Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

“Fascisti carogne, tornate nelle fogne” e “Fascista basco nero, il tuo posto è al cimitero” sono stati due slogan che hanno accompagnato, di striscio, la mia giovinezza. Sul finire degli anni Settanta e il principiare degli Ottanta frequentavo persone che avevano votato la propria vita alla lotta al fascismo, o per lo meno avevano le idee chiare su chi fossero i loro nemici.

Da quando invece frequento siti di controinformazione, ho capito che la conflittualità tra Destra e Sinistra, fascisti e comunisti, camerati e compagni è stata per almeno settant’anni, in tutto il mondo occidentale, una falsa contrapposizione, perché mentre i militanti di base si scannavano gli uni gli altri, i vertici dei rispettivi partiti di riferimento, prendendo i soldi chi dalla Russia, chi dall’America, alla fin fine erano pagati dagli stessi padroni, quella famosa casta di banchieri, petrolieri e finanzieri internazionali, con prevalenza di sangue ebraico, che  soprattutto nel XX secolo ha scatenato guerre, rivoluzioni, attentati terroristici fino al punto di perfezionarsi, in anni recenti, anche nella diffusione di pandemie e cataclismi dovuti alla geoingegneria.

Poiché, in linea del tutto ipotetica, anche i siti di controinformazione potrebbero essere un’emanazione dello stesso potere occulto, perfidamente sofisticato e subdolamente manipolatorio, ho pensato d’interrogare direttamente le persone per sottoporre a verifica quanto finora i siti alternativi mi hanno insegnato, trovare eventuali elementi di contatto ed incrociare i dati, così da avvicinarmi il più possibile alla verità. E poi anche perché ogni tanto fa bene mettere da parte il computer.

I miei ospiti di oggi sono due militanti di Casa Pound.

Anzitutto, la prima domanda che ad un animalista può venire in mente è: perché la tartaruga? Se pensiamo all’edera dei

repubblicani, alla rosa radicale, al garofano socialista, all’ulivo e alla quercia dei postcomunisti, ci accorgiamo che dal mondo vegetale sono stati presi a prestito molti simboli, ma dal regno animale quasi nessuno, forse per quell’antico pudore che c’impedisce di considerare noi stessi come animali, mentre le piante sono abbastanza lontane e asettiche da diventare innocue e di valenza positiva.

Il ventiduenne Nicola Di Bortolo, che vedete a sinistra della foto, mi ha spiegato che la tartaruga  che si porta dietro la casa è un simbolo di fortuna e longevità. Non per niente Casa Pound si sta battendo contro i soprusi di Equitalia, che con i suoi pignoramenti e le sue ipoteche sta mandando letteralmente sulla strada lastricata migliaia di famiglie impossibilitate a pagare multe e tasse.

Nel corso della chiacchierata con Nicola e con Alessandro Battistig, trentottenne, a destra della foto, mi sono imbattuto in molti punti in comune con il mio personale pensiero di sinistra e con le idee che circolano sul web. Una di queste, che realizza il principio “Gli estremi si toccano”, sta proprio nella dura opposizione che Casa Pound e anarchici portano avanti contro Equitalia, ma mentre gli anarchici hanno spedito pacchi bomba ad alcuni uffici della famigerata agenzia, Casa Pound avanza proposte di legge e raccoglie firme nelle piazze, più che altro per sensibilizzare i cittadini.

Di Equitalia ne hanno già parlato sia Come Don Chisciotte, che Stampa Libera, ma anche Paolo Franceschetti ne ha parlato recentemente in un’intervista rilasciata a Radio IES e che vale la pena ascoltare. Non per niente Franceschetti è avvocato.

Battistig e Di Bortolo mi hanno spiegato che la proposta di legge di Casa Pound è volta ad impedire che Equitalia entri in possesso dell’unica abitazione di proprietà dei cittadini morosi, e che possa rivalersi eventualmente sulle seconde e terze case.

E’ volta ad impedire il pignoramento degli strumenti di lavoro degli inadempienti, per ragioni che sono facili da capire, dato che se si pignorano per esempio i camion e le ruspe di un’azienda edile, come faranno gli sfortunati evasori a ripagare i debiti?

E’ volta a obbligare Equitalia ad applicare ai pagamenti rateali il tasso d’interesse legale e non quello bancario, molto più esoso.

E’ volta a revocare ad Equitalia la possibilità di compiere indagini finanziarie, mansione fino a poco tempo fa di pertinenza della Guardia di Finanza. In una parola, per dirla in soldoni, si cerca di smorzare l’enorme potere che è stato conferito a questa agenzia di riscossione, chiedendole di colpire i grandi evasori e di lasciare in pace la povera gente.

E su questo punto, i miei due interlocutori hanno messo particolarmente l’accento, perché Casa Pound vuole schierarsi dalla parte della gente, contro l’attuale stato criminale e usuraio. Se la lotta contro Equitalia assomiglia a quella contro le Corporations senz’anima e senza responsabili, come evidenziato da Michael Moore, l’intenzione di porre un freno alla prepotenza dello Stato italiano è se non altro lodevole e pone gli amici di Casa Pound su posizioni molto vicine alle nostre, di noi teorici del complotto.

Da una parte noi sappiamo che ogni lotta contro il Leviatano è inutile, ma dall’altra non possiamo non guardare con una certa ammirazione questi ragazzi che si rimboccano le maniche e agiscono nel sociale, sia capillarmente facendo opere d’assistenza alle persone in difficoltà, sia a livello legislativo avanzando proposte finalizzate ad ottenere un minimo di giustizia sociale.

Siccome quando faccio interviste non mi limito ad ascoltare ma spiego le mie convinzioni, ho provato più volte a far capire ad Alessandro e a Nicola che la cricca massonica che va sotto il nome di Illuminati ben difficilmente lascerà che alla gente comune venga data giustizia e men che meno permetterà che lo Stato italiano si riprenda la sua sovranità.

Una delle cose che ci accomuna è infatti il desiderio che l’Italia si riprenda almeno la sovranità monetaria, ricominciando a stampare denaro in proprio invece che lasciare tale compito alla Banca Centrale Europea.

La differenza tra casapoundiani e complottisti (mi perdonino gli uni e gli altri per questi orribili termini) sta nel fatto che mentre Casa Pound crede nell’Italia e negli italiani, come popolo vessato e umiliato, i complottisti hanno ben presente l’agenda degli Illuminati, che non lascia scampo e che prevede sia il superamento degli stati nazionali, sia quello della stessa Europa unita, per confluire in un unico governo mondiale.

Nicola ed Alessandro, le volte in cui suggerivo un tale scenario, tendevano a riportare il discorso su questioni più concrete, come se parlare di Nuovo Ordine Mondiale fosse roba per sfaccendati sospettosi e un po’ paranoici. A un certo punto, Alessandro ha anche ammesso che potrebbe essere così, ma una volta informata la gente di tale progetto occulto, cosa ne viene? Cosa cambia?

La gente è alle prese con problemi di sussistenza, di rate e mutui da pagare e i veri nemici da combattere, senza attaccare i mulini a vento, sono banchieri e usurai vari, che attuano un vero e proprio strozzinaggio legale ai danni di onesti lavoratori.

I veri evasori sono proprietari di case e barche di lusso e non vengono colpiti non solo perché lo Stato, notoriamente, è forte con i deboli e debole con i forti, ma anche perché quei ricconi intoccabili fanno parte essi stessi della cricca, o casta che dir si voglia.

Questo, Alessandro, l’ha ammesso.

Non gliel’ho detto sul momento, perché mi è venuto in mente mentre scrivevo queste righe, ma pochi giorni fa , un articolo uscito sul Gazzettino, il quotidiano che leggo abitualmente, diceva che i dieci italiani più ricchi d’Italia possiedono lo stesso quantitativo di ricchezze di tre milioni di loro concittadini. Tre milioni di schiavoratori penalizzati, umiliati e ridotti alla fame. Per non parlare dei suicidi.

Un mio commento alla notizia è stato parzialmente censurato, laddove, prendendo a prestito le parole di una canzone di Lucio Battisti, scrivevo: “Dieci lampioni per me, posson bastare”. Poi aggiungevo: “E un po’ di corda saponata”.

Quest’ultima frase è stata tagliata, segno che il messaggio, per i redattori del giornale, è stato chiaro. Nella gente, anche se il sottoscritto non fa testo, sta montando la rabbia e già molti utenti dei siti di controinformazione hanno prospettato l’ipotesi di veder penzolare politici e farabutti vari dai lampioni delle città.

La rabbia e lo sdegno ci sono, anche se non ai livelli della Grecia, ma ho come l’impressione che anch’essi siano stati pianificati e che quindi le vessazioni di Equitalia rientrino nel quadro più generale di incitare le folle alla rivolta e quando le folle si rivoltano, evento di cui in Italia abbiamo perso la memoria, se mai l’abbiamo avuta, il potere poi ha buon gioco a scatenare la repressione. Solo che noi “complottisti”, forse perché più pessimisti di altri, vediamo in questo i prodromi dell’instaurazione del NWO, mentre Alessandro e Nicola non arrivano fino a questo punto. Se ci arrivassero sarebbero “complottisti” anche loro, ovviamente.

E’ stata una sorpresa per me venire a sapere che Casa Pound non si limita ad elaborare e discutere di politica, né si accontenta di raccogliere firme e tenere gazebi in giro per le città, ma fa vere e proprie opere di beneficenza. Di solito siamo abituati a pensare alle ACLI e alla Caritas, quando si parla di beneficenza, ma nella mia regione ogni due settimane Casa Pound attua di queste iniziative. Per esempio sono stati raccolti giocattoli da privati e regalati al reparto di pediatria dell’ospedale di Palmanova e sono stati raccolti libri e donati alle biblioteche di Martignacco e Maniago, mentre nelle altre venti regioni dove Casa Pound è presente sono stati distribuiti gratuitamente pane e pasta. In base a quale criterio sarebbe da verificare, giacché se c’è qualcuno di veramente odioso sono proprio i furbetti che si appropriano di ciò che non spetterebbe loro.

E le sorprese non sono finite. Per esempio, quanti di voi sapevano che Casa Pound ha un suo sindacato e una sua protezione civile? Io non lo sapevo! Il sindacato si chiama B.L.U. (Blocco Lavoratori Unitari) e la protezione civile “Salamandra”, perché è un anfibio che si muove bene sia in terra che nell’acqua. Nulla a che fare con gli esseri elementali che vivono nel fuoco, né con uno dei tanti nomi esoterici con cui sono designati gli Illuminati. E come Nicola pensa che i grandi banchieri solo per caso sono anche ebrei, io penso che anche la scelta del nome Salamandra sia stata fatta solo per caso.

D’altra parte, anche se io mi stupisco, pensandoci bene non ci si dovrebbe meravigliare della propensione di Casa Pound a svolgere opere di utilità sociale, perché, ispirandosi al vituperato fascismo, stanno solo seguendo le orme di Mussolini. L’opera nazionale maternità e infanzia, l’INPS, l’INAIL e le bonifiche pontine sono state fatte in epoca fascista. Io aggiungerei anche l’Ente Nazionale Fascista Protezione Animali, che poi perse la effe, ma che esiste tuttora ed è conosciuto come ENPA.

Sulla bontà delle bonifiche, in un’ottica di salvaguardia degli ecosistemi e di valori ecologici, ci sarebbe da discutere giacché sono state una tragedia per aironi, folaghe, gallinelle d’acqua e forse anche per le lontre, ma in un’ottica socialista di progresso e di sviluppo (a me già vengono i sudori freddi a scrivere queste parole) all’epoca fu considerato un trionfo della civiltà e sono migliaia le famiglie contadine che lasciarono il Veneto e il Friuli per trasferirsi nell’agro pontino, dove si sono rifatte una vita.

Quello dell’impatto delle attività umane nei confronti dell’ambiente è un tema spinoso e d’attualità, ma negli anni Venti se solo qualcuno avesse parlato di diritti dell’ambiente o degli animali gli avrebbero riso in faccia. Più o meno quello che succede anche oggi in certi contesti sociali.

Fin qui abbiamo parlato delle radici storiche di Casa Pound che accetta il fascismo ma rifiuta in concetto di Destra, così come la conosciamo. Per quanto riguarda il presente, assodato che per il futuro siamo nelle mani dell’Onnipotente (o degli Onnipotenti?), forse si possono riscontrare le prime crepe, le prime discordanze. Per esempio, sulle grandi opere Casa Pound è favorevole. La TAV potrebbe essere realizzata nel caso in cui si chiarisse la faccenda dell’uranio e dell’amianto presenti nella montagna. Sul ponte sullo Stretto di Messina Alessandro e Nicola non hanno una posizione precisa, ma sul nucleare non hanno dubbi: il programma delle centrali va fatto e su questo punto sono concordi con la Lega Nord. Ridendo, Alessandro disse che piuttosto del Ponte sullo Stretto, gli piacerebbe veder finita l’autostrada Salerno – Reggio Calabria, intendendo dire che il vero obiettivo da sconfiggere è la mentalità speculativa legata agli interessi economici di pochi che vanno a discapito dei molti.

E per questo Casa Pound si pone come movimento rivoluzionario, cioè intenzionato a rivoluzionare i valori della gente, in senso prima di tutto spirituale. Posto che anche l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro fa riferimento a tali presunti valori, io non capisco come Alessandro potrebbe conciliare gli interessi dei fautori del nucleare con i valori di rispetto del prossimo e di solidarietà fra gli uomini considerati come fratelli, figli dello stesso padre Stato italiano. Ovviamente, uno Stato ripulito della spazzatura che ora lo intossica.

Io non riesco a capire come Nicola possa conciliare la mafia del tondino e del cemento, che vuole mettere le mani sulla Val di Susa, con i valori della gente che dovrebbe prestare soccorso e aiutare il proprio prossimo, in senso oserei dire cristiano. Forse i valsusini non sono gente anche loro?

Il tempo che i due ragazzi mi hanno dedicato forse è stato troppo poco, per me, per capire le sottigliezze di questi ragionamenti, ma al momento preferisco restare antinucleare, NoTAV e su posizioni anarchiche, anche se a Casa Pound e ai miei due ospiti va tutto il mio rispetto e il mio grazie per la disponibilità accordatami.

Se Equitalia continuerà a vessare la popolazione, ho l’impressione che di Casa Pound sentiremo ancora parlare. Sempre che prima non succeda qualcosa di veramente brutto.

Spirano venti di guerra. Non ci staremo mica avvicinando alla resa dei conti?

28 Commenti a “La casa della tartaruga”

  • roberto leggendoti in mente mi viene il racconto della Dodd su the naked capitalist dove il partito (illegale) comunista americano, riceveva ordini da tre ricchi signori al waldolf-astoria e che poi il cremlino ratificava… Non dimentichiamoci billington dove racconta i retroscena “molto retro” delle rivoluzioni, compresa quella comunista!
    Non dimentichiamoci poi le relazioni inquietanti tra il partito nazista e determinati “concetti” espressi da nuovo ordine mondiale. Quando le persone capiranno che la politica e’ servita a dividere e non ad unire… sara’ sempre troppo tardi.

  • Ezio:

    Simpatico Roberto sono un vecchietto che ha vissuto di persona molte situazioni di cui tu hai solo sentito parlare e ti dico quello che penso e in cui credo : la divisione politica, destra e sinistra, è solo il classico specchietto per le allodole, tutti quanti insieme prendono ordini dall’unico padrone alle spalle dei creduloni che li hanno democraticamente votati. Occorre esminare con occhio realista e indipendente le diverse situazioni politiche, tipo ventennio fascista e Russia comunista anni 60-70 e si vede che in entrambi c’era del buono e del marcio, (posso dirti parecchie cose sentite de persone che hanno vissuto queste realtà e non giornalisti bugiardi) quindi prendere il buono e scartare il marcio. Leggendo su vari siti Internet i pensieri di intellettuali di destra e sinistra noto che al 90 per cento dicono le stesse cose guarda caso mentre la propaganda politica dice ben diversamente e taccia l’ipotetico nemico come il male da eliminare. Per quanto riguarda le “bombe” non sono gli anarchici intellettuali o i cattivi della destra a piazzarle ma solo i servi del padrone che si camuffano con la camicia imposta dal potere secondo le diverse esigenze. Ancora una nota personale : nel passato autunno caldo del 69 quando cercavo di frequentare i corsi serali universitari (studente lavoratore) spesso trovavo tutto sbarrato dai bombaroli della sinistra e tornavo a casa con perdita di tempo e denaro, bene, uno di questi attualmente siede in parlamento spesato anche dalle mie tasse. Ho fatto il militare a Sabaudia (ex paludi pontine) e nella chiesa (in qegli anni perlomeno) c’era un busto in marmo del Duce e gli abitanti quasi tutti di provenienza veneta non simpatizzavano per Berlinguer, l’Inail da te citato è sorto come INFAIL, anche qui è scomparsa la F, mio padre, per poter lavorare onestamente ha dovuto prendere la tessera fascista la qual cosa non gli era simpatica ma, messo la tessera in un cassetto, poteva vivere tranquillo e sicuro del suo lavoro, mia figlia laureata con 110 e lode, non ha l’ “obbligo” di prendere una tessera di partito ma non riesce a trovare lavoro mentre altri, con la tessera giusta, pur non essendo dei geni riescono a infilarsi nei posti pubblici sicuri.

  • Chicca:

    Vedi, questo e’ il motivo per cui sono assolutamente convinta che quando i nostri cosidetti PADRONI faranno finalmente l’azione che colmera’ il vaso e la fatidica goccia trabocchera’, (e ci siamo quanto mai vicini), la gente sara’ preparata ad agire e non sara’ strano vedere fianco a fianco persone lottare senza bandiere e schieramenti.

    Gia’ tu puoi testimoniare che e’ bastato fermarti a parlare con delle persone schierate su posizioni ufficialmente diverse ed opposte alle tue e, sorprendentemente, hai visto diminuire le distanze ed aumentare i punti di accordo.
    Il tutto nello spazio di una chiacchierata.

    Ne’ destra ne’ sinistra ne’ centro, accompagnare questi criminali fuori dai palazzi del potere non sara’ poi così difficile.

    Sara’ necessario, dopo, fare moooooooooooooooolta attenzione a coloro che, come la storia insegna, cerchera’ di ricreare le divisioni.

    Non cadere nelle trappole di questi “signori” sara’ la novita’ che ci traghettera’, sul serio questa volta, in un mondo migliore

  • provo a buttare delle idee provocatorie.
    Tutti i proprietari di case potrebbero DONARE la NUDA PROPRIETA’ allo STATO ITALIANO, riservandosi il diritto di ABITAZIONE, per se’ ed i propri discendenti per i prossimi 100 anni (tanto piu’ nessunofa figli…)
    In tal modo si risparmia l’IMU e fra 100 anni compriamo una nuova casa (risparmieremo anche sulle SUCCESSIONI-INTESTAZIONI-MANUTENZIONI- in pratica diventeremmo RICCHI privandoci di qualcosa adesso..)
    Oppure potremmo costituire delle SOCIETA’ NO PROFIT, diventarne SOCI apportando le NOSTRE CASE, con cessione della PROPRIETA’, poi la SOCIETA’ NO PROFIT ce la darebbe in COMODATO GRATUITO per i prosimi 100 anni, cosi’ facendo risparmieremmo l’IMU, le societa’ NO PROFIT, come le FONDAZIONI BANCARIE non LA pagherebbero, a maggior ragione chi DA’ IN COMODATO GRATUITO senza percepire affitti vari, per le MANUTENZIONI, ci si puo’ accordare

    Potremmo cedere allo Stato tutti i nostri AVERI, a cominciare dagli STIPENDI, in cambio ci viene dato un BANCOMAT per le strette NECESSITA’…
    pensa che bello salterebbe tutto il lavoro NERO, cosi’ potrebbero controllarci comodamente.
    Noi ONESTI ITALIOTI, non avremmo NULLA danascondere e saremmo FELICI di essere controllati.
    Il problema sara’perle PROSTITUTE e i PROSTITUTI che dovranno attrezzarsi col BANCOMAT… finira’ che pagheremo tutti in NATURA…
    oggi tu ti prostituisci con me, domani io mi prostituisco con te e cosi’ FOTTEREMO il GOVERNO… la nuova PORNOGRAFIA.. ci metteremo su YOUTUBE e verremo cliccati mentre FOTTIAMO il governo
    A pensarci bene che senso ha CORRERE COME MATTI dentro questa Societa’ che tanto poi dobbiamo LASCIARE TUTTII NOSTRI AVERI, col rischio (molto alto) di far LITIGARE gli EREDI e magari doverci RIVOLTARE nella tomba.
    Se tornassi ad avere 20 anni farei del grande TURISMO SESSUALE, Tailandia CUBA…
    tutta l’IMU andrebbe in beneficienza alle PROSTITUTE e lascerei allo STATO il compito di costruire ALLOGGI POPOLARI, alla faccia della INIZIATIVA PRIVATA…
    pensandoci bene ma chi ce lo fa fa… de risparmia’ de costrui’ de rompese er c…zo per poi pagarce l’IMU’
    diceva bene CRAXI di ” Andare al mare anziche’ andare a votare “… forse l’han fatto morire per quello..
    saluti Giovanni

    • the crusader:

      Il tuo commento è geniale…
      Se dessimo la nuda proprietà allo Stato e ci tenessimo l’usufrutto, non pagheremmo l’IMU…

  • Numbersix, “la politica è servita a dividere e non ad unire”: grande verità! Bravo!
    Non conosco gli autori da te citati, ma il primo che mi ha aperto gli occhi sui finanziamenti occulti e incrociati di Destra e Sinistra, è stato Massimo Mazzucco con il suo Luogo Comune, ancora tre anni fa.
    Tu come ci sei arrivato?

    • dagli un occhiata a quei libri, sopratutto a quello di billington che spiega veramente bene cosa c’e’ dietro alle famose rivoluzioni… dal 1789 fino ad arrivare quella di Lenin/Stalin

  • Ezio, anche stavolta devo inchinarmi alle tue parole di saggezza, che derivano dalla grande esperienza di vita che hai alle spalle. Mi ha sempre fatto impressione vedere le foto in bianco e nero dei miei nonni materni in divisa da fascista e anche quelle di mia madre nei panni di “Giovane italiana”. Entrambi insegnanti elementari, se volevano lavorare dovevano essere iscritti al partito e questa mi è sempre sembrata una odiosa coercizione. Tuttavia, a parte questo, dalle testimonianze di mia madre sembra che non se la cavassero troppo male e che fossero anche abbastanza felici. Probabilmente, se Mussolini non fosse entrato in guerra a quest’ora saremmo stati una nazione florida e non una colonia americana.
    Purtroppo, guerra o non guerra, in un movimento politico che tenda ad imporsi sugli altri, anche a fin di bene, c’è già il germe della prevaricazione e dell’intolleranza, generatori di opposizione e conflitto. Probabilmente è nella natura umana e possiamo farci ben poco.

  • Chicca: “accompagnare questi criminali fuori dai palazzi”.
    Già m’immagino la scena! Prego, dopo di lei! No, ci mancherebbe, dopo di lei!
    Si sente che sei ottimista nei confronti dell’umanità e vorrei avercelo io tutto il tuo ottimismo.
    A Piazzale Loreto li hanno esposti a testa in giù e non era un bel vedere, anche se io non c’ero.
    Se tanto mi dà tanto, ci aspettano tempi cupi, temo.
    Sperin ben!

  • Giovanni, davvero interessanti le tue idee. Ma dove le vai a trovare?
    Sei un vero creativo e ti ringrazio per avermi messo di buon umore.
    Purtroppo temo che contrastino con la natura umana, grande scoglio per ogni ben agire.
    “Vedo il meglio, ma al peggior m’appiglio”, dicevano già gli antichi.
    L’ultima parte del turismo sessuale non l’ho ben capita, ma è senz’altro la più spassosa.
    Grazie per gli spunti.

    Un grazie a tutti voi e un saluto resistente.

  • caro Roberto Duria, sono contento di averti messo di buon umore.
    Per quanto riguarda il Turismo sessuale ti spiego.
    Da giovane ho fatto sacrifici, con mia moglie, per costruire una casetta.
    Fortunatamente non ho divorziato.
    Prova a pensare ad un giovane oggi che sisposa, fa il mutuoper la casa e dopo 3 anni divorzia…
    In questo caso il TURISMO SESSUALE diventerebbe un MUST. Una forma di evasione Fiscale in quanto la casa ora me la puoi TASSARE, il godimento Passato NO…
    Non voglio pensare ad un giudizio Etico. Pero’ rilevo che sia ETICO sottrarsi alle VESSAZIONI presenti e future per rispetto verso la propria persona.
    Inoltre “NON INDURRE IN TENTAZIONE”…
    Se fossimo tutti BARBONI, i nostri non sarebbero “TENTATI” a volerci tassare, anzi, per avere VOTI, riconoscerebbero il PROBLEMA SOCIALE…
    e vivremmo tutti felici e contenti, loro prenderebbero il voto e noi la CASA
    e’ un peccato che bisogna diventare vecchi per capirecerte cose.
    saluti Giovanni e ricordati sempre di pregare la Madonna, e’ l’unica che ci puo’ GUIDARE fuori dal Casino che ci sta piovendo addosso.

  • alessandro:

    un concetto che i giovani dovrebbero capire è: basta divisioni dettate dal sistema!
    non fatevi manipolare… NE ROSSI NE NERI MA LIBERI PENSIERI!
    tutti uniti contro questa dittatura democratica!
    alessandro

    • Hai ragione dobbiamo dire basta al dividi et impera.

      p.s.
      x roberto: io ci sono arrivato dopo un po di ricerchine… non e’ costato molto solo il tempo di passare nella biblioteca nazionale e fare determinate ricerche e ordinare da altre biblioteche alcuni libri che in italia non si trovavano. I miei dubbi li avevo gia’ da parecchio tempo, ma quando i dubbi vengono confermati dai dati, diventano certezze!

  • manlio:

    Bell’articolo, complimenti.
    E’ sempre stato così, e così sarà:”Divide et Impera”, il modo migliore per evitare che le masse “becere” sottomesse si coalizzano e si ribellano.
    Ho vissuto il periodo degli opposti estremismi, durante il quale noi giovani ci “scannavamo” l’un l’altro, e il potere ci sguazzava.
    Col tempo ho compreso tante cose: le ideologie non esistono, o quantomeno sono irrealizzabili; le masse, se non fossero becere, dovrebbero, invece, coalizzarsi e combattere all’unisono il potere corrotto e mafioso. Sono anni che ci derubano; ci stanno riducendo alla fame e ci stanno schiavizzando, eppure, le masse, puntualmente si recano alle urne per votare questo o quel politico, cui pongono le loro speranze.
    No ragazzi! Così non si va da nessuna parte.
    Dobbiamo riappropriarci della sovranità, altrimenti è finita.
    Ops, scusate, mi sono espresso male, E’ GIA’ FINITA.

  • Rubrocinctus:

    Complimenti per l’articolo monotematico e quindi efficace. E quand’è così lo si legge tutto anche se è un po’ lungo.

    Certo pare incredibile che così tante belle cose, dalla cui sigla è stata tolta la F, siano state create in soli vent’anni.
    Invece in questo ultimo ventennio mi sembra che non sia stato creato un bel niente, anzi si sia distrutto molto.

    • D’accordo, ti ringrazio per i complimenti, però lasciami dire una cosa.
      Per una volta tanto che pochi giorni fa ho scritto un articolo con due argomenti (AIDS e Casa Pound), su mille mila che ne ho scritti, mi sembra di aver ricevuto critiche anche troppo esagerate. Non c’è mica una legge che obbliga a scrivere solo pezzi monotematici!
      :-)

  • Lorenzo:

    Quello che alcuni oggi ancora ignorano, o che fanno finta di ignorare, è che la schiavitù verso i banchieri è inziata per noi già all’indomani della “Liberazione” del ’45, quando lo Stato che emetteva moneta ha perso la guerra…. e da allora l’emissione della moneta è passata in mani “private” con conseguente Signoraggio. Andate a cercare le banconote dell’epoca e notate come sia scritto in bella evidenza “BIGLIETTO DI STATO”.
    Ora qualcuno sa dirmi dove altre volte ha notato una dicitura del genere su una qualsiasi altra banconota in Lire o in Euro?
    Mantenere il diritto di stampare autonomamente una moneta di Stato è la prima e più importante condizione per non consegnarsi con le mani legate alla Finanza Internazionale, sarà una coincidenza che l’altro paese che 80 anni fa si stampava la sua moneta di Stato era la Germania di Hitler?

    • the crusader:

      Due cose non riesco a capire della storia del Novecento, Hitler e la Caduta del Muro di Berlino. Mi domando se furono imprevisti nel piano degli Illuminati o reazione successive al caos destinate a portare a delle soluzioni.
      Mussolini nei suoi ultimi scritti parla chiaramente degli Illuminati, mi viene da pensare che Hitler sia stato una sorta di vaccino. Fascismo significava restaurazione dell’ancient regime. Questo forse faceva paura. Quindi per eliminare questo virus, lo hanno trasformato in un vaccino, creando il Nazismo, allo scopo di togliere di mezzo la malattia fascista. E’ una ipotesi, come quella che vedrebbe nel Nazismo una reazione all’inganno che gli Illuminati avrebbero perpetrato ai danni della Germania nella Grande Guerra.
      Voi che ne pensate?

    • Lorenzo, uno dei Rockefeller mi pare abbia detto: “Datemi il potere di stampare moneta e dominerò il mondo”.

  • Chicca:

    Caro Roberto,
    e’ vero, sono ottimista nei confronti dell’umanita’, lo sono da sempre ed invecchiando e trovandomi ad affrontare la realta’ di una grave malattia di mio marito, lo sono diventata anche di piu’.

    Vedo da tempo volontari di tutti i tipi, persone che non esitano a correre rischi per difendere le idee in cui credono, persone che si dichiarano di sinistra, destra, centro, verdi, animalisti, religiosi, atei, e che nello stesso tempo sanno essere persone oneste, moralmente pulite e disponibili ad aiutare chi e’ nella difficolta’, a spiegare le loro posizioni ed i loro ideali.

    Le persone che vogliono governare sanno benissimo che la cosa principale da fare per riuscirci e’ dividerci ed indottrinarci per benino.

    La canzone cantata e’ sempre la medesima: Noi siamo i buoni e pensiamo al bene del popolo, i nostri “rivali” sono i cattivi e dobbiamo impedire che vincano per il bene della gente che e’ così stupida da votarli.

    Poi capita che una scheggia impazzita a volte vada a sbattere dalla parte sbagliata e ci ritroviamo con un incidente imprevvisto: Tizio per caso incontra Caio, Roberto Duria per caso incontra due ragazzi di Casa Pound, Chicca per caso incontra Francesca, e così queste schegge fuori percorso e fuori controllo si parlano, si piacciono, si confidano ed i casi sono due:
    O tutti iniziano a pensare che, in alcune cose, il partito contrario al proprio abbia delle ragioni, e questo e’ un abbastanza buon risultato, oppure, MIRACOLO, tutti arrivano a capire che c’e’ una sola posizione da difendere ed e’ quella dell’innata predisposizione umana all’amore ed alla collaborazione ed alla solidarieta nell’animo della maggioranza di noi.

    Di scheggia in scheggia la nostra capacita’ di riconoscere, isolare e sollevare dagli incarichi le persone che, per propria scelta cosciente, hanno fatto sciempio della terra ed hanno calpestato la dignita’ dei suoi abitanti, sara’ una normale conseguenza.

    Ci sono persone oneste e corrette in ogni gruppo, partito, organizzazione, corporazione, anche dove non ci se lo aspetta e queste persone sapranno come comportarsi a tempo debito.

    Bisogna solo risvegliarsi, (essere informati non vuole dire essere risvegliati), ed i tempi sono oramai maturi.

    • Bellissimo commento Chicca! Come puoi vedere nel mio blog un utente non ha gradito il fatto che io abbia intervistato due esponenti di Casa Pound. Non posso nemmeno dire di aver preso le difese di tale movimento, ma di essermi limitato a registrare le loro dichiarazioni e pertanto non capisco di cosa mi si accusa.
      Tuttavia, avevo il presentimento che anche solo dare spazio a un gruppo malfamato come in effetti Casa Pound è, sarebbe stato interpretato come una sorta di tradimento da parte di alcuni sinistroidi. Non uso il termine sinistroidi per diffamarli: se avessi detto “sinistrorsi” sarebbe stato uguale.
      Eppure, confrontando le rivendicazioni della cosiddetta Sinistra, che conosco perché l’ho frequentata per anni e le istanze di Casa Pound, non posso far altro che concludere che chiedono entrambe le stesse cose.
      E allora, se entrambe vogliono il bene comune della popolazione, perché perdono tempo a combattersi?
      E’ la stessa cosa che sta succedendo dalle mie parti tra ufologi: perdono tempo a combattersi tra opposte fazioni e trascurano la ricerca sui recenti fenomeni di avvistamenti.
      Dunque, c’è una regia occulta, in quest’ultimo caso dei militari, a voler far sì che la gente si scanni reciprocamente.
      Riusciremo a farglielo capire agli ultimi….testoni?

  • Crusader, gli Illuminati usano l’antico metodo del bastone e della carota.
    Dopo aver tenuto americani e russi per settant’anni circa in uno stato di tensione e reciproca paura, hanno deciso di far cadere il comunismo (il muro) per dare sollievo all’umanità, un falso sollievo. Cioè sono passati dal bastone della guerra fredda alla carota della riunificazione delle due Germanie, con tanto di strombazzamenti e tripudio generale per la fine del comunismo.
    Qualche anno dopo c’è stata un’altra operazione simile, con l’elezione di Barack Obama, cioè si è passati dal bastone di Bush repubblicano alla carota di Obama (nero) democratico.
    Migliaia di persone nel mondo hanno esultato per l’elezione del primo presidente nero della storia degli USA, senza sapere che si tratta di un candidato manciuriano e che di democratico non ha nulla, se non l’etichetta.
    “Chiacchiere e distintivo”, disse Al Capone in un’altra occasione, che l’aveva vista giusta sui funzionamenti reconditi del Potere.
    Questo è quanto il mio intuito mi dice, ma ci sarebbero molte altre cose di cui parlare.
    Ciao

  • francesco:

    Ciao Roberto vorrei esprimere un mio personalissimo parere su CP.
    Personalmente ho trovato un ottimo e valido aiuto dai ragazzi di CP di Roma sud per ricorsi su multe e su cartelle di Equitalia, con i quali e grazie ai quali ho risparmiato notevoli soldi.
    ciao

    • Un aiuto lo danno anche il CAF, le ACLI e la CGIL: è che non siamo abituati a pensare che una formazione politica “barricadera” aiuti la gente fin nei minimi particolari.
      Se non andavi dai ragazzi di Casa Pound, avresti dovuto rivolgerti a un avvocato, spendendo un sacco di soldi.
      Ciao e grazie.

  • cristiano67:

    Secondo il mio personale punto di vista è tutto programmato, comprese eventuali modifiche da adottare in base all’evolversi delle cose … per esempio io sono convinto che i due blocchi contrapposti Usa(capitalismo) – Urss (comunismo) siano stati studiati a tavolino per vedere quale tra i due sistemi potesse essere quello migliore per mantenere sotto controllo le masse visto che che il sistema religioso-dinastico non aveva più tanta presa nella massa … alla fine ha vinto il capitalismo solo perchè rispetta meglio l’altra regola base del LORO agire, oltre al dividi et impera, e cioè panem er circencenses.
    Siamo stati ingannati in ogni campo del sapere … dobbiamo ammettere in primo luogo che siamo semplicemente schiavi …. l’unica via è l’a-narchia, peccatto che nessuno ci abbia insegnato a realizzarla.
    Purtroppo anche tutto questo fluire di informazioni “segrete o nascoste” fa parte del LORO gioco … districarsi tra il vero e il falso è come perdersi in un infinito labirinto … discutere di esse spesso diventa una babele … intanto le scie chimiche continuano a sfregiare i nostri cieli e le nostre anime.

    • “Siamo stati ingannati in ogni campo del sapere”

      Parole sante!

      Sia l’Anarchia che il Fascismo sono stati demonizzati.
      La prima in virtù di alcuni bombaroli che hanno solo scalfito la monarchia e la Nobiltà Nera.
      Il secondo perché, oltre ad essere uscito sconfitto dalla seconda G.M., si è posto spesso contro lo strapotere di Rothschild & affini.
      Forse un domani, comunque vadano le cose, ogni violenza, sia ideologica che concreta, verrà messa da parte ed emergerà solo la solidarietà fra simili, senza capi, gerarchi e prepotenti vari.
      Ciao

  • andrea'65:

    ” datemi il potere di stampare denaro e me ne infischio di chi fa le leggi ” disse un Rothschild.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE