Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

Ron Paul al Congresso: occupiamoci delle nostre libertà civili!
Forcheri Nicoletta | 06-08-2012 Categoria: Mondialismo Stampa



Ron Paul al Congresso il 3 agosto 2012 - traduzione a cura di N. Forcheri

Cedo la parola per due minuti a un patriota americano che non ha lesinato i suoi sforzi per evitare che l'America si buttasse in avventure all'estero. Ron Paul del Texas.

Grazie per la parola. Questo progetto di legge potrebbe essere felicemente chiamato “Legge per l'Ossessione sull'Iran 2012” perché è quello che continuiamo a fare, ossessionarci per l'Iran e l'idea che esso sia una minaccia alla nostra sicurezza nazionale. L'Iran è chiaramente una nazione del terzo mondo senza né Marina o Aviazione degne di nota, né missili balistici intecontinentali. L'AEIA e la CIA hanno detto che non sta per acquisire l'arma nucleare. E' così simile a quello che succedette all'inizio di un decennio fa, quando siamo andati a battere i tamburi di guerra contro l'Iraq ma era tutta una farsa, l'Iraq non rappresentava nessun pericolo. Ed è quello che facciamo: battiamo i tamburi di guerra di nuovo.
Adesso che il progeto di legge è approdato dalla conferenza, ci troviamo a trattare le libertà civili in Siria, ora il caso vuole che io sia proprio un accanito sostenitore delle libertà civili e lasciatemi dire che questa legge non farà niente per migliorare le libertà civili delle persone in Siria.

Se fossimo veramente interessati alle libertà civili perché non ci guardiamo noi stessi, perché non prendiamo in considerazione quello che succede in patria, le perquisizioni senza mandato di arresto nel contesto del Patriot Act? Che ne è della politica di assassinio dei cittadini americani? Che ne è degli arresti da parte dei militari, la legge sull'autorizzazione di difesa nazionale? Che ne è della guerra dei droni che continua? Pensate veramente che proteggiamo le libertà civili lanciando arbitrariamente o minacciando di farlo, i droni ovunque nel mondo che uccidono persone innocenti?

Se vogliamo veramente preoccuparci delle libertà civili in Siria, perché non ci preoccupiamo per le prigioni segrete nel nostro paese e del novero di torture e del fatto che le liste degli uccisi siano realizzate dal ramo esecutivo del governo mentre noi rimaniamo a guardare con le mani in mano senza dire niente e il popolo americano tollera tutto questo e marciamo in questa direzione: nella determinazione di buttarci nell'ennesima guerra?

Imporre sanzioni a un paese costituisce un atto di guerra ed è quello che fate, la prima cosa che si fa quando scoppia la guerra tra due paesi è proprio di imporre sanzioni sull'altro paese, si impone un embargo: si tratta quindi di un atto di guerra. Che cosa faremmo noi se ci imponessero un embargo e sanzioni impedendoci di importare qualsiasi prodotto nel nostro paese? Saremmo furibondi, dichiareremmo la guerra, entreremmo in guerra. Siamo quindi noi i nemici che andiamo a ficcare il naso negli affari altrui alla ricerca di un'opportunità per dichiarare l'ennesima guerra. Prima la Siria, poi l'Iran, abbiamo troppe guerre, dobbiamo cessare le guerre. Non abbiamo più i soldi per combattere queste guerre.

Sono ancora sconvolto dall'ossessione per armi che non esistono e in cambio nessuno si preoccupa delle numerosissime armi nucleari detenute da paesi che non hanno neanche firmato il trattato di non proliferazione nucleare. Considero sconvolgente che l'ossessione continui e molto preoccupante questo sostegno assoluto a correggere le libertà civili in Siria e a intrappolare l'Iran vietandogli di fare qualcosa che dovrebbe avere il diritto di fare. Inoltre secondo me si vedrà con il tempo che questo non è altro che l'ulteriore passo verso l'ennesima guerra di cui non abbiamo bisogno, a un paese che non ci ha né provocato né minacciato nella nostra sicurezza nazionale, e non dobbiamo semplicemente farlo, lo abbiamo fatto per troppo tempo, negli ultimi 15 anni in cui siamo stati ossessionati dall'idea di andare in guerra per tentare di risolvere tutti i problemi del mondo e nel contempo ciò ci faceva andare in bancarotta. Invito tutti a non votare a favore di questa risoluzione.

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (3)

Scritto da oracolo
07-08-2012 17:08

Non e' nuovo a queste uscite, gia' sono avviate le procedure per eliminarlo fisicamente, le industrie belliche non tollerano bastoni tra le ruote,il popolo americano e' troppo lobotomizzato per reagire contro il sistema imperialista, del resto i campi FEMA e il feroce atteggiamento delle polizie americane che non risparmiano neppure i bambini sono una conferma del programma di paura imbastito dall'élite.

Scritto da unitipersempre
07-08-2012 14:08

OTTIMO ATTEGGIAMENTO COERENTE del senatore RON PAUL. INVITO PER TANTO,I NOSTRI "ILLUSTRI"SENATORI A RIFLETTERE IN MERITO.... COSA CHE NON HANNO MAI FATTO ad eccezione di qualche singolo ma senza peso...come ben sappiamo. DIO BENEDICA I GIUSTI...

Scritto da Elmoamf
07-08-2012 00:08

Nel link di seguito Vi è un altro interessante discorso fatto al Senato degli Stati Uniti dal Sen. Indipendente Bernie Sanders del Vermont: http://www.youtube.com/watch?v=QZ8 p-K7X99I&feature=player_embedded Sembrere bbeche voci fuori dal coro siano sempre più "gridate" da apparentemente anziani politici attempati. Il fatto che siano però su quegli scranni e che possano vantare una certa credibilità ed un certo seguito può almeno far sperare un pochino... Un saluto, Elmoamf

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI