Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

IL MIO PUNTO DI VISTA SULLE CAUSE DEI TERREMOTI MODERNI
Gianni Tirelli | 29-05-2012 Categoria: Mondialismo Stampa

“Immaginiamo il pianeta terra come una grossa arancia dove, migliaia di sottilissime cannucce, penetrandola, la svuotano, prosciugandola dal suo succo vitale.
Presto, l’arancia, perderà per sempre la sua elasticità originale, trasformandosi in un corpo rigido, vacuo ed estremamente leggero - questo è ciò che succede alla Terra”

Il meccanismo che innesca gran parte dei moderni terremoti, è lo stesso che produce le voragini che si aprono sul suolo della città di Napoli.
L’uomo industriale, per oltre cento anni, ha vampirizzato il sottosuolo terrestre, defraudandolo da gas, petrolio, acqua e minerali.

Questa ininterrotta “operazione sanguisuga”, ha reso la crosta terrestre fragile, vuota e rigida.
In mancanza di questi elementi, che hanno la funzione di ammortizzatori, queste enormi cavità, svuotate del loro contenuto, tendono, alla prima scossa, a implodere su se stesse, dando origine ai moderni terremoti.



Lo stesso fenomeno, in scala infinitesimale, ma del tutto identico, lo possiamo applicare alla città di Napoli e alle sue voragini. Non dimentichiamo, inoltre, che tutto ciò che l’uomo industriale sottrae al sottosuolo, si trasforma – per un processo, di combustione – in CO2 e varie altre formazioni gassose inquinanti che, a tempo debito, innescheranno una apocalittica reazione chimica.
Una seconda parte di quelle che, comunemente, vengono definite risorse energetiche, muteranno la loro originaria natura in rifiuti tossici perenni e quotidiana spazzatura incenerita dentro “moderni forni crematori”.

Questo continuo sottrarre materiale al sottosuolo, trasformato poi in energia, ha reso il nostro pianeta più leggero e la nostra atmosfera più pesante e irrespirabile. A causa di questo squilibrio, le conseguenze saranno presto catastrofiche.

Il “segreto” del Giappone, in virtù del quale si è evitata la catastrofe urbana, sta in tecnologie come i cuscinetti antisismici disposti alla base degli edifici, apparecchi detti “dissipatori” che assomigliano agli ammortizzatori di un auto e vengono disposti tra un piano e l’altro degli edifici più a rischio.

Petrolio, gas e acqua (al pari delle misure antisismiche, adottate per evitare l’implosione degli edifici giapponesi), sono gli ammortizzatori naturali della crosta terrestre, deputati a mitigare gli effetti disastrosi di improvvise scosse telluriche indotte da un processo di assestamento, impercettibile ma continuo, delle placche tettoniche.

Del resto, la stessa struttura ossea dell’uomo, si frantumerebbe in mille pezzi, se non fosse per quel sofisticato e ingegnoso sistema di muscoli, di liquidi e di cartilagini che concorrono a distribuire le sollecitazioni prodotte dalla nostra mobilità, sul resto del corpo. La colonna vertebrale (come esempio) è un tubo semirigido, costituito da una serie di anelli ossei – le vertebre – uniti da dischi ammortizzatori, elastici. Il disco intervertebrale è formato da una porzione centrale, il “nucleo polposo”, che si compone di una sostanza gelatinosa e agisce da ammortizzatore e, senza la quale, ci sarebbe precluso ogni movimento.

Immaginiamo adesso il pianeta terra come una grossa arancia dove, migliaia di sottilissime cannucce, penetrandola, la svuotano, prosciugandola dal suo succo vitale.
Presto, l’arancia, perderà per sempre la sua elasticità originale, trasformandosi in un corpo rigido, vacuo ed estremamente leggero. Questo è ciò che succede alla Terra.

Questa mia tesi che, per nessun motivo al mondo, può essere smentita e, ne io, essere accusato di eccentrico catastrofismo, è il risultato di una ricerca logica e antropologica sulla base di dati concreti e di segnali evidenti e lapalissiani.

La conoscenza e, la comprensione della realtà, si avvalgono dell’intuizione; quella particolare capacità, che esula dalla sfera del profetico per attestarsi come l’estensione sensoriale di una mente libera e liberata da preconcetti, da pregiudizi, da luoghi comuni e dipendenze culturali, storiche e psicologiche.
Tutto questo, filtrato dal raziocinio, produce, come ultimo passaggio, quella che oggi, (una parola che pronunciamo sempre con timore), abbiamo chiamato, “la Verità”.

La fantasiosa teoria, poi, dei terremoti provocati da mini testate nucleari, appartiene a un genere di letteratura che, per indole, preferisco disertare.

Sono ben consapevole di quanto, la stupidità umana, abbia prodotto nel corso questo secolo: guerre, bombe, nazismo, consumismo e relativismo, ma niente che possa competere con la potenza di una natura che non tarderà a sferrare la sua vendetta, su questa umanità insensata che ha voluto sfidarla e deriderla.
Un tempo eravamo api e formiche oggi, siamo sanguisughe e termiti.

E’ partito il conto alla rovescia e, il Sistema, come una bomba ad orologeria, è sul punto di esplodere. Gli individui, della società delle illusioni, ricurvi sulle loro debolezze, paure e, incapaci di qualsiasi rinuncia, si sono resi responsabili e complici di quell’immane tragedia che segnerà un punto di svolta radicale e di non ritorno, nella storia dell’umanità.

La vendetta della Madre Terra, presto, si renderà palese in tutta la sua potenza, violenza e crudeltà, senza sconti, per sancire, ancora una volta, la sua volontà trascendente e la logica suprema delle sue imperiture ragioni. Tutte le centrali nucleari al mondo, per un motivo o per un altro e, causa le interazioni impreviste o predestinate di fattori che esulano dalla nostra capacità di analisi, logica e di comprensione, sono destinate ad esplodere.

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (14)

Scritto da metallicus
18-06-2012 13:06

enrico ...daniela... complimenti...vorrei essere come voi, dico davvero.. voi si' che siete nel MIGLIORE DEI SONNI POSSIBILI

Scritto da Enrico
01-06-2012 08:06

Cerco di essere breve, e poi ci rinuncio, perché se ragionate così non siete alla frutta, ma già all'ammazzacaffè. 1) Domenico, è facile dire cose che non si sanno quando fanno comodo. Facile ipotizzare che non ci sia documentazione di quanto ricevuto (chi te l'ha detto? lo dici perché sai che loro sono dei cattivoni, o hai le prove che succede/succederà così? prevedi il futuro anche tu?), facile ipotizzare che anche quando ci fosse la documentazione sarebbe falsa, che fanno tutto per fregarci, che le compagnie telefoniche fanno parte del complotto e lucrano sul terremoto... Facile fare le vittime, da dietro un pc. Ti dico solo che è infantile ragionare così, vedendo l'uomo nero ovunque, mentre tu sei l'unico bambino buono e indifeso. Se non ti fidi di niente e di nessuno, allora il mio invito diventa: staccati da quel pc e va' a dare una mano di persona. Ti assicuro, ma proprio senza dubbi, che la gente che là soffre apprezzerà un tuo aiuto, in qualsiasi forma, mentre non apprezza affatto che tu scriva idiozie sulla loro pelle (non ti senti un po' sciacallo anche tu, che aumenti le visite al tuo sito approfittando delle catastrofi, scrivendo cose di cui non sai nulla?) o che tu inviti a non donare soldi per loro, perché "oddio poi le compagnie telefoniche ci lucrano". 2) Homo liber, mi arrabbio perché vedervi scrivere falsità per guadagnare popolarità online, ed evitare di affrontare i problemi della vita in modo adulto, fa arrabbiare. Immagino che non lo capiate, e io capisco benissimo quale sia il fascino di comportarsi così. E' come per la religione, si trova conforto nel sentirsi piccoli piccoli. Se a voi piace, continuate pure, io vado a fare altro, e magari mando qualche altro sms al 45500: sapete, dato che non c'è nulla di documentato si sa già che sono stati raccolti circa 6 milioni di € ad oggi: briciole in confronto ai danni, ma utili per fornire beni di prima necessità e un posto dove dormire a chi ha perso la casa, mentre voi scrivete storielle nella vostra casa che è ancora in piedi. Saluti PS: per vostra informazione, il fracking in Italia non è praticato. Ma ovviamente, sono io il cretino che si fa fregare, no? Lo sapete voi, invece, che è praticato, e non ci dicono nulla, è tutto segretissimo. Siete voi bravissimi a scoprirlo! Avanti così, vincerete il Pulitzer (o è anche quello un premio del NWO-pluto-massonico?)

Scritto da Enrico
31-05-2012 12:05

Ilario, credo sia inutile provarci. Per loro le "coincidenze" sono più forti delle evidenze storiche, o della scienza. E per loro è più rassicurante credere che ci sia un super-cattivo che manovra tutte le sciagure terrestri, così da potersi sentire impotenti e sollevati da responsabilità. Troppo difficile accettare che i terremoti sono eventi naturali e non prevedibili con la precisione che vorremmo (errore di centinaia di km per il "dove" e di decine di anni per il "quando"), che "zona a basso rischio sismico" non significa certezza di assenza di terremoti (il concetto di rischio vi è chiaro?), ecc. ecc.. Preferiscono guardare il cielo e delirare sulle evidenze dell'uso di HAARP, o sulla presenza di scie chimiche. Evidentemente tutti gli scienziati di questo mondo fanno parte di un complotto, tutti senza cuore. Compresi i sedicenti "predittori di terremoti", che sono capaci di prevedere tutto, dopo. O di fare previsioni sbagliate. Ci proviamo anche noi? Un consiglio per tutti: anziché perdere tempo con storielle da romanzo di serie c su fracking e HAARP, mandate qualche sms al 45500, e rendetevi utili.

Scritto da Ilario
31-05-2012 01:05

Articolo falsamente suggestivo, e smontabile con una semplice osservazione: terremoti catastrofici sono sempre esistiti, anche quando l'uomo non sapeva cosa fossero gli idrocarburi.

Scritto da alessandro buttazzoni
30-05-2012 21:05

Sono d'accordo con questa teoria , ma devo sottolineare che bisognerebbe fare una analisi dei costi e dei benefici che questo sistema ha creato. Siamo sicuri che il progresso può considerarsi tale? Tutte le innovazioni e le conquiste dell'era moderna hanno reso migliore questo mondo più di quanto lo hanno rovinato? Senza l'energia elettrica , non avremmo frigoriferi per conservare i cibi , tenere in vita un malato in coma, produrre materiali innovativi per proteggerci dal freddo e dal caldo, raggiungere ogni parte del globo in meno di un giorno, comunicare in tempo reale con ogni parte del mondo, non ammazzarci di lavoro per ottenere i frutti della terra, non veder morire un bambino per una banale febbre. Siamo disposti a rinunciare a tutto questo? Io sono pronto , ma per FAR si che i benefici di questa modernità permangano, tocca elIminare la più antica delle debolezze umane, L'AVIDITA'!!!!!!!!!!! >RAZIONALIZZARE IL CONSUMO DELLE RISORSE , ATTRAVERSO LA NAZIONALIZZAZIONE DELL'INDUSTRIA ENERGETICA I CUI DIRGENTI DOVRANNO ESSERE SCELTI A ROTAZIONE ANNUALE DA UNA LISTA DI LIBERI CITTADINI. ELIMINARE LA FINANZA SPECULATIVA RESTITUENDO ALLE BANCHE IL RUOLO PERDUTO, E CIOE' QUELLO DI SOSTEGNO ALL'ECONOMIA PRODUTTIVA. ELIMINARE IL CREDITO AL CONSUMO, CANCRO DELLA SOCIETA MODERNA, E VALORIZZARE IL RISPARMIO. LAVORARE IL NECESSARIO PER SVOLGER UNA VITA DIGNITOSA CON UN REDDITO MINIMO GARANTITO DI CITTADINANZA. MAI PIU INDIVIDUI CHE DA SOLI GAUADAGNANO COME 10.000 LAVORATORI MEDI, QUESTO E' INGIUSTO ED IMMORALE PERCHE' SPINGE FIN DALLA GIOVINEZZA A INSEGUIRE VALORI INUMANI .

Scritto da Ermengardo
30-05-2012 19:05

Non ho trovato nessun giornale che abbia anche solo per sbaglio dato credito all' ipotesi del fracking. Nessun giornalista che si sforzi di indagare sullo scempio compiuto nel sottosuolo dell'Emilia Romagna. Eppure i documenti ci sono, a comicniare dai siti governativi con la delimitazione delle aree di ricerca, ai singoli comuni con i progetti per le indagini sotterranee. Purtroppo l'italia è solo un paese per lacchè e leccaculo. Menomale che esistono internet e stampa libera.

Scritto da Homo Liber
30-05-2012 19:05

Domenica 27-05-2012 - h.17,30 percorrevo la SS Romea all'altezza di Marina Romea (vicino a Ravenna). Osservando il cielo si notavano ben delineate una serie di almeno 15 scie chimiche disposte a griglia, e due aerei che ne stavano formando altre quattro (due+ due) in parallelo. Sono sempre più accreditate tesi sull'origine artificiale (Progetto H.A.A.R.P.) di alcuni recenti terremoti, specialmente se anomali per localizzazione di epicentro e/o magnitudo. http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=P766afGNxlQ http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=zHxuwwH_lYc http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=pzAGL5p6DRI http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=vXk5vk7WCjQ http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=WL9Dzo2k0ks#! http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=M0kPTm79iew http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=c6jzUREKwwI http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=9Jc9tpA5IxY http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=KDYHVNBX9pQ http://www.youtube.com/watch?featu re=player_embedded&v=xUeZgHjQQiU

Scritto da Ezio
30-05-2012 17:05

21 dicembre 2012 - basta aspettare e poi vedremo.

Scritto da crumblingland
30-05-2012 15:05

Interessante spunto di riflessione indicata dai post di luogocomune: http://www.savonanews.it/2012/05/2 1/mobile/leggi-notizia/articolo/gas-e-terremoto-p uzza-di-bruciato.html

Scritto da Olga
30-05-2012 12:05

Molto bello l' articolo...e' trascritto esattamente il mio pensiero.... Ma diciamoci la verità, la maggior parte delle persone, quando cerchi di sensibilizzarle con discorsi del tipo - la Terra é un grande essere vivente..l' uomo ha molte più responsabilità nelle catastrofi definite naturali..ecc.ecc. - ti guardano come se stessi parlando una lingua sconosciuta.... Seconda cosa: come facciamo 'noi' dal basso a fare qualcosa per tamponare la situazione?? Anche se esistono le energie pulite, esiste la possibilità di un' economia locale...sono sempre i soliti che decidono cosa può esserci sul mercato, di cosa abbiamo bisogno ( parlo di consumismo) , di quali devono essere le leggi..ecc siamo sempre più poveri e controllati...

Scritto da Roberto
30-05-2012 10:05

Bell'articolo veramente...ma nessuno mi toglie l'idea che un "aiutino" a questi cataclismi qualcuno lo stia dando....

Scritto da NEO
30-05-2012 09:05

Forse è meglio non svegliare nessuno (tanto è impossibile), meglio che questo cancro che è l'uomo, sparisca da questo pianeta. E chi invece crede di essere già risvegliato, non deve aver paura di morire, tanto la morte non esiste.

Scritto da DONATO
30-05-2012 09:05

Complimenti per l'articolo.Come dice il proverbio chi la tira la spezza.E' mai possibile che l'egoismo, l'egocentrismo e i vizzi stiano distrugendo il genere umano?Se siamo ancora in tempo, perche' non facciamo una decina di passi indietro, ed iniziamo a vivere si per il progresso e la tecnologia, ma compatibilmente alla madre terra che ci ospita! I potenti, i grandi capitalisti che detengono a vari titoli il potere globale, ci stanno portando irrimediabilmente alla fine della nostra umanita'.Cosa si puo' fare se non aspettare la fine?! Io vorrei tenere accesa in me' la speranza ma non vedo nessun segnale di reale e radicale cambiamento. Dovremmo invertire la rotta e vivere in maniera piu' rispettosa nei confronti del pianeta che ospita, questo nostro breve viaggio terrestre.

Scritto da grima54
29-05-2012 23:05

Bell'articolo. Anch'io la penso così. Chi parla ancora di crescita dimostra di vivere su un pianeta che non è esausto come questo. Questo pianeta oramai ha una febbre altissima, pronto ad esplodere. Il problema è sempre quello. Svegliare milioni e milioni di persone che viaggiano sul Titanic ignari di quello che sta accadendo. La propaganda del sistema è troppo forte per resistergli. Ormai sanno dirigere le masse come il vento trasporta le foglie, cioè dove vuole. E' triste, ma purtroppo è la realtà. Grazie

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI