Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Disturbi sonnodi Marta Albè

Vi è mai capitato di svegliarvi dopo un lungo sonno ristoratore, ma di sentirvi di nuovo stanchi dopo poche ore? E’ possibile che, a vostra insaputa, il momento del sonno sia stato disturbato da alcuni fattori di cui non siete ancora a conoscenza, in grado di sabotare un buon riposo.

Il vostro organismo potrebbe dunque non riuscire a recuperare del tutto le energie necessarie per affrontare al meglio una nuova giornata ricca di impegni. Dato per scontato che già avete provveduto a dotarvi di un materasso e una rete adatte alla vostra schiena, vi presentiamo qui alcune delle possibili cause del fenomeno che, se dovesse ripresentarsi di frequente, andrebbe esaminato con l’aiuto di un medico.

Il vostro sonno potrebbe essere disturbato da un reflusso duodeno-gastrico, anche leggero, di cui non siete a conoscenza. Il reflusso può portare il corpo a diversi momenti di risveglio parziale nel corso della notte, rendendo il vostro riposo di cattiva qualità. Il segnale di una cattiva digestione potrebbe essere dato dall’avvertire un cattivo sapore in bocca al momento del risveglio. In caso di sintomi leggeri, si consiglia generalmente di concludere i propri pasti almeno due ore prima di sdraiarsi. Alcuni studi hanno rilevato come dormire sul lato sinistro o, nel caso si dorma supini, sollevando la testa con l’aiuto di un cuscino in più, possa agevolare la risoluzione del problema, aiutando l’esofago a liberarsi delle sostanze refluite.

2. Nicturia
Si tratta di un disturbo dell’apparato urinario che spinge l’organismo a doversi liberare dell’urina in maniera molto frequente nel corso della notte. Ciò può portare l’individuo a risvegli frequenti o, se il segnale dello stimolo si presenta in maniera più debole, ad avere un sonno piuttosto disturbato. In caso di sintomi lievi, si consiglia di ridurre la quantità dei liquidi assunti durante la sera e prima di andare a dormire. Nell’evenienza di disturbi più fastidiosi, potrebbe essere necessario un trattamento medico.

3. Bruxismo
Il bruxismo è un’attività inconscia del sistema neuro-muscolare che porta a digrignare i denti inconsapevolmente nel corso della notte, durante il sonno. Il bruxismo causa tensione ai muscoli mascellari e mandibolari e potrebbe provocare un conseguente dolore al collo, sintomo che potrebbe essere presente al momento del risveglio. Il movimento che avviene a livello della bocca coinvolge in realtà tutto l’organismo, che si trova impegnato nell’azione invece di dedicarsi al riposo. Nei casi di bruxismo, i dentisti consigliano solitamente l’utilizzo di uno strumento chiamato “bite”, che potrà essere utile nel caso l’azione del digrignare i denti stia conducendo a rovinarne la superficie. Altro consiglio è quello di evitare di masticare chewing-gum durante il giorno, poiché un simile movimento, una volta divenuto abituale, potrebbe ripetersi involontariamente durante la notte.

4. RLS
Si tratta della “Sindrome delle gambe senza riposo” o “Restless Legs Syndrome”. Nella sua forma primaria essa si manifesta prevalentemente di notte causando una sorta di formicolio agli arti inferiori, per alleviare il quale il corpo si ritrova costretto a muovere frequentemente le gambe, a volte rigirandosi in continuazione. Tale sindrome è in grado di disturbare il sonno provocando dei brevi risvegli durante la notte, che possono mettere a repentaglio un buon riposo. Il presentarsi della sindrome è stato legato a carenza di ferro e di vitamine del gruppo B, ma anche all’assunzione di alcuni farmaci come antistaminici o antidepressivi.

5. Difficoltà respiratorie
Il riposo notturno potrebbe essere disturbato da alcune difficoltà respiratorie, di cui il frequente russare potrebbe essere un sintomo. Il fatto di russare e di avere la necessità di respirare dalla bocca durante il sonno potrebbe indicare la presenza di difficoltà di inspirazione ed espirazione attraverso il naso, che potrebbero essere causate da una deviazione del setto nasale o da altre patologie, come allergie respiratorie o sinusite, la cui presenza potrà essere individuata dal medico.

6. Apnea notturna
L’apnea notturna è una sindrome in grado di provocare interruzioni del respiro della durata anche di dieci secondi. Nei casi di apnea ostruttiva la gola si chiude e non permette all’organismo di ricevere la quantità di ossigeno necessaria per lo volgimento delle proprie funzioni. Il cervello è in grado di avvertire il calo d’apporto d’ossigeno e spinge, di conseguenza, il corpo al risveglio. Uno specialista potrà valutare la vostra situazione e consigliare l’utilizzo di strumenti appositi per ovviare al problema.

7. Perdita del ritmo sonno/veglia
Un riposo di cattiva qualità può indicare come l’organismo abbia perso il proprio stato di equilibrio nel governare i tempi da dedicare alla veglia ed al riposo. Il naturale bisogno di riposo notturno può risultare disturbato dalla presenza di fonti luminose nella propria stanza durante la notte o di apparecchiature elettroniche lasciate accese o in stand-by. La presenza di luce potrebbe essere malinterpretata dall’organismo, che potrebbe così interrompere la produzione di melatonina, l’ormone del sonno, e portarvi all’insonnia. Il medico potrebbe suggerirvi di seguire una tabella da rispettare relativamente agli orari da dedicare al riposo o di assumere della melatonina sotto forma di integratori, se il vostro caso lo dovesse richiedere.

fonte: No Censura tratto da: GreenMe

9 Commenti a “Ti senti stanco al risveglio? Potrebbe dipendere da questi sette motivi”

  • MicMar:

    Mezzora prima di dormire, assumo una cps da 3 mg di melatonina, al mattino mi alzo fresco e riposato, ciò nonostante abbia problemi di reflusso gastrico e asma bronchiale allergica….ho la ghiandola pineale che si è rimessa in moto…..!!!!!

    • Fabrizio:

      Queste capsule si trovano solamente in farmacia ? Potresti suggerirmi il nome della confezione ? Grazie mille..

    • MicMar:

      @ Fabrizio
      Le capsule di melatonina si possono trovare anche in farmacia, io personalmente le acquisto da un sito internet, dove li produce direttamente un medico che ha fatto molti studi su codesta molecola.

      Ti incollo il link di riferimento, dove tra l’ altro ci sono moltissime informazioni sullo studio di codesta molecola che, oltre a resettare e a rigenerare tutto il sistema endocrino del corpo umano quando riposiamo, è definita la sostanza della crescita e della rigenerazione delle cellule del corpo Umano.

      Questa sostanza naturale, appunto la melatonina, fà si che la ghiandola pineale riprenda le sue naturali funzioni e che, Cartesio, definiva quest’ ultima la sede di congiunzione tra il corpo e l’ anima…….ecco perchè si cerca di demonizzare tale sostanza dai molteplici effetti benefici, disinformazioni pilotate dalle case farmaceutiche….!!!!!! ( credo che, con questo, abbia risposto anche @ Arati ).

      http://www.anagen.net/mela.htm

  • Arati:

    Chissa’ perche’ nessuno dice in maniera chiara la cosa piu’ importante: il corpo umano si detossifica e rigenera solo dormendo dalle 21.00 alle 5.00 am.
    Dormire presto per mantenere una buona saluteit.shvoong.com › Medicina & Salute

    • Fabrizio:

      Grazie arati di queste preziose informazioni perchè alla fine è di questa concreta condivisione che abbiamo bisogno più che di sterili opinioni..

  • Arati:

    Effetti collaterali della melatonina: sonnolenza del giorno dopo, tachicardia, depressione, ipertensione, ansia, irrequietezza, debolezza, pelle gialla e occhi gialli , svenimenti, diminuzione delle piastrine. Melatonina:
    effetti collaterali e controindicazioniwww.my-personaltrainer.it/…/melatonina-effetti-collaterali.html

    Informatevi prima di assumere qualsiasi cosa!

  • Questo articolo secondo me non è completo, anzi può portare lontano dalla verità, perché in molti casi i motivi principali del risvegliarsi stanchi la mattina sono altri.
    La causa principale della stanchezza mattutina è l’esaurimento delle ghiandole surrenali, che sono le ghiandole che producono l’energia, e che è causato da squilibrio e carenza del sodio e magnesio a livello cellulare: si badi bene è a livello cellulare e non si può trovare questo squilibrio nel sangue, dove i valori sono spesso normali. Questo deriva sia da esaurimento da stress che da una carenza di magnesio dovuta ad alimentazione carente e sbagliata.
    Altro fattore molto importante è il dormire su nodi patogeni (nodi di Hartman o di Curry) che sono punti che sottraggono energia, oppure in case che sono soggette a geopatie ( che significa case che sono o sopra una faglia tellurica oppure sotto di esse scorre un corso d’acqua: entrambi sottraggono moltissima energia alla casa e possono anche portare a malattie gravi, anche a tumori).
    Poi volevo fare anche un appunto al punto 3: perché l’autore di questo articolo (Marta Albè?) non dice che molte volte il bruxismo è causato dalla presenza di ossiuri, che sono dei parassiti intestinali?
    Comunque sui fattori della stanchezza ci sarebbe molto da parlare.

  • Bolivar:

    interessante articolo, tutte le cause si possono ridurre in una unica,la perdita del uomo della sua stesa natura,è un ciclo costante,si è stanchi perché si dorme poco e si dorme poco perché stanchi….
    il sonno è sacro,i sogni sono meraviglie,fare dei buoni esercizi di respirazione prima di dormire un bel esame retrospettivo della giornata,un bel grazie alla Vita e buona notte !!!!

  • arati:

    Il sonno e’ di vitale importanza. Vale veramente, capire perche’ e’ importante andare a dormire alle 21.00 ed alzarsi presto la mattina.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE