Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Tiziano TerzaniLo presento per chi non lo avesse conosciuto, lo presento perché non si può perdere la conoscenza di un cosiffatto uomo, umile a tratti eroico, ma soprattutto vero.

Tiziano Terzani un uomo fuori dal comune potrebbe sembrare un eufemismo, infatti il Terzani passò gran parte della sua vita non solo fuori dal comune di nascita che gli diede i natali, la sua amata Firenze dove nacque il 14 settembre 1938, ma anche e soprattutto per sua crescita evolutiva, creatasi al di fuori dalla nazione Italia.

Giornalista e scrittore, a mio convincimento tra i più illuminati, seppe rimettere con i suoi magnifici messaggi pienezza a valori, che oggigiorno i giovani non conoscono per colpa di un mondo purtroppo per loro, discaccato dalla vita. Attivissimo, sensibilissimo e abilissimo nel riconoscere che il mondo cambia, Terzani inizia la sua carriera giornalistica dopo aver lavorato nella Olivetti come responsabile del personale all’estero, inizialmente per il giornale L’Astrolabio, poi per il Giorno e per finire inviato speciale per il giornale tedesco Der Spiegel in Cina, dove sarà partecipe dei grandi eventi socialisti creati da Mao. Innamorato della Cina e dell’Asia in generale, ne subisce il fascino che non lo lascerà neanche in punto di morte.

Non starò qui a tediarvi sulla ottima qualità dei suoi scritti né della sua biografia, ce n’è abbastanza in rete per chi è interessato; mi preme però sottolineare, che leggere i fantastici libri di Terzani, ha per me significato viaggiare gratuitamente con la fantasia in posti dove non sono mai stato, questa è l’immensa capacità di Terzani, la sua innata capacità narrativa del suo inimitabile modo di scrivere, dove con semplice ed innocente racconto sapeva rimettere al lettore immagini, che neanche la sensibile pellicola di un capace photo reporter avrebbe avuto la capacità di rimettere con la stessa sensibilità; esempio eclatante, fu la lettera per l’accadimento dell’11 settembre americano, all’indirizzo di Oriana Fallaci, che, per chi non l’avesse mai letta, consiglio vivamente di leggerla quanto prima. A titolo ludico informativo, faccio presente che tale lettera è presente in uno dei suoi splendidi libri dal titolo «Lettere contro la guerra» a parere mio, è talmente bella ed avvincente che la troverete sicuramente utile anche Voi, per la crescita del Vostro io.

Terzani in questo video ci spiega «il bene e il male» buona visione.

Immagine anteprima YouTube

Tiziano Terzani lascia a fine video un messaggio ai giovani

Immagine anteprima YouTube

4 Commenti a “Tiziano Terzani un uomo fuori dal comune.”

  • rick:

    riporto un mio passato commento all’articolo n°1 della collana del mistero perchè lo ritengo fondamentale in questo momento di iniziazione globale. scusate per l’apparente off-topic:

    “@Andy
    … ciò a cui ti riferisci si chiama risonanza cognitiva. è uno stato di sincronia tra esseri umani, che si percepisce a livello dell’anima e che sta aumentando sempre più e in modo esponenziale, non graduale. della serie dall’oggi al domani. è fantastico. lo percepisco anchio da un po’, specialmente direi da 1-2 mesi a questa parte (guarda caso quasi in coincidenza con i risvegli solari di gennaio e i relativi suoni celesti) ed esso è seguito o preceduto da prese di coscenza veramente intense e continue. attimi di intuizione o vere e proprie manciate di minuti in cui senti l’essenza della verità che è decisamente rivoluzionaria e ultraterrena. mentre questi momenti erano prima fenomeni sporadici e isolati dovuti spesso solo allo sforzo razionale, adesso contiuano giorno dopo giorno senza neanche dare tregua alla mente che per decifrarli deve necessariamente entrare in simpatia con l’anima.
    come hai accennato, gli altri entrano in simpatia vibrazionale con quello che dici e senti. è un fenomeno di irradiazione energetica ora FINALMENTE svincolato dalla vecchia energia pranica che si sta rapidamente assottigliando grazie alla repentina riduzione del campo magnetico (ci si sente parecchio scollegati e annoiati da questa vecchia realtà stantia). ma non tutti entrano in sintonia allo stesso livello. alcuni intuiscono e concordano con il tuo sentire ma non lo comprendono tanto quanto te. altri sentono perfettamente cosa senti e per altri ancora è diventato quasi scontato questo fenomeno.
    ma essere connessi con l’esterno non vuol dire essere necessariamente evoluti. per esserlo bisogna sì essere in sintonia con gli altri, ma anche avere coltivato il proprio personale io animico. essere prima di tutto in sintonia con se stessi. non disperdermi nella massa buonisa e indistinta. questo è importantissimo da ricordare se si vuole rimanere integri dopo la transizione. altrimenti si incappa nell’inganno massonico della new age (…) che mira soltanto a renderti schiavo strumentalizzando il risveglio della coscenza collettiva (che ci deve essere comunque) e denigrando la più importante coscenza individuale. della serie, il tuo volere non conta nulla, conta solo il volere di dio o degli dei o degli alieni o dei capi in generale. occhio quindi alla massificazione delle coscenze pseudo risvegliate, che comunque avverrà secondo me.
    coloro che avranno risvegliato anche la propria coscenza individule saranno visti come terroristi spirituali. quelli che avranno integrato la solidarietà di gruppo con il libero arbitrio individuale. prima c’è il risveglio individuale e poi quello collettivo, non viceversa. la moltitudine si risveglia solo quando ha lavorato su se stessa. il risveglio completo e quindi vero è quello individuale che include al interno quello di gruppo. un risveglio solo collettivo (che poi risveglio non è) porta all’addormentamento della propria anima e quindi all’inganno new age. noi non siamo una colonia di formiche. siamo fenomenali esseri cosmici che posseggono tutti la propria incontrovertibile unicità. a mio avviso è di questo che hanno paura coloro che spargono scie chimiche e che usano haarp poco prima del cambio vibrazionale, non so se mi spiego.
    ci sono però dei momenti nei quali quando si entra in simpatia con qualcuno, senti che quel qualcuno non riesce ad arrivare dove sei tu, quindi automaticamente anche tu ti fermi nel fargli notare delle verità perchè senti che non le può recepire. la verità non è per tutti, ma solo per chi la accetta. quindi occhio ai movimenti di massa di protesta e formazione politica. occhio al mito newagiano camuffato in tanti modi. lungi dall’autoidentificarsi come buoni escludendo da sè gli altri considerandoli come cattivi. non ci sono buoni e cattivi. ma persone con sufficiente coscenza per risvegliarsi e vivere nel nuovo mondo e persone che non possiedono ancora sufficiente coscenza per farlo. si tratta, a mio parere, di una soglia del tutto personale che si deve essere in grado di valicare senza inottrinamento dall’esterno. se si oltrepassa quel limite si è a posto. non si deve essere necessariamente dei buddha. si è salvabili o addirittura salvatori. agli in-coscenti ci penseranno altri per poterli rendere ancora più schiavi di quanto non lo siano già (alieni bugiardi o dittature interrate, chissà) o moriranno proprio.
    il salto non fa sconti. neanche ai galantuomini. il cambiamento o si sente interiormente oppure lo si riceve contraffatto dall’esterno. tutto dipende dalla centratura interiore che possedete.
    sicuro della risonanza che ho ottenuto (e scusa se è poco) ringrazio andy che mi ha portato a scrivere ciò che sentivo di dover scrivere in questi gg. e ringrazio gli altri su questo sito- commentatori e redazionisti- che hanno sentito ciò che ho comunicato loro.

    ps:
    copio il particolare editoriale pubblicato su beppegrillo.it meno di 1na settimana fa :
    “Il Pianeta Azzurro veniva usato
    anticamente per rinchiudere gli Spiriti
    Deviati della Galassia dentro corpi
    umani. Prima dell’incarnazione era tolta
    loro ogni memoria del passato. La
    Pazzia dominava le loro esistenze e si
    manifestava in ogni atto quotidiano.
    Trascorrevano il tempo ad accumulare
    Denaro sotto forma di foglietti di carta e
    pezzi di metallo. Il concetto di Denaro è
    impossibile da spiegare a un Non
    Umano. Al Denaro sacrificavano ogni
    cosa, la Vita , la Terra, l’Amore. Il
    Denaro, qualcosa di indefinibile e
    inesistente in tutto l’Universo, li spingeva
    a uccidersi a vicenda. Nessuna forza era
    più potente della loro Follia. Il Pianeta
    Azzurro, ciclicamente, li sterminava. Ciò
    consentiva di fare spazio per l’arrivo di
    nuovi Spiriti Deviati sino a quando
    l’epidemia di Devianza fu presente nella
    Galassia. Il Pianeta Azzurro è oggi meta
    di storici e di ricercatori del significato
    nascosto del Denaro” da Wikigalattica
    a voi i commenti… !

  • Francesco:

    Dire che Terzani è Attivissimo mi fa sentire veramente male :)

  • Luca:

    Terzani mi ha insegnato molto con i suoi libri, gli sono molto grato per il coraggio, la coerenza, la splendida narrativa. Una vita, piena, ricca e invidiabile, impegnato per il giusto e sorridente sempre, anche di fronte alla morte. Sarebbe da inserire come autore nelle scuole superiori. Ogni suo libro e’ un viaggio alla scoperta di se stessi e di come si può fare la differenza affrontando il mondo senza ipocrisie. I giornalisti di oggi dovrebbero studiarlo a memoria. Una fortuna per chi lo ha conosciuto, resta immortale nei libri. Grazie Tiziano.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE