Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
Fonte: nexusedizioni.it
L’Autorità di vigilanza sulla finanza della Gran Bretagna multa la banca della regina per riciclaggio di denaro e un candidato alle presidenziali francesi dichiara che parte della fortuna della regina “deriva dal traffico di droga”.
La Financial Services Authority (FSA) ha condannato la banca della regina britannica, Coutts Bank, ad una multa di 8,75 milioni di sterline per non aver effettuato i controlli corretti su “persone politicamente esposte” e non aver prevenuto il riciclaggio di denaro.
Le carenze di Coutts erano gravi, sistemiche e la loro permanenza è stata autorizzata ufficialmente per tre anni. Hanno portato ad un rischio altissimo, da parte di Coutts, di gestire dei proventi di reato“, ha detto la FSA in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale.
La notizia arriva meno di una settimana dopo le affermazioni di un candidato alle elezioni presidenziali francesi di aprile, secondo cui la regina britannica dovrebbe la sua fortuna ai proventi dei traffici di droga riciclati dai “banchieri ebrei della City.”
Il 21 marzo, Jacques Cheminade, che corre per l’Eliseo come candidato indipendente, ha affermato che “una parte della fortuna della Regina d’Inghilterra proviene dal traffico di droga.”
“No, non tutta la sua ricchezza, ci sono diverse altre fonti. Ma si tratta di una serie di traffici tra cui, sì, c’è il traffico di stupefacenti “, ha sostenuto Cheminade, intervistato dalla rete televisiva francese LCP.
Nota come la banca della regina britannica, Coutts è stata criticata per guasti “significativi, diffusi ed inaccettabili”, come descritto da Tracey McDermott, a capo delle indagini contro la criminalità finanziaria.
“La dimensione della sanzione pecuniaria dimostra quanto seriamente vediamo le sue scelte fallimentari”, ha detto McDermott.
ISH / PKH / HE
Fonte in ligua originale: PressTV
Traduzione di Jacopo Castellini

10 Commenti a “La Regina d’Inghilterra accusata di traffico di droga”

  • archimede:

    cara Elisabetta chi la fà se l’aspetta, certo che al suo “Maritino ” il Viagra glielo fanno apposta per non crepare su qualche minorenne durante i suoi giochini erotici di Corte, tanto a lui serve la Natura e non quello che deriva dalla Natura, si vede che in Afganistan gli affari sono andati bene per le truppe inglesi,adesso aspettiamo quale notizia verrà fuori sul commercio di droga della CIA & Co.=NATO -

  • Cristiano70:

    Oppio ?
    Che strano, sembrava tanto una personcina per bene !
    :-(

  • david icke denuncia questo fatto gia’ nei suoi primi libri del 2000!

  • Ma ci vuole poco per capire, se le sigarette uccidono milioni di persone ed il traffico è gestito come galline dalle tasse d’oro, voi pensate che gli stati si farebbero scrupoli a gestire i traffici. La criminalità è la manovalanza, certamente viscida come mestiere e se il cervello comanda le braccia dei manovali alla fine i braccialetti vengono regalati ai manovali come fossero al teatro, ed il popolo spettatore felicemente diffonde tanti applausi nel “teatro del mondo”.

  • luca martinelli:

    Va bene che tutti (si fa per dire) sappiano queste cose, ma è tutto vecchio, molto vecchio. Che i primi trafficanti di droga fossero gli stati, soprattutto quelli canaglia, lo si sapeva da un pezzo. Che gli americani gestissero in prima persona il traffico di oppio dall’Afghanistan era risaputo. Sempre gli Yankee sono alla testa dei cartelli della droga in Messico. Poco tempo fa un aereo della Cia carico di cocaina precipito’ in Messico. I servizi segreti di tanti paesi fanno lo stesso. Da dove credete arrivino i soldi per le loro operazioni clandestine e criminali? Credete che possano chiedere ai loro parlamenti di approvare e mettere a bilancio i finanziamenti per le rivoluzioni colorate? I soldi che sono serviti ad armare i Rivoltosi “spontanei” libici o siriani da dove sono venuti? Suvvia….e la regina Elisabetta, o chi per essa, a capo di un sistema tra i piu’ criminali, perche’ dovrebbe essere fuori dalla spartizione della torta?

  • freak70:

    effettivamente il tanto bistrattato Icke denuncia i Windsor (Coburgo-Gotha) da diverso tempo denunciando anche la Compagnia delle Indie come mezzo per trafficare oppio.
    Oggi un mezzo sorriso me lo concedo.
    Un abbraccio resistente

  • andrea'65:

    Fu la famiglia Sasson ( ebrea turca ? ) che organizzò con i Rothschild ed i Windsor il traffico di oppio e l’introduzione del papavero in Cina dalla Turchia, nel 1800.
    Un discendente dei Sasson è socio nella Casaleggio associati.

  • Nicholas:

    Allora basterebbe, che nessuno al mondo consumasse piu’ droga.
    Cosa accadrebbe a tutti questi deliquenti?

  • pio:

    Non è soltanto il vaticano allora. ma è automatico denaro sporco si lava nei posti impensati.

  • massi:

    forse è piu difficile convincere chi si droga a smettere.. Un tossico dipendente non ha in testa quel concetto che gli fa pensare che sta arricchendo il marcio del mondo.. meditate meditate..

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE