Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

 Marco Cedolin

Il Presidente (di sempre meno italiani) Giorgio Napolitano, dopo essere stato l’uomo chiave nell’ambito del golpe bancario che ha portato Mario Monti sullo scranno della presidenza del Consiglio, continua a collezionare senza alcun pudore figuracce di ogni sorta, muovendosi in giro per l’Italia scortato da un’armata di poliziotti grande come quella usata da Obama durante una visita in Afghanistan. Con la differenza che il Giorgio nazionale non si trova all’estero in paese occupato, bensì in patria (occupata pure quella), dove non è mai accaduto che un Presidente della Repubblica dovesse muoversi con l’ausilio di un esercito che lo protegga.
Dopo le pesanti (ma sempre troppo civili) contestazioni subite in Sardegna, Napolitano ha ritenuto giusto dare sfoggio del suo “eccentrico” senso della democrazia anche in Piemonte, dove venendo in visita a Torino si è categoricamente rifiutato di ricevere in visita una delegazione dei sindaci contrari al TAV Torino – Lione……
che avevano domandato di poter conferire con lui, adducendo come scusa del suo gesto il fatto che le questioni tecniche (come il TAV) non sono affari di sua competenza.
Una  scusa assolutamente priva di fondamento (oltre che di dignità), dal momento che la questione TAV che ha monopolizzato nelle ultime settimane le prime pagine dei giornali, travalica di gran lunga qualsivoglia dimensione tecnica, dopo avere assunto un carattere economi co e sociale di portata nazionale.
E’ singolare il fatto che un Presidente della Repubblica, garante della costituzione e deputato a rappresentare tutti gli italiani, pur non essendo stato eletto dai cittadini, rifiuti categoricamente il confronto con un gruppo di sindaci che intendono portare alla sua presenza le ragioni dei cittadini che li hanno eletti. E preferisca liquidare la questione pronunciando qualche slogan a pappagallo e trincerandosi dietro un “non mi compete”.
Se ascoltare l’opinione degli uomini dello stato, eletti per rappresentare i cittadini a livello locale (non di un manipolo di black blok) non sarebbe competenza del Presidente della Repubblica, è lecito domandarsi  quali possano essere le reali competenze di Napolitano e se esse si limitino a nominare senatori a vita i banchieri di Goldman Sachs e presiedere ad inaugurazioni e festicciole assortite, dove pronunciare slogan buoni per la TV. Mobilitando nel corso dei propri spostamenti una “macchina da guerra” forte di migliaia di uomini, pagata dal popolo italiano al quale Napolitano e le banche continuano a domandare lacrime e sangue.
Per evitare di prendere sul capo qualche insulto e qualche pomodoro, non è necessario far pagare agli italiani il costo di un esercito, ogni volta che l’altissimo intende fare qualche spostamento.
Sarebbe sufficiente adempiere al proprio dovere, dimostrando di sapere perlomeno ascoltare quello che i cittadini hanno da dire. Parole pacate, per carità, magari portate dagli uomini politici che essi hanno votato per rappresentarli, magari nel momento che sua signoria trova più comodo, magari senza che la cosa gli porti via troppo del suo tempo prezioso.
Colui che  rifiuta di ascoltare la voce del popolo e per tutta risposta mette fra sé ed i cittadini, blindati, scudi e manganelli, generalmente non viene definito presidente, ma in altra maniera. Una veste nella quale Napolitano in tutta evidenza dimostra di trovarsi completamente a proprio agio.
In Val di Susa nessun politico ha mai ritenuto doveroso dialogare con i cittadini, preferendo demandare il dialogo ai manganelli ed ai lacrimogeni. Salvo poi stigmatizzare con ipocrisia i cittadini stessi come violenti e facinorosi.
I lacrimogeni ed i manganelli sono interlocutori di poche parole, provate ad intavolare un discorso articolato e ve ne renderete conto ben presto, ragione per cui sarebbe gradito che Napolitano smettesse almeno di prodursi in filippiche aventi per oggetto lo stop alle violenze. Se la violenza lo disgusta davvero in profondità, provi a cambiare gli interlocutori, perché tutto quanto accade nel paese è di sua competenza e non dovrebbero esistere italiani figli di un dio minore ai quali sputare in faccia con sufficienza.

25 Commenti a “Me ne frego!”

  • Ezio:

    “Re Giorgio” così definito dal New York Times è un dittatore insignificante, si comporta come tale grazie all’appoggio dei servi della politica che abbiamo in parlamento, ma non vale proprio niente e quando penso ai sindaci italiani che che affiggono la sua immagine nei locali comunali mi viene il voltastomaco pensando a questi servi liberamente eletti dai soliti italioti. Se non fosse per il costo caricato sulla mia intera famiglia da questo “signore” ( vedi Iva-Imu- ecc.) me ne fregherei ma vista la situazione divento ogni giorno piu’ propenso a una vera guerra civile nei confronti suoi e dei suoi scagnozzi, Monti e c.

    • Gozer:

      Visto che le misure adottate saranno molto dolorose per la popolazione e ce ne accorgeremo tra qualche mese, con le nuove tasse da pagare, hanno previsto anche le eventuali rivolte popolari. E’ stato istituito un nuovo corpo di polizia europeo EUROGENDFOR, che come il M.E.S., sarà svincolato da ogni forma di controllo e giudizio, saranno come gli Dei scesi sulla Terra. Ho letto che tra qualche tempo è previsto lo scioglimento del glorioso Corpo dei Carabinieri, probabilmente per far spazio a questo nuovo tipo di Gendarmeria dai poteri illimitati, nn risponderanno di alcun tipo di danno arrecato sia alle persone che al contesto urbano. Quando ci sarà la guerra civile, (ma nn ci credo, gli italiani sono un popolo di servi che si è sempre districato tra un padrone e l’altro e nn ha mai fatto rivoluzioni), sarà più facile utilizzare una polizia composta da stranieri, piuttosto che far combattere per le strade italiani in divisa contro civili italiani. Ma sono più convinto che nn accadrà mai tutto questo. Dopo tutti questi anni di lavaggio del cervello, vi faranno capire che siete stati fortunati fino adesso, perché avete fatto una vita al disopra delle vostre possibilità, ma ora bisogna tirare la cinghia e il vostro nuovo modello sarà quello cinese, sognato da Marpionne&Co. Per chi sarà fuori dal coro e vorrà manifestare il suo dissenso ci sarà un bel viaggio di sola andata per Guantanamo, con l’accusa di essere un terrorista.

  • Enrico:

    Perchè scandalizzarsi se Napolitano si comporta così.

    Questo video ne dimostra la vera indole:

    http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ

    A voi ogni considerazione sulla sua integrità morale.

    Saluti

    • Gozer:

      Vedere quest’intervista è solo una conferma dell’idea che posso avere di questo essere ignobile e viscido, amico dei russi e degli americani, da loro stipendiato. E’ pure stupido, perché la pratica dei rimborsi sulle spese di viaggio e una norma stabilita dal Parlamento Europeo, del tutto legale, quindi poteva rispondere serenamente a chi lo intervistava, ma visto che è un individuo marcio e sa di esserlo se ne è scappato blaterando d’invocare una fantomatica polizia, ma visto che nn si trovava a Roma, è fuggito con la coda fra le gambe. In Italia un’intervista del genere nn la faranno mai, se la dovessero fare, un cecchino nn permetterebbe nemmeno di finire la domanda.

    • Gozer:

      Purtroppo è questa l’Italia in cui viviamo. Dove un presunto Presidente della Repubblica si permette di eludere in maniera così becera ed arrogante delle domande lecite che riguardano i soldi di noi sudditi, perché questa è la considerazione che ci dimostrano tutti i giorni questi signori, siamo solo dei sudditi per loro, che vengono costantemente presi in giro, “io parlo solo con i contribuenti italiani”.

  • archimede:

    Caro Ezio.. se qualcuno lo caga diventa oro, se gli sputi addosso lo disinfetti, se lo chiami per nome comincia ad abbaiare come un cane che vede il suo padrone con l’osso nelle mani, quando creperà il suo corpo non produrrà vermi perchè è sintetico, i suoi successori non vedranno alcun bene ,ma solo delle pene -

  • IlVate:

    …l’odio genera odio….

    ma una bel cambio di rotta ci vuole proprio!!!!!

  • freak70:

    Pensavo di averne visti di presidenti inutili (salvo solo Pertini) ma questo ha la stoffa per diventare il peggiore. Forza Napolitano dimostra che peggio di te non c’e’ nessuno. Sti 70/80 enni che regolano i paesi non funzionano piu’, ad una certa eta’ via dalle balle e niente scorte.
    Ne vedremo delle belle?
    Un abbraccio resistente

  • RE Giorgio di SAVOIA(detto Napolitano) a volutoa l’Invasione degli Immigrati(legge Turco/Nap) il Trattato di Lisbona,il Massacro dei Libici,il Golpe della UE/Goldman,la Miseria in Italia.
    E’ il nostro BOIA parolo di N.W.O

  • daniele:

    ..ne vedremo delle belle si.. ma x ora ne vediamo delle balle :)

  • Gabriele (2):

    Napolitano, detto anche “l’ amerikano”, se non ricordo male era il portaborse del fondatore della UIL che a sua volta era culo e camicia con Giovanni Agnelli massimo esponente degli Illuminati italiani. Non è un caso se l’ Amerikano si prodighi incessantemente per pubblicizzare il Nuovo Ordine Mondiale, è il pupazzo dei banchieri illuminati/satanisti, non è il Presidente dell’Italia, è un maggiordomo dell’Europa…ed infatti è solo di Europa che parla. Gli auguro con tutto il cuore di passare a miglior vita il prima possibile, non prima però di aver visto il tracollo della sua amata “oscura organizzazione”, vederlo andarsene di crepacuore…fantastico!

  • Bostongeorge:

    …e vi siete dimenticati della mini-contestazione subita in liguria giorni fa, esattamente a vernazza dove un gruppo di cittadini arrivati da varazze (alluvionati di qualche anno fa), manifestava per la mancata erogazione di fondi. w pertini.

  • coldemano:

    Secondo mè invece, il caro “Signore Re Giorgio” è molto importante nella distruttiva economia (per noi) degli illuminati. Si permette troppo, abusando della sua investitura autoritaria; e nessuno se ne accorge o quasi. Quando va in giro viene accolto da miriadi di scolaresche che sventolano bandierine tricolori a comando e con il sorriso stampato in faccia. Le TV subito pronte ad immortalare la scena, per far vedere alle pecore a casa quanto è amato e stimato. La stessa procedura veniva eseguita in Unione Sovietica e loro paesi vassalli prima della perestroika. Augurandogli di passare anche i novanta alla grande, verrà il momento che passerà oltre il velo. E lì si troverà di fronte centinaia di migliaia di spiriti di defunti specialmente di donne e bambini uccisi innocentemente nelle guerre di “pace” da lui autorizzate. (vedasi Libia ed Afghanistan). Mò, saranno cavoli amari, il sangue versato urla vendetta. Non vorrei mai essere nei suoi panni! Un sentito grazie ad Enrico per il filmato.

    • boris:

      “La stessa procedura veniva eseguita in Unione Sovietica e loro paesi vassalli prima della perestroika.”
      Invece nel balluardo della democrazia e liberta(usa) no lo fano???????

  • Tobia:

    Leggo solo ed esclusivamente commenti negativi all` indirizzo di questo oscuro proconsole massone.
    Questa e` la democrazia in Italia .

  • andrea'65:

    Scusate ma cosa ci si aspettava da uno che nel ’41 esaltava l’Operazione Barbarossa come esportazione di civiltà ai popoli slavi da parte del fidato alleato nazista, nel ’56 applaudiva ai carrarmati sovietici che riportavano l’ordine in Ungheria,dal ’92 è un fidato maggiordomo di Washington….ma tutti quelli che sostenevano ” meno male che c’è Napolitano a proteggerci dal berlusconismo ” che fine hanno fatto?

    • Giancarlo:

      Che fine hanno fatto? E’ quello che mi chiedo anche io, però adesso avranno modo di dare addosso alla Lega e a Bossi (non che non se lo meritino, la Lega e Bossi, intendo)

  • CortoMaltese:

    Quando è caro signor …

    - commento moderato -

  • archimede:

    Caro Andrea… si son fatti fare una sua foto 3 metri x 2 metri e lo adorano tutte le sere prima di andare a dormire , solo che a breve devono cambiare la foto dato che gli sputi hanno consumato pure la parete.

  • kent12:

    Ben scritto, complimenti! Ed è pure poco e molto moderato nel linguaggio.

  • @Anfrea 65, strano che non li vedi, sono sempre lì, in senato alla camera, ed in televisione a sostenere re giorgio, destra … sinistra … centro.
    Non se ne sono andati, bisogna cacciarli, se andate alle urne … ricordatevi di loro.

    @Tobia, tranquillo, quando tutti saranno con il sederino per terra, compresi i nonni e genitori che fanno da welfare ai figli e nipoti, quando tutto sarà volatilizzato, vedrai che non ci saranno più commenti negativi ma … ecco perché l’eurogendfor e il MES sono stati costituiti. La democrazia? Che ridere!!

    wlady

    • Tobia:

      Wlady
      Intendevo dire che i numerosi commenti negativi esprimono quanto questo “presidente” non rappresenti affatto il paese , ma solo se stesso e la loggia che lo ha eletto.
      Siamo in tanti a ridere di questa democrazia

  • tonin:

    Personalmente disprezzo Giorgio Napolitano, ma non lo biasimo per non essere quello che non può essere, ognuno ha i propri limiti. Vorrei, invece, richiamare l’attenzione sul fatto che un sistema escrementario come questa italia (sì minuscolo) non può che servirsi di figuri di tal genere e rango- Chiunque abbia 3C non si abbrutirebbe a tanto.
    Quindi ancora una volta è colpa del sistema (nostra) se degli omuncoli USURPANO posizioni per le quali sono indegni, le ridicolizzano e le riducono.
    Forza e salute a tutti.
    PIAVE!!!!!!!

  • coldemano:

    @ boris – Oggi è una sciarada che la fan tutti senza più ritegno, su questo le dò atto. E’ per questo che ho parlato: prima della perestroika, dalla primavera di Praga del ’68 fino a dicembre ’89. Nessuno in quei paesi voleva il comunismo(solo gli oligarchi), il comportamento delle masse era sotto costrizione. In U.S.A. invece è diverso. Mai visto un popolo più fanatico delle loro origini come lì. Nessuno fà fatica colà a far agitare alla gente le loro bandierine. Il loro nazionalismo esasperato è insito molto profondamente nel loro DNA. Ho visto adulti civili e militari statunitensi che al canto del loro inno oltre a mettere il pugno sul cuore ad alcuni di loro scendeva pure qualche lacrima. Ad un italiano ad esempio non succederebbe neanche sotto tortura! Cari saluti

  • aurora:

    complimenti per l’articolo,grazie Luca.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia