Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Nulla avviene per caso, cari amici. Il tragico fatto di Brindisi col tempo si chiarira’.  Nel frattempo tutte le grancasse di regime  stanno battendo tutto e il contrario di tutto. Ma il dubbio comincia a serpeggiare nelle menti velenose dei  complottisti. Allora guardiamoci questo breve video. L’intento è di raccogliere idee e soprattutto le informazioni che qualcuno, lavorando nell’ambiente gas-bombole-timer-telecomandi, potrebbe dare a tutti i lettori.

11 Commenti a “Pane per i denti dei complottisti”

  • Ceci:

    È incredibile! ho appena finito di leggere questo articolo, del quale consiglio vivamente la lettura

    http://www.informarmy.com/2012/05/bombole-del-gas-ma-non-diciamo-eresie.html

    poi, guardo di nuovo in SL e ci trovo questo video!
    Che dire? che chi ha organizzato questa farsa mortale oltre a essere un assassino é anche un cretino alla decima potenza.
    Che vergogna! che vergogna!
    ma, scusate la mia ignoranza, chi ha detto che erano bombole GPL? chi ha rilasciato questa dichiarazione?

  • Antizionism:

    Se come scrive qualcuno (anche) Brindisi è legata a doppio filo con finmeccanica si potrebbero anche associare la caduta dell’aereo in indonesia ( non è salutare rompere le palle alla boeing) la gambizzazione a Genova e quest’ultima porcheria a Brindisi……
    segnali per dire: chi ha orecchie per intendere…intenda!

  • Gozer:

    Hanno detto che il cassonetto nn era della nettezza urbana, ma uno di quelli che si possono comprare nei negozi di articoli per la casa. Riguardo alle bombole di gas, nn conosciamo le loro reali dimensioni, magari erano quelle piccole da campeggio, visto che comunque il cassonetto era piccolo, di quelli ad uso domestico.

  • Gianluca:

    Quoto Gozer
    Le dimensioni delle bombole non mi sembra le abbiano rese pubbliche. Ci sono bombole da campeggio da 0,420kg a 5kg e di queste non ne possiamo paragonare l’effetto dell’esplosione a quello di bombole per uso domestico da 10, 15 o 25kg…..per cui stiamo calmi.

  • DarioIV:

    Io l’unica informazione che ho sentito dai tg è che erano appunto 3 bombole di gas da campeggio.
    Questo video mi sembra proprio campato in aria e danneggia chi seriamente cerca di capire le verità oltre quelle ufficiali.

  • …la verità è sempre davanti a Noi…?
    Purtroppo non sempre.
    Anzi spesso non lo è affatto!
    Tra chi racconta (ufficialmente o contro-ufficialmente) l’accaduto di un fatto.
    Non vi è mai la controprova, solo supposizioni!
    Più o meno valide, lo concedo.
    Difficilmente però ognuno di noi è in grado di essere presente al 100×100 ad un fatto.
    Primo: perché non abbiamo il dono dell’ubiquità.
    Secondo: perché non abbiamo il dono dell’onniscenza.
    E su questi due punti rimane, naturalmente, un interrogativo aperto…
    Aperto per colui che altrimenti si riterrà diversamente “eletto” in termini di “gnosi”..!
    Terzo: perché è lungi da noi riportare i fatti in quanto tali (solo versioni soggettive, spesso volutamente e/o proficuamente manipolate…forse)
    Quarto: perché l’assuefazione alle tesi dominanti di ricostruzione storiografica ha ormai permeato profondamente ogni intelletto.
    Quinto: perché il condizionamento mentale è sempre e comunque in atto, a prescindere.
    Sesto: perché ogni qualunquismo fa odiens e quindi ritorno economico, de facto!
    E l’avidità, come la superbia, ha sempre la meglio sull’individuo debole.
    Settimo: perché siamo (Tutti Noi) sempre accondiscendenti con gli eventi, direi oltremodo ingenui.
    Ritenendo che gli eventi stessi siano naturali conseguenze gli uni degli altri.
    Non becere e volgari contraffazioni, macchinazioni o…non sia mai…per carità…che assurdità…complotti!!!
    Di chi, poi?
    O che sia mai?
    Ciò detto…!
    Non è mia intenzione discreditare nessuno o, allo stesso modo, accreditare alcuna tesi.
    Ufficiale o non ufficiale che sia.
    Ritengo, altresì, fondamentale non soffermarsi sui particolari.
    Alla ricerca di prove confutabili, diversamente interpretabili, spaccando il capello in 4.
    E perché questo?
    Non certo perché ritengo che l’argomento di cui sopra sia da accettare “tout court” così come variegatamente presentato dal “mainstream”.
    Tuttaltro!!!
    Perché ritengo non sia necessario, in tali tempi e contesti socio-esistenziali, stare a sottolineare ciò che (a mio estremamente umile parere) è Ovvio.
    Al di là dei tecnicismi e delle modalità d’esecuzione.
    Non si piazza un esplosivo solo per divertimento o per cialtroneria o per perder tempo.
    Non lo piazzerebbero i mafiosi, tanto meno i nostrani terroristi od i terroristi di al-qaeda appartenenza.
    Non lo piazzerebbero neanche i “gonzi” perché, oltre a non saperlo costruire, non saprebbero né il come, né il dove o il quando fosse giusto e corretto farlo.
    Non saprebbero neanche o persino dove procurarsi il materiale.
    Non serve una “scienza” per comprendere tutto questo.
    E non basta la vendetta, ancora tutta da spiegare, di un anonimo isolato e fuori di testa…per spiegare tutto ciò.
    Immaginario accettato dalla cosi detta opinione pubblica, cui non “glie ne frega niente” del cosi detto “prossimo”. Perché ogni giorno ha a che fare con ben altre cose.
    Le baggianate del viver quotidiano o le scelte impossibili dettate dalla sopravvivenza.
    Conversare del nulla al di fuori di un bar come inginocchiarsi annichilliti di fronte ad uno sportello delle “tasse”…non implica, ahimè, di certo l’interesse sui collegamenti complottisti e coercitivi di stampo orwelliano.
    Sò che è una dura realtà da accettare, ma questo è realmente quanto succede ogni giorno.
    Sempre a mio umile e modesto parere.
    Pertanto, basta con i dietrologismi da vicolo cieco.
    Fermo restando che ogni ricostruzione degli eventi sia sempre ben accetta.
    Un conto, però, è parlare delle Torri Gemelle, altro è cercare scheletri inutili là dove sono palesemente visibili.
    Una povera innocente è morta!
    Io la definisco una martire!
    Nell’Italia dei ns tempi: una Martire…a sua insaputa…!
    Martire della libertà delle persone…semplicemente della libertà di esistere.
    In nome di un progetto ignominioso ed abominevole di qualcuno che, purtroppo, non sono ancora in grado di inquadrare definitivamente.
    Sono certo però che ognuno di noi, presto o tardi, dovrà fare i conti con la propria coscienza.
    Sua e quella dell’universo e dell’esistenza intera.
    Allora sì che prenderà a sua volta coscienza dei suoi fatti o misfatti!
    Mi scuso della prolissità…son fatto così!
    Un saluto,
    Elmoamf

  • Gianfranco:

    Il gas fa i danni che diroccano case solo se lo stesso e chiuso in un ambiente e infiammandosi esplode. Ma all’aperto nonn esplode ma si incendia. provate ad aprire una bombola ed accendere un fiammifero; otterrete un lanciafiamme ma non una bomba.

    • Ezio:

      Quello che tu dici è vero solo quando la bombola è piena di gas e quindi mancando l’aria (ossigeno) dentro la medesima questa si comporta come dici tu. Quando il gas sta per finire (parlo di bombole con fuoriuscita del gas libera, non collegata al classico riduttore di pressione installato nell’uso domestico il quale ferma l’uscita del gas quando questo sta per finire e quindi spegne la fiamma evitando guai) l’ aria (ossigeno) entra nella bombola e questa eplode, parlo per conoscenza diretta, tanti anni fa un mio collega di lavoro ha fatto l’esperimento in aperta campagna e la bombola è veramente eslposa.

  • Tidivic:

    Lettori di SL fin dal primo momento questa storia mi è sembrata strana. Tutto troppo architettato per far sembrare le cose in un certo modo. Un pò come l’11 settembre osserviamo troppe incongruenze. Concordo con il video ed aggiungo che qualcuno deve aver visto cosa è accaduto nelle ore precedenti visto che si tratta di una via trafficata. Non è credibile che l’ordigno sia stato piazzato senza che nessuno vedesse e poi il cassonetto rimane un mistero. Come anche lo è il fatto che sia stata ripresa una persona che premeva il pulsante e poi questo fantomatico attentatore del quale era visibile l’identità è stato eclissato. Inoltre, e quà chiedo a tutti, non riesco a capire il senso di questo evento. Perchè fare una tale messa in scena?

  • Gozer:

    Adesso anche la Sacra Corona Unita apre le indagini per la strage di Brindisi. Sul pullman c’era anche la nipote di un boss. Fonte Rai News.

  • Dese:

    Io credo che il Gas non c’entri niente con questa esplosione, se fosse stata causata dal gas avrebbe lasciato sicuramente segni di bruciature e qualche focoloaio intorno ad esse.

    Perchè e da quale ordigno sia stata causata non saprei, in qualsiasi caso è opera di pazzo o gruppo di pazzi assassini (sani o malati di mente che siano).

    Qualche nozione tecnica sui gas in genere.

    I gas NON sono degli esplosivi, possono causare delle esplosioni solo se miscelate all’ossigeno ed in un ambiente chiuso.

    Le bombole di gas non possono esplodere (a meno che non vengano surriscaldate, o non ci siano dei “ritorni di fiamma” che le surriscaldano) perchè all’interno non contengono ossigeno. Ci sono delle esplosioni solo quando una bombola rimane aperta (o si danneggia), rilasciando gas nell’ambiente, che miscelandosi con l’aria ricca di ossigeno in un ambiete chiuso crea le condizioni necessarie per produrre un effetto esplosivo dovuto all’alta velocità di accensione del gas ed all’istantaneo ed altissimo aumento di pressione all’interno dell’ambiente chiuso.

    Se proprio vogliamo fare un paragone approssimativo fra un esplosivo ed un gas miscelato all’ossigeno potremo con grande approssimazione dire che un Kg. di gas miscelato alla giusta quantità di aria potrebbe essere paragonato ad un Kg di tritolo come potenza dell’esplosione.

    Tutti i dati tecnici che ho sopra descritto li potrete trovare su un qualsiasi libro scientifico che si occupa di questi prodotti e sono di dominio pubblico (le sanno anche gli indigeni dell’Amazzonia….queste cose, con tutto il rispetto per loro)

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE