Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

Per chi lavorano i non eletti che dirigono l'Italia
Redazione | 28-05-2012 Categoria: Mondialismo Stampa

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8wzYnqaFI-w&feature=related[/youtube]

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (3)

Scritto da NEO
29-05-2012 10:05

La principale colpa è solo nostra, che siamo talmente stupidi che ci siamo fatti fregare così.... Forse non hanno tutti i torti, a dire che non possiamo gestirci da soli.

Scritto da Gerardo
28-05-2012 12:05

Mi auguro che una giuria popolare composta da persone anche estratte a sorte tra il popolo, possa giudicare e condannare all'ergastolo o alla permanenza senza limiti in una clinica psichiatrica questi criminali contro l'umanita': tra queste persone includo anche, ma non solo, Mario Draghi, Mario Monti e Giorgio Napolitano.

Scritto da Elmoamf
28-05-2012 11:05

Un buon riepilogo su fatti nozioni ed eventi che alcuni di noi potrebbero ormai citare a memoria. Il montaggio del video è altrettanto meritevole. L'esortazione ad una presa di coscienza, lodevole. Sono dell'umile parere, però, che tutto dovremmo essere tranne che giocatori equivoci e fatali di un gioco chiamato "Rollerball". Chi di noi ricorda o ha in mente un solo fotogramma di quel tragico ed antesignano "movie" di una carneficina tra poveri e/o popoli? Nel mio immaginario giovanile e dualistico...di lotta tra il bene ed il male, l'eroe rappresentava immancabilmente un archetipo encomiabile ed ammirevole. Pertanto esemplare degno di emulazione. Solo grazie allo sviluppo consapevole conseguito nell'età matura sono stato in grado di emanciparmi da quell'asfittico concetto. Sono stato, quindi, in grado di definire almeno i contorni di ogni schematica ed acritica concezione degli uomini e della loro realtà (spesso e purtroppo solo riflessa). Una realtà fatta per lo più di finzione ed accondiscendenza. Non ahimè di riflessione e di sana critica. Critica di se stessi, in primis. Critici della realtà ci circonda...a prescindere! Non perché la realtà debba per sua stessa natura essere suscettibile di critica. Semplicemente perché le cose non vanno accettate solo perché qualcuno di "autorevole" le impone: "...come giuste, intoccabili, indiscutibili, solide, inequivocabili, definitive" La "sanità mentale" universale giace, a mio mediocre avviso, nella capacità critica delle persone. Se fossimo dotati almeno di una minima percentuale di essa !?! Forse saremmo in grado di raggiungere quelle vette che, umilmente credendo, ad ognuno di noi spettino!!!!! Ognuno di noi inteso, unicamente e sempre per me, in senso totalmente lato. Nonostante sia Un Poverissimo se non Reietto..Credente, ritengo che non esista il cosi detto e presunto primato dell'uomo. Piuttosto credo, nella speranza della coerenza con me stesso e con la mia stessa credenza... Credo sia più plausibile l'esistenza dell'indefinibile primato dell'intelletto sull'incapacità "ottusa" altrui. Ad ogni modo... ai posteri l'ardua sentenza???????? Un saluto Elmoamf

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI