nazionale siriano, Bassma Qodmani. (Sono gli autori degli attentati, i cecchini terroristi che sparano sulla folla in Siria)

Insieme hanno discusso della situazione attuale del Paese e Bersani le ha manifestato la massima solidarieta’ e la condivisione delle preoccupazioni per la tragedia che il popolo siriano sta vivendo. (Ovvero condivisione degli atti di sterminio)

”Continueremo- ha affermato il segretario del PD – a garantire il nostro impegno perche’ la comunita’ internazionale sia piu’ efficace nel fermare le stragi e crei le condizioni perche’ si avvii un vero processo di transizione in un clima di pace e di rispetto dei diritti umani”. (Traduzione: continueremo a sostenere l’oppressione atlantica per esportare la democrazia con le bombe come in Iraq, Afghanistan,  Serbia, Sudan,  Libia, ed ora in Siria)

Lo rende noto un comunicato dell’ufficio stampa del Pd.  (E poi se ne vantano pure!)

 

Siria: Vaticano, missione umanitaria e’ iniziativa ‘benedetta’

16 Marzo 2012 – 14:27

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 16 mar – ”La missione umanitaria (Invasione dell’ONU ndr) e’ una iniziativa benedetta, che incoraggiamo con forza. C’e’ bisogno di uno sforzo urgente: anche se non abbiamo ancora i particolari sul suo svolgimento, e’ un intervento apprezzabile e tanto atteso. Speriamo che, nel campo dell’assistenza umanitaria, si attivino sforzi e interventi sempre maggiori”: e’ quanto dichiara all’Agenzia vaticana Fides mons. Mario Zenari, Nunzio Apostolico in Siria, commentando l’annuncio di una imminente missione umanitaria in Siria, iniziativa congiunta fra Onu, governo siriano, Organizzazione per la Cooperazione Islamica.

Sull’esodo di profughi, che continua verso il Libano e la Turchia, il Nunzio afferma: ”L’esodo preoccupa noi tutti in Siria. L’uscita forzata dalla propria patria, in queste condizioni di sofferenza, muove a compassione: soffriamo insieme con loro. (Ma non li sosteniamo affatto!) Sono povere famiglie che lasciano in fretta e furia la propria vita, la casa, gli affetti, verso un futuro ignoto di precarieta’. Nell’insieme, la gente soffre ed e’ stanca per il lungo conflitto (Quasi quasi partiamo con una bella esportazione di democrazia all’uranio impoverito e fosforo!): ieri erano 12 mesi ed stato un momento di riflessione, triste e doloroso, in questa primavera che tarda ad arrivare, mentre le speranze della gente si affievoliscono”, dice Mons. Zenari. ”La situazione e’ davvero complicata, ma la questione piu’ grave e’ che non si vede la fine del tunnel”, precisa il Nunzio.

Ogm: Coldiretti, Clini riporta indietro Italia di 20 anni

18:20 16 MAR 2012

(AGI) – Udine, 16 mar. – “Mentre il ministro Passera fa un passo determinante su Simest, la societa’ partecipata dal governo che commercializza come italiani beni  agroalimentari prodotti in Romania, le dichiarazioni del ministro dell’ambiente Corrado Clini sugli Ogm riportano indietro l’Italia di 20 anni”. Lo afferma il presidente di Coldiretti Fvg Dario Ermacora che parla di un governo piuttosto contradditorio nei confronti dell’agricoltura. “Da una parte, soprattutto grazie alle battaglie di Coldiretti, il governo annuncia la cessione da parte della finanziaria del ministero dello Sviluppo economico Simest delle quote di partecipazione in Lactitalia, la societa’ che produce fra l’altro in Romania i formaggi pecorino e caciotta che fanno concorrenza alle produzioni del vero Made in Italy, dall’altra – precisa – il ministro Clini, intervenendo sugli Ogm, dimostra una grande sottovalutazione e disattenzione nei confronti del valore del made in Italy che ha portato in piazza anche in Fvg Coldiretti con l’Alleanza di consumatori e ambientalisti che condividono la battaglia per una Italia libera da Ogm insieme anche “a centinaia di comuni e regioni che hanno piu’ volte chiesto al governo di esercitare la clausola di salvaguardia per vietare precauzionalmente la coltivazione degli Ogm in Italia”. “A differenza di quello che dichiara il ministro tecnico, l’ingegneria genetica e la transgenesi – aggiunge Ermacora – non c’entrano niente con il formaggio Montasio, il prosciutto di San Daniele, i vini e gli insaccati del Fvg, e con altri prodotti di qualita’ del Fvg e di tutta Italia, prodotti che subiranno gravi danni economici dalle dichiarazioni superficiali ed inopportune. Bisogna conoscere – prosegue Ermacora – la differenza tra gli incroci e gli ibridi rispetto all’ingegneria genetica”. “Gradiremmo – conclude Ermacora – che il ministro si occupi a tempo pieno di energie rinnovabili adottando finalmente quel decreto sugli incentivi che attendiamo ormai da molti mesi cosi’ come gradiremmo la sua attenzione al tema del recupero energetico degli effluenti di allevamento per la produzione di biogas invece di creare l’illusione di colture no food che magari saremmo costretti a importare dai Paesi del sud gia’ oggetto di deforestazione”.
(AGI) .

9 Commenti a “Bravo Bersani, compagno di merende, complice dei terroristi atlantici attentatori alla sovranità della Siria”

  • Vasco:

    Questo nunzio vaticano Zenari è un promotore di guerra e di certo non sta parlando dal territorio siriano perchè si sta rivelando un sicario della nazione siriana.
    Nella Siria amica trovarono ospitalità quattro milioni di rifugiati iracheni che fuggirono dalla furia omicida della ‘coalition of the killing’ che sta ora distruggendo l’Iraq dove squadroni della morte hanno ucciso miratamente l’intellighentia irachena.

    L’assurdo ora è che ai confini turco-siriani si allestisce una zona cuscinetto per rifugiati (che non esistono) mentre la Siria stessa si prende cura di milioni di disperati iracheni rifugiatisi in quella che credevano rimanesse un’oasi di pace.

  • giuseppe:

    quel Bersani oltre ad essere complice del terrorismo nei confronti del popolo siriano vuole solo accaparare appalti per il suo partito di mondezzari dopo che la siria verra’ distrutta .
    Che Dio maledica loro e loro famiglie!!

  • freak70:

    Questi personaggi devono essere contestati ogni volta che escono in pubblico, senza se e senza ma. Bersani (e tutti i delinquenti come lui del suo e degli altri partiti) devono essere pubblicamente attaccati ogni volta che hanno una platea di fronte. Gli allocchi che ancora credono in sti pezzenti devono trovare OGNI VOLTA che vanno ad ascoltare le porcherie che sti soggetti vorrebbero dire una platea diversa che umilia i contenuti dei discorsi e che pone quesiti seri a sta gente.
    Ragazzi è una missione quindi ognuno deve fare qualcosa, l’alternativa è masturbarci di fronte ad un monitor a dialogare tra noi.
    Questa è solo una mia proposta ma qualsiasi altra proposta è ben accetta.
    Un abbraccio resistente

  • alboino:

    E’ avvenuta più o meno la stessa cosa con il Kossovo, dove il Sig. D’Alema si è piegato alle richieste della Nato, in cambio dei noti vantaggi. E’ una costante del PD, predicano in un modo, agiscono nell’altro.

  • Vasco:

    Che faccia da schiaffi. Ha pure i pochi capelli residui tinti di nero.

  • maria stella:

    vogliono distruggere la siria come hanno fatto con la libia ecc.ecc. ma Assad è diverso,
    in siria la democrazia c’è più di quà, e non riusciranno ad eliminarlo, pittosto noi dobbiamo cominciare a eliminare tutti questi ladri che ci governano, tutti proprio tutti, nessuno escluso!

  • archimede:

    Se volete che si metta i pannoloni tattici scrivete direttamente a lui sul sito del governo, ditegli la vostra e cosa ne pensate della sua meschina e infame figurapolitica ,tanto per farlo contento magari gli si può mandare un Uovo di Pasqua fatto con escrementi prelevati dai cessi della NATO, di sicuro batterà le manine dopo essersi grattato sotto le mutandine-

  • [...] ambigui, come si vede in questo video, e per poi, tra un evento e l’altro, finire con il recarsi anche a Parigi a incontrare i vertici del CNS,  sinonimo del consiglio nazionale siriano fantoccio [...]

  • [...] ambigui, come si vede in questo video, e per poi, tra un evento e l’altro, finire con il recarsi anche a Parigi a incontrare i vertici del CNS,  sinonimo del consiglio nazionale siriano fantoccio [...]

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia