Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Una buona notizia per la foca mediterranea.

Foca monaca avvistata e fotografata in acque albanesi

(AGI) – Lecce, 18 ago.- Un esemplare di foca monaca, mammifero marino un tempo presente in molte zone del Mediterraneo ed oggi classificato tra le specie in via di estinzione, e’ stato avvistato e fotografato nelle acque dell’Albania, a circa 35 miglia nautiche dalle coste salentine, da alcuni turisti italiani tra cui il professor Antonio Terlizzi, docente di Zoologia presso il Dipartimento di scienze e tecnologie biologiche ed ambientali dell’Universita’ del Salento. “E’ un fatto molto importante che la foca monaca si riveda in Albania, considerando che l’animale rischia ormai di scomparire del tutto perche’ per vivere e riprodursi ha bisogno di ambienti molto tranquilli e non antropizzati”, dichiara all’Agi il professor Terlizzi. L’esemplare e’ stato fotografato in prossimita’ di Baia dell’Orso, a Sud di Valona.

“Le coste albanesi sono in gran parte inesplorate e quindi offrono un habitat ideale per la foca monaca che un tempo popolava anche le nostre coste”, rileva il direttore del Museo dell’Ambiente del Disteba leccese. “L’ultimo avvistamento della foca monaca documentato fotograficamente nel Salento risale al 1974 e’ fu fatto da un gruppo di speleo sub bolognesi all’interno della grotta del Ciolo, nei pressi di Santa Maria di Leuca – aggiunge il professor Genuario Belmonte- si puo’ anche immaginare che l’animale possa ritornare sulle coste salentine, ma questo processo non e’ favorito dalla crescente antropizzazione”. Le foto della foca monaca nelle acque della costa Sud dell’Albania sono state realizzate da alcuni turisti leccesi che hanno provveduto a segnarlo allo “Sportello dei Diritti”. Del mammifero marino, un tempo presente in molti punti del Mediterraneo ed oggi praticamente scomparso si dice che ne siano rimasti, sparsi in poche colonie e in zone ristrettissime, non piu’ di 500 esemplari. La notizia dell’avvistamento della foca monaca in Albania viene valutata positivamente dal responsabile dello “Sportello dei diritti”, Giovanni D’Agata, il quale si augura che “le autorita’ albanesi possano avviare un severo programma di protezione per poter sperare che il pinnipede possa riprendere a proliferare e non sparisca come accaduto sulle coste italiane dove gli avvistamenti di tali pacifici animali sono stati sempre piu’ rari per non dire inesistenti negli ultimi anni”.(AGI) .

Un Commento a “Foca Monaca avvistata e fotografata in acque albanesi”

  • Citazione:
    “fotografato in prossimita’ di Baia dell’Orso”

    Coincidenza: in Italia l’ultimo santuario segnalato della foca monaca era la grotta del bue marino, in Sardegna.

    Anche l’orso e la lince stanno tornando sulle Alpi, ma la gente non glielo permetterà. La foca per sua fortuna vive in mare dove non c’è praticamente nessuno, quindi ha più possibilità di cavarsela.
    La regola dunque è: molti umani, pochi animali; pochi umani, molti animali. E’ così da millenni.

    Quanto alla volontà protezionistica delle autorità albanesi non scommetterei un soldo bucato.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE