Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Trovato su raggioindaco.wordpress.com

29 marzo 2012 – Oggi si è tenuto a New Delhi, in India, il quarto incontro annuale dei capi di stato dei BRICS, le cinque maggiori economie emergenti mondiali (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica). La sede dell’incontro era il lussuoso Taj Palace nel centro della capitale indiana. È la prima volta che l’incontro si tiene in India.

Uno dei temi principali è stata la creazione della prima istituzione comune dei BRICS, una banca internazionale per il finanziamento di infrastrutture e di progetti nei paesi in via di sviluppo, che nelle intenzioni dovrebbe costituire un’alternativa ad altre istituzioni finanziarie multilaterali come la Banca Mondiale e la Banca Asiatica per lo Sviluppo. Il secondo tema principale è stata la diplomazia internazionale, e in particolare la crisi siriana e i difficili negoziati con l’Iran sul programma atomico del paese. Per entrambe le situazioni, i BRICS hanno sottolineato che l’unica soluzione possibile è il negoziato pacifico e hanno rifiutato con decisione qualsiasi uso della forza. I BRICS hanno anche detto di sostenere il processo di pace promosso per la Siria dall’inviato internazionale nel paese, l’ex segretario delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Secondo il Financial Times, l’incontro ha fallito in almeno un obbiettivo importante, che avrebbe dato vero risalto internazionale all’incontro: le grandi differenze che esistono tra i cinque paesi dei BRICS, sia dal punto di vista economico che degli interessi diplomatici, hanno impedito di trovare un accordo su un candidato comune per la presidenza della Banca Mondiale, che potesse bilanciare la candidatura di Jim Yong Kim sponsorizzata dagli Stati Uniti e rappresentare i paesi del mondo in via di sviluppo, come il ministro delle finanze nigeriano Ngozi Okonjo-Iweala.

La sigla BRIC venne coniata per la prima volta dalla banca di investimenti statunitense Goldman Sachs, e Brasile, Russia, India e Cina si incontrarono nel primo incontro internazionale solo nel 2009. Lo scorso anno, durante la terza riunione tenutasi in Cina, al gruppo si è aggiunto anche il Sudafrica.

Nei giorni precedenti all’incontro ci sono state manifestazioni di centinaia di tibetani in esilio in India, che hanno protestato contro la presenza del presidente cinese Hu Jintao: lunedì 26 marzo, un attivista ventisettenne, Jamphel Yeshi, si è dato fuoco a New Delhi durante una di queste manifestazioni. Due giorni dopo è morto per le ustioni. È stata la prima persona che ha messo in atto questo tipo di protesta al di fuori della Cina, dove dallo scorso marzo altre trenta persone si sono uccise per protesta contro la repressione cinese nella regione tibetana.

Fonte: ilpost.it

Clicca sull’immagine per vedere il video

11 Commenti a “Storica mossa dei BRICS per cambiare l’economia mondiale con la creazione di una nuova banca comune”

  • cristiano67:

    Mah … non ci vedo nulla di positivo, anzi mi sembra un altro passo verso il NWO.

    • Jacopo Castellini:

      Al contrario, è la direzione che i paesi non allineati hanno sempre seguito. L’ultimo che ci ha provato è stato Gheddafi.

  • cristiano67:

    Ma non è stato il presidente russo a far vedere la moneta globale all’Aquila? Sono tutti nella stessa “combricola” … non mi sembra che esistano stati veramente demoratici.

  • Luca:

    Grazie Jacopo, questa per ora ben nascosta notizia, dai soliti mainstream, riporta un po’ di ossigeno e buon umore. Devo dire che a ben vedere, la foto di questi cinque non ispira proprio il massimo della salute e della forza fisica, ma come diceva Faber, se sono questi stasera i migliori che abbiamo…son pur sempre sostenuti o almeno sopportati, da un bel tre miliardi di persone, sei volte tanto gli Europei e dieci per ogni americano. Sempre che conti ancora qualcosa. Certo che se ci deve salvare la Cina Non so mica se siamo messi tanto bene qui. In ogni caso lunga via ai brics, basta che non servano a costruire le stalle dei pigs. Al che ci resta solo l Antartide. Saluti e mattoni.

  • Maksimiljan Kodžak:

    Non sono queste le buone notizie, mi dispiace.
    La multipolarita’ e’ un elemento chiave del NWO. Non e’ l’impero atlantico (USA & Co.) il NWO, ma solo l’arma del Vecchio Mondo per abbattere le barriere politiche, economiche, culturali e morali verso l’unificazione globale. Quando l’arma non servira’ piu’ sara’ buttata via, come sempre successo.
    I BRICS sono una bell’esempio di alternativa studiata proprio per accelerare il processo di demolizione (controllata) del vecchio sistema unipolare. Di conseguenza anche i BRICS non una “reazione” all’attuale assetto geopolitico; e con questo hanno anche spinto gli Atlantici a formare un’opposizione piu’ netta. Gli imperi si stanno costituendo per l’ultima grande guerra, dove l’umanita’ incontrera’ la rivelazione bibblica dell’Armagheddon (la valle di Megiddo – Israele): il Regno messianico del falso messia/anticristo. E’ l’ONU il Cavallo di Troia che si adoperera’ la legittimaZIONe del NWO.

  • Jacopo Castellini:

    Cristiano,
    bisognerebbe prima chiarire il siginificato di “democrazia”.

    Maksimilijan,
    il NWO avrebbe dovuto realizzarsi come G2 USA-Cina.
    È libero di interpretare le scritture come crede, ma le consiglio di approfondire le vicende raccontate dall’ex navy-seal Bill Wood.

  • Maksimiljan Kodžak:

    cit:
    “Maksimilijan,
    il NWO avrebbe dovuto realizzarsi come G2 USA-Cina.”

    E casualmente la Cina e’ dentro i BRICS… Il NWO non e’/sara’ diretto da stati-nazione, senno’ l’ONU che ci sta’ a fa’? …e perche’ mai avrebbero conservato un pachiderma simile (l’ONU) fino ad ora? IL vero ruolo dell’ONU deve ancora arrivare…

    Ho letto velocemente qualcosa di Wood riguardo a Project Camelot e Area 51. Cominciamo bene. PC e’ manipolativo perche’ comprende disinformatori della CIA (anche questo Wood e’ un Navy Seal!). Per non parlare della famosa Area 51, vero baluardo della campagna di disinformazione riguardo alla questione UFO.
    Vi ricordate la bufala di Bob Lazar, che rivelava di quale retroingengeria aliena si celi nell’Area 51? Era tutto pianificato per deviare il reale discorso sull’interferenza aliena. Le sue “rivelazioni” comprendevano certa verita’, ma sopratutto informazioni depistanti riguardo a tecnologie, fisica e quant’altro, che alla fine si scopre (volutamente) essere false. Cosi’ da allora nei media ogni discorso riguardo ad UFO e alieni, fuori da contesto folcloristico e filmico, e’ identificato come bufala (vi ricordate il video falso dell’autopsia aliena? Sempre a stesso scopo serviva).
    Una perla di Wood:
    “Secondo Bill Wood, i malvagi hanno già perso e i buoni sicuramente vinceranno. Entrambe le parti lo sanno, ma rimangono alcune mosse da giocare per finire la partita, come negli scacchi.”
    Sapete che vi dico, chiudiamo Stampa Libera e andiamo tutti in vacanza in un’isola tropicale… tanto non ci si deve preoccupare piu’ di nulla. Eppura la Rivelazione parla chiaro: l’anticristo sara’ riconosciuto come il messia e il nuovo Cristo. Qual’e’ l’opera piu’ malvagia del cattivo? Riconoscersi come il buono…

    • Jacopo:

      Le consiglio di ascoltare l’intervista anzichè rifarsi ad affermazioni di terzi:
      http://www.youtube.com/watch?v=nkIIBnIuXHM
      Diversamente rischia, come nel suo commento, di mescolare fischi con fiaschi.

    • Maksimiljan Kodžak:

      Scusami Jacopo (se posso darti del Tu), ma rimango sempre perplesso quando vedo persone con uno spirito critico indubbiamente sviluppato, come i frequentatori di siti come Stampa Libera, e poi abbassano la guardia in circostanze pseudospirituali di derivazione new-age.

      Wood non dice puramente menzogne, ma elabora concetti tecno-spirituali che manipolano emotivamente la psiche. Indubbiamente e’ un discorso preparato per bene. Non pensiamo che sia tutto il frutto di circostanze casuali che sfuggono al controllo dell’establishment. Prima di diffonderli questi discorsi, ci hanno preparati per bene con indottrinamento new-age. Che ci piacca o no e’ questa l’ideologia in ambito popolare e di massa: si parla di globalismo, madre natura, gaia, nuova umanita’… Questi discorsi fatti negli anni ’50 non avrebbero avuto senso… e non pensiamo che siamo piu’ evoluti di allora.

      Stiamo parlando di ambienti militari top-secret. Personaggi che arrivano fuori da certi ambienti (ricordo Bob Dean) non portano solo informazioni (molto utili a capire certe cose), ma sopratutto messaggi… messaggi all’umanita’. Casualmente questi messagi si rifersicono quasi sempre come la Salvezza derivata dalla nostra accettazione di un qualcosa di nuovo, di un NUovo Mondo, una Nuova Umanita’; che ovviamente solo i piu’ meritevoli (spiritualmente) accederanno, anzi, ascenderanno. Sembra solo a me una annunciazione del NWO? La Bailey – fondatrice della Lucis Trust, casa editrice finanziata anche dalle Nazioni Unite e ispiratrcice ultima della religione newage… aveva grande affinita con i Rockefeller – parlava esplicitamente di “semi difettosi” da scardinare per effettuare il salto di paradigma, verso la Nuova Umanita’ e la Nuova Era. Infatti noi qui stiamo proprio aspettando questo benedettto Nuovo Mondo. Ce lo stanno pubblicizzando per bene.

      Personaggi come Wood sono forse inconsapevoli del ruolo che svolgono, forse anche perche’ a livello militare il controllo mentale e sviluppato al massimo. Indubbiamente credo che sia stato partecipe a questi esperimenti, ma spiritualmente sembra un parassitato da entita’ extra-corporali che si annunnciano come i Salvatori. E’ un inganno millenario… e’ ora di smascherarlo!

    • Jacopo Castellini:

      Massimiliano,
      chi teme troppo il Diavolo manca di fede in Dio.
      Analogamente, l’unica trappola in cui pochi sono esenti dal cadere è quella dell’Ego, che spinge a vedere la malafede ovunque, come insegna la storia della trave e della pagliuzza.
      Alla prossima.

  • cristiano67:

    Hai ragione Jacopo, bisognerebbe prima mettersi d’accordo sul significato di democrazia ma forse è una perdita di tempo … alla fine si tratta sempre di una oligarchia: pochi padroni, tanti schiavi. Personalmente sono anarchico e, rifacendomi alle antiche comunità gilaniche, per una società circolare ed organica.
    Buona vita.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia